Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
17^ tappa: Caravaggio - Vicenza
#1
 
Rispondi
#2
Giro d'Italia, Caravaggio si prepara all'appuntamento rosa
Con il sopralluogo della zona di partenza, è iniziato il percorso di avvicinamento che il prossimo 22 maggio porterà il Giro d'Italia in provincia di Bergamo con la tappa Caravaggio - Vicenza.
Questa mattina, il gruppo di lavoro coordinato da Promoeventi Sport, ha visionato le aree di riferimento che il Comune di Caravaggio e RCS Sport hanno individuato per l'installazione del villaggio e delle strutture di partenza (come il palco del foglio firma), oltre ad aver analizzato tutti gli aspetti logistici della partenza della carovana rosa.
Naturalmente le bellezze artistiche di Caravaggio sono state al centro dell'attenzione, soprattutto il famoso Santuario (eretto a partire dalla prima apparizione documentata storicamente del 1432), che farà da sfondo alla partenza della 17esima tappa che porterà i concorrenti a Vicenza dopo 203 chilometri.
In rappresentanza dell'Amministrazione Comunale di Caravaggio il sindaco Giuseppe Prevedini, l'assessore Giovanni Testa (con delega al Turismo e Tempo libero), oltre a tecnici del Comune e responsabili della Polizia Municipale, che hanno svolto il sopralluogo con i dirigenti di RCS Sport, la società organizzatrice del Giro d'Italia.
«Abbiamo analizzato alcune soluzioni alternative in merito alla dislocazione del villaggio di partenza e del "chilometro zero" da cui parte la gara - ha commentato Giovanni Bettineschi presidente di Promoeventi sport - e siamo tutti concordi nel voler transitare nel centro storico di Caravaggio, dove le riprese televisive metteranno in luce uno dei borghi storici più affascinanti della nostra provincia».
Con la supervisione di questa mattina, scatta il lento count-down che esattamente in sette mesi porterà nuovamente la corsa rosa sulle strade bergamasche.
La marcia di avvicinamento prevede altri step di avanzamento, come gli incontri che Promoeventi Sport in collaborazione conl'Amministrazione Comunale organizzerà con le Associazioni e gruppi del territorio per programmare tutte le iniziative collaterali che andranno ad arricchire il programma di promozione legato alla partenza della tappa Caravaggio - Vicenza.

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#3
Giro d'Italia nella Bergamasca: il 22 maggio si parte da Caravaggio

[Immagine: 462943_937371_2304BB21_15491108_medium.jpg]
La presentazione della tappa bergamasca del Giro d'Italia (Foto by BEDOLIS K9)

Il Giro torna in bergamasca e la terra orobica è pronta ad accogliere la corsa rosa. Con la presentazione della tappa Caravaggio – Vicenza organizzata da Promoeventi Sport presso la Spazio Viterbi nella sede della Provincia di Bergamo, da oggi si entra nel clima che in meno di un mese vedrà arrivare la carovana e tutto il suo “entusiasmo ciclistico”.

La 17esima tappa del Giro d'Italia è prevista mercoledì 22 maggio e partirà da Caravaggio con traguardo, dopo 203 chilometri, nel cuore di Vicenza: sarà una delle ultime possibilità per i velocisti di conquistare una tappa del Giro edizione 2013, ma la partenza, come si vedrà, lascerà un ricordo indelebile.

A fare gli onori di casa, naturalmente, il Presidente della Provincia di Bergamo: «Sono estremamente orgoglioso che la nostra istituzione possa contribuire ad ospitare una partenza di tappa del Giro d'Italia: era un sogno che avevamo e finalmente lo vediamo realizzato – ha commentato Ettore Pirovano – e questo rappresenta un lavoro di squadra tra Provincia, Comune di Caravaggio e gli organizzatori di RCS Sport con Promoeventi Sport».

Concorde sulla soddisfazione per il “traguardo” raggiunto anche il primo cittadino di Caravaggio: «Per la nostra comunità il Giro d'Italia sarà l'apice di una settimana di festa all'insegna dello sport e della cultura sportiva - ha aggiunto il Sindaco Giuseppe Prevedini - e nonostante la situazione di crisi che stiamo tutti vivendo e che non tralascia i Comuni, siamo riusciti a fare da collante tra la nostra istituzione pubblica e il mondo imprenditoriale del territorio che ha contribuito al sostegno dell'evento».

Dopo i saluti dell'assessore provinciale Mario Gandolfi, si è entrati nel profilo organizzativo con l'intervento di Giovanni Testa che ha descritto il programma di eventi collaterali che Caravaggio sta allestendo per la settimana “rosa” e «che culminerà con la celebrazione della festa dell'Apparizione della Madonna prevista d omenica 26 maggio presso il Santuario» come ha sottolineato l'assessore al Comune di Caravaggio con delega al Turismo e Tempo libero.

Dal 2004 il Giro d'Italia è transitato ben cinque volte nella provincia bergamasca grazie all'impegno di Promoeventi Sport, e quella del 22 maggio sarà la sesta candelina da spegnere: «Abbiamo raccolto l'esigenza di ospitare una partenza nella parte bassa della nostra provincia e RCS Sport ha accolto con favore la nostra richiesta – ha raccontato Giovanni Bettineschi, presidente di Promoeventi Sport – e siamo certi che la tappa del Giro d'Italia a Caravaggio porterà grande entusiasmo in un'area ricca di appassionati e di tradizione di ciclismo».

Suggestiva l'area di partenza con il quartier tappa allestito nella zona prospiciente il famoso Santuario di Caravaggio (eretto a partire dalla prima apparizione documentata storicamente del 1432) il cui viale sarà la passerella d'avvio della tappa: «Quel giorno i bambini non andranno a scuola per poter vivere l'atmosfera del Giro – ha aggiunto il sindaco Prevedini - e saranno distribuiti lungo il viale del Santuario, indossando una maglietta rosa, a salutare i concorrenti. Sarà molto suggestivo».

Il chilometro zero sarà posto al termine del tratto a velocità controllata nel centro storico di Caravaggio. Infine l'intervento di Claudio Mologni, presidente del Comitato Provinciale della Federazione Ciclistica Italiana: «Il Giro d'Italia ritorna in una provincia che ha dato molto al ciclismo, e tutt'ora Bergamo mantiene la leadership nazionale sia per tesserati che per manifestazioni organizzate – ha commentato il dirigente della FCI – ecco perché la corsa rosa trova sempre un terreno fertile nella nostra terra».

Infine un ringraziamento da parte di Bettineschi a chi ha voluto sostenere l'iniziativa: «Il primo grazie è per le istituzioni che hanno accettato la sfida, ma anche per le aziende che hanno creduto in questo progetto, come Vittoria, Maglificio Santini, Centro Verde, Krio Planet, LD supermercati e al media partner Radio NumberOne».

A un mese dall'arrivo del Giro d'Italia in terra bergamasca, l'organizzazione è a pieno regime, e come negli anni passati, sarà una grande festa del ciclismo. .

Per saperne di più: www.caravaggioingiro.it

L'Eco di Bergamo
http://www.ecodibergamo.it/stories/Sport...aravaggio/
 
Rispondi
#4
Caravaggio e la Provincia di Bergamo si preparano per accogliere il Giro d'Italia Share/Bookmark
Con la riunione di questa mattina in Prefettura, si appronta la macchina organizzativa locale in vista della tappa del Giro d'Italia del 22 maggio: forze dell’ordine, medici e paramedici con il contributo di preziosi volontari, collaboreranno per garantire il via della tappa dal cuore di Caravaggio.

[Immagine: 20130430_riunione%20in%20prefettura.jpg]

Si è svolta oggi presso gli uffici della Prefettura di Bergamo la riunione organizzativa per definire gli ultimi dettagli legati alla 17° tappa del Giro d’Italia 2013, la Caravaggio – Vicenza del 22 maggio.
Fra tre settimane, infatti, i “girini” partiranno da Caravaggio, per giungere, a Vicenza, dalla città di Michelangelo Merisi alla città del Palladio, il tutto in 214 chilometri. Circa 15 i chilometri della provincia di Bergamo interessati dal passaggio della Carovana, otto i comuni: un breve tratto ma che dovrà essere gestito con assoluta cura, perché la carovana transiterà su vie stradali ad alta intensità di traffico.
A questo proposito il Vicario del Prefetto di Bergamo, Alfredo Nappi, ha sottolineato l’importanza della sicurezza stradale per la buona riuscita della manifestazione: «Nonostante il Giro d’Italia transiti per una quindicina di chilometri nel territorio della provincia di Bergamo, è importante che l’organizzazione sia pronta ad accogliere al meglio l’evento sportivo».
La parola è quindi passata al Presidente di Promoeventi Sport, Giovanni Bettineschi: «Per la prima volta negli ultimi dieci anni il passaggio del Giro d’Italia interessa la pianura bergamasca con la partenza da Caravaggio. Una proposta che gli organizzatori di RCS Sport hanno accolto con grande piacere per le bellezze che questa città offre sia dal punto di vista culturale che storico. È un evento a cui teniamo molto – ha proseguito Bettineschi – e nonostante l’impegno sia meno gravoso rispetto agli altri anni perché si tratta della partenza e di un tratto breve nella provincia, ciò non toglie che la organizzeremo al meglio e con grande entusiasmo».
A dare pieno sostegno e disponibilità a Promoeventi Sport e RCS Sport le istituzioni locali, i volontari, i paramedici del 118 in collaborazione con quelli della Croce Rossa Italiana: il servizio medico sarà garantito e verrà coordinato con la cabina di regia della Prefettura, e in tal senso l’ospedale di Treviglio sarà pronto ad ogni evenienza.
Particolare attenzione è stata posta alla chiusura delle strade prima del passaggio della carovana e dei ciclisti, a partire da due ore prima della partenza non sarà più possibile circolare sul percorso della tappa. L’organizzazione della chiusura delle strade sarà affidata direttamente ai singoli enti locali che dovranno pubblicizzare l’evento e la chiusura delle strade per ridurre al minimo gli eventuali disagi.
Nel sopralluogo effettuato nei giorni passati dalla Polizia Stradale il manto stradale della SS11 è risultato danneggiato in diversi punti presentando buche dovute alle forti piogge di queste settimana. La Provincia di Bergamo, e in particolare il suo assessorato alla Viabilità, valuterà nei prossimi giorni un preventivo di spesa per il rifacimento del manto stradale particolarmente critico, e la compatibilità di spesa al bilancio economico dell’Amministrazione. A fianco di questa valutazione, verrà predisposto un piano per definire le strade alternative e gli incroci da presidiare: forze dell’ordine e volontari saranno presenti sulle strade in modo massiccio per garantire la sicurezza dell’evento.

sporteconomy.it
 
Rispondi
#5
tappa praticamente simile a quella odierna, ma la salita è questa?


http://www.salite.ch/11286.asp?mappa=
 
Rispondi
#6
Credo sia più semplice il Gpm
 
Rispondi
#7
Assomiglia molto alla tappa di Montecatini lo scorso anno. Fatico a comprendere quel GPM ai -17...
Spero vinca Cav...
 
Rispondi
#8
Martinelli oggi sulla Gazzetta non ne parlava come di una tappa semplice per velocisti... Pare sia un "finale da classica" Boh
 
Rispondi
#9
SIcuramente non è semplice per velocisti, però il Cavendish che ho visto negli ultimi giorni mi sembra pronto a superare questa salita... Poi tutto dipende dal ritmo che imporrà il gruppo.
 
Rispondi
#10
Corta ma non semplicissima, SSanchez per dirne uno ci proverà...
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)