Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Critérium du Dauphiné 2019
#81
Poels questi numeri li ha sempre avuti, ma questo non vuol dire che vincerà il Tour. E' esplosivo e la vittoria di oggi deriva da quello, ma se la salita si fosse giocata diversamente non so se avrebbe vinto. 
Comunque è un signor scalatore e non è affatto il primo arrivato, crescita sempre interrotta dai continui problemi fisici. Credo anch'io che comunque di base sia troppo incostante per vincere un GT.

Comunque se il livello è questo per il Tour siamo a posto, veramente un livello infimo, non sono risuciti a staccare uno Yates in palese difficoltà. Fuglsang il più forte del lotto ma poche differenza.

Si è rivisto un discreto Bardet mai visto nel 2019.
Disastro Quintana, sempre più enigmatica la sua carriera.

Magnus Cort Nielsen Ave
 
Rispondi
#82
Mi potete spiegare che ha fatto Quintana ? Oggi non son riuscito a vederla e non riesco a recuperare la tappa.
 
Rispondi
#83
Ha anticipato con uno scattino ai -10, guadagnando al massimo 30 metri sul gruppo che l'ha lasciato a bagnomaria per 5 minuti buoni.
Poi quando si è accesa lotta negli ultimi 3km ha pagato dazio, sia per lo sforzo precedente sia perchè evidentemente non ne ha più di tanto.
 
Rispondi
#84
Che gara di merda, madò.

Belle solo le prime due tappe.
 
Rispondi


[+] A 4 utenti piace il post di Luciano Pagliarini
#85
Il disegno della tappa di oggi era pessimo e non permetteva voli pindarici, però veramente un livello infimo in questo Delfinato.
Fuglsang il migliore di questa settimana ma l'eccellenza quest'anno l'ha raggiunta nelle corse in linea, non certo nelle corse a tappe.

Se è questo il livello del Tour siamo a posto. Può uscirci una grande sorpresa oppure Nibali/Dumoulin devono fare il possibile per presentarsi nello stato migliore che riescono.
 
Rispondi
#86
Van Baarle in grande spolvero, pronto a spianare i passi alpini e pirenaici in ossequio alla tradizione Sky.
Che fino al gennaio di quest'anno non avesse mezzo risultato rilevante in salita non importa quando si può giocare a fare dio.

Nel frattempo Moscon, podio al Lombardia, vincitore di Agostoni e Toscana e tra i primi 5 al mondiale, è il primo a tirare in salita e il primo a staccarsi.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Albi
#87
Che schifo questa evoluzione di Van Baarle
 
Rispondi
#88
Moscon, dopo le varie marachelle che ha combinato, è stato chiaramente retrocesso.

Lo chiamerei Gianni Knees ora.
 
Rispondi
#89
Sarà pure stato retrocesso ma dal mondiale non fa mezzo risultato..
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 2 Ospite(i)