Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
18^ tappa: Mori - Polsa (Cronoscalata)
#1
 
Rispondi
#2
Trentino, in Vallagarina si lavora in vista del Giro d'Italia
L’appuntamento è per il prossimo 23 maggio, ma in Vallagarina si sta già lavorando per il Giro d’Italia. Invitati dal Presidente dell’APT, avv. Germano Berteotti, che ha sottolineato il merito dell’Assessore Provinciale al Turismo Tiziano Mellarini nell’aver assicurato alla Vallagarina quest’importante appuntamento sportivo, oggi sono convenuti presso il velodromo di Mori i vari soggetti coinvolti nell’organizzazione della tappa che si correrà da Mori a Polsa di Brentonico.
Sotto l’esperta guida dei rappresentanti di RCS Stefano Allocchio, Marco Nardoni, Lino Ferrario e Mario Broglia, si sono poste le basi della complessa organizzazione dell’evento sportivo dell’anno, cui hanno dato la propria convinta adesione, oltre all’APT di Rovereto e Vallagarina, i sindaci di Mori e Brentonico, Roberto Caliari e Giorgio Dossi, con i rispettivi Vicesindaco Stefano Barozzi ed assessore Fulvio Viesi, l’assessore al Turismo della Comunità della Vallagarina Marcello Benedetti e Paolo Pincelli della Divisione Turismo di Trentino Sviluppo. Anche Alessandro Bertolini, gloria del ciclismo moriano, metterà a disposizione la sua esperienza maturata in centinaia di corse a livello professionistico. All’incontro erano presenti anche le forze dell’ordine, con i comandanti delle stazioni dei carabinieri di Mori e Brentonico e della Polizia Municipale di Mori, nonché i rappresentanti della CRI e della Cantina Sociale Mori-Colli Zugna.
Millecinquecento le persone della carovana che il Giro porterà in Vallagarina: un’occasione da non perdere, ha detto il Presidente Berteotti, per la valorizzazione turistica di tutto Basso Trentino, che vede l’APT impegnata fin d’ora a promuovere l’evento, legandovi l’offerta culturale e naturalistica dell’ambito.
La particolare complessità della gara che, disputandosi a cronometro, vedrà i corridori scattare uno alla volta dal velodromo di Mori, impegnerà centinaia di volontari lungo i 20 chilometri della salita. Il primo start verrà dato alle 14,30, mentre si prevede che l’ultimo concorrente transiterà sotto il traguardo di Polsa non prima delle 17. Ciò significa una diretta televisiva di parecchie ore che, portando nelle case degli italiani il verde paesaggio della Vallagarina e del Baldo Trentino in piena primavera, costituirà un efficacissimo spot per l’offerta di vacanze del territorio.
Gli spettatori e gli appassionati, che si attendono numerosi, trattandosi di una tappa che potrebbe rivelarsi decisiva per l’assegnazione della maglia rosa, avranno la possibilità di ammirare i propri beniamini lungo i tornanti della strada per Brentonico – dove sarà posta la stazione di rilevamento cronometrico intermedio - anche al mattino, quando il percorso verrà messo a disposizione dei concorrenti per le prove libere. I tifosi avranno inoltre accesso all’open village di Mori, dove gli animatori e la musica di Radio 101 intratterranno il pubblico per tutta la giornata.
Al termine della riunione è stato formalmente costituito il Comitato Organizzatore Locale, nelle persone di: Loris Cavagna, Direttore dell’APT di Rovereto e Vallagarina, Fulvio Viesi, Assessore del Comune di Brentonico, Stefano Barozzi, Vicesindaco di Mori, Graziano Valle, Ufficio Tecnico del Comune di Brentonico Alessandro Bertolini, Roberto Forcinella e Graziano Risi .

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#3
Wiggins alla scoperta della cronoscalata della Polsa
«Mi piace, si può fare velocità»

Reduce da un Giro del Trentino positivo anche se non molto un incidente meccanico lo ha tagliato fuori dalla lotta per il successo finale nell’ultima tappa), Bradley Wiggins ha allungato di un giorno il suo soggiorno nel Garda Trentino e stamane si è rimesso in bici per ispezionare il percorso della cronoscalata Mori-Polsa, una delle tappe-chiave dell’imminente Giro d’Italia, peraltro presentata ufficialmente giovedì sera – in occasione del Giro del Trentino – presso la Cantina Sociale di Mori/Colli Zugna.
Dopo una notte di buon riposo a Torbole (presso l’Hotel di Sergio Chiesa, grande chef appassionato di ciclismo) per smaltire le fatiche della dura scalata a Sega di Ala, il vincitore dell’ultimo Tour de France si è messo in strada di buona ora deciso a compiere l’ispezione in bici nonostante le condizioni meteo non ottimali (solo 6 gradi e foschia in vetta). Partito dal velodromo di Mori (dove lo ha salutato l’Assessore al Turismo della Provincia di Trento Tiziano Mellarini), Wiggins ha riportato un’impressione favorevole del tracciato (“adatto per sviluppare velocità, mi piace”, ha detto) e poi si è fermato a pranzo prima di ripartire con i tecnici dello staff del team Sky alla volta del Friuli dove domani ispezionerà il finale della tappa dell’Altopiano del Montasio.
Nonostante non sia riuscito a centrare il successo finale al Giro del Trentino (vittoria di Vincenzo Nibali grazie alla spettacolare vittoria nella tappa conclusiva), il baronetto inglese si è detto molto soddisfatto del rendimento dimostrato in questi giorni sulle strade italiane, ed è ottimista in vista della corsa rosa.

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#4
Sostanzialmente il Giro verrà deciso dalla crono di Saltara e da questa...spero di no
 
Rispondi
#5
Come va Uran in cronoscalate?
 
Rispondi
#6
Credo molto bene, essendo forte sia a crono che in salita, dovrebbe fare un tempo poco più alto di Nibali / Evans
 
Rispondi
#7
Da quando Uran è forte a crono?

E' un onesto mestierante e nulla più, perderà diversi secondi da Nibali e Cadello, ma potrebbe guadagnare sul Santa...
 
Rispondi
#8
Uran era stato uno dei peggiori nei 3km di salita della crono di Saltara, ma non so se questo è un dato indicativo...
 
Rispondi
#9
(18-05-2013, 08:43 PM)Pagliarini Ha scritto: Da quando Uran è forte a crono?

E' un onesto mestierante e nulla più, perderà diversi secondi da Nibali e Cadello, ma potrebbe guadagnare sul Santa...

Si è sempre difeso molto bene, credo che non perderà più di 20/30"...Santambrogio 50"..

Per la tappa se la giocano Nibali e l'australiano secondo me..
 
Rispondi
#10
Ma quando?

Pure l'altro giorno ha perso due minuti dagli altri big, è sui livelli di Scarponi, forse anche più scarso...
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)