Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Caso Kolobnev - Tas, nessuna sanzione per Kolobnev
#1
Il sito de L'Equipe ha dato per primo la notizia: un diuretico nel sangue del russo della Katusha

Alexandr Kolobnev è risultato positivo a un controllo antidoping al Tour de France. Secondo l'edizione on line de L'Equipe, prima a dare la notizia, la sostanza trovata nel sangue del russo del Team Katusha sarebbe un diuretico, l'idroclorotiazide, mentre il controllo risale a un non specificato giorno della prima settimana della Grande Boucle.

L'analisi del campione A è stata effettuata dal laboratorio di Chatenay-Malabry, che durante il Tour è a disposizione dell'Agenzia francese per la lotta al doping.

Kolobnev, 30 anni, ha conquistato in carriera un bronzo olimpico a Pechino nel 2008, due argenti mondiali (Stoccarda 2007 e Mendrisio 2009), una tappa alla Parigi-Nizza e un'edizione della Montepaschi Strade Bianche (2007).

gazzetta.it
Mi è crollato un mito Triste
 
Rispondi
#2
Ahiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!! Facepalm
 
Rispondi
#3
Eh, una bella botta...
Personalmente ho avuto sempre molte remore verso gli atleti russi in generale, hanno una politica antidoping abbastanza leggera in quei posti: alla fine una loro positività mi stupisce, ma fino ad un certo punto...
 
Rispondi
#4
Ed ecco il primo, chissà se ne spunteranno altri fino al termine
 
Rispondi
#5
Eh!?!?!?:O:O
 
Rispondi
#6
La cosa che mi stupisce sempre è che tante volte un corridore viene trovato positivo, ma guardando i le sue prestazioni non si può notare una crescita, questa per Kolobnev è stata una delle peggiori stagioni di sempre e qui al Tour non si è mai visto. Del doping ho sempre un'idea tipo pozione magica di Panoramix, pensiamo a Landis, lui si dopò, non ricordo quale porcheria prese, compì una vera e propria impresa, si prese la maglia gialla e poi fu scoperto con le mani nel sacco. Riccò, trovato positivo dopo un dominio incredibile in salita al Tour. Kolobnev cosa ha ottenuto? Non lo capisco, perchè non ci ho a che fare probabilmente, non mi intendo di queste faccende, se qualcuno me lo spiega...
 
Rispondi
#7
forse la sostanza non da grosse prestazioni, oppure andava piano per non essere scoperto, cmq mi pare che in una tappa è andato in fuga, forse è quella la tappa incriminata
 
Rispondi
#8
I diuretici sono inseriti nella lista della wada come farmaci coprenti, visto che permettono "l'espulsione" della sostanza incriminata.

Te parli di gente beccata dopo grandi imprese. Il problema è proprio quello: se ti bombi da morire e ti metti a sconquassare tutto, alla fine prima o poi ti beccano. Guarda anche Piepoli al Tour, per dire. L'unico modo per arginare i controlli è calcolare per bene le dosi e espellerle in tempo: infatti ormai nel dopo corsa non viene più beccato praticamente nessuno. I controlli a sorpresa e il passaporto biologico (che comunque le statistiche dicono che un 40% di dopati non li segnala come tali, perchè bisogna comunque cercare di scongiurare i falsi positivi) sono gli strumenti che più aiutano la lotta al doping odierna, quelli che fanno in modo che il dopato debba faticar un po' di più per cercare di farla franca...

Comunque Kolobnev non era andato così male alle Ardenne, anzi: è che JRO era capitano ed era parecchio in palla...
 
Rispondi
#9
Tour 2011, Kolobnev si autosospende

Una volta giuntagli la notizia della positività, Alexandre Kolobnev ha deciso di autosospendersi dal Tour de France, in base al regolamento UCI in attesa delle controanalisi. A rendere nota la notizia è un comunicato stampa della Katusha, nella quale si precisa inoltre che Andrei Tchmil, presidente della formazione, si è recato "volontariamente insieme ai corridori Kolobnev e al suo compagno di stanza Egor Silin in Gendarmeria per fare da interprete e ribadire l’estraneità della squadra ai fatti contestati".

spaziociclismo.it
 
Rispondi
#10
(12-07-2011, 02:23 AM)SarriTheBest Ha scritto: I diuretici sono inseriti nella lista della wada come farmaci coprenti, visto che permettono "l'espulsione" della sostanza incriminata.

Te parli di gente beccata dopo grandi imprese. Il problema è proprio quello: se ti bombi da morire e ti metti a sconquassare tutto, alla fine prima o poi ti beccano. Guarda anche Piepoli al Tour, per dire. L'unico modo per arginare i controlli è calcolare per bene le dosi e espellerle in tempo: infatti ormai nel dopo corsa non viene più beccato praticamente nessuno. I controlli a sorpresa e il passaporto biologico (che comunque le statistiche dicono che un 40% di dopati non li segnala come tali, perchè bisogna comunque cercare di scongiurare i falsi positivi) sono gli strumenti che più aiutano la lotta al doping odierna, quelli che fanno in modo che il dopato debba faticar un po' di più per cercare di farla franca...

Comunque Kolobnev non era andato così male alle Ardenne, anzi: è che JRO era capitano ed era parecchio in palla...

Ma Kolobnev è stato trovato positivo nel dopo-tappa, giusto?

 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)