Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
13^ tappa: Busseto - Cherasco
#11
@luca scusa se non ti rispondo ai messaggi privati ma ho un problema . . . . . . . la mia paura è che la bmc porti evans e van garderen al tour e dia i gradi di capitano ad entrambi . . .
 
Rispondi
#12
Non penso che faranno come l'anno scorso..sarebbe meglio dividere la squadra tra giro e tour per cercare di vincere di più
 
Rispondi
#13
Gli ultimi mille metri della tappa del Giro d'Italia saranno a “Chilometro Zero”, tutto made in Cherasco

[Immagine: p_0b84f3f518.jpg]

Per la prima volta il Giro d’Italia arriverà su un asfalto ecologico. Succederà il 17 maggio nella città delle Paci con l’arrivo della tredicesima tappa della “corsa rosa”, la Busseto-Cherasco. L’ultimo chilometro di percorso sarà all’insegna dell’ecologia e del rispetto dell’ambiente. L’asfalto infatti sarà rifatto utilizzando il polverino prodotto dal riciclo dei pneumatici in disuso. Un asfalto che avrà anche la peculiarità di essere a “chilometro zero” in quanto il polverino sarà fornito dalla Tritogom, mentre la posa verrà realizzata dalla Sam, entrambe aziende cheraschesi. L’idea di offrire questo nuovo manto è venuta a Giuseppe Piumatti, patron della Bra Servizi, azienda leader nella raccolta e smaltimento di rifiuti. “Purtroppo – spiega – in Italia c’è ancora una mentalità ferma e non sempre si coglie l’opportunità di nuove tecnologie e nuovi sistemi. Il polverino da pneumatici, ottimo ingrediente per asfalti ma anche per pavimentazioni di palestre, campi da calcio e altre vincenti soluzioni, è già sperimentato su un tratto della tangenziale di Torino ormai da due anni, con ottimi risultati. Con la Tritogom avevamo pensato di realizzare l’ultimo chilometro con questo materiale già lo scorso anno a Cervere ma i soliti impedimenti all’italiana, lungaggini burocratiche e quant’altro, non ce lo hanno permesso. Quest’anno siamo tornati alla carica e ci stiamo impegnando tutti per riuscire in questa impresa che non solo darà un asfalto nuovo ad un tratto di strada provinciale che entra in città, ma fornisce uno spunto di riflessione importante su come poter riutilizzare a vantaggio di tutta la collettività un materiale che altrimenti andrebbe disperso e sarebbe fonte di inquinamento”. Della stessa idea Giovanni Corbetta, direttore generale di Ecopneus, la società nata per il rintracciamento, raccolta, trattamento e destinazione finale dei pneumatici fuori uso che sottolinea le grandi potenzialità di questo materiale: “Ormai ci sono molti studi e analisi su esperimenti effettuati e possiamo dire orgogliosamente e con assoluta sicurezza che l’utilizzo di polverino per la realizzazione dell’asfalto è vantaggiosa sotto molti punti di vista. Innanzitutto per il rispetto dell’ambiente. Basti pensare che in tutto il Paese lo scorso anno sono state 240 mila le tonnellate di pneumatici raccolti e portati a fine trattamento. L’asfalto con il polverino dei Pfu, secondo studi e analisi approfonditi, ha una durata maggiore rispetto a quello tradizionale, quindi con minor manutenzione, consente di diminuire drasticamente il rumore e questo è un elemento fondamentale soprattutto nei centri abitati, è auto drenante ed è sperimentato che consente una maggior tenuta di strada e riduce i tempi di frenata dell’auto”. Il sì all’utilizzo arriva anche dalla Provincia. Commentano gli assessori Russo e Colombatto: “Siamo assolutamente decisi a sperimentare questa tipologia di asfalto che ha già dimostrato le sue grandi qualità”. Soddisfatto anche il sindaco Claudio Bogetti: “Quel pezzo di strada che sarà realizzato è in entrata in città e farlo con un materiale di ottima qualità e che garantisce anche un minor impatto acustico è senza dubbio la soluzione migliore per Cherasco. Sono grato a Piumatti, alla Sam e a Ecopneus per aver voluto offrire questa opportunità. Si tratta di un materiale innovativo e come amministratori guardiamo con attenzione alle nuove tecnologie legate anche al riciclo, se, come in questo caso, garantito da numerosi studi. La Bra Servizi e il gruppo Piumatti si dimostrano ancora una volta attenti alle esigenze del territorio e danno un contributo concreto. Il Giro d’Italia sarà un’ottima vetrina per la nostra città e non costerà un solo euro al Comune, anzi avremo anche un pezzo di asfalto nuovo e innovativo”. Conclude il patron dell’impero rosa-giallo, che è anche presidente onorario del Comitato organizzativo dell’arrivo della Busseto-Cherasco: “E’ un grande onore per me essere stato nominato presidente onorario di questa tappa. Cherasco è una piccola grande città, gli Amministratori sanno essere lungimiranti e quindi non potevo scegliere posto migliore per realizzare un arrivo di tappa con quello che sarà il materiale del futuro”.

comuicato stampa
 
Rispondi
#14
la tappa di domani è di difficile interpretazione, quasi 200 km di pianura netta poi un continuo saliscendi e finale di 6 km pianeggiante, dubito che i velocisti avranno vita facile, forse ventoso boh...
 
Rispondi
#15
Fuga Sick
 
Rispondi
#16
o fuga, oppure le squadre che hanno velocisti che tengono posso anche mettersi a controllare la corsa, la Fantini per esempio con Gatto può puntarci se non manda nessuno in fuga e fa corsa dura sulle salitelle per staccare i velocisti, la stessa Movistar per vincere una tappa, Visconti mi pare in calando e quindi dovrebbero puntare su ventoso, l'Argos potrebbe puntare su Mezgec a seconda di come si sente, e anche Goss potrebbe reggere bene, però per lui dipende da cosa riesce a fare anche oggi
 
Rispondi
#17
Secondo voi è così impossibile che Cav arrivi? Domani alla fine si gioca i punti decisivi per la maglia rossa forse secondo me.. Poi gliene restano solo 2.
 
Rispondi
#18
Per me sarà finalmente il giorno di Ventoso..
 
Rispondi
#19
se fossi ventoso, mi butterei nell'eventuale fuga, non si può mai sapere se alla fine c'è qualche velocista più forte di te o alla pari(lo stesso bouhanni ad esempio può tenere o modolo) alla fine se andato viviani in fuga l'altro giorno...perchè no ventoso che è più completo

avete capito che gioco ventoso domani Eheh aspetto sarri che dice
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di blackflower
#20
Se riesco a farmi dare il permesso per uscire prima da scuola, vedrò il passaggio a Piacenza
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)