Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Basket Europeo 2020/21
#1
Milano vince la Supercoppa, primo trofeo per Messina dal ritorno in Italia.

Tatticamente Messina l'ha preparata benissimo, con una difesa perfetta su Teodosio da parte di Hines che è un giocatore fenomenale.

Datome da applausi.

In casa Virtus, Pajola, se avesse del talento in più nelle mani, sarebbe già ora un giocatore da Eurolega...difensore d'élite.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di cigolains
#2
(20-09-2020, 10:52 PM)cigolains Ha scritto: Milano vince la Supercoppa, primo trofeo per Messina dal ritorno in Italia.

Tatticamente Messina l'ha preparata benissimo, con una difesa perfetta su Teodosio da parte di Hines che è un giocatore fenomenale.

Datome da applausi.

In casa Virtus, Pajola, se avesse del talento in più nelle mani, sarebbe già ora un giocatore da Eurolega...difensore d'élite.


Con Hines, Delaney e Datome Milano ha aggiunto non solo giocatori da top Eurolega ma, soprattutto, mentalità vincente. Tra l'altro, azzeccati anche gli altri ingaggi (Punter, Shields, LeDay), per una squadra abbastanza quadrata anche a livello Eurolega. E' proprio all'Eurolega che la aspetto, sperando che mantenga le premesse da PO, anche se le Final Four non sembrano facili da raggiungere. 

In ottica vittoria Eurocup ho qualche perplessità invece sulla Segafredo, che in sede di mercato mi sembra abbia fatto 30 ma non 31. Ci stava benissimo l'ingaggio di Michele Vitali, anche nell'ottica di un settimo straniero nel settore lunghi, ambito in cui una riflessione su Gamble e Hunter l'avrei fatta. Così, più facile che qualche infortunio induca all'ingaggio di una guardia USA come settimo straniero. Quattro guardie (e senza un vero tiratore) per la lunga stagione della Virtus BO non sono molte. 

Pajola non la mette ed è un vero peccato, ma con gli anni potrebbe migliorare anche in questo e dimostrarsi un giocatore anche da EL. 
Alibegovic sta continuando a crescere.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di OldGibi
#3
Un problema in casa Virtus è anche Adams, oggetto misterioso fino ad adesso.

Pajola spero anche io che migliori ancora, agli europei u18 (ma anche U20) proprio non tirava, e veniva battezzato ovunque. Segnava solo in penetrazione.
Ora è già molto migliorato, ma non basta.
 
Rispondi
#4
Ho fatto casino con gli strumebti di moderazione e dopo cerco di mettere a posto.
Continuate pure qua col basket europeo.
 
Rispondi
#5
Ma che stagione sta facendo Logan?
Oggi altri 35 che portano a una vittoria fondamentale Treviso. E' stato aiutato dalla difesa inesistente o quasi della Fortitudo di inizio campionato, ma sta viaggiando a più di 22 punti di media dopo 5 gare, con quasi il 60% dal campo e oltre il 43% da tre. A 38 anni. Chapeau.
 
Rispondi
#6
Pajola ancora una volta indispensabile per le V nere mercoledì contro il Lokomotiv.
Dà tutto in difesa, ed è presente ovunque.
Non a caso senza di lui la Virtus ha perso contro Cremona che gioca in 8.....

Peccato che ha veramente pochissimo talento offensivo, anche se si sta costruendo il jumper dalla media.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di cigolains
#7
BELINELLI ALLA VIRTUS BOLOGNA.

Immagino i Fortitudini dopo questa notizia, che arriva la settimana dopo il derby.

Colpo di altissimo livello per la Serie A e anceh per l'Eurocup che la Virtus vuole vincere a tutti i costi per andare in Eurolega, Belinelli al di qua dell'oceano sposta veramente tanto.

Buon colpo anche per i campionato italiano, che acquista interesse dopo questa firma.
 
Rispondi


[+] A 2 utenti piace il post di cigolains
#8
Curioso non abbia scelto Milano, suppongo Bologna si sia svenata oltre il limite mentre l'Armani funziona a budget, evidentemente speso nella campagna estiva. 
Sullo spostare vediamo, sicuramente il Beli è il Beli ma in Europa verrebbe chiamato a responsabilità maggiori e gli anni passano. Ha però testa e gli piace vincere. C'è il limite della difesa, passione di Djordjevic ma non specialità di casa Teodosic Belinelli. 
Molto curioso di vedere come va (se il Coronavirus dovesse consentircelo).
 
Rispondi
#9
Penso che per la difesa, Djordjevic faccia giocare Beli anche da 3, ruolo che può ricoprire in europa, con Pajola in campo dall'inizio e Teodosic sesto uomo dalla panchina.
Anche perché sugli esterni sono abbastanza intasati con anche Markovic e Adams. Però serviva un tiratore. Certo che Beli adesso deve cambiare il suo modo di giocare dall'NBA dove era un "semplice" specialista.



In ogni caso vedo Milano ancora superiore, anche perché la Virtus ha un pacchetto lunghi inadeguato a certi livelli.
Milano secondo me non è andata su Beli, perché ha già la squadra fatta e pronta, e il ruolo di Belinelli è ben coperto.

Anche perché non prende noccioline, triennale da 6 milioni ho letto.
 
Rispondi
#10
La Virtus BO ha già due buoni tre con Abass e Weems, oltretutto fisicamente all'altezza del ruolo per l'Europa di livello alto, dove il Beli potrebbe anche soffrire in qualche occasione. Poi ovvio che Belinelli in Europa può dare minuti da 3 (come Markovic, del resto). 
Una guardia tiratrice alla Virtus serviva, vista la stagione lunga e le ambizioni (anche considerando le possibili assenze in corsa), tanto che mi ero stupito non avesse considerato M. Vitali. 
In primo luogo Belinelli deve fare questo, tirare. Poi ovvio che può dare di più, specialmente se non avrà fretta e se saprà aspettare che la partita passi dalle sue parti. 
Una squadra con grandi ambizioni deve avere un roster di almeno 13 / 14 giocatori veri (adatti al livello delle competizioni europee) e abituarsi quindi a ruotare gestendo lo spogliatoio. La Virtus gioca con sei stranieri, la miglior copertura con 5 guardie potrebbe consentirle di intervenire con un forte lungo straniero se fosse necessario. 

A Milano serviva molto meno nell'immediato (e poteva rompere equilibri) ma è anche vero che di italiani di alto livello una squadra ambiziosa ha bisogno e ce ne sono pochi. Comunque va benissimo alle Vnere (magari vittoria Eurocup e seconda squadra in Euroleague!). 

Sono d'accordo che l'Olimpia resti sulla carta superiore, soprattutto per i lunghi. C'è da dire che la Virtus non ha ancora trovato quest'anno le alchimie della scorsa stagione. Se dovesse riuscirci basterà poco (l'indisponibilità di un giocatore chiave, ad esempio) per modificare i rapporti di forza in chiave scudetto.
 
Rispondi


[+] A 2 utenti piace il post di OldGibi
#11
Fino a un anno e mezzo fa Belinelli era un ottimo panchinaro in NBA.

Sono passati poco più di due anni da quella bella run ai playoffs con Phila che è stata la migliore della sua carriera insieme a quella famosa coi Bulls nel 2013. Con Simmons a imbeccarlo fece una serie pazzesca contro Miami.

E' vero quanto dice Angelo sul fatto che in Europa dovrà giocare un ruolo diverso. Un ruolo che non interpreta da quasi quindici anni, salvo qualche sporadica parentesi, nemmeno troppo fortunata, in nazionale.

Dall'altro canto, però, la Virtus mi sembra il contesto ideale per lui che in NBA ha dimostrato di esaltarsi quando gioca senza palla di fianco a una point guard che domina, invece, la sfera (Paul a NoLa e Simmons a Phila). Con Teodosic e Markovic al suo fianco, Belinelli dovrà semplicemente fare ciò che gli riesce meglio: muoversi tra i blocchi e uscire al momento propizio per ricevere e tirare.

Ps: Tom ti sfido ad aprire ed aggiornare il topic sulla NCAA 2020.
 
Rispondi


[+] A 2 utenti piace il post di Luciano Pagliarini
#12
Ieri comunque molto avvincente la partita di Milano contro il Maccabi. L'Olimpia che non vinceva da 30 anni a Tel Aviv, è riuscita a strappare il successo all'overtime grazie a un tiro ad un altissimo coefficiente di difficoltà di Delaney a 5 secondi dal termine.

Milano che dopo una partenza equilibrata, mette la freccia nel secondo quarto, grazie a un Hines presente ovunque, e a una buonissima difesa su Wilbekin.
Poi nel terzo quarto complice un black out, che affiora pericolosamente abbastanza spesso nelle partite di Milano, e a un Bryant caldissimo dall'arco, viene dilapidato un vantaggio di 12 punti.
Si arriva a 18 secondi dalla fine con il Maccabi sul +4, ma Punter si inventa un gioco da 4 punti e riporta il tutto in parità e all'overtime, dato che Wilbekin fa airball da 3, 1 secondo prima dello scadere dei 40 minuti regolamentari.

Supplementare che è caratterizzato da una ottima prestazione offensiva da entrambe le parti, culminata dalla tripla dal palleggio del Chacho a 30 secondi dalla sirena che porta Milano avanti 84-83. Wilbekin risponde con un 2/2 dai liberi ma non basta per il Maccabi.

Di Milano positivi:
Shavon Shields (quanto mi gasa come giocatore), presente ovunque. Macchia un po' la stupenda prestazione con percentuali non proprio esaltanti, e qualche errore nel finale dovuto alla stanchezza.
Punter, l'uomo che mancava all'Olimpia, capace di segnare in ogni situazione. Bene pure in difesa.
Delaney decide la partita con un tiro difficilissimo, ma nei momenti cruciali c'è sempre sia in attacco che in difesa;
Brooks, che finalmente si rivede a certi livelli.
Hines, l'uomo ovunque.

Rimandati:
Tarczeweski, spaesato e lento in difesa, un canestro e fallo subito da rimessa dal fondo da far cadere le braccia.
Micov: Brooks ieri molto meglio, forse risente dell'infortunio, ma boh, è anche vecchietto
Roll: prima partita no dopo una serie di buonissime prestazioni.
 
Rispondi


[+] A 3 utenti piace il post di cigolains
#13
Intanto c'è Milano che gioca contro i suoi scarti dell'anno scorso...in campo nel Pana ci sono Mack  Sick   , White e Nedovic.

Tra l'altro Mack appena cancellato da Tarczweski, che ha iniziato benissimo la partita.
Messina furbo alla fine del match contro l'Alba ad esaltarlo...giocatore molto umorale, pieno di alti e bassi, parole belle da parte del coach possono fare solo che bene.
 
Rispondi
#14
Mack è proprio scarso, mamma mia. Sta aiutando più Milano in questa partita che in quelle dell'anno scorso.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di cigolains
#15
 


Grandissima prestazione del 2003 Casarin oggi, incorniciata da questa schiacciata. 
Venezia decimata perde contro il Bourges, ma Casarin è uno dei migliori in campo con un 7/7 da 2 e una tripla, con 17 punti totali.
Inoltre per la sua età è pure messo benissimo fisicamente, riesce a reggere in difesa gli avversari senza problemi. Oggi ha pure tenuto egregiamente una delle stelle avversarie. Ha fatto ancora un po' di errori dovuti principalmente all'inesperienza, ma una prestazione del genere da un 17enne italiano non si vedeva da un sacco.
Come ruolo è una guardia di 195cm circa, capace di fare bene tutto (deve un po' migliorare il tiro dalla lunga distanza).
Giocatore comunque molto sicuro di sé (soprattutto quando è il leader di una squadra, nelle partite di Venezia giovanile l'anno scorso si vedeva proprio che era il leader, forse anche un po' troppo) e gran lavoratore, può togliersi soddisfazioni. In ogni caso sta benissimo in campo in serie A, è prontissimo per il livello. I minuti che gioca a Venezia sono tutti meritati.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di cigolains
#16
L'Olimpia l'ha proprio buttata via oggi nel secondo tempo. Hanno smesso di difendere fisso e l'attacco è diventato statico. Poi Messina non ha più inserito Brooks e Tarc che stavanpo giocando molto bene....mah. Secondo me ha abbastanza colpe oggi il coach.
Loro erano scarsi, questa partita Milano doveva vincerla. Anche i tiri forzati nell'ultimi minuti veramente con poco senso.

Nedovic da sano è proprio forte, peccato per il fisico di cristallo.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di cigolains
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)