Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
20ª Tappa: Verbania - Sestriere
#1
 
Rispondi
#2
Pozzovivo sul Colle delle Finestre: salita senza respiro
Domenico Pozzovivo non scherza. E oggi pomeriggio è salito sul Colle delle Finestre accompagnato da Roberto Reverberi e Giuseppe Lanzoni. Nonostante una valanga, che gli ha impedito di percorrere gli ultimi quattro chilometri, il lucano della Colnago CSF si è fatto ugualmente un'idea di quello che incontrerà nella penultima tappa del Giro: "E' una salita senza respiro, molto impegnativa soprattutto quando inizia lo sterrato - spiega lo scalatore di Montalbano Jonico-. Servirà tanta forza e non solo per scalare la montagna fino alla vetta. Poi, non dimentichiamo che saremo a fine Giro e forze e lucidità non saranno delle migliori". Durante l'ascesa al Colle delle Finestre, Pozzovivo ha incontrato anche molte nuvole basse scomparendo in alcuni tratti alla vista dei suoi direttori sportivo. Poi, una slavina lo ha costretto e girare la bici e risalire in ammiraglia.

da Cherasco (Cuneo), Danilo Viganò per tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#3
La Geox di Sastre e Menchov alla scoperta del Colle delle Finestre
05 maggio 2011 - Nella mattinata di oggi, giovedì 5 maggio, Denis Menchov e Carlos Sastre assieme ai compagni della GEOX-TMC hanno affrontato una ricognizione in bicicletta sull’impegnativo tratto sterrato, di circa otto chilometri, del Colle delle Finestre.

Nel pomeriggio poi, presso l’Hotel Atlantic di Borgaro Torinese (TO), si è tenuta la tradizionale conferenza stampa pre Giro nella quale Menchov e Sastre, accompagnati dai direttori sportivi Daniele Nardello e Stefano Zanini, hanno risposto alle domande dei giornalisti presenti in sala relativamente alle aspettative e alle ambizioni per la Corsa Rosa.

La squadra. “In squadra si è creata davvero un’ottima atmosfera. I ragazzi sono tutti molto affiatati e Denis e Carlos sono riusciti a trasmettere motivazione e tranquillità a tutto il gruppo -spiega il D.s. Stefano Zanini - . Partiamo con la consapevolezza di avere preparato molto bene la corsa rosa che per noi è un obiettivo molto importante”.

Il percorso. “Sarà un Giro d’Italia molto duro, dalla prima all’ultima tappa. Penso il più impegnativo tra quelli che ho affrontato fino ad ora – spiega Carlos Sastre - . Sono tante le tappe importanti. Lo Zoncolan è molto duro ma lo sono anche il Grossclockner, il tappone dolomitico con il Gardeccia e la stessa tappa con il Colle delle Finestre, senza sottovalutare i primi arrivi in salita e la cronosquadre iniziale…praticamente tutte” - conclude con un sorriso Carlos Sastre.

Gli avversari. “Contador è sicuramente uno dei favoriti e assieme a lui anche Vincenzo Nibali e Michele Scarponi – dice Denis Menchov -. Comunque penso che la nostra squadra sia attrezzata per disputare un buon Giro e il nostro obiettivo è di inserirci nella lotta per la maglia rosa. E’ un Giro molto duro ma lo sarà per noi così come per tutti gli altri pretendenti alla vittoria finale”.

Il commento del Presidente di Geox Mario Moretti Polegato
“Il momento che tutti stavamo attendendo è arrivato”, sostiene Mario Moretti Polegato, Presidente e fondatore di Geox. “La GEOX-TMC – continua Moretti Polegato – si presenta al Giro con due grandi campioni, Carlos Sastre e Denis Menchov, sui quali sono già puntati tutti i riflettori nonché gli occhi di milioni di appassionati. Accanto a loro ci saranno dei giovanissimi come Fabio Duarte, “promosso” dopo le ottime prestazioni di cui si è reso protagonista negli ultimi mesi, ma anche dei professionisti di grande esperienza come Gianpaolo Cheula, Mauricio Ardila e David Blanco. Non siamo qui semplicemente per fare del nostro meglio, perché fin dall’inizio della stagione l’obiettivo del team, degli sponsor e, in primis, degli stessi Denis e Carlos, è vincere il Giro D’Italia. Sono fiducioso che ci riusciremo e perciò faccio il mio più grande in bocca al lupo a tutta la GEOX-TMC”.

comunicato stampa Geox TMC
 
Rispondi
#4
GIRO. Valle di Susa e Tav, rischio "blocco" per la corsa rosa?
Feltre è lontana dal Piemonte, ma stamattina al villaggio di partenza più che del Veneto si parlava di Tav, di Val di Susa e di possibile blocco del Giro d'Italia. Una voce che gira, che nessuno conferma e nessuno smentisce, una spada di Damocle che pende sulla testa della corsa rosa per l'ultima tappa di montagna del Giro, quella di sabato al Colle delle Finestre.
La vicenda è nota ed è relativa ai lavori per l'alta velocità ferroviaria: entro il 31 maggio dovranno essere aperti i cantieri in località La Maddalena a Chiomonte in Valle di Susa, pena la perdita dei finanziamenti concessi dalla Comunità Europea. E sul luogo è in atto un presidio permanente da parte di chi si oppone alla realizzazione dell'opera.
«Se verranno fatte delle forzatura siamo pronti a bloccare il Giro d'Italia - ha detto nei giorni scorsi Alberto Perino, uno dei leader del movimento che si oppone alla realizzazione della linea ferroviaria ad alta velocità Torino-Lione in Valle di Susa -. Il Giro passerà, e sarà applaudito da tutta la popolazione, se nessuno farà mosse false. Ma se qualcuno cercherà di fare forzature, il Giro d'Italia terminerà a Verbania».
«Non ci saranno forzature per l'avvio dei lavori preparatori alla ferrovia ad alta velocità in Valle di Susa» ha replicato l'assessore regionale ai trasporti, Barbara Bonino. Ma poi ha aggiunto: «La galleria esplorativa di La Maddalena verrà realizzata perché la Valsusa e il Piemonte non possono perdere la grande opportunità rappresentata dalla Torino-Lione. Ribadisco comunque le rassicurazioni agli abitanti: le istituzioni, Regione in testa, vigileranno attentamente sull'andamento dell'opera. Saremo a Chiomonte ogni giorno per verificare che il cantiere non arrechi danni al territorio, e che vengano rispettate tutte le prescrizioni richieste».
Domani sera alle 21 a Bussoleno si terrà un'assemblea, anche con sindaci e amministratori. Tutti dicono di volere il Giro, ma il rischio di un possibile blocco resta.

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#5
ma che andassero a lavorare invece di rompere i maroni da 10 anni
 
Rispondi
#6
(25-05-2011, 05:17 PM)Andie88 Ha scritto: ma che andassero a lavorare invece di rompere i maroni da 10 anni

Vorrei che venissero a "trapanare" la tua casa quasi quasiDodgy
 
Rispondi
#7
Il bello di questa tappa è che tutti daranno tutto =D
 
Rispondi
#8
Ci mancavano pure quelli anti Tav,ma hanno altri modi per reclamare?!Confuso
Devono rompere i maroni a noi!?Dodgy
 
Rispondi
#9
(26-05-2011, 07:39 PM)dani the killer Ha scritto: Ci mancavano pure quelli anti Tav,ma hanno altri modi per reclamare?!Confuso
Devono rompere i maroni a noi!?Dodgy

Quoto, che andassero a sfogarsi con la fonte dei loro problemi invece che rompere i maroni a noi che vogliamo solamente guardare il Giro in santa pace. Ma poi dico io, ma che cavolo di discorsi sono:"Se qualcuno fa passi falsi il Giro si ferma a Verbania", ma stiamo scherzando spero.
 
Rispondi
#10
Se fermano il Giro andiamo noi a costruire la Tav...AsdAsd
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)