Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
19^ Tappa: Modane - Alpe d'Huez
#1
 
Rispondi
#2
Ivan Basso sulle strade del Tour de France
Dopo il Critèrium du Dauphinè tre giorni di ricognizioni. Oggi scalata la salita dell’Alpe d’Huez

La preparazione al Tour de France di Ivan Basso sta entrando nel vivo. Quando manca poco meno di tre settimane all’inizio della Grande Boucle, il capitano della Liquigas-Cannondale ha dato il via ad una sessione di ricognizioni nelle Alpi.

In compagnia del compagno Maciej Paterski e del diesse Stefano Zanatta, Basso ha percorso oggi gli ultimi 40 chilometri della 19ma tappa, compresi i 15 finali verso l’Alpe d’Huez. Domani la pattuglia Liquigas-Cannondale conoscerà i 100 chilometri finali della 17ma tappa (Gap-Pinerolo) con le ascese verso Col de Montgenevre, Sestriere e Pramartino. Mercoledì la ricognizione sarà invece sul tracciato della 18ma frazione (Pinerolo-Galibier): 100 i chilometri che verranno coperti con le salite del Colle dell’Agnello, del Col d’Izoard e del Col du Galibier.

I tre giorni in Francia di Basso e Paterski seguono gli otto passati sulle strade del Critèrium du Dauphinè, corsa a tappe conclusasi ieri che ha permesso al varesino di riprendere confidenza con le corse. «Come rientro è stato tutt’altro che una passeggiata» afferma Basso. «Il percorso era duro e gli avversari di alto livello: ho faticato, e anche molto, ma è stato uno sforzo necessario per recuperare il tempo perduto a causa dell’incidente. Ho interpretato la corsa senza curarmi del risultato ma pensando solo a crescere in condizione. Sotto questo punto di vista, posso dirmi soddisfatto del lavoro svolto. Ora chiuderò il cerchio con questi tre giorni di ricognizioni e, dal 17 giugno, con il ritiro al Passo San Pellegrino».

comunicato stampa Liquigas-Cannondale
 
Rispondi
#3
Tappa corta stile Blockaus del giro 2009 anche se l'Alpe D'Huez è tutt'altra cosa. Si ri-percorre il Galibier, tappa che puo' essere molto interessante, come ipotecare il Tour dopo un grande Galibier per chi ne ha in questa due giorni.
 
Rispondi
#4
Per Basso è dura...
 
Rispondi
#5
Non penso proprio, questa è la tappa più adatta per Basso...
 
Rispondi
#6
Tanto corta...sono solo 109 km
 
Rispondi
#7
Non c'entra, l'Alpe D'Huez è tanto lunga...
 
Rispondi
#8
e proprio che è corta e se corsa come si deve farà distacchi pesanti, almeno questo spero
 
Rispondi
#9
Beh, di solito Basso, anche per l'età, va meglio nelle tappe lunghe con più salite. A dire il vero mi erano sfuggite le prime due salite :blush: col Galibier e il Telegraph la tappa sarà comunque lunga, quindi non dovrebbero esserci grossi problemi per Ivan. L'Alpe d'Huez come salita non la conosco molto e non saprei giudicare a chi è adatta e a chi no.
 
Rispondi
#10
anche se la tappa è corta non è come quelal del Blockhaus con una sola salita, qui prima dell'Alpe d'Huez ci sono 30 km di salita
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)