Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Basket Europeo 2019/2020
https://sportando.basketball/claudio-tot...enti-anni/

E si vuole fare il campionato a 18 squadre...
 
Rispondi
La mia Virtus... 

Triste
 
Rispondi
Che tra l'altro avevo letto che il presidente poco tempo fa aveva fatto trapelare di riconfermare il budget di 4 mln dell'anno passato...dispiace
 
Rispondi
https://sportando.basketball/davide-more...-a-milano/

Non so adesso con Della Valle come si organizzerà Milano, perché sostanzialmente Moretti ricopre lo stesso ruolo.

Moretti spero abbia spazio, perché è forte e ha pure un ottimo IQ cestistico...

Le perplessità ci sono, ma Messina lo ha voluto, e quindi ci sarà un motivo. Inoltre gli italiani che Messina aveva richiesto l'anno scorso (Moraschini, Della Valle, Biligha) hanno sempre avuto i minuti che si meritavano, sia in campionato ma anche in Eurolega
 
Rispondi
Novità di oggi la cancellazione della stagione di Eurolega e Eurocup, secondo me giustamente alla fin fine.
In eurolega l'anno prossimo ci saranno le stesse 18 squadre, mentre in Eurocup le 8 arrivate ai quarti di finale saranno nella competizione di diritto (quindi Venezia avrà una sorta di WC, mentre Bologna entrava per la classifica).
L'italia avrà quindi 3 squadre in Eurocup al 99% (anche Brescia).

Intanto probabilmente Gentile andrà via da Trento, che ha detto che ha ridimensionato le ambizioni e il budget, anche perchè probabilmente non disputerà una coppa europea, a meno di rinuncie di varie squadre (anche se quello di Cremona è quasi ufficiale

Nedovic invece andrà via da Milano, gran talento che non ha veramente espresso il suo potenziale purtroppo, perchè è stato falcidato dagli infortuni, che hanno condizonato soprattutto la continuità di rendimento. Peccato, perchè da sano è veramente forte, e lo ha dimostrato anche in Eurolega.

Il Barcellona è su Calathes, dopo che ha mandato via Delaney, quest'ultimo seguito da varie squadre, e autore di una buona stagione (contro Milano al ritorno l'ha vita lui con le sue triple)
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di cigolains
Obradovic non è più l'allenatore del Fenerbahce.

Questo potrebbe portare Datome a Milano.
 
Rispondi
Il Tau torna a vincere il titolo nazionale spagnolo dopo dieci anni di digiuno.

Contentissimo per loro e per il mitico Achille Polonara, detto anche PAOLONARA, in onore dello storico utente, di cui sono grandissimo fan dai tempi di Varese, che l'ha decisa con la tripla del +3 a due minuti dalla fine e con l'assist per il canestro decisivo di Vildoza.



 
Rispondi
Mamma mia come ha gestito Mirotic Pesic....da mani nei capelli
Contentissimo per Polonara, che si è meritato la conferma per il prossimo anno (il suo contratto era 1+1) e ha fatto dei miglioramenti grandissimi in difesa, e per Shengelia, all'ultima stagione con il Baskonia, che in carriera ha raccolto meno di quanto meritava.

Grandissima l'idea di Ivanovic di mettere in panca Eric, e inserire Diop che ha fatto una partita sontuosa in difesa
 
Rispondi
https://www.instagram.com/p/CCGDJ8noGcb/...g1j1ysgaiu
Facepalm :o
 
Rispondi
Tuttosport.......
 
Rispondi
(01-07-2020, 01:02 PM)Manuel The Volder Ha scritto: Tuttosport.......

Oggi in prima pagina hanno scritto che l'Inter stasera giocherà contro la Spal  Asd
 
Rispondi
In mezzo alle tante incertezze sulla prossima stagione si muove il mercato, con Olimpia Milano e Virtus Bologna che, fondandosi sui soldi dei loro patron, si muovono con budget analoghi se non aumentati, Venezia che si mantiene a livello con la buona struttura societaria impostata, le altre ondivaghe tra lievi riduzioni di budget e nuovi contributi.
Campionato ridotto a 16 con la rinuncia di Pistoia alla A1 ma con il rebus della sopravvivenza o meno di Cremona e Virtus Roma. La scadenza è il 31 luglio, con Torino che potrebbe subentrare.
 
L’Armani si è mossa per tempo e ha quasi completato l’assetto della squadra. Scola preparerà la pensione con una annata tranquilla a Varese, è stato lasciato andare Nedovic, fortissimo ma costantemente esposto ad infortuni muscolari, mentre Gudaitis è ancora sotto contratto ma è difficile che resti, sembra che non ci sia fiducia su un suo recupero ai livelli raggiunti un anno e mezzo fa, prima dell’infortunio. Fronte italiani via Burns e Della Valle, mentre è riuscito l’aggancio a Datome, qualche annetto ma sempre una ottima ala, da centellinare. Puntata sul giovanissimo Moretti, che dovrebbe trovare spazio in campionato.
L’ultimo tassello dovrebbe essere Leday, 4 atletico, rimbalzista e con buoni movimenti spalle a canestro. Mercato verso giocatori già rodati a medio livello eurolega ma non anziani, cercando di avere più energia e una squadra meglio allenabile. Il roster probabile:
1 – Cinciarini
1 / 2 – Rodriguez, Delaney
2 – Punter, Moretti
2 / 3 – Shields, Roll, Moraschini
3 – Micov
3 / 4 – Datome
4 – Leday (?), Brooks
5 - Tarczewski, Hines, Biligha
 
Probabile l’intenzione di limitare l’utilizzo di Rodriguez e Micov (e forse Hines) in campionato, contando su Delaney e sull’inserimento di Datome. Molto passerà dal rendimento dei nuovi americani, Punter, Shields e Leday, tutti validi ma non dei top a livello Eurolega. Squadra difficile da inquadrare, sicuramente più solida dello scorso anno ma con qualche punto di domanda. A livello playmaking non offre molto a parte Rodriguez, Delaney è più uno scorer, sia pure molto forte, Cincia può dare minuti utili ma non un apporto importante a livello Eurolega. Non ci sono difensori particolarmente forti tra gli esterni, tanto lavoro per Messina. Il solo Tarczewski come centro di stazza (tra l’altro ancora acerbo e che  a volte si carica di falli) potrebbe essere un po’ poco per l’Eurolega, anche se Hines è un giocatore sempre capace di sorprendere. A parte Leday (se arriverà) poco gioco spalle a canestro. Obiettivo scudetto e tra le 8 in Eurolega (non facile). Se Gudaitis restasse e tornasse al suo livello le ambizioni salirebbero, anche se le F4 sembrano comunque molto difficili da raggiungere.
 
Rispondi
Onestamente Old, nella pallacanestro pick&roll dipendente di oggi, playmaker puro e cestisti che hanno gioco spalle a canestro sono profili superflui per una squadra.

Ciò detto, il mercato di Milano non mi convince fino in fondo.

Solo Delaney e Datome, tra i nuovi, sono affidabili dall'arco.
 
Rispondi
Nel reparto lunghi la Virtus Bologna ha rinunciato a Baldi Rossi e a Delia, puntando sul romano ( Triste ) Amar Alibegovic, che potenzialmente potrebbe crescere ancora molto, e su Tessitori, vediamo se Djordevic riuscirà a farlo migliorare. Lunghissima la trattativa per arrivare ad Abass, vera mossa chiave del mercato, da verificare la sua capacità di rendere a questo livello, con minuti e palloni in meno rispetto a come era abituato. Rinuncia anche a Cournooh, probabile l’arrivo di un altro italiano ma non ci sono voci e i papabili sembrano pochi. Forse Pecchia, in molti pensano a Michele Vitali ma finora la Segafredo non sembra interessata. Ipotesi di una forte guardia straniera ma finora l’unico contatto trapelato riguarda Jaleen Smith, più play che guardia, tutto da sperimentare a questo livello. Intenzione, forse, di ridurre l’impiego di Teodosic (i 30 minuti dello scorso anno erano un po’ tanti). Il roster:
1 – Pajola
1 / 2 – Teodosic, Markovic, (J.Smith??)
2 – (?? M. Vitali?)
2 / 3 – (?? Pecchia?)
3 – Weems, Abass
3 / 4 –
4 – Ricci, A. Alibegovic
4 / 5 – Hunter
5 – Gamble, Tessitori
 
Squadra sicuramente rinforzata rispetto allo scorso anno, specialmente se Abass dovesse rendere bene, più profonda, ma da valutare in relazione alla chiusura di mercato nel settore guardie. Obiettivo scudetto e Eurocup. Da valutare comunque alla chiusura del roster, la guardia straniera potrebbe darle un ulteriore upgrade o meno.
 
Nel segno della continuità la Reyer Venezia, con Fotu unico inserimento di rilievo, sicuramente utile dato il modesto rendimento di Udanoh lo scorso anno e gli acciacchi di Vidmar. Non sembra al livello della Segafredo e ben lontana, in teoria, da Milano, ma poi sarà il campo a parlare. Spazio al talentuoso diciassettenne Casarin, con D’Ercole come dodicesimo, uomo spogliatoio e sventolare di asciugamani. Il roster, ormai al completo, con turn over per uno straniero:
1 – A. De Nicolao
1 / 2 – Stone, Casarin
2 – Tonut, D’Ercole
2 / 3 – Chappel, Cerella
3 – Bramos
3 / 4 –
4 – Daye, Mazzola
4 / 5 – Fotu
5 – Watt, Vidmar
 
Obiettivo semifinale / finale scudetto (con sogno eventuale) e ben figurare in Eurocup.
 
Per le altre è troppo presto per provare una valutazione, con la “quarta forza” Sassari che deve fare i conti con un budget inferiore e potrebbe essere riassorbita dalle altre.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di OldGibi
(02-07-2020, 03:43 PM)Luciano Pagliarini Ha scritto: Onestamente Old, nella pallacanestro pick&roll dipendente di oggi, playmaker puro e cestisti che hanno gioco spalle a canestro sono profili superflui per una squadra.

Ciò detto, il mercato di Milano non mi convince fino in fondo.

Solo Delaney e Datome, tra i nuovi, sono affidabili dall'arco.


Sono d'accordo, mercato non del tutto convincente anche se i top da Eurolega non erano raggiungibili. Ovviamente, Delaney e Datome non sono acquisti irrilevanti e Hines può sempre dare un apporto significativo, ma i cambiamenti effettuati sono stati necessariamente tanti rispetto al roster disastrato dello scorso anno. Con Punter, Shields e Delay, se arriva, Messina va su giocatori già discreti dai quali spera di poter tirar fuori qualcosa di più. Punter ha fiammate notevoli ma a volte sparisce e non difende molto, forse Delay è quello più importante in quanto 4 titolare. Squadra più compatta ed affidabile, meglio allenabile, forse meno ambiziosa, attenta allo scudetto e che vuole provare a fare la sua figura in Euroleague. 
Nedovic e Gudaitis recuperati al loro massimo livello avrebbero dato maggiori ambizioni ma lo scorso anno ha parlato chiaro, con i fallimenti di Mack e White e l'età avanzata di Rodriguez, Scola e in parte di Micov, Messina si è trovato corto. Lo scudetto sembra il principale obiettivo. 
La squadra potrebbe risultare più divertente e solida.
 
Rispondi
Datome all'Olimpia

https://twitter.com/OlimpiaMI1936/status/1279022157037809671?s=20
 
Rispondi
Riduzione del budget per Sassari e mercato orientato in Europa. Impostazione turbata dalla possibile separazione da Pozzecco, rientrata d’un soffio ma con qualche che ruggine potrebbe essere rimasta. Rinuncia a Michele Vitali, rotazione ad 8 più Treier (20enne estone che gioca da italiano per formazione sportiva), dato che De Vecchi e Gandini avranno più un ruolo nel completare gli allenamenti. Squadra non facile da decifrare, i dubbi riguardano le due guardie slave, Kruslin in particolare, già allenato e voluto dal Poz, nell’ambito del ridotto budget. Se dovessero rendere al meglio Sassari potrebbe sorprendere, anche per un pacchetto ali che potrebbe dimostrarsi interessante.
1 – Spissu
1 / 2 – Pusica, S. Gentile
2 –
2 / 3 – Kruslin, De Vecchi
3 –
3 / 4 – Burnell, Bendzius
4 – Treier
4 / 5 – Tillman
5 – Bilan, (Gandini?)
 
Obiettivo semifinali e non sfigurare in Champions.
 
Il ruolo di quarta forza già di Sassari potrebbe essere rilevato da Brescia, protagonista di un mercato finora interessante, nonostante la partenza di Abass verso la Segafredo. Mancano ancora diversi tasselli ma le premesse ci sono. Gli annetti di Vitali hanno consigliato la presa di un play titolare, rinuncia a Laquintana e arrivo del talentuoso canadese Chery, di livello anche se a volte discontinuo, comunque più combo che play, lui e Vitali potranno anche giocare minuti insieme, coprendo la parziale scommessa della guardia USA Kalinoski, ingaggiato anche per lasciare minuti al giovane e talentuoso Bortolani, in prestito da Milano. Molto solida la panca con Moss, Sacchetti e l’arrivo di Burns. Confermato il “colpo” di Crawford, 3 di buona levatura per l’Eurocup, molto dipenderà dal livello di 4 e 5 titolari, sui quali Brescia sembra avere ancora spazio per investire. Si sta cercando di confermare Ken Horton mentre è improbabile che resti Cain.
 
1 – Chery
1 / 2 – L. Vitali
2 – Kalinoski, Bortolani
2 / 3 –
3 – Crawford, Moss
3 / 4 – B. Sacchetti
4 – (Horton?)
4 / 5 – Burns
5 – (Cain? Mathiang?), (Guariglia, Magro?)
 
Obiettivo semifinali e superare la prima fase di Eurocup.
 
Rispondi


[+] A 2 utenti piace il post di OldGibi
Virtus Bologna, Venezia e Brescia in Eurocup, in Champions, oltre a Sassari, ci saranno Fortitudo Bologna e Brindisi. Non sembrano previste partecipazioni alla Europe Cup.
 
La Fortitudo sta fortemente privilegiando il quintetto, scelta rischiosa dato il doppio impegno, con una panchina finora corta e non del tutto all’altezza. Il centro Henry Sims è sotto contratto ma ha una clausola di uscita e si sta guardando attorno. Grande sforzo economico per arrivare all’ottimo Banks della scorsa stagione, con lui Aradori e Sims che occupano buona parte del budget. Si sta cercando una guardia – ala per molti minuti dalla panca, Toté cambierà sia il 5 che il 4, spot in cui si scommette sul quasi rookie Withers, potenziale interessante ma tutto da sperimentare in Europa. Non sembra imminente l’ingaggio del quinto straniero, forse il neo coach Sacchetti vuole valutare la squadra (ad esempio, se Mancinelli ce la fa ancora a dare una decina di minuti) prima di decidere come completare il roster. Con un 1 – 2 italiano e un 4 straniero sarebbe interessante e completa ma le casse sono quasi vuote, nonostante un budget lievemente superiore a quello di diverse altre squadre italiane (molte si aggirano sui 700 – 800.000 di euro di ingaggi).
 
1 – Fantinelli, Sabatini
1 / 2 –
2 – Banks
2 / 3 – (Mathews?)  
3 – Aradori
3 / 4 – Dellosto
4 – Withers, Mancinelli
4 / 5 – Toté
5 – Sims?
 
Persi Banks, Kelvin Martin e John Brown, non rinnovati Sutton e, probabilmente, Stone, Brindisi confermerà come straniero il solo Thompson e si sta muovendo per ora sul mercato italiani. In partenza Campogrande e Ikangi, confermati Zanelli e Gaspardo e presi dalla A2 Visconti e Udom. Roster in alto mare, budget ridimensionato ma buona capacità di pescare bene dal mercato stranieri. Sembra si punti un italiano di livello per poi integrare con gli stranieri (probabilmente formula 5 + 5), puntando ad una rotazione effettiva di 10 giocatori.
 
1 – Zanelli
1 / 2 – Thompson
2 – Visconti
2 / 3 –
3 –
3 / 4 – Gaspardo
4 – Udom
4 / 5 –
5 –
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di OldGibi
Intanto Fontecchio diretto all'estero, in Francia a Strasburgo, squadra che partecipa anche alla BCL.

A me sta veramente intrigando molto il mercato di Brescia. Se riescono a prendere Happ (ne dubito fortemente, ma ci sono dei rumors) sarebbe potenzialmente la 4 forza del campionato, non lontana da Venezia.
Bortolani è veramente forte, cresciuto tantissimo le ultime stagioni. L'anno scorso a Biella giocava praticamente come un americano. Deve imparare a selezionare i tiri e deve migliorare in difesa, ma dalle interviste che ha fatto ne è conscio anche lui. Esposito è l'allenatore giusto a mio avviso, anche perché si rivede in Bortolani come giocatore secondo me.

Daye inoltre ha rinnovato per Venezia....secondo me è veramente un lusso per i lagunari, non avrebbe problemi a trovare un posto in eurolega
 
Rispondi
In ambito A1 / Eurocup ho saltato Trento...  Doh 
Appena posso rimedio. 

E' che mi manca la mia Virtus Roma...  Triste , con speranze ormai molto flebili. 

Insensate le tassazioni professionistiche, inclusi forti limiti di detraibilità per gli sponsor (conferme anche di recente dal Parlamento). Si tarpano le ali a un tessuto sportivo che è trainante e crea cultura, passione, società. Notevole miopia politica, a mio avviso.
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)