Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Diamo i voti
#1
Solita roba, diamo i voti a questo Giro 100. Stasera lo faccio anche io
 
Rispondi
#2
Compito a casa per Oldgibi: dai un voto a tutti i corridori che hanno preso il via, a tutte le squadre e a tutti i principali diesse. Con motivazioni ovviamente.
 
Rispondi
#3
Dumoulin: 9.5 Ottima prova di crescita per Dumou. Era difficile pensare a lui come possibile vincitore da Giro, e forse anche da gare a tappe, ma il percorso particolarmente differente rispetto alla tradizione rosa gli ha permesso un exploit dove comunque ha mostrato crescita in salita e mentale.
Uno così è fatto per il Tour, sarà curioso vederlo nei prossimi anni.

Nibali: 8 Non ha più nulla da dimostrare, sappiamo tutti che è un campione e l'ha dimostrato anche in questo Giro, più che per il podio per la bellissima vittoria nel tappone della corsa. Il percorso, con due arrivi uniporto e poco altura, non era il più adatto e ha pagato l'iniziale guerra di nervi (dovuta anche ai media) con Quintana.

Quintana: 7 Ci si aspettava di più, fa una grande corsa sul Blockhaus e poi, al solito, ha difficoltà a prendere l'iniziativa. Non ha e non avrà mai il senso dello spettacolo nelle corde, ma avrebbe dovuto tentare qualcosa in più perchè l'epilogo di ieri era già scritto.

Zakarin 7: bella prova, soprattutto in salita. Sarà da podio in più di un GT

Pozzovivo 7 Il miglior GT della carriera. 

Pinot 7: Bene soprattutto per la vittoria di tappa. Il terreno in classifica l'ha guadagnato soprattutto grazie al trio del podio che ha passato troppo tempo ad evitare gli altri, quindi è giustamente quarto.

Gaviria 8.5: Nettamente il più forte del gruppo, peccato abbia perso due occasioni nelle prime tappe ma grandissimo Giro.

Landa 7.5: Si potrebbe dire che una volta fuori classifica si è sentito più leggero mentalmente ed abbia corso meglio. Una vittoria e due secondi posti in montagna, inevitabilmente maglia azzurra di questo giro

Jungels 6.5: Tutto sommato per il percorso che abbiamo avuto ha fatto una prova sufficiente, però è in crescita e tra i giovani è stato certamente il più meritevole

Formolo 6: La top 10, anche se regalata da alcune assenza illustri, è ottima ma è mancata l'acuto, l'azione importante. Resta da capire se sarà da top 10 per sempre o farà il grande salto

Yates 5: Condotta di gara spesso incomprensibile, mai all'attacco nonostante il lavoro della squadra. Anche lui, come Quintana, non è uno che osa. Il tour dell'anno scorso lo dimostra.

Percorso 4: troppa disparità tra km a cronometro e difficoltà dei tapponi, mancanza di tappe intermedie, tappe interessanti rovinate dal kilometraggio, dalla mancanza di altre asperità o da arrivi non adeguati.
 
Rispondi


[+] A 2 utenti piace il post di Cannondale
#4
Dumoulin 9: Giro vinto meritatamente nonostante episodi sfortunati e grazie anche alleanze trovate per strada. Dall'impressione che ha dato non dovrebbe essere l'unico GT che vincerà in carriera. Non scomodiamo però Indurain;: il Navarro dominava a crono e non lo staccavano mai in salita.
Quintana 7: abbastanza deludente viste le aspettative, però è arrivato comunque 2° vincendo una tappa. Vuelta 2015, Tour 2016 e questo Giro fanno capire che molto probabilmente lotterà per anni per la vittoria, ma non sarà mai un dominatore.
Nibali 7,5: Tappa regina e terzo gradino del podio. Visti i proclami iniziali potrebbe sembrare una piccola delusione, ma il siciliano è un pò in calo rispetto al suo prime e la conquista della Tripla Corona ha, a mio avviso, spinto molti a sopravvalutarne le reali potenzialità. Campione da corse a tappe con ottima continuità ad altissimi livelli, che però per vincere deve trovare condizioni favorevoli.
Pinot 7,5; tappa e 4° posto. Anche da lui si pretendeva il podio, ma non si dimentichi che questo è stato il miglior GT della vita. Ha lottato per la vittoria finale sino all'ultimo giorno ed è sempre stato combattivo.
Zakarin 7,5: niente vittoria di tappa, ma un ottimo 5° posto ed un atteggiamento sempre combattivo. Ha dei limiti, ma un podio in futuro potrebbe coglierlo.
Pozzovivo 7,5: forse il miglior Giro in carriera. In una edizione più povera di protagonisti avrebbe potuto anche lottare per il podio finale.
Mollema 6: anonimo. Si è distinto solo come gregario di Dum. Ha comunque conquistato un dignitoso settimo posto, probabilmente il suo livello è questo.
Jungels 8: tappa e maglia bianca. Mezzo punto in più per l'azione di Cagliari. Se cresce un pochino nella tenuta in salita potrà forse seguire il percorso di Dum.
Yates 5,5: ha perso la maglia bianca da Jungels e ha fatto spesso lavorare la squadra per niente. Ha l'alibi dei minuti persi per la caduta e forse il quarto posto al Tour dello scorso anno ha sollevato un pò troppo l'asticella delle aspettative.
Formolo 6: Anonimo, deve cominciare a decidere che fare da grande. La sufficienza solo grazie alla top-10 finale.
Polanc 7,5: tappa e undicesimo posto. Difficile chiedere di più ad un corridore del suo livello.
Hirt 6: nell'ultima settimana teneva con i migliori, peccato i minuti persi nei primi giorni di corsa, altriment avrebbe potuto finire davanti a Formolo.
Kruijswijk 5: non era al meglio e senza ritiro avrebbe ottenuto una Top-10, ma dal dominatore dello scorso giro ci si aspettava di più.
REichenbach 7: il miglior gregario del Giro nell'ultima settimana.
Thomas s.v.: avrebbe lottato con Dumoulin?
Landa 6,5: tappa e maglia azzurra, però non ho apprezzato troppo la resa sul BlockHouse. Lui a 30 minuti, Thomas, poi ritirato, a 5.
Rolland 6: non amo troppo i corridori di top-10 che escono di classifica per vincere le tappe.
Sanchez L.L. 5,5: spesso in fuga, ma mai a segno.
Rui Costa 5: nè classifica, nè vittorie di tappa. I tre secondi posti lo salvano da un votaccio.
Van Garderen 6: la tappa vinta nobilita il suo Giro altrimenti disastroso. A maggio vada a correre il California che è meglio per lui.
Kangert 7,5Confusoino alla cauta una delle sorprese del Giro. Poteva essere una probabile top-10.
Cataldo 6,5: il migliore della sfortunatissima Astana. Poteva forse fare qualcosina di più.
Gaviria 8,5: 4 volte vinte, la maglia rosa. Un campione.
Ewan 6,5: Una vittoria, ma anche un confronto annunciato con Gaviria che in pratica non c'è mai stato.
Greipel 6,5: solo una tappa vinta, ma comunque la maglia rosa . Pare un pò in declino.
Modolo 4: un fantasma.
Nizzolo s.v.: non era in condizione di fare il Giro.
Marezcko6,5: due ottimi secondi posti, ma anche tante volate non disputate.
Gibbons 7: un neoprò sempre piazzato tra il 5° e il 7° posto in tutti gli sprint. Se si evolve in un corridore alla Colbrelli avrà un buon futuro.
Pozzato 4: mai un acuto.
Postelberger 8: tappa, maglia e terzo posto. Sagan potrebbe avere un ottimo gregario in squadra.
Pellizotti 6,5: spesso uno degli ultimi gregari a staccarsi.
Visconti 5: quasi mai utile a Nibali in montagna, anche nelle fughe sempre a secco.
Sioutsu 4,5: pensavo tenesse meglio in salita.
Amador 5: molto deludente rispetto agli scorsi anni.
Konrad 5: anonimo aveva qualche ambizione di classifica. Ci si aspettava almeno un Gro alla Hirt.
Rosa 5: Molto deludente, ottimo solo come gregario di Landa in una tappa di montagna.
Anton 5: oramai è l'ombra del bel corridore che fu, almeno ci prova.
 
Rispondi


[+] A 4 utenti piace il post di jwill
#5
(29-05-2017, 05:29 PM)Danilo Ha scritto: Compito a casa per Oldgibi: dai un voto a tutti i corridori che hanno preso il via, a tutte le squadre e a tutti i principali diesse. Con motivazioni ovviamente.

Sempre stato scarso nei compiti a casa. Mi limito al minimo sindacale, sperando di rimediare la sufficienza. 

Dumoulin 8  -  ha fatto il salto di qualità in salita, dove andava già discretamente. E' evidente che ha lavorato molto per questo risultato, dovrebbe essere in grado di ripetersi più volte nella zona podio dei grandi giri. Ha avuto problemi di tenuta alla distanza che sono parsi più legati alla tensione, in una situazione per lui nuova. Da verificare la capacità di affrontare più salite impegnative in sequenza. Nella Rovetta - Bormio ha in fondo impressionato nonostante i problemi intestinali. Favorito da un Giro dal brutto percorso e con tanta cronometro. Serve un altro do di petto per dire che è nato un grande tenore. 

Quintana 6 - tornando alla giornata migliore, sul Blockhaus, si può annotare come mancasse anche allora la condizione migliore, la capacità di dare continuità all'azione, valutando il modesto vantaggio (per lui) su Pinot e Dumoulin. Avrebbe dovuto fare sfracelli a Bormio ma non ne aveva. Se non ci fosse di mezzo la Vuelta 2016 si potrebbe temere, con il Tour precedente, un calo rispetto alle attese. I discorsi vanno invece sulla preparazione, su un Giro preparato come anticamera del Tour. Quindi, vedremo al Tour. 

Nibali 7 - Ha ottenuto molto dalle sue gambe e dalla sua volontà, non favorito da un percorso che non gli si adattava, con molte salite uniche da percorrere a tutta, non la sua specialità. Dove la dote era il fondo è emerso, pur con qualche limite. Paradossalmente, dato il terzo posto, stava meglio rispetto alla vittoria dello scorso anno, avvalorando l'ipotesi dell'influenza dei problemi in casa Astana. Se si fosse gestito meglio sul Blockhaus e a Oropa poteva persino portarla a casa. Le tappe principali del Tour gli si adatterebbero, Galibier e Izoard in particolare, ma ha bisogno di preparare bene un evento per gareggiare al suo meglio. Il programma iniziale sembra puntasse alla Vuelta. Vedremo. 

Pinot 7 - Questo Giro gli ha dimostrato che può ancora fare bene e forse ci restituisce un buon protagonista. Tatticamente non corre benissimo, sciupa energie. E' un generoso sulla strada, sa essere anche spettacolare. Le dichiarazioni ci dicono che ha sofferto molto le difficoltà dopo il terzo posto al Tour del 2013. 

Zakarin 7 - Generoso e combattivo, se ne ha ci prova. Non so quanto possa crescere ancora ma qualche margine sembra esservi. Meritava un successo di tappa. 

Pozzovivo 7 - Benissimo per le sue possibilità. Tuttavia sembrava un infiltrato nel gruppo dei migliori  :) . A volte sembrava avere dei margini per provare qualcosa ma si è limitato a seguire gli attacchi altrui. Probabilmente ha fatto bene così. 

Kruijswijk n.g. - La caduta allo Yorkshire lo ha limitato molto, anche se non sembrava comunque quello dello scorso anno. E' un bel guerriero, potrebbe essere ancora protagonista. 

Mollema 4 - una corsa nell'ombra, poi da quasi gregario per Dum. Una sentenza definitiva, Mollema questo è. 

Jungels 6 - qualche energia di troppo spesa nelle prime tappe, complessivamente un buon Giro ma non diverso da quello dello scorso anno. Non mi sembra abbia gli stessi margini di crescita di Dumoulin in salita e non è così devastante a cronometro. 

Adam Yates 5 - Mi aspettavo di più, quanto meno la conferma di quanto fatto al Tour 2016. La caduta al Blockhaus ha inciso più per i minuti persi che per le condizioni fisiche. Avrebbe vinto la bianca ma questo avrebbe aggiunto poco. Ha confermato una buona tenuta sulle tre settimane, da rivedere invece come doti di fondo. Motore da verificare, è giovane. 

Formolo 6 -  Credo si aspettasse di fare meglio, di restare più spesso con i migliori. Qualche miglioramento rispetto allo scorso anno si è visto ma i margini non sembrano proporlo per un ruolo da protagonista nei grandi Giri. Ha impressionato meglio nello scatto alla Liegi. Il futuro ci dirà. 

Polanc 6 - Bella vittoria di tappa, in calo negli ultimi giorni. 

Hirt 7 - E' emerso alla distanza, non è un giovanissimo ma sarebbe interessante vederlo in una squadra e con un ruolo con maggiori ambizioni. Forse più ultimo uomo che capitano, ha dimostrato carattere. 

Landa 7+ - Nonostante la caduta esce bene da questo Giro, riavvicinandosi a quello del 2015. Il potenziale per altri podi e, forse, per la vittoria di u Giro o di una Vuelta potrebbe esserci. Il + è per le dita al cielo. 

Amador 5 - Come lo scorso anno si è dimostrato brillante nelle prime tappe ma in forte calo alla distanza. Come gragario è stato meno prezioso di Anacona. 

TJ van Garderen 6 - Si salva con la vittoria di tappa ma ogni chance di fare bene nei grandi giri sembra ormai preclusa. 

Pellizzotti 7 - Non posso non avere simpatia per gli anziani... Bravo!

Rolland 7 - Ha accettato una dimensione diversa e ha lottato con energia, sciupandone non poche. La vittoria è arrivata un po' per caso, ma meritata. 

Anacona 6 - Il miglior contributo a Quintana l'ha dato lui ma è calato alla distanza. 

Petilli 7 - Sopra le aspettative! 

Rui Costa 5 - Meno efficace di altre volte. 

Siutsou 4 - Giro anonimo, senza benzina. 

Rosa 5 - Si sta perdendo per strada, cattiva scelta la Sky. 

Visconti 5 - Poco utile alla causa Nibali, ha cercato il successo di tappa ma non era il miglior Visconti. 

Conti 5 - Aveva una buona gamba ma corre male, sciupando energie. 

Gaviria 8 - Anonimo nei primi sprint, poi notevolissimo. E bravo a portare la ciclamino a Milano.
 
Rispondi


[+] A 3 utenti piace il post di OldGibi
#6
OldGibi, vedo che concordiamo in molte valutazioni aparte qualche discordanza su Quintana, Rolland, Landa, Polanc e Jungels


Lo stesso dicasi per Cannondale
 
Rispondi
#7
Dumoulin 9-- ha vinto perché è stato nettamente il più forte,ma ha commesso errori allucinanti durante il Giro;passi la cacarella,ma non puoi farti sorprendere in fondo al gruppo in una tappa adatta alle imboscate,oltre che a fare lo spaccone...se in futuro poco poco la gamba non gira così,non vincerà più se non cambia modo di correre e atteggiamento.
Quintana 6,5 purtroppo il voto è basso,non per il secondo posto che comunque ci può stare ed è sempre un ottimo risultato,non perché ha perso dall'olandese ma per come ha perso e per come si era messa la corsa;anche se stava male,doveva tentare di guadagnare di più,passi Piancavollo dove se aveva la febbre di più non poteva fare,ma ad Asiago  sembrava che non era lui ad indossare la maglia rosa;lo sapevano che non sarebbe bastato e per poco non è arrivato terzo.Inoltre si evidenzia per l'ennesima volta il sopraggiungere di problemi fisici nel corso delle tre settimane.
Nibali 7,5 ha evidenziato un ottima condizione per tutto il Giro,soffrendo molto negli arrivi secchi,ma vincendo l'unico tappone di questa edizione;ottime le crono disputate,tornando nella top 10 nella prova di Foligno;a parte Pellizzotti la squadra ha palesato dei grossi limiti.
Pinot 7-Per lui è un sospiro di sollievo questo Giro,visto i deludenti risultati da cui arrivava;vince ad Asiago,ottima prestazione sul Blockhaus,si è difeso ad Oropa ma molto male a cronometro...nel tappone paga pesantemente, e se non fosse per la surplace di Nibali e Quintana non sarebbe mai stato in lotta per il podio;tutto ciò gli dovrebbe far capire che è meglio che si concentri sul Giro,perchè il Tour non lo vincerà mai.
Zakarin 7 Mi è piaciuto nel tappone dove ha palesato dei miglioramenti rispetto all'anno scorso,ma deve migliorare ancora in discesa;sempre presente,esagera nella crono finale mettendo il 58 sperando così in un remoto podio.
Pozzovivo 7,5 è senz'altro il suo miglior Giro come costanza in salita,ma anche attenzione nelle tappe meno difficili dove si è sempre piazzato trai i primi venti e dove ha addirittura rosicchiato sei secondi ai rivali in un buco;in un altro Giro,forse questa prestazione gli sarebbe bastato per un terzo gradino del podio.
Mollema 6,5 mai un acuto,forse la più bella prestazione la confeziona sul Blockhaus dove arriva quarto...per il resto la classica prestazione che non sa ne di carne,ne di pesce.
Jungels 7,5 forse il voto può sembrare eccessivo,ma vince la sua prima tappa,si riconferma in maglia bianca,si spende per Gaviria nei primi giorni e a cronometro è già un corridore fatto...deve migliorare in salita,ma se non poniamo fiducia in questo talento,buonanotte ai suonatori...
A.Yates 4,5 ok un caduta può contribuire a farti staccare la spina,ma uno che arriva quarto al Tour deve battere un colpo o avere un qualsiasi tipo di sussulto...niente...il nuovo Morfeo del ciclismo?speriamo no...
Formolo 6- sembra indietro sotto molti punti di vista,cronometro e spunto veloce su tutti,ma nel tappone almeno è arrivato davanti a corridori più titolati sulla carta di lui...non ci resta che aspettare.
Gaviria 9 Il "Ghibli" al suo primo grande giro spazza via la concorrenza con quattro acuti,arriva a Milano,mostrando un'ottima tenuta su tappe di media difficoltà.
Rosa 3 Che brutto Giro mamma mia....
Siotsu 3 Ultimo uomo sulla carta,tra i primi a staccarsi

PERCORSO 5 Alla fine è mancata una seconda settimana all'altezza...ok,la terza settimana si poteva disegnare meglio,ma non puoi presentare un secondo week end del genere...anche i corridori hanno ammesso che tutto sommato le prime due settimane,anche se a forte andatura(terzo nella classifica di sempre questo Giro come media generale) sono trascorse abbastanza agevolmente.
 
Rispondi


[+] A 2 utenti piace il post di Tonio Cartonio
#8
(29-05-2017, 07:20 PM)OldGiBi Ha scritto: Mollema 4 - una corsa nell'ombra, poi da quasi gregario per Dum. Una sentenza definitiva, Mollema questo è. 

Il povero Mollema proprio non ti va giù     :)
Ma che ti ha fatto?

E' pur sempre giunto 7° a 3'40", 30 secondi dopo Pozzovivo che si è preso tutti 7 e 7,5.

Tattica di corsa discutibile, però se analizziamo il risultato in sè non è stato certo negativo, non ha certo il palmares per poter definire deludente una top-10 al Giro
 
Rispondi
#9
Dumoulin: 8,5 Vince il giro perché è stato il più forte di tutti a cronometro, in salita va ma grazie ad un brutto percorso ed aiuti vari riesce a portarla a casa.

Quintana: 6,5 Per me una mezza delusione, vale il discorso inverso di Dumoulin, il percorso non lo ha aiutato. In montagna però poteva fare di più.

Nibali: 7,5 Più di così non poteva fare, forse gestendosi meglio all'inizio sarebbe arrivato secondo. Vince l'unica tappa da Giro, è comunque un buon podio.

Pinot: 6,5 Fa un buon Giro, spreca tutto nella crono finale, dicendo addio sin dalla prima pedalata al podio. Almeno una tappa la porta a casa

Zakarin: 7,5 Ottimo Giro, il più grintoso e generoso tra i big. In un prossimo futuro potrà sicuramente salire sul podio, deve migliorare in discesa però.

Pozzovivo: 7 Ha la gamba migliore, se solo avesse avuto più coraggio...

Mollema,Yates: 5,5 Centrano la top 10, nulla di più se non aver favorito Dumoulin nella vittoria finale

Formolo,Conti,Cataldo,Petilli, Vilella: 6 Compitino, nulla di eccezionale.

Gaviria: 9  Il migliore del Giro secondo me, non me lo aspettavo cosi travolgente.

Rosa, Sioutsu e tanti altri: 4,5 Inutili

Landa 8,5: Senza la caduta sarebbe arrivato a podio? Secondo me si
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Gallagher
#10
(30-05-2017, 09:36 AM)jwill Ha scritto:
(29-05-2017, 07:20 PM)OldGiBi Ha scritto: Mollema 4 - una corsa nell'ombra, poi da quasi gregario per Dum. Una sentenza definitiva, Mollema questo è. 

Il povero Mollema proprio non ti va giù     :)
Ma che ti ha fatto?

E' pur sempre giunto 7° a 3'40", 30 secondi dopo Pozzovivo che si è preso tutti 7 e 7,5.

Tattica di corsa discutibile, però se analizziamo il risultato in sè non è stato certo negativo, non ha certo il palmares per poter definire deludente una top-10 al Giro

Beh... 7°, come risultato in sé potrebbe arrivare ad una stentata sufficienza. Mettiamoci che sarebbe stato un 9° / 10° posto senza la carambola del Blockhaus, 6-... Mai uno scatto, una iniziativa, l'idea di vincere una tappa, 5... Il quasi gregariato a Dumoulin, che lo si veda come "molto negativo" o "normale in aiuto a un connazionale" non merita un meno 1? Confermo: 4 

(Può essere che l'espressione adirata del N° 1 in avatar mi renda più "anziano scorbutico" :D  )
 
Rispondi
#11
"Dumoulin: 8,5 Vince il giro perché è stato il più forte di tutti a cronometro, in salita va ma (nonostante un giorno in cui se la fa quasi sotto e un'altro in cui va in crisi) grazie ad un brutto percorso ed aiuti vari (e avversari davvero scadenti) riesce a portarla a casa."

Così va già meglio.
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)