Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Cannondale Pro Cycling Team 2014
#1
in arrivo
 
Rispondi
#2
Tinkov: dal 2014 partirò con un nuovo grande progetto
«Il mio impegno sarà almeno di cinque anni»

Oleg Tinkov non si ferma, anzi riparte. Dopo l’annuncio della separazione a fine stagione da Bjarne Riis, il magnate russo scrive sulla sua pagina facebook e racconta i progetti per il futuro: «La decisione di interrompere il rapporto con Riis Cycling ha due ragioni: i pochi risultati raccolti quest’anno e il desiderio di partire con un nuovo progetto. Da gennaio 2014 cominceremo a costruire la nostra squadra: sarà un grande progetto, con un impegno di almeno cinque anni».

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#3
Oleg Tinkov prenderà una decisione sul da farsi nella prossima settimana, quando ritornerà dalle vacanze e farà un salto alla Vuelta a España. Ogni strada rimane aperta (anche la possibilità che possa riappacificarsi con Rijs), anche se l'opzione più calda rimane quella dell'acquisizione della licenza World Tour della Euskaltel. Il progetto di Tinkov però sarebbe totalmente indipendente da quello basco: potranno essere mantenuti i contratti dei corridori più interessanti, di alcuni direttori tecnici, massaggiatori o autisti ecc, ma la sua intenzione è quella di creare un progetto distinto dalla durata di almeno 5 anni. La base operativa della nuova squadra di Tinkov dovrebbe collocarsi in Italia, probabilmente in Toscana.
 
Rispondi
#4
Mi aspetto già i tweet deliranti, con le accuse a Lobato che non fa vita d'atleta perchè non riesce a battere Cavendish in volata Eheh
 
Rispondi
#5
Che personaggio sto Tinkov Asd
 
Rispondi
#6
Oggi sulla Gazzetta c'è scritto che Tinkov potrebbe sponsorizare la Cannondale nel 2014 e quindi portare nuovi soldi....
 
Rispondi
#7
Di sicuro come prima cosa prenderebbero Flecha, Gatto e Marcato
 
Rispondi
#8
CANNONDALE AMERICANA, PAOLO ZANI SALUTA. ARRIVA TINKOV
Il magnate russo non si sa ancora se sarà primo o secondo nome

La Cannondale diventa completamente americana. La notizia, per il momento non è ufficiale, ma fonti molto vicine al colosso americano ci confermano che l'azienda statunitense abbia acquistato la società di gestione Brixia Sport di Paolo Zani (nella foto, ndr). La società di gestione resterà in Italia, anche per onorare contratti che sono già stati firmati, per la stagione 2014.

Cannondale ha anche sottoscritto un accordo con Oleg Tinkov che si affianca come sponsor: nelle prossime settimane i responsabili del team decideranno se Tinkoff sarà il primo o il secondo sponsor della formazione che, con l'arrivo del magnate russo, trova quindi nuove importanti risorse per rilanciarsi e rafforzarsi.

Si chiude così la parentesi - durata poco più di un anno - di Paolo Zani che ha traghettato la società da Liquigas a Cannondale. Un grande appassionato del ciclismo, che il mondo delle due ruote deve in ogni caso ringraziare. Pare infatti, che Zani, al momento di cedere la società di gestione, abbia chiesto espressamente garanzie ai dirigenti Cannondale sul personale che attualmente gestisce il team.

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#9
Per dirla in modo fine: bella merda...

Ora ci resta solo una squadra nel WT Triste

WT che tra l'altro ha ammazzato le squadre italiane...
 
Rispondi
#10
Cannondale-Tinkov, la firma si allontana...
Mancava solo l'ufficialità, ma il russo vuole il pieno controllo

La trattativa tra Oleg Tinkov e i vertici Cannondale sembrava avviatissima. Era così avanti che sembrava ormai fatta, mancava solo l’ufficialità e dal 2014 il team di Basso, Moser e Sagan sarebbe diventato Tinkoff-Cannondale. Invece le cose si sono complicate a tal punto che ora è davvero difficile che dai propositi si passi ai fatti.

Giusto una settimana fa, Paolo Zani e Paolo Papetti, che avevano garantito di tasca propria la transizione dopo la chiusura della passata sponsorizzazione, avevano firmato a Milano la cessione delle quote, circa 6 milioni di euro, alla Cannondale. Quote che a loro volta sarebbe dovute essere acquisite dal russo. I problemi sorti, però, sono più di uno. Il primo è che non si capisce bene con quale capitale Tinkov dovrebbe entrare. In più, vorrebbe il controllo pieno della gestione della società. Gli americani su questo punto non ci sentono, così si è arrivati al muro contro muro. Non è ancora rottura, ma a questo punto, considerando il gioco delle parti, le possibilità di accordo sono poche.
Che cosa potrebbe succedere ora? Nel caso l’accordo non venisse firmato, Cannondale si troverebbe nella difficile situazione di doversi accollare tutto il budget, che nel 2013 è stato di circa 10,5 milioni, ma che salirà a quasi 12 con gli aumenti a Sagan e Moser. E per l’azienda di bici non sarebbe agevole, visti i problemi della canadese Dorel, la holding alla quale fa capo .

da «La Gazzetta dello Sport» del 19 ottobre 2013 a firma Claudio Ghisalberti
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)