Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Ciclismo su Pista
#1
2-7 Agosto 2012

Ciclismo su Pista

[Immagine: 2-11-2011%2013-57-07.jpg]


LE DISCIPLINE

Inseguimento a squadre Maschile
Giovedì 2 Agosto, ore 16:00 - 18:30 (qualificazioni) e Venerdì 3 Agosto, ore 16:00 - 18:55

Velocità a squadre Maschile e Femminile
Giovedì 2 Agosto, ore 16:00 - 18:30

Inseguimento a squadre Femminile
Venerdì 3 Agosto, ore 16:00 - 18:55 (qualificazioni) e Sabato 4 Agosto, ore 16:00 - 18:40

Keirin Femminile
Venerdì 3 Agosto, ore 16:00 - 18:55

Inseguimento a squadre Femminile
Venerdì 3 Agosto, ore 16:00 - 18:55 (qualificazioni) e Sabato 4 Agosto, ore 16:00 - 18:40

Omnium Maschile
Sabato 4 e Domenica 5 Agosto, ore -

Velocità Maschile
Sabato 4 e Domenica 5 Agosto, ore -

Velocità Femminile
Domenica 5 e Lunedì 6 Agosto, ore -

Omnium Femminile
Lunedì 6 e Martedì 7 Agosto, ore -

Keirin Maschile
Martedì 7 Agosto, ore 10:00 - 11:30


LINK

Sito Web della Corsa: www.london2012.com/cycling-track
 
Rispondi
#2
Comincia domani il programma olimpico per i pistard, che si concluderà il 7 di Agosto. Le prove che si disputeranno in giornata sono:
  • Velocità a Squadre Donne
    Favorite:
    Germania (Miriam Welte, Kristina Vogel)
    Australia (Anna Meares, Kaarle McCulloch)
    Gran Bretagna (Vicky Pendleton, Jessica Varnish)
    Cina (Shuang Guo, Jienjie Gong)
    Elenco completo delle partecipanti


  • Velocità a Squadre Uomini
    Favoriti:
    Gran Bretagna (Chris Hoy, Jason Kenny, Philip Hindes)
    Francia (Grégory Baugé, Michael D’Almeida, Kevin Sireau)
    Germania (Maximilian Levy, Stefan Nimke, Rene Enders)
    Australia (Shane Perkins, Scott Sunderland, Mathew Glaetzer)
    Elenco completo dei partecipanti


  • Inseguimento a Squadre Uomini
    Favoriti:
    Australia (Rohan Dennis, Michael Hepburn, Jack Bobridge, Glenn O’Shea)
    Gran Bretagna (Geraint Thomas, Peter Kennaugh, Ed Clancy, Steven Burke)
    Nuova Zelanda (Sam Bewley, Westely Gough, Aaron Gate, Marc Ryan)
    Russia (Alexey Markov, Ivan Kovalev, Evgeny Kovalev Alexander Serov)
    Elenco completo dei partecipanti
ovviamente senza alcun italiano in corsa.
 
Rispondi
#3
Che nomi nelle due prove maschili!!!!!!!!! Livello eccezionale
 
Rispondi
#4
Gran Bretagna record del mondo nel quartetto (qualificazioni)
Clancy, Kennaugh, Burke e Thomas
 
Rispondi
#5
Record pure nella velocità a squadre, sia femminile (Cina) che maschile (sempre Gran Bretagna, con Chris Hoy)...adesso le finali
 
Rispondi
#6
Tra le donne Cina squalificata in finale e oro alla Germania. Tra gli uomini grandissima Gran Bretagna con l'oro e il record del mondo. Hoy, Hindes e Kenny hanno fatto 42.600, argento alla Francia e bronzo alla Germania
 
Rispondi
#7
Per curiosità la Rai s'è degnata di mostrare qualcosina..? Perchè oggi pomeriggio ho acceso e c'era la ginnastica, poi son uscito e non ho avuto modo di ricontrollare...
 
Rispondi
#8
Nulla...ho visto qualcosa in streaming, ma c'è il live scritto del sito delle olimpiadi che funziona bene
 
Rispondi
#9
Olimpiadi su Pista 2012: Missili britannici, Hoy principesco
Velocità a squadre, ori a GBR e Germania

La prima giornata del Ciclismo su Pista ai Giochi Olimpici di Londra di certo non sarà una di quelle che si dimenticheranno facilmente: se supporre che sarebbero caduti tanti Record del Mondo poteva essere plausibile, immaginare certi capovolgimenti di fronte proprio no. È infatti molto difficile decidere se partire proprio dai grandi risultati ottenuti dagli atleti in pista o dalle decisioni prese dalla giuria che hanno, di fatto, ribaltato ciò che è successo sul parquet.

Nonostante la giuria è giusto che la prima citazione sia per Sir Chris Hoy, lo scozzese di Edimburgo (che presto vedrà inaugurato un Velodromo con il suo nome a Glasgow) ha conquistato oggi nella Velocità a Squadre la sua quinta Medaglia d'Oro, raggiungendo così un'altro mito dello sport britannico, Sir Steve Redgrave. Hoy non si è limitato a vincere la prova della Velocità a Squadre ma, insieme ai compagni Philip Hindes e Jason Kenny, ha demolito il Record del Mondo della Germania, abbssando il precedente di ben 3 decimi e fermando i cronometri della finale a 42"600.

Vero artefice di questo successo è però il giovane Jason Kenny, classe 1988, che ha piazzato un secondo giro da 12"359 che vale un 9"8 sui 200 metri, una prestazione veramente spettacolare attraverso la quale Jason lancia un messaggio a tutti i velocisti impegnati nello Sprint Individuale, nel quale ora è certamente il favorito numero uno. Avrà di che festeggiare anche il primo frazionista Philip Hindes, un ragazzo di 19 anni di origine tedesca naturalizzato britannico: probabilmente nemmeno nei suoi sogni migliori poteva immaginare che avrebbe vinto i Giochi Olimpici.

Sono stati notevoli anche tutti i tempi degli avversari a partire dalla Francia, Medaglia d'Argento, con un ottimo Michaël D'Almeida autore di uno splendido terzo giro, e che al primo turno ha fatto segnare un ottimo 42"991. Sfortunata la Germania, bronzo, che si è presentata al via con un terzetto che nessuno si aspettava, formato da Enders, Förstemann e Levy: ciò ha impedito ai tedeschi di ottenere un gran risultato: parliamo di sfortuna perché nel pomeriggio il terzo frazionista designato, Nimke, si è infortunato in fase di riscaldamento alla zona lombare (gli è subentrato Förstemann). Abbastanza deludenti i Campioni del Mondo della specialità, gli australiani, quarti, che non sono mai sembrati davvero pericolosi per le medaglie.

L'altra medaglia che si assegnava nella prima giornata era quella della Velocità a Squadre femminile con la clamorosa vittoria della Germania di Miriam Welte e Kristina Vogel: chi segue assiduamente la specialità sa che non è clamoroso che vincano le tedesche visto che sono Campionesse del Mondo proprio del Team Sprint, ma è incredibile il modo in cui sono diventate Campionesse Olimpiche. Nelle qualificazioni e al primo turno a dimostrare una forza nettamente superiore è stata la coppia cinese formata da Shuang Guo e Jinjie Gong che in entrambe le gare ha fatto segnare il nuovo Record del Mondo prima con 32"477 e poi migliorandosi ancora con 32"422: dei crono del genere fanno immaginare una vittoria facile, soprattutto dopo che la giuria aveva già messo mano ai risultati squalificando le padrone di casa della Gran Bretagna Victoria Pendleton e Jessica Varnish (per cambio anticipato di Vicky), nell'incredulità di tutto un palazzetto, compresi i principi William e Kate.

La sorte però non è sempre benigna e, anzi, la grande beffa è capitata proprio alla Cina nella finale: le ragazze cinesi hanno vinto nettamente, ma mentre ancora stavano rilasciando interviste e festeggiando è arrivata la notizia imprevista. La giuria è intervenuta ancora squalificando anche la Cina con la stessa sentenza delle britanniche: la prima frazionista non ha percorso un intero giro in testa. Dalla gioia alla rabbia. Proteste su proteste, fotofinish, ma la decisione era ormai presa e sul gradino più alto del podio è salita la Germania; le cinesi si devono accontentare dell'Argento.

La Medaglia di Bronzo è andata invece all'Australia di Anna Meares e Kaarle McCulloch: le aussie hanno evidenziato il classico difetto, la Meares parte fortissima tanto che potrebbe correre coi maschi, la McCulloch invece è molto più lenta e si fa spesso recuperare, ma per ora l'Australia non ha di meglio da affiancare ad Anna.

La giornata non si è conclusa solamente con questi risultati, che già hanno detto moltissimo, ma il pubblico ha potuto assistere anche alle qualificazioni dell'Inseguimento a Squadre uomini: e gli spettatori presenti (reali compresi, come già detto) hanno festeggiato il grande ritorno della Gran Bretagna. Il quartetto formato da Geraint Thomas, Edward Clancy, Steven Burke e Peter Kennaugh che si era già visto in gran forma a Melbourne, dove aveva vinto il Mondiale con il Record del Mondo, si è scatenato davanti alla folla urlante del Velodromo di casa e ha percorso i 4 km con il tempo favoloso di 3'52"499 migliorandosi di 8 decimi rispetto alla prova iridata.

Dietro di loro, distanziati di più di tre secondi, gli australiani fermi a 3'55"694 che da anni girano intorno a questo tempo, e sembra che non siano in grado di migliorarsi rispetto a questo crono: molto deludente Glenn O'Shea staccato dopo solo 2 km e mezzo, non un bel segno anche in vista dell'Omnium di cui è Campione del Mondo in carica. Terzo tempo fatto segnare dalla Nuova Zelanda e il quarto da una rediviva Danimarca guidata da Michael Mørkøv.

La più grande delusione del torneo è senza dubbio la Russia, partita con tantissime aspettative per il suo quartetto che poi alla sfida del cronometro a malapena è sceso sotto i 4 minuti, restando fuori dalle prime due batterie e con la possibilità di ottenere solamente un Bronzo. Il livello del torneo di qualificazione è stato ovviamente altissimo e tutte e 10 le nazionali sono scese sotto i 4'10" con la peggiore, la Corea, che ha fatto un discreto 4'07"210. Le prime due batterie, quelle che porteranno alla finale per l'Oro, saranno Gran Bretagna vs Danimarca e Australia vs Nuova Zelanda, mentre per accedere al Bronzo si farà una classifica dei tempi tra le due squadre che perderanno queste batterie e le 4 che faranno il torneo B (con sfide tra il quinto tempo vs l'ottavo e il sesto contro il settimo).

Le finali dell'Inseguimento saranno nella giornata di domani, quando si assegnerà anche la medaglia del Keirin femminile con la rinnovata sfida tra Anna Meares e Victoria Pendleton che dovranno però fare attenzione a Simona Krupeckaite, a Olga Panarina e Clara Sanchez. Le donne saranno impegnate anche nelle qualificazioni dell'Inseguimento a Squadre con ancora la Gran Bretagna superfavorita e un altro Record pronto a crollare da un momento all'altro.

cicloweb.it
 
Rispondi
#10
Il secondo giorno a cinque cerchi della pista vedrà in scena le finali dell'inseguimento a squadre maschile, oltre a due prove riguardanti le donne:
  • Inseguimento a squadre femminile
    Favorite:
    Gran Bretagna (Laura Trott, Joanna Rowsell, Dani King)
    Australia (Annette Edmonson, Melissa Hoskins, Josephine Tomic)


  • Keirin femminile
    Favorite:
    Anna Meares (Australia)
    Victoria Pendleton (Gran Bretagna)
    Shuang Guo (Cina)
    Simona Krupeckaite (Lituania)
    Kristina Vogel (Germania)
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)