Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Doping, Greg Van Avermaet assolto nell'inchiesta su Chris Mertens
#1
Doping, anche Greg Van Avermaet coinvolto nell'inchiesta su Chris Mertens. Ma la BMC non lo ferma
Dopo i crossisti Tom Meeusen, Laurens Sweeck e Bart Wellens ed il calciatori Karel Geraerts, l'inchiesta belga sull'attività del dottor Chris Mertens, sospettato di praticare terapie illegali (ozono terapia) con diversi sportivi, si allarga e coinvolge anche Greg Van Avermaet. La Federazione Ciclistica Belga ha confermato ieri alla BMC che il suo corridore dovrà essere ascoltato dal tribunale antidoping su fatti relativi alla stagione 2011: dal canto suo la squadra ha avviato un'indagine interna ma, pur confermando il legame tra Van Avermaet e il dottor Mertens, non ha riscontrato alcun motivo per sospendere il corridore dall'attività agonistica. Van Avermaet oggi sarà regolarmente al via dell'Omloop Het Nieuwsblad ma per il prossimo futuro rischia una squalifica di due anni.

cicloweb.it
 
Rispondi
#2
Ma meno male che non lo fermano: o me lo sospende la federazione o l'UCI, oppure - visto che lo pago regolarmente - lo faccio correre e poi vedremo. Come mi stan sulle scatole 'ste cose delle autosospensioni... Boh
 
Rispondi
#3
Man mano non lo faranno più correre
 
Rispondi
#4
Mah, dipende anche dagli sviluppi che prende la vicenda.
Proprio alla vigilia del pavé comunque: visto che è il mi uomo forte per 'ste corse, prima di fermarlo vorrei avere una marea di certezze. O appunto un obbligo da parte della federazione o dell'UCI. Già loro poi son stati scottati dai casi Ballan e Santambrogio in passato (che si sono protratti per anni ed anni), non penso possano essere così "arrendevoli" stavolta... Boh
 
Rispondi
#5
BELGIO. CHIESTI DUE ANNI DI SQUALIFICA PER VAN AVERMAET
Il corridore coinvolto nell'inchiesta sul dottor Mertens

Greg Van Avermaet è nella bufera: il corridore della BMC è stato interrogato oggi dalla commissione antidoping della Ligue Vélocipédique belge (RLVB), la federazione belga, circa la sua implicazione nel dossier dell'inchiesta che ruota attorno al dottor Chris Mertens. Il medico di Rotselaar è accusato di aver utilizzato ozonoterapia e due medicinali che aprono la porta al sospetto doping, vale a dire il Diprophos, un corticosteroide che non è proibito fuori competizione e ammesso dall'Uci dietro presentazione di autorizzazione medica, e il Vaminolact, che invece favorisce il recupero e e che permette di mascherare eventuali altri pordotto dopanti.

Al termine dell'audizione, il procuratore federale Jaak Fransen ha chiesto per Greg Van Avermaet una squalifica di due anni e una ammenda pari a 262.500, oltre alla cancellazione di tutti i risultati acquisiti dal corridore dal 2012 ad oggi.

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#6
Tutti i suoi sudati piazzamenti Nene Triste
 
Rispondi
#7
Il lato positivo è che non gli tolgono nessuna vittoria
 
Rispondi


[+] A 3 utenti piace il post di Gershwin
#8
Da altre parti c'è scritto che gli verranno tolti solo i risultati 2012, ma ritengo che sia più verosimile questo, che gli vengano cancellati i risultati dal 2012 ad oggi.

Comunque a parte questo, il problema vero è che ora Greg rischia di star fermo per due anni (che diventerebbero quattro nel caso di squadra appartenente al MPCC) per fatti che risalgono a quattro anni fa. Praticamente tra "reato commesso" e fine squalifica passano 6 anni di carriera per una frequentazione con un medico e francamente mi sembra esagerato.
 
Rispondi
#9
Certo che è troppo, però, come al solito, le regole sono scritte prima e come in ogni campo il corridore ha il dovere di conoscerle. Poi non so quali sono i dettagli, nel caso dei corridori che andavano da Ferrari c'erano molte ambiguità (formali). Comunque immagino che a questo punto rischino la squalifica anche Meeusen e Sweck
 
Rispondi
#10
Van Avermaet: «Sono un corridore onesto»
«Sono un corridore onesto e non ho mai fatto niente di male. Solo una volta ho usato il cortisone e avevo una ricetta che ne giustificava l’uso». È sotto choc, Greg van Avermaet, dopo la richiesta di due anni di squalifica presentata dalla procura della Federciclismo belga.
«Il procuratore federale dice che ho assunto cortisone il 29 marzo, tre giorni prima del Giro delle Fiandre, ma non è vero, l’ho utilizzato solo una volta, il 12 aprile 2012, il giorno dopo la Freccia del Brabante, per curare un problema al tallone. Il dottor Mertens? Se non ci sossi andato non sarei qui, ma insisto nel dire che lui non ha fatto nulla di sbagliato con me. E' un buon medico, non si può dire il contrario. Il Vaminolact? Ho una ricetta per questo farmaco, ma non l’ho mai né acquistato in farmacia. Non è stato facile continuare a correre in queste condizioni, non è stato facile restare concentrati: ora spero che la commissione utilizzi il buon senso e giudichi in maniera giusta».

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)