Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Doping: l'Astana trema, nel ritiro c'era Ferrari
#1
Doping: l'Astana trema, nel ritiro c'era Ferrari
Un anno fa, nel ritiro di Montecatini c'era anche il dottor Mito

Se non è una bomba questa, poco ci manca. È da giorni che La Gazzetta dello Sport scrive del caso Astana e della posizione sempre più precaria nel mondo del ciclismo. Anello debole di tutta questa vicenda il team-manager Vinokourov e i suoi più stretti collaboratori kazaki, ad incominciare da Shefer. La Gazzetta questa mattina rende noto un episodio a dir poco inquietante, che getta ben più di un ombra attorno al team celeste. Un anno fa. nel ritiro di Montecatini, ospite della squadra la figura ingombrante di Michele Ferrari, medico inibito a vita. Scrive questa mattina Luca Gialanella: «Il cerchio si stringe in modo inesorabile. E i nodi vengono al pettine. Tutti. L’ombra nera di Michele Ferrari, il medico ferrarese inibito a vita per il sistema-doping di Lance Armstrong, si allunga sempre di più sull’Astana. In questi anni gli inquirenti non si sono fermati alle intercettazioni, ai sequestri di denaro sui conti correnti svizzeri, alle testimonianze di tanti corridori. Ci sono anche le fotografie».

E ancora: «Novembre 2013, un anno fa. L’Astana di Vinokourov si ritrova a Montecatini Terme per il primo incontro in vista della stagione 2014. Misure dei vestiti, allegria, programmi, anche la tradizionale gara di go-kart elettrici. Ma quando cala la sera, in hotel si presenta un ospite davvero speciale: Michele Ferrari. L’indagine, aperta nel 2010 dal pm di Padova, Benedetto Roberti, è stata determinante per la caduta di Armstrong, che ha perso tutto: a cominciare dai sette Tour de France. Ma resta un secondo obiettivo: incastrare il dottor Ferrari e smascherare la rete internazionale di soldi e doping. La Gazzetta ne parlò sin dal 2010, e nel 2012 il nostro collega Luigi Perna «disegnò» le ramificazioni del sistema Ferrari, con i soldi dei diritti di immagine dei corridori che rappresentavano una pregevole triangolazione che arricchiva ciclisti, squadre, manager e medico».

Poi Gialanella pecisa: «Le ombre sono peggio delle accuse, anche se il sollievo arriva dal dossier trasmesso dal pm Roberti alla Procura antidoping del Coni: non c’è una riga, niente, in cui si parli del rapporto tra Nibali e Ferrari, non c’è mai stato alcun contatto tra il corridore e il medico«. E tra gli scenari Gialanella raffigura che «la squadra del re del Tour, rischia di scomparire dal ciclismo: se il giudizio etico è decisivo, mercoledì non avrà la licenza World Tour e poi neppure quella Professional, a meno di un cambio totale di gestione».

Per leggere tutto l'articolo su Gazzetta.it.

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#2
Bello vedere che alla fine non cambia mai nulla.
 
Rispondi
#3
questo è solo un articolo di giornale, ma se sono vere la metà delle cose che vengono dette siamo messi male, male, male.
 
Rispondi
#4
Alla fine nella vita quando c'è una situazione da risolvere, che sia di grande o piccola entità non importa, si possono fare due cose o accettarla oppure cambiarla.

E nel mondo del ciclismo hanno accettato che il doping ci sia, e la famosa lotta al doping è solo di facciata. Basti vedere che 'sti tizi tipo Vinokurov, Ferrari, ma anche Riis - tanto per dirne un altro - son sempre con le mani in pasta.

Oh, e alla fine poi i tifosi si lamentano tanto(e non esiste cosa più inutile della lamentela) però poi son sempre là a guardare le corse e quando viene squalificato il corridore simpatico di turno tipo Contador son subito pronti a fare le rivolte popolari.

In definitiva il doping nel ciclismo c'è ed hanno deciso di tenerselo stretto, contenti loro.
 
Rispondi
#5
Ci sono anche le foto, ma non si vedono. Quando saranno pubbliche magari si potranno anche tirare delle conclusioni...

Comunque ci sono mille modi per incontrare Ferrari (perchè poi continuare a frequentare Ferrari Boh , le sue famigerate tabelle ormai dovrebbero essere note a migliaia di medici), non c'è bisogno di farlo venire nel raduno ufficiale della squadra...
 
Rispondi
#6
Ecco che l'Astana perde la pochissima credibilità che gli era rimasta.
Non è ancora finita la lotta al doping, magari venisse un aneurisma a Vinokourov...


(08-12-2014, 09:22 PM)Dayer Pagliarini Ha scritto: Alla fine nella vita quando c'è una situazione da risolvere, che sia di grande o piccola entità non importa, si possono fare due cose o accettarla oppure cambiarla.

E nel mondo del ciclismo hanno accettato che il doping ci sia, e la famosa lotta al doping è solo di facciata. Basti vedere che 'sti tizi tipo Vinokurov, Ferrari, ma anche Riis - tanto per dirne un altro - son sempre con le mani in pasta.

Oh, e alla fine poi i tifosi si lamentano tanto(e non esiste cosa più inutile della lamentela) però poi son sempre là a guardare le corse e quando viene squalificato il corridore simpatico di turno tipo Contador son subito pronti a fare le rivolte popolari.

In definitiva il doping nel ciclismo c'è ed hanno deciso di tenerselo stretto, contenti loro.

Ha senso quello che dici, ma gli idioti non sono quelli che danno speranza al ciclismo guardando le corse, gli idioti sono i fan di Valverde, Contador, Di Luca, Santambrogio e compagnia bella :)


(08-12-2014, 09:41 PM)Hiko Ha scritto: Ci sono anche le foto, ma non si vedono. Quando saranno pubbliche magari si potranno anche tirare delle conclusioni...

Comunque ci sono mille modi per incontrare Ferrari (perchè poi continuare a frequentare Ferrari Boh , le sue famigerate tabelle ormai dovrebbero essere note a migliaia di medici), non c'è bisogno di farlo venire nel raduno ufficiale della squadra...

Non è che le tabelle fossero l'unico asso nella manica di Ferrari eh Asd
 
Rispondi
#7
Ma alla fine non me la sento neanche di chiamarli idioti, se ad uno una cosa piace sono affari suoi, il problema sorge quando il tifoso random del Contador o del Basso di turno si lamenta del doping(caso specifico i Contadoriani che accusano Froome di doparsi LoL), perché è una cosa che non ha senso, se vuoi essere contro il doping allora non sostieni gente che è dopata, altrimenti lo fai, ma non ti lamenti.
 
Rispondi
#8
(08-12-2014, 09:42 PM)Andy Schleck Ha scritto: Ecco che l'Astana perde la pochissima credibilità che gli era rimasta.
Non è ancora finita la lotta al doping, magari venisse un aneurisma a Vinokourov...


(08-12-2014, 09:22 PM)Dayer Pagliarini Ha scritto: Alla fine nella vita quando c'è una situazione da risolvere, che sia di grande o piccola entità non importa, si possono fare due cose o accettarla oppure cambiarla.

E nel mondo del ciclismo hanno accettato che il doping ci sia, e la famosa lotta al doping è solo di facciata. Basti vedere che 'sti tizi tipo Vinokurov, Ferrari, ma anche Riis - tanto per dirne un altro - son sempre con le mani in pasta.

Oh, e alla fine poi i tifosi si lamentano tanto(e non esiste cosa più inutile della lamentela) però poi son sempre là a guardare le corse e quando viene squalificato il corridore simpatico di turno tipo Contador son subito pronti a fare le rivolte popolari.

In definitiva il doping nel ciclismo c'è ed hanno deciso di tenerselo stretto, contenti loro.

Ha senso quello che dici, ma gli idioti non sono quelli che danno speranza al ciclismo guardando le corse, gli idioti sono i fan di Valverde, Contador, Di Luca, Santambrogio e compagnia bella :)
Blink per piacereDoh

che Vinokourov è uno dei corridori veri! cit. non si toccaAsd

è da idioti tifare per uno che è stato beccato mentre è da furbissimi tifare per uno che magari si è dopato pure ma intanto che non lo beccano...

per piacere cresciamo (non di età) un po' per parlare di doping


si lamenta del doping(caso specifico i Contadoriani che accusano Froome di doparsi LoL) EDIT: si vabbe non posso scrivere i due tag senza fare l'edit completo Asd

perfetto Occhiolino
 
Rispondi
#9
Francesco vorrei tanto capire cosa hai scritto, ma ti giuro che non ci riesco Blink
 
Rispondi
#10
(08-12-2014, 09:42 PM)Andy Schleck Ha scritto:
(08-12-2014, 09:41 PM)Hiko Ha scritto: Ci sono anche le foto, ma non si vedono. Quando saranno pubbliche magari si potranno anche tirare delle conclusioni...

Comunque ci sono mille modi per incontrare Ferrari (perchè poi continuare a frequentare Ferrari Boh , le sue famigerate tabelle ormai dovrebbero essere note a migliaia di medici), non c'è bisogno di farlo venire nel raduno ufficiale della squadra...

Non è che le tabelle fossero l'unico asso nella manica di Ferrari eh Asd

Vabbe, ma non è che Ferrari è l'unico che ti può somministrare prodotti dopanti o consigliare sul come farlo
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)