Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Bora - Hansgrohe 2017
#11
Ah beh, hanno preso Burghardt. Tsk

#Parolai Sese Sese
 
Rispondi
#12
La Bora-Hansgrohe completa la rosa: c’è anche Matteo Pelucchi
Nel 2017 saranno due gli italiani nella rosa della Bora-Hansgrohe, la formazione in cui correrà anche Peter Sagan: oltre al riconfermato Cesare Benedetti, ci sarà anche il velocista Matteo Pelucchi in arrivo dopo quattro stagioni alla IAM Cycling. Nel 2016 Pelucchi non è riuscito a conquistare alcuna vittoria ma ha collezionato tre secondi posti e due terzi posti.

Sempre dalla IAM Cycling, la Bora-Hansgrohe ha ingaggiato anche il lettone Aleksejs Saramotins, ottimo rinforzo per le gare di nord visto che quest’anno ha finito ottavo alla Parigi-Roubaix e 14° alla Gand-Wevelgem. Dalla Tinkoff arriva invece l’australiano Jay McCarthy, ventiquattrenne adatto a tracciati ondulati.

Complessivamente, visto anche il ritiro di Dominik Nerz per problemi di salute e i non rinnovi per Bartosz Huzarski, Ralf Matzka e Paul Voss, saranno 27 i corridori nell’organico della squadra tedesca: Ackermann P. (Ger), Archbold S. (Nzl), Bárta J. (Cze), Baška E. (Svk), Benedetti C. (Ita), Bennett S. (Irl), Bodnar M. (Pol), Buchmann E. (Ger), Burghardt M. (Ger), Herklotz S. (Ger), König L. (Cze), Kolar M. (Svk), Konrad P. (Aut), Majka R. (Pol), McCarthy J. (Aus), Mendes J. (Por), Mühlberger G. (Aut), Pelucchi M. (Ita), Pfingsten C. (Ger), Pöstlberger L. (Aut), Poljanski P. (Pol), Sagan J. (Svk), Sagan P. (Svk), Saramotins A. (Lat), Schillinger A. (Ger), Schwarzmann M. (Ger), Selig R. (Ger).

cicloweb.it
 
Rispondi
#13
Tra l'altro ufficializzare una rosa di 27 corridori significa ufficializzare la licenza WT.

Squadra davvero di ottimo livello, competitiva su qualsiasi terreno. Sagan fa un piccolo salto di qualità a livello squadra, confermando il suo gruppo e trovando qualche buon innesto come Burghardt e Saramotins. Per le corse a tappe Majka dovrebbe fare Giro-Vuelta, mentre Konig il Tour: anche in questo caso entrambi possono contare su un buon supporto, anche se in salita i gregari validi possono essere solo un paio a testa. In volata hanno due sprinter da lanciare/rilanciare, mentre resta un buco per le Ardenne: devono sperare nell'esplosione di McCarthy.

Resta ridicolo comunque come in pochi mesi siano passati dal voler essere squadra capofila del rilancio del ciclismo in Germania - con tanto di bandiera stampata sulla maglia -, a contare solo 8 corridori tedeschi (su 27), di cui nessuno di spessore (almeno al giorno d'oggi).
 
Rispondi
#14
A me piace come squadra, Konig e Majka pur senza acuti son due corridori molto solidi e costanti, che si possono piazzare nei 5 nei grandi giri. Poi oltre a loro ci sono diversi giovani interessanti, Ackermann potrebbe in pochi anni diventare uno dei top sprinter, Herklotz che si è un po' perso ma da under ha fatto vedere buone cose..senza dimenticare Konrad, Mühlberger,  Buchmann, Baska e McCarthy..fa piacere vedere confermato Benedetti, non è un fuoriclasse ma almeno è uno che va sempre all'attacco
Il livello dei gregari attorno a Sagan pare essersi alzato..ha perso due fedelissimi come Gatto e il Benna ma trova Burghardt e saramotins.. inoltre in squadra ci sono molte ruote veloci che nell'eventualità potrebbero tenerlo davanti negli ultimissimi Km
 
Rispondi
#15
Majka ha scelto Giro e Vuelta, scartando il Tour, perché vuole puntare a vincere. Quindi si ragiona per qualcosina di più di una top 5. Ora, Konig può anche pensare di arrangiarsi al Tour, tanto - volenti o nolenti - la maggior parte delle squadre deve adeguarsi al ritmo Sky; però Poljanski, McCarthy, Barta e Benedetti rischiano di essere un po' poco se punti alla maglia rosa. Fermo restando che Majka è uno che sa correre bene da solo.

Nel complesso comunque anche a me piace come han costruito la squadra. Sagan ti porta tante vittorie e tanta visibilità, Bennett e Pelucchi possono anche dire la loro in corse di livello un pochino più basso. Per le corse a tappe sono ben coperti. Tony Martin sarebbe stata la ciliegina sulla torta. Sese Però è già completa anche senza di lui... Sese

C'è da dire che sono stati anche fortunati. Nel senso che i big che hanno acquistato avevano già formato un gruppo di lavoro. Il contrario di quello che è accaduto al Bahrein Team, dove praticamente nessuno ha seguito Nibali e quindi son stati costretti a tirar su in fretta e furia tutta la squadra.
 
Rispondi
#16
La Bora-Hansgrohe presenta maglia e bici 2017: domina il colore nero
Tempo di presentazioni dell’equipaggiamento anche per la Bora-Hansgrohe: la compagine tedesca, che si appresta a fare il salto nel World Tour con Peter Sagan, ha svelato la maglia che utilizzerà nel 2017. Il colore pressoché unico è il nero, intervallato solo nella parte finale del tronco da pallini bianchi, colore ripreso anche sulle maniche.
La squadra correrà su biciclette Specialized, arrivate in compagnia del due volte campione del mondo. Dalle prime immagini anche i mezzi che il colosso statunitense fornirà saranno di color nero.

[Immagine: 16magliabora-990x743.jpg]

[Immagine: 16bicibora.jpg]

cicloweb.it
 
Rispondi
#17
Credo ci siano problemi col grafico ( o almeno lo spero per McCarthy).


Allegati Immagini
   
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)