Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Ciclismo su Strada - Prova in linea Uomini
(30-07-2012, 01:07 PM)Gershwin Ha scritto: Se il ciclismo negli ultimi 2 anni fosse stato fermo e si fosse corso solo due giorni fa avresti ragione. Se dovessi mettere oggi dei valori su Pro Cycling Manager a Vinokourov gli metteresti dei valori più vicini a Cancellara o a Stortoni?

Ancora con sta storia dei valori di giochi Facepalm

(30-07-2012, 01:07 PM)Gershwin Ha scritto: La dimostrazione del fatto che non è più un campione è che al Tour per provare a vincere ha dovuto andare mille volte in fuga e non è comunque riuscito a vincere una tappa. A Londra è stato bravo, ma se il percorso fosse stato un po' più serio non avrebbe potuto vincere, ha sfruttato una corsa di livello agonistico mediocre e tattico pessimo. Allora anche Uran è un campione, per non parlare di Kristoff. Un corridore non si può valutare su un'unica corsa. E' stato bravo tatticamente, si è mosso bene, ma poi tra l'altro contro un corridore serio la volata finale probabilmente l'avrebbe persa, invece Uran era imbambolato a guardare le papere del laghetto che se non sbaglio dovrebbe essere lì vicino. Si può discutere sul fatto che sia un campione di testa (per quanto uno che si dopa per me rimane sempre un debole) ma in questo momento è un corridore come ce ne sono in giro almeno altri 50-60. Un campione è un corridore che le corse se le prende. Il Gilbert 2011 era un campione, Sagan è un campione, Cancellara è un campione, Contador e lo Schleck del Galibier sono campioni.

Cioè prima dici che un corridore nn si valuta su un'unica corsa e poi dici che lo Schleck del Galibier è un campione?? :o non riesco a capire Facepalm

Ah, cmq per tua informazione Vinokourov rimaneva un CAMPIONE anche senza questo oro!!! Ave
 
Rispondi
Quindi Ger, secondo il tuo ragionamento Gilbert l'anno scorso era un campione mentre ora, siccome non ha ottenuto risultati, è una pippa?? Bella sta cosa dell'essere campione 1 anno si e 1 no. Quindi se Contador non vincerà altre corse a tappe diventerà un mediocre perchè ha vinto 3 tour, 2 giri e 1 vuelta anni fa ma nn quest'anno????
 
Rispondi
contador allora neanche al tour dello scorso anno era un campione, non ha combinato nulla
 
Rispondi
Immagino che l'unico motivo per cui non ci intendiamo è che scrivo "campione" invece di "corridore forte"...ha avuto una grande carriera (sulla quale avrei molto da ridire ma non vi troverei d'accordo) ma in questo momento ci sono almeno 50-60 corridori più forti di lui. Sulla gara singola gli può capitare di vincere perchè il percorso non è selettivo o perchè gli altri sbagliano. Stava per vincere Rigoberto Uran, terzo è arrivato Kristoff, poi Phinney e lì intorno O'Grady. Questa volta si sono trovati lì, la prossima volta probabilmente non ci si troverebbero. Un campione è un corridore che comincia la gara da favorito e la vince nel modo in cui aveva deciso di vincerla, non per gli errori degli altri. Detto questo mi eclisso
 
Rispondi
Ragazzi non capisco come si possa dire che Vino non è un campione... E' assurdo
 
Rispondi
No, ma infatti Gershwin farebbe prima a di' "Vinokourov mi sta sul cazzo" e chiuderla lì. Asd
Che poi mica sono argomentazioni campate per aria, però nulla c'entrano con Vino: sarebbero condivisibili (almeno da parte mia) se stessimo parlando di un Iglinsky vincitore alla Liegi per dire, ma di un Vinokourov che alla penultima gara in carriera, a 39 anni suonati, ti va a vincere un Olimpiade... boh. Io poi solo per la vittoria sui Campi Elisi avrei detto che è un campione: voglio vedere il prossimo che ci riesce chi sarà...

Che poi il discorso del Tour 2012 lasciamo stare: mica era lì per far classifica alla fin fine, se si staccava sai che gliene fregava... (lui poi che non è che sia mai stato un animale da GT, se bisogna dirla tutta)

(30-07-2012, 09:02 AM)Gershwin Ha scritto: Il problema è che non siamo mai andati vicini ad entrare nella lotta per le medaglie. Pinotti era in fuga dall'inizio (poi si è staccato a metà gara mentre Beppu è rimasto davanti fino alla fine, ok che Pinotti ha lavorato ma gli si poteva chiedere di più). Nibali e Paolini sono partiti troppo lontano, infatti il loro tentativo di fuga è fallito miseramente. Poi sono entrati in un altro tentativo ma non avevano possibilità, infatti Nibali si è anche staccato e Paolini non è stato in grado di fare la volata. Modolo ha fallito perchè doveva entrare nel tentativo con Cancellara e non ci è riuscito, colpa sua. Viviani non ha fatto nulla. Se hai 5 uomini a disposizione e ne usi uno nei primi 100 chilometri e due li tieni fermi in gruppo come puoi fare una corsa d'attacco? Nibali e Paolini hanno preparato l'attacco di chi? (rispondo: di Cancellara, Valverde e Vinokourov). Sembravamo la NetApp al Giro, una squadra che attacca solo per farsi vedere in tv

(30-07-2012, 10:51 AM)Ricardovsky92 Ha scritto: Ma secondo me il problema è proprio a monte: ok non ci sono campionissimi, ma le convocazioni sono state inspiegabili (e l'ho scritto subito). Ok Nibali, passi pure Paolini e uno tra Viviani e Modolo, ma gli altri due non possono essere Viviani/Modolo e Pinotti! Ora voglio bene all'ingegnere ma a cosa serviva ieri? Per me bisognava portare "cani sciolti", Moser sarebbe stato perfetto e lo sanno anche i muri, ma un Cunego, Ballan, Gasparotto, ma anche Nocentini, Marcato e Oss...per me è evidente che non c'ha capito niente Bettini, sia nelle convocazioni che in gara, ma soprattutto nella prima fase...a conferma di ciò anch'io come Simone non ho visto tutta questa aggressività. Non siamo stati passivi, ma neanche aggressivi...diciamo confusi!

Beh, per rendere corsa dura in un percorso del genere non è che potevi partire all'ultimo giro. I due rimasti nel gruppo non era progettato, ce ne doveva star uno solo appunto. Una volta che la situazione si è delineata in quella maniera tanto valeva continuare ad andare avanti: cosa facevi..? Tiravi i remi in barca sul più bello? Nibali era già abbastanza cotto, ormai... proviamoci. Insomma, Paolini è comunque un uomo abbastanza veloce, che quest'anno è andato fortissimo al Nord (almeno al pari di Pozzato e Ballan, due tanto richiesti), un uomo d'esperienza che sa gestirsi. Magari ci scappava comunque qualcosina...

L'unico che potrei rimpiangere è Moser. Forse Oss poteva tornare comodo, ma Modolo poteva benissimo fare il suo ruolo. Cunego, Gasparotto ecc sinceramente non è detto che avrebbero fatto la differenza al posto di Pinotti. Cioè, quel che mi fa più rabbia è nel non essere stati in 3 nel finale ma in 2, un Gasparotto invece di Pinotti magari faceva un pochino meglio ma di sicuro non avrebbe spostato gli equilibri di questa corsa...

Comunque, dopo aver visto la gara, le convocazioni di Bettini mi son piaciute già di più. A me la cosa che puzzava maggiormente - oltre all'assenza di Moser, ovviamente - era il mettere un Viviani, che comunque ti potevi tener buono per un'eventuale volata di gruppo, in panchina per mettere in campo due attaccanti come Trentin e Modolo (perchè se mi dite che Modolo poteva esser utile per la volata Facepalm ): era una scelta un po' troppo verso un unico difficile senso. Le spalle andavano coperte in qualche modo. E infatti alla fine Viviani c'era...

(30-07-2012, 11:23 AM)Carles Puyol Ha scritto: Le critiche a Bettini ci possono stare perchè non si è vinto nulla, ma non abbiamo corso male..

Eh, però mica posson vincere tutti. Cioè, io sinceramente è una cosa che ho notato in questi anni quest'andarci un po' "pesante" nei confronti del Bettini ct, quando in realtà mi sarei quasi aspettato il contrario visto il suo passato... boh...
Cioè, attaccarsi addirittura della mancata convocazione di Guardini (che sarebbe durato forse un giro del percorso) e Ferrari (bravo ovviamente, tanti piazzamenti, una bella vittoria al Giro, ma da qui alla convocazione ce ne passa) mi pare davvero il massimo...
 
Rispondi
Olimpiadi, Modolo conferma: avrei dovuto entrare nella fuga
L'Italia ha corso bene perché ha fatto saltare il banco, ma purtroppo sono mancato al momento cruciale". Sono queste le parole di Sacha Modolo ai microfoni dello "Speciale Olimpiadi" di Radio Manà Manà Sport, ai quali ha commentato la prova in linea di ciclismo maschile dell'Italia. Modolo ha spiegato così la tattica degli azzurri: "Bettini è stato chiaro: dovevamo rendere la corsa dura e far saltare il banco per mettere in difficoltà la Gran Bretagna; solo Viviani sarebbe dovuto rimanere in gruppo e giocarsela in un eventuale arrivo allo sprint. Grazie a Pinotti è nata la prima fuga di giornata e tre dei nostri uomini sono andati all'attacco, però c'è stato un momento in cui sono rimasto imbottigliato, ed era un momento cruciale, quello in cui Cancellara e Vinokourov sono scattati. Purtroppo non sono riuscito a chiudere su di loro, altrimenti potevamo giocarcela. Abbiamo fatto saltare il banco perché la Gran Bretagna non ha portato Cavendish allo sprint, ma alla fine abbiamo perso". Modolo ha infine dichiarato che si prenderà un mese di pausa: "dal Giro d'Italia in poi non mi sono più fermato proprio per preparare la prova olimpica, quindi mi fermerò e poi farò altre gare a settembre, nell'attesa che nasca mio figlio".

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
Guarda, in pratica noi avevamo due velocisti e con gli altri tre corridori abbiamo cercato di staccare i velocisti. Modolo doveva entrare nella fuga, ok, ma in ogni caso non è che Modolo sia un drago in salita, se si staccava Cavendish si staccava anche Modolo (in quella situazione con un Cavendish al top della forma, in altri casi no). Non è riuscito a entrare nella fuga perchè non è un attaccante, è un velocista, uno che aspetta gli ultimi 200 metri, tatticamente molti velocisti sono tremendamente ottusi. E' come se a Viviani dai il compito di staccare tutti sullo Zoncolan e poi se fallisce è colpa sua, è colpa di chi ha sbagliato i ruoli. Anche a Copenhagen Bettini aveva detto a Modolo di stare sulla ruota di Cancellara, naturalmente non ci è riuscito e se Cancellara fosse scattato non gli sarebbe andato dietro. Non puoi snaturare così i corridori. Forse non si poteva fare molto meglio con i corridori che ci sono adesso, lo ammetto, ma non per questo non si devono criticare le scelte che ci sembrano sbagliate.
 
Rispondi
Ero meno d'accordo sul kazako non campione, però su quest'ultima cosa ti do piena ragione gershwin
 
Rispondi
[Immagine: 527127_389628747759007_1123415773_n.jpg]

Tanto per chiarire il ruolo di Bernard Eisel nella prova in linea...
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)