Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Elena Cecchini
#1

Elena Cecchini




 
Rispondi
#2
Donne. Mondo Cecchini: pista, maturità, Bronzini...
Elena Cecchini è una delle ragazze più promettenti del nostro ciclismo. A soli diciotto anni é pluricampionessa europea e italiana, può vantare maglie tricolori e medaglie mondiali.

L’atleta udinese quest’anno ha realizzato un sogno, anzi il sogno.
«Non ci credo ancora… Correrò al fianco del mio idolo: la campionessa del mondo Giorgia Bronzini!».

Prima di parlare dell’anno che verrà facciamo il punto di quello che si sta per concludere…
«La mia stagione 2010 è iniziata in ritardo a causa di un problema al ginocchio. Nelle prime corse ho fatto molta fatica a recuperare il ritmo gara, in più ci si è messa la sfortuna con cadute e incidenti. Con la partecipazione alla corsa a tappe spagnola Emakumeen Bira è arrivata la svolta. Questa corsa mi ha permesso di trovare la forma giusta per gli appuntamenti importanti di giugno e luglio e mi ha fornito un bagaglio di esperienza non indifferente. Diciamo che mi ha fatto iniziare a capire come "gira" il mondo tra le Elite».

Nel complesso sei soddisfatta?
«È stato un anno difficile, ma molto soddisfacente. Ho raggiunto ottimi risultati vincendo due ori ai campionati italiani in pista a Mori nell’inseguimento a squadre e nella corsa a punti; un oro nella corsa a punti e un argento nell'inseguimento a squadre agli europei di San Pietroburgo; un terzo posto ai mondiali di scratch a Montichiari. Forse mi aspettavo qualcosa di più dalla strada, ma mi accontento del secondo posto agli italiani e delle soddisfazioni arrivate dalla pista».

Finite le corse su strada, vacanza?
«A metà settembre mi sono concessa quasi tre settimane di assoluto relax. Sentivo il bisogno di staccare completamente per riposarmi e dedicarmi alla scuola. Sono stata due settimane a Londra con i miei compagni di classe. Londra è una città bellissima: molto affascinante, piena di divertimenti e ricca di cultura. Già che ero lì ho visitato il villaggio olimpico: sia lo stadio, che il velodromo sono già stati costruiti. Quanto sarebbe bello tornarci per correre, non in gita scolastica».

A proposito di velodromi, tra poco sarai una delle azzurre impegnate nella Coppa del Mondo di Manchester…
«Esatto, mi sto preparando per questo appuntamento. Avere un obiettivo così importante per me è fondamentale: mi dà la voglia e la motivazione per allenarmi come si deve. Non so ancora quali gare disputerò (probabilmente l'inseguimento a squadre), ma sicuramente sfrutterò quest’occasione per fare esperienza».

Il 2011 sarà il tuo primo anno tra le Elite, come ti senti?
«Provo un mix di curiosità, paura ed emozione. Non so proprio cosa aspettarmi dalla nuova categoria, ma la voglia di migliorare e di fare bene è presente, eccome. Ce la metterò tutta».

Correrai per la Forno d’Asolo Colavita…
«Sì, sono stata fortunata a trovare una squadra di valore, che allo stesso tempo offre alle giovani un ambiente sereno in cui crescere. È un team con un forte potenziale, per il quale cercherò di fare il meglio possibile. Voglio ripagare la fiducia che mi è stata data da Franco Chirio, che è stato molto comprensivo quando gli ho detto che per la maturità nei mesi di maggio e giugno dovrò accantonare almeno in parte la bici per dare più spazio ai libri (Elena frequenta il 5° anno del liceo scientifico Marinelli a Udine, ndr)».

È il team della campionessa del mondo…
«Giorgia è da sempre uno dei miei idoli perché è la migliore nelle gare che mi piacciono di più, come la corsa a punti. Ricordo ancora che nel 2006, l'anno in cui vinsi il mio primo campionato italiano in pista, il mio allenatore Simone Cigana (Sc Vecchia Fontana) mi diede un VHS su cui era registrata la vittoria di Giorgia tra le junior al mondiale di corsa a punti. Ho rivisto quella gara mille volte, cercando di carpire ogni mossa che aveva determinato la sua vittoria. Il giorno in cui ha vinto i mondiali di strada ero al settimo cielo, è riuscita a imporsi in un percorso a lei non proprio adatto riconfermando di essere una grande campionessa. Spero di imparare tanto da lei, anzi sono sicura sarà così perché è una ragazza molto disponibile. Non vedo l’ora di far tesoro di tutti i suoi suggerimenti. È davvero un onore essere una sua compagna di squadra. Sai la verità? Ancora non ci credo».

Tra un anno sarai soddisfatta se...?
«Se avrò superato la maturità brillantemente e se il salto da Junior a Elite non si sarà fatto sentire troppo. Queste sono le priorità. Se poi vuoi che sia sincera: i miei obiettivi in testa li ho, ma essendo molto scaramantica preferisco non svelarli, almeno per ora».

Giulia De Maio - tuttobiciweb,it
 
Rispondi
#3
Elena Cecchini premiata dalla Provincia di Udine
Udine - lunedì 23 gennaio 2012 - Una ragazza che quando sale sulla bici, come sostiene chi la conosce da vicino, diventa un leone. Trionfatrice a Pechino qualche settimana fa, Elena Cecchini, 19 anni, è stata premiata oggi a palazzo Belgrado dal presidente della Provincia on. Pietro Fontanini e dall’assessore provinciale allo sport Mario Virgili. «Un riconoscimento con tanti complimenti – ha precisato Fontanini – perché siamo orgogliosi di te, affinché possa essere di buon auspicio perché tu possa continuare a raccogliere successi». «Un premio oltre che all’atleta – ha aggiunto Virgili – alla persona: una ragazza con i piedi ben piantati per terra che nonostante l’importante traguardo appena tagliato, continua con serietà e costanza a lavorare per fare sempre di più e meglio».

Elena Cecchini, 19enne di Mereto di Tomba, friulana al primo anno tra le Under 23, si è aggiudicata la Coppa del Mondo della corsa a punti di ciclismo su pista a Pechino. Accompagnata da papà Luca (tecnico-responsabile del Centro Pista di S.Giovanni al Natisone che con passione ed impegno si dedica all’attività dei giovani nell’importante attività su pista), da mamma Raffaella e dallo zio Andrea (sindaco di Mereto di Tomba), Elena ha voluto ringraziare il presidente e l’assessore Virgili «perché – ha detto – le premiazioni della Provincia mi portano tanta fortuna», e ha voluto sottolineare come, «quando mi trovo da qualunque parte nel mondo per affrontare le diverse competizioni, ci tengo a far sapere che sono di Udine e, soprattutto, che sono friulana».

Lo zio-sindaco ha ribadito come, alla base di questo ma di tutti i successi di Elena, oltre al fondamentale impegno dell’atleta, vi sia anche una sorta di “terzo elemento” quel sostegno e quell’affetto che tutta la comunità di Mereto le dimostra ogni volta che ritorna a casa.

E partendo dal successo della giovanissima Elena, Fontanini ha ricordato come «la nostra regione sia per “tasso” atleti d’eccellenza (rapporto tra popolazione e numero di atleti ai massimi livelli nelle diverse discipline) al primo posto in Italia. Ritengo che questo debba spronare noi amministratori a fare tutto quanto ci è possibile, per garantire strutture all’altezza, per permettere agli atleti di potersi preparare, dove possibile, nella propria terra».

Anna Casasola - ciclonews.it
 
Rispondi
#4
Cecchini premiata in Olanda come giovane emergente
Alla vigilia della prova di Coppa del Mondo (Ronde Van Drente) che scatta fra poche ora in Olanda, un importante riconoscimento
è stato attribuito a Elena Cecchini, 19enne friulana della Faren Les’t Go Finland. Proprio in virtù del suo ottimo risultato conseguito
nella Drentse 8 Dwingeloo, in cui la Cecchini è risultata la migliore fra le giovani in gara a livello mondiale conquistando una preziosa
quinta posizione nella volata vinta dall’iridata Marianne Vos, il comune di Hoogeven gli ha consegnato, oltre alla maglia verde, uno speciale premio che testimonia la crescita e le qualità della Cecchini in campo internazionale.

[Immagine: showimg.php?cod=56907&resize=10&tp=n]

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#5
La maglia di campionessa italiana che Elena Cecchini vestirà per la prima volta domenica a La Course sui Campi Elisi (a destra quella di campionessa messicana di Ana Casas)

[Immagine: 2cmud92.jpg]


tra l'altro proprio oggi Di Rocco ha fatto un pippone sul fatto di avere la scritta "Astana" all'interno del tricolore (cosa che per altro c'era anche nella maglia di Muccioli lo scorso anno), qui c'è scritto Mexico come la mettiamo eh? eh?

Italia
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di BidoneJack
#6
[Immagine: 5bpkm0.jpg]


pure gli scarponi tricolori! Italia
 
Rispondi
#7
A Elena Cecchini il Premio Challange Italia
La friuana premiata per la sua grande stagione

Premiata al Velodromo di Montichiari la campionessa italiana e azzurra ai Mondiali di Ponferrada Elena Cecchini: per lei il premio 'Challange Italia 2014', per i risultati conseguiti in questa stagione agonistica.
Miglior giovane in Coppa del mondo, Campionessa italiana su strada, vice-campionessa europea su strada, campionessa europea Corsa a punti U23: il premio, alla sua prima edizione, è stato promosso da Café du Vélo, Ciclomarche e Cicli Panther ed ha avuto come madrina Alessandra Cappellotto.

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#8
[Immagine: 9i8bqo.jpg]
 
Rispondi
#9
alle prese con una contusione al gomito dopo la caduta nel finale della Novilon Eurocup Elena Cecchini non parteciperà alla Cholet Pays de Loire domani in Francia, la campionessa italiana dovrebbe riuscire ad essere pronta per il Trofeo Binda domenica prossima

http://www.lottosoudal.be/vbcholet2015/?lang=en
 
Rispondi
#10
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)