Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
8^ tappa: Gabicce Mare - Saltara (Cronometro Individuale)
#1
 
Rispondi
#2
Scarponi, ricognizione crono Gabicce Mare-Saltara
Michele Scarponi ha dedicato la giornata di sabato 30 marzo allo studio. L’Aquila di Filottrano, accompagnato da direttore sportivo del Team LAMPRE-MERIDA Orlando Maini, ha infatti visionato l’intero percorso della 8^tappa del Giro d’Italia 2013, la cronometro individuale Gabicce Mare-Saltara.

[Immagine: Unione-foto-ricognizione.jpg]
Scarponi assieme all’Assessore allo Sport di Gabicce Mare, Vittorio Annibalini, e al rappresentante del comitato di tappa, Ivan Cecchini.
Più a destra, Scarponi in compagnia del Sindaco di Gabicce Mare, Corrado Curti.

A causa del maltempo, Scarponi non ha potuto pedalare lungo i 55,5 km, ma la ricognizione effettuata a bordo dell’ammiraglia della squadra ha fornito comunque utili indicazioni: “E’ una cronometro che non ti consente di respirare, ti impegna sin dalla partenza, con la strada Panoramica che si snoda lungo la costa e sulla quale si potrebbe dover fare i conti col vento fino all’intertempo di Pesaro. Da qui, in 10 km, si arriva a Novilara, con la strada in leggera ascesa, per poi ridiscendere e ricongiungersi alla Flaminia, ovvero al tratto più favorevole ai passisti. Gli ultimi tre chilometri propongono la salita verso l’arrivo di Saltara.
Sarà una cronometro lunga e impegnativa, non semplice da gestire: un bello spettacolo per gli appassionati di ciclismo, reso ancora più affascinante dalla bellezza dei luoghi che verranno attraversati dal percorso
”.

comunicato stampa Lampre-Merida
 
Rispondi
#3
Qui Wiggo spaventerà tutta la concorrenza...fino al Montasio. :D
 
Rispondi
#4
Crono molto difficile, il fatto che il tratto più duro sia alla fine credo che favorisca gli specialisti che sanno gestirsi meglio ma non ne sono sicuro
 
Rispondi
#5
Io stavo scrivendo di eventuale confronto Wiggo-Purito Facepalm
 
Rispondi
#6
Si sono così tanto Tourdefrancizzati per sprecare un bell'arrivo come Saltara per farci una cronometro ?
 
Rispondi
#7
La tappa del Giro 2006 me la ricordo solo vagamente ma guardando l'ordine d'arrivo credo sia stata bella
 
Rispondi
#8
Nella tappa del 2006 Koldo fece un mega volo dentro un burrone profondo non so quanti metri(tanti comunque) e non si fece nulla Asd
 
Rispondi
#9
Saltara, presentata ufficialmente la nostra tappa del Giro d’Italia
SALTARA – Presentata ufficialmente oggi pomeriggio, alla Villa del Balì, l’ottava tappa del Giro d’Italia 2013: la GABICCE MARE-SALTARA.

Presente per l’occasione Moreno Argentin, campione del mondo a Colorado Springs (1986), vincitore di quattro Liegi-Bastogne-Liegi, tre Frecce Vallone, un Giro delle Fiandre, un Giro di Lombardia, due titoli italiani, 13 tappe al Giro d’Italia (12 giorni in maglia rosa) e due al Tour de France. Complessivamente ha raccolto 84 vittorie.

La Gazzetta dello Sport era rappresentata da Pier Bergonzi, capo redattore centrale, mentre per il Resto del Carlino c’era il capo redattore Luigi Luminati.

Gabicce Mare – Saltara, 55,5 chilometri, sarà una crono individuale definito come primo snodo cruciale del Giro. Avrà luogo sabato 11 maggio, in stile Tour de France visto il chilometraggio elevato. La crono non è completamente pianeggiante con gli ultimi chilometri che salgono leggermente verso l’arrivo sul colle che domina la bassa valle del Metauro. Nonostante queste asperità, i distacchi che gli specialisti infliggeranno agli scalatori saranno pesanti e costringeranno questi ultimi ad andare all’attacco sin dalle prime montagne alpine.

da http://www.pu24.it/2013/04/27/saltara-pr...o-ditalia/

E hanno rifatto l' asfalto sulla strada della crono....
 
Rispondi
#10
Saltara, quella crono crocevia rosa
La Polisportiva Omicioli pronta ad accogliere il mondo

Un crocevia fondamentale del Giro d’Italia 2013. Anche il campione del mondo a Colorado Springs ‘86 Moreno Argentin, è convinto che dalla frazione a cronometro individuale da Gabicce Mare a Saltara, dell’11 maggio, di 54,8 chilometri, valevole come ottava tappa della “corsa rosa”, emergeranno indicazioni importantissime per la classifica finale della 96esima edizione del Giro, che scatterà da Napoli sabato prossimo per concludersi a Brescia il 26. L’ex iridato e vincitore di quattro Liegi-Bastogne-Liegi, tre Frecce Vallone, un Giro delle Fiandre, un Giro di Lombardia, due titoli italiani, 13 tappe al Giro d’Italia e 2 al Tour de France, è stato ospite d’onore ieri pomeriggio alla presentazione dell’attesissimo appuntamento ciclistico e non ha usato mezzi termini: «Chi vuole puntare alla vittoria finale, dovrà dare il 100% in questa tappa impegnativa e non certo per crono-man classici; penso a Bradley Wiggins (vincitore dell’ultimo Tour, ndr), ma anche al nostro Vincenzo Nibali».

Sulla stessa lunghezza d’onda del campione veneto, il giornalista Pier Bergonzi, capo redattore centrale della Gazzetta dello Sport («Sarà il momento della verità») e il direttore di TuttoBici Pier Augusto Stagi che ha affermato: «Il Giro vero inizierà qui a Saltara». Insomma, si tratterà di un appuntamento di particolare rilievo sotto il profilo tecnico-agonistico, a cui va ad aggiungersi l’importanza, per il territorio, dal punto di vista promozionale. Una vetrina d’eccellenza, con oltre 4 ore di diretta televisiva ed immagini che rimbalzeranno in tutto il mondo con passaggio sul Parco Naturale del San Bartolo, al centro di Pesaro e poi a Novilara, lungo la vecchia Flaminia fino a Calcinelli e ancora su fino a Saltara e alla Villa del Balì.

ASPETTO, questo, messo in evidenza dalla totalità degli ospiti presenti alla cerimonia e intervenuti al microfono del capocronista de Il Resto del Carlino di Pesaro Luigi Luminati, che ha guidato la serata. In primis il sindaco di Saltara Fabio Cicoli («Avremo gli occhi di tutto il mondo puntati su di noi, qualcosa come 180 televisioni, e daremo il nostro meglio»), il suo collega di Pesaro Luca Ceriscioli e quello di Gabicce Corrado Curti. Presenti anche Matteo Ricci («Vogliamo diventare sempre di più la provincia della bicicletta»), il presidente della Camera di Commercio Drudi, il questore La Gala, il vice prefetto Angeloni e il comandante dei carabinieri di Fano Petese, oltre che, naturalmente, il deus ex machina dell’evento Alighiero Omicioli, che già pensa a regalare al territorio un ulteriore, grandissimo, momento di ciclismo.

da «Il Resto del Carlino» del 28 aprile 2013 a firma Sandro Franceschetti
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)