Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Al Mondiale Cross pescata per la prima volta nella storia una bici motorizzata
#1
[fon‌t=Tahoma, Arial, Helvetica, sans-serif]Con un comunicato apparso sul proprio sito l'UCI annuncia di aver sequestrato una bicicletta durante la prova under 23 femminile della rassegna iridata di ciclocrossin scena a Zolder, non rivelando l'identità della persona ma precisando che non si tratta di alcuna delle ragazze salite sul podio. Stando a quanto comunicato dai media belgi l'atleta incriminata è la belga Femke Van den Driessche, che risulta effettivamente l'unica crossista a non apparire nell'ordine di arrivo della prova: l'accusa che le viene mossa è molto grave, ossia di aver utilizzato un motorino all'interno della bici. Se la ipotesi venisse confermata dai controlli approfonditi a cui il mezzo in questione verrà ulteriormente sottoposto la diciannovenne fiamminga potrà fregiarsi del non onorabile primato di primo ciclista pescato ad utilizzare una bici motorizzata.[/font]

[fon‌t=Tahoma, Arial, Helvetica, sans-serif]In base a quanto previsto dal regolamento UCI il ciclista colpevole di tale infrazione rischia una sospensione di almeno sei mesi e una multa fra 20000 e 200000 franchi svizzeri.[/font]

[fon‌t=Tahoma, Arial, Helvetica, sans-serif]Cicloweb[/font]
 
Rispondi
#2
Non so la conversione franchi/euro, ma la pena in ann... ehm mesi sarebbe davvero ridicola Facepalm
 
Rispondi
#3
proprio oggi l'UCI inaugurava un nuovo sistema per trovare le papocchie, e la papocchia è stata trovata. Cosa curiosa Van Den Driessche (campionessa europea di categoria) la si è vista praticamente una sola volta quando attraversava la linea del traguardo a piedi prima di ritirarsi.
 
Rispondi
#4
Di certo 6 mesi sono pochi, anche perché a differenza dei casi di doping vero e proprio, qua il motore elettrico c'è o non c'è, non ci sono margini di errore. Comunque nel suo caso, dubito fortemente che tornerà a correre se tutto questo verrà confermato. Più che altro ora devono immediatamente andare a ritroso, fermi il meccanico e fermi chi gliel'ha venduta
 
Rispondi
#5
(30-01-2016, 07:47 PM)SarriTheBest Ha scritto: Non so la conversione franchi/euro, ma la pena in ann... ehm mesi sarebbe davvero ridicola Facepalm

la regola questo dice, per parte mia sinceramente non capisco la differenza con il doping (se non per i rischi alla salute ma quelli sono cacchi del corridore).
Mi auguro che a pagare siano tutti i responsabili non solo la ragazza
 
Rispondi
#6
Vabbè, 6 mesi nemmeno con l'aspirina li pigli Asd
Personalmente mi darebbe più fastidio uno che mi batte col motorino piuttosto che con i farmaci. Sese La vedo proprio come un'offesa al ciclismo e alla bicicletta, anche se di fatto il reato - barare - è lo stesso... :-/

(30-01-2016, 07:49 PM)BidoneJack Ha scritto: la si è vista praticamente una sola volta quando attraversava la linea del traguardo a piedi prima di ritirarsi.

Se fosse così, può darsi le sia successo qualche inconveniente in gara (tipo ruota che si mette a girare da sola) che ha fatto insospettire i giudici e quindi muovere la macchina dei controlli più approfonditi. Vediamo che esce nelle prossime ore...
 
Rispondi
#7
C'è la foto della sua bici mentre la porta al traguardo e mi sembra che la catena sia spezzata però non si vede molto. Il padre sostiene che non sia la bici della figlia ma di un membro dello staff del Belgio. Si fa presto a verificare questa ipotesi, quindi aspettiamo
 
Rispondi
#8
Giusto per spazzare via ogni dubbio, è venuto fuori che il fratello di Van der Driessche è attualmente squalificato per doping (epo)
 
Rispondi
#9
Che bella famigliola Asd
 
Rispondi
#10
Sarri 1 franco è quasi uguale a 1 euro.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di And-L
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)