Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Caso Riccò/trasfusione - Confermati i 12 anni di squalifica per Riccò
#1
Riccò ammette al medico di Pavullo: ho fatto autoemotrasfusione
Riccardo Riccò ha ammesso al medico dell'Ospedale di Pavullo, dove è stato ricoverato in prima battuta, di aver praticato l'autoemotrasfusione. Secondo la testimonianza del medico, il corridore modenese versava in stato di choc e ha riferito, «in presenza della moglie» (in realtà la fidanzata Vania Rossi) di «aver fatto da solo una autotrasfusione di sangue che si era procurato e conservava nel frigo di casa da 25 giorni», temendo «per la cattiva conservazione del sangue che si era rimmesso».
La Procura di Modena ha aperto un fascicolo (al momento nei confronti di persona da identificare) per sospetta violazione della legge antidoping 376/2000. Il sostituto procuratore Pasquale Mazzei ha già messo agli atti il referto trasmesso dal medico dell'Ospedale di Pavullo che domenica mattina ha prestato la prima assistenza a Ricco' e che ne ha consigliato il trasferimento d'urgenza all'Ospedale di Baggiovara (Modena).

tuttobiciweb.it


cioé: ma questo sta fuori! :O
 
Rispondi
#2
Se è vero spero che si riprenda presto, non vorrei sentirmi in colpa per essere contento di quanto gli è successo
Citazione:«aver fatto da solo una
autotrasfusione di sangue che si era procurato e conservava nel frigo di
casa da 25 giorni», temendo «per la cattiva conservazione del sangue
che si era rimmesso»

e io che mi preoccupavo per aver mangiato i tortellini scaduti...
 
Rispondi
#3
Questo ragazzo,se ha fatto quel che ha fatto,è evidente che ha dei problemi.(a sto punto,chiamate uno psichiatra).
Anche lontano dalla bici,come è logico che accada,se le cose dovessero rivelarsi vere,non oso immaginare che razza di vita possa,portare avanti.
E adesso,via alla macchina del fango...

 
Rispondi
#4
Prima pensiamo a lui come uomo e speriamo che torni il prima possibile con buona salute.....
Poi queste confessioni per aver sentito dire non portano a nulla, ci vogliono le prove, anche perchè anch'io potrei dire che riccò si dopava, ma senza prove la mia affermazione vale tanto quanto quella del suo medico....
 
Rispondi
#5
Qui non parliamo di "confessioni per aver sentito dire": qui parliamo di confessione e basta, gliel'ha detto direttamente al medico. Davanti anche agli occhi di testimoni (Vania Rossi).
Che poi potrebbe cavarsela vista la situazione (lo stato di choc appunto) e la mancanza di prove concrete ok, però la credibilità di 'sto ragazzo è tornata giù e anche di brutto. A meno che i tifosi di Riccò non riportino in auge la tesi del complotto (già utilizzata dopo la positività al Tour), dicendo che il medico era d'accordo con Torri e ha alzato tutto 'sto polverone per farlo squalificare nuovamente... Asd

Se è vero quel che ha fatto ed è un Uomo con la U maiuscola, quando tutto ciò si sa risolto dovrebbe confermare quel che ha detto al medico e assumersi la responsabilità delle sue azioni: almeno uscirà da questo sport con dignità. Sennò...... boh. Come detto, la sua credibilità, dopo quanto è uscito oggi, è di nuovo a 0, o quasi.
 
Rispondi
#6
Mah, vedremo... Onestamente faccio fatica a credere a sta storia... Soprattutto dato che la testimone in questione è appena uscita da una pesante squalifica, che la metterebbe alla stregua del compagno, con il quale condividerebbe la radiazione, dato che "non si è accorta" di mezzo chilo di sangue in frigo per un mese... Ripeto, a me sa tanto di cazzata, e come ho potuto constatare per l'ennesima volta nei passati giorni, per la vicenda Kubica, i giornalisti essendo la feccia della terra, hanno reputazione ancora più bassa di Riccò...
 
Rispondi
#7
Citazione:Soprattutto dato che la testimone in questione è appena uscita da una pesante squalifica
la rossi non è stata squalificata
 
Rispondi
#8
ANTIDOPING: La Procura apre un procedimento disciplinare nei confronti del ciclista Riccardo Riccò
L’Ufficio di Procura Antidoping comunica che, sulla base delle notizie apparse sulla stampa, ha aperto un procedimento disciplinare nei confronti del ciclista professionista Riccardo Riccò.

coni.it
 
Rispondi
#9
(08-02-2011, 06:29 PM)Francesco G. Ha scritto: la rossi non è stata squalificata

Errore mio, scusate ma ricordavo male, ma comunque il discorso cambia di poco, dato che comunque anche lei è "sotto una cattiva aurea".
 
Rispondi
#10
ma il bollettino medico delle 17,a sto punto verrà secretato fino a data da destinarsi?
Ah ho capito,stanno aspettando le correzioni di Torri.
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)