Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
G.P. Costa degli Etruschi 2015
#1
Categoria 1.1 
Presentazione del Gran Premio Costa degli Etruschi 2015: percorso con altimetrie e planimetrie, i dettagli degli ultimi chilometri; le squadre ed i corridori partecipanti; risultati con ordine d'arrivo e classifiche; video televisivo/youtube e fotografie; commenti, pronostici e scommesse.


domenica 8 febbraio 2015
Gran Premio Costa degli Etruschi
UCI 1.1 - 20a edizione



Percorso
Dettagli

Sede di partenza: San Vincenzo
Sede di arrivo: Donoratico
Distanza: 190,6 km

Gran Premi della Montagna:
Km Salita cat. note
181,5 Torre Segalari - altitudine: 205 metri

Cronotabella: download
Libro di Corsa: -

Presentazione

Sarà ancora la spettacolare terrazza affacciata sul porto di San Vincenzo a fare da teatro naturale a tutte le operazioni preliminari prima del via, tra queste il rito del foglio firma, un momento particolarmente atteso da tutti gli appassionati che avranno modo di vedere da vicino i propri beniamini. Dopo il via ufficioso la carovana si sposterà fino al cosiddetto chilometro zero posto davanti al complesso turistico Riva degli Etruschi da dove partirà ufficialmente la gara.

Nelle fasi iniziali i corridori dovranno affrontare 38 chilometri pianeggianti che andranno a lambire le località di Fiorentino, Rio Torto, Bandinelle e Venturina. Siamo nel cuore del territorio di Piombino, che sarà interessata dal passaggio della carovana per una ventina di chilometri.

La prima salita della giornata porterà i pretendenti al successo nella località di Campiglia al termine di un’asperità di 4 km con pendenze medie del 5/6 %. Dopo la discesa si raggiungerà San Vincenzo e poi Donoratico per un primo passaggio sotto il traguardo, al km 58,5, dove la gara entrerà in una parte molto spettacolare caratterizzata da tre circuiti.

Il primo, quello di San Guido e Bolgheri, di 24,3 km con un breve strappo che gli atleti dovranno affrontare per tre volte, quindi il secondo di 10,3 km interamente pianeggiante da compiere due volte che farà da preludio al gran finale.

Gli ultimi 40 chilometri infatti si svilupperanno lungo le due tornate con salita di Torre Segalari: 2km e 900 metri con pendenza media del 9% e massima dell'11. Qui molto probabilmente si deciderà la gara e chi vorrà iniziare la stagione italiana con una vittoria di prestigio non potrà certo stare a guardare.



Partecipanti
SOUTHEAST
1 PETACCHI Alessandro
2 PONZI Simone
3 BELLETTI Manuel
4 FAVILLI Elia
5 FINETTO Mauro
6 GAVAZZI Francesco
7 WACKERMANN Luca
8 BUSATO Matteo

SELEZIONE ITALIA
11 BUTTAZZONI Alex
12 CONSONNI Simone
13 DA DALT Nicola
14 LAMON Francesco
15 MARTINELLI Davide
16 MOSCA Jacopo
17 SANNINO Giuseppe
18 VERONA Stefano

LAMPRE - MERIDA
21 BONIFAZIO Niccolo
22 CATTANEO Mattia
23 CONTI Valerio
24 DURASEK Kristijan
25 NIEMIEC Przemyslaw
26 MORI Manuele
27
28

RUSVELO
31 BALYKIN Ivan
32 BOEV Igor
33 ARSLANOV Ildar
34 IGNATENKO Petr
35 MAIKIN Roman
36 NYCH Artem
37 POZDNYAKOV Kirill
38 STASH Mamyr

BARDIANI - CSF
41 COLBRELLI Sonny
42
43 ZARDINI Edoardo
44 BONGIORNO Francesco Manuel
45 ANDREETTA Simone
46 CHIRICO Luca
47 TONELLI Alessandro
48 BARBIN Enrico

ANDRONI - VENEZUELA
51 APPOLLONIO Davide
52 BANDIERA Marco
53 SELLA Emanuele
54 STORTONI Simone
55 TABORRE Fabio
56 TALIANI Alessio
57 GATTO Oscar
58 ZILIOLI Gianfranco

NIPPO - FANTINI
61 CUNEGO Damiano
62 BERLATO Giacomo
63 COLLI Daniele
64 GROSU Eduard Michael
65 MALAGUTI Alessandro
66 YAMAMOTO Genki
67 STACCHIOTTI Riccardo
68 VIOLA Antonio

COLOMBIA - COLDEPORTES
71 SARMIENTO TUNARROSA Cayetano José
72 VALENCIA Juan Pablo
73 DUARTE AREVALO Fabio Andres
74 MARTÍNEZ Daniel
75
76 TORRES AGUDELO Rodolfo Andres
77
78

CULT ENERGY
81 DOWNING Russell
82 SVENDGAARD Michael Carbel
83 GULDHAMMER Rasmus
84 WEGMANN Fabian
85 PEDERSEN Mads
86 ZANGERLE Joel
87 LEMARCHAND Romain
88 KIRSCH Alex
ROTH – SKODA
91 MARGUET Tristan
92 OCANHA Gianluca
93 BOTTURA Alessio
94 CECCHIN Alberto
95 TEKLEHAYMANOT Temesgen
96 CREEL Ricardo Tomas
97 TOMIO Giacomo
98 MILOS Borisavljevic

MERIDIANA - KAMEN
101 KISERLOVSKI Emanuel
102 CAMPAGNARO Simone
103 CAMBIANICA Enea
104 ŠIROL Endi
105 MALTAR Bruno
106 FRANKOVIC Mateo
107 REPSE Uros
108 CENGIC Filip

TEAM FELBERMAYR – SIMPLON
111 GOGGL Michael
112 GOLCER Jure
113 GROSSSCHARTNER Felix
114 KRIZEK Matthias
115 ZELLER Lukas
116 KVASINA Matija
117 MUHLBERGER Gregor
118 RABITSCH Stephan

UTENSILNORD
121 GONCZY Gergo
122 FILUTAS Viktor
123 LENGYEL Zoltán
124 HOLLO Botond
125 MÓRICZ Dániel
126 PELIKÁN János
127 SIPOS Zoltan
128 RÓZSA Balázs

AMORE & VITA - SELLE SMP
131 LOADER Logan
132 GAVAZZI Mattia
133 BANI Eugenio
134 ZAMPILLI Rino
135 LUNARDON Paolo
136 ZHUKOVSKYI Rostyslav
137 HISHINUMA Yukinori
138

TEAM IDEA
141 CAPPELLI Luca
142 GARBY Marc
143 MALUCELLI Matteo
144 PETTITI Alessandro
145 REDA Francesco
146 SPREAFICO Matteo
147 TIZZA Marco
148 VIGANO Davide

MG KVIS - VEGA - NORDA
151 DI FRANCESCO Gian Marco
152 GAFFURINI Nicola
153 GAZZARA Michele
154 GIAMPAOLO Moreno
155 MUFFOLINI Luca
156 SANTORO Antonio
157 SCARTEZZINI Michele
158 FAIETA Emiliano

GM CYCLING TEAM
161 FORTIN Filippo
162 D'URBANO Marco
163 STAMEGNA Sebastian
164 CAVASIN Daniele
165 DI SANTE Antonio
166 ROTONDI Matteo
167 FERRAROTTI Alessandro Mario
168 HERNANDEZ Jaramillo Jose Tito

UNIEURO - WILIER - TREVIGIANI
171 BALLERINI Davide
172 CARBONI Giovanni
173 PETILLI Simone
174 CHINELLO Fabio
175 FRAPPORTI Mattia
176 TECCHIO Marco
177 GASPARRINI Rino
178 NARDELLI Stefano



Link

Articoli correlati: -





 
Rispondi
#2
Il GS Emilia prepara la "prima" del 2015: già 19 squadre iscritte al GP Costa degli Etruschi
Dopo aver chiuso la stagione su strada del 2014 con il Gran Premio Bruno Beghelli, il Gruppo Sportivo Emilia si appresta ad aprire nuovamente il calendario italiano con il Gran Premio Costa degli Etruschi che si correrà domenica 8 febbraio.

L’importante appuntamento, che quest’anno festeggerà la sua ventesima edizione, rappresenta un momento particolarmente atteso dagli appassionati e dagli addetti ai lavori e, come da tradizione, prenderà il via da San Vincenzo per concludersi a Donoratico grazie al prezioso e fondamentale apporto delle amministrazioni comunali di Castagneto Carducci e San Vincenzo e alla collaborazione dell’ASD Costa degli Etruschi.

Proprio in questi giorni sono in fase di definizione gli ultimi dettagli tecnici della gara alla quale, ad oggi, sono iscritte già diciannove squadre che si contenderanno anche il Gran Premio Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci e il Trofeo Selle SMP.

comunicato stampa GS Emilia
 
Rispondi
#3
Il 23 gennaio si presenta il Gran Premio Costa degli Etruschi
Sarà il Teatro Roma di Castagneto Carducci (Via Gramsci) ad ospitare, venerdì 23 gennaio (ore 17,30) la presentazione ufficiale dell’edizione 2015 del Gran Premio Costa degli Etruschi, primo appuntamento del calendario italiano che si correrà domenica 8 febbraio.

La gara, che quest’anno si correrà per la ventesima volta, come lo scorso anno sarà organizzata dal Gruppo Sportivo Emilia e godrà del prezioso apporto delle Amministrazioni Comunali di Castagneto Carducci e San Vincenzo e della preziosa collaborazione dell’ASD Costa degli Etruschi e sarà valida per l’assegnazione del Gran Premio Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci e del Trofeo Selle SMP.

Proprio in questi giorni si stanno definendo tutti i dettagli della corsa che prenderà il via da San Vincenzo per concludersi a Donoratico dopo aver affrontato un tracciato che presenta alcune novità rispetto alle ultime edizioni. Intanto si sta completando anche il campo delle squadre partecipanti che saranno complessivamente 22; tra queste il Gruppo Sportivo Emilia, nel rispetto degli accordi tra organizzatori e Lega Ciclismo Professionistico, ha inoltrato l’invito a tutte le squadre Continental italiane.

comunicato stampa GS Emilia
 
Rispondi
#4
Gran Premio Costa degli Etruschi, presentato il percorso dell'edizione 2015
E’ stata presentata oggi pomeriggio presso il Teatro Roma di Castagneto Carducci l’edizione 2015 del Gran Premio Costa degli Etruschi, primo appuntamento del calendario italiano che si correrà domenica 8 febbraio con l’organizzazione del GS Emilia.

La gara, che andrà in scena per la ventesima volta, si appresta a vivere una giornata particolarmente importante nel segno della tradizione ma anche con uno sguardo a quelle che sono le esigenze del ciclismo di oggi.

A fare gli onori di casa è stato il Sindaco di Castagneto Carducci, Sandra Scarpellini che ha sottolineato come “Il Gran Premio Costa degli Etruschi non è solamente una gara ciclistica, è un avvenimento che contribuisce in modo notevole a promuovere il nostro territorio. Nonostante il difficile momento – ha proseguito il primo cittadino – abbiamo sostenuto questa iniziativa proprio per l’importante ricaduta in termini di presenze che porta alla nostra zona”.

Il sindaco di San Vincenzo, Alessandro Bandini ha dichiarato: “Il successo del Gran Premio Costa degli Etruschi sta nella coesione tra gli enti coinvolti dalla gara; andando tutti nella stessa direzione abbiamo contribuito a far crescere questa manifestazione che ci porta una grande visibilità a livello turistico.”

Di particolare importanza il sostegno della Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci rappresentata dal direttore generale, Fabrizio Mannari: “Nel corso di questi venti anni abbiamo visto crescere il Gran Premio Costa degli Etruschi che è diventato grande anche grazie all’impegno degli appassionati dell’ASD Costa degli Etruschi, una realtà alla quale siamo sempre stati vicini con affetto”.

Tra gli ospiti presenti anche Paolo Bettini ed Alessandro Petacchi che il prossimo 8 febbraio andrà alla caccia della settima vittoria in questa gara. “Vincere non è mai facile – ha dichiarato Ale Jet – ma nonostante il percorso sia leggermente cambiato rispetto agli anni in cui mi sono imposto su questo traguardo per sei volte consecutive, spero di essere tra i protagonisti.”

Paolo Bettini, oro olimpico ad Atene e due volte campione del mondo, ha n legame molto stretto con questa gara. “Oltre a disputarsi sulle mie strade, il Gran Premio Costa degli Etruschi ha sempre avuto un significato molto particolare per me; qui nel 1997 con grande emozione ho disputato la prima gara tra i professionisti e farlo davanti al pubblico di casa è stata un’emozione indimenticabile.”

Il presidente dell’ASD Costa degli Etruschi, Nicola Mele ha ringraziato tutte le realtà vicine alla gara, a partire dalle amministrazioni comunali ed ha sottolineato la corsa rappresenta un vero e proprio patrimonio che non deve essere perso.

Adriano Amici, presidente del Gruppo Sportivo Emilia ha dichiarato: “Organizziamo con entusiasmo per la terza volta questo appuntamento; per noi è un onore dare continuità alla creatura dell’ASD Costa degli Etruschi. Siamo convinti che si tratta di un avvenimento che non si esaurisce in una sola giornata; sono tante infatti le formazioni che nel corso degli anni hanno frequentato questo territorio per la preparazione della stagione, così come avverrà quest’anno”.

La corsa, godrà del prezioso apporto delle Amministrazioni Comunali di Castagneto Carducci e San Vincenzo e della preziosa collaborazione dell’ASD Costa degli Etruschi e sarà valida per l’assegnazione del Gran Premio Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci e del Trofeo Selle SMP.

IL PERCORSO

Proprio come lo scorso anno sarà ancora la spettacolare terrazza affacciata sul porto di San Vincenzo a fare da teatro naturale a tutte le operazioni preliminari prima del via, tra queste il rito del foglio firma, un momento particolarmente atteso da tutti gli appassionati che avranno modo di vedere da vicino i propri beniamini. Dopo il via ufficioso la carovana si sposterà fino al cosiddetto chilometro zero posto davanti al complesso turistico Riva degli Etruschi da dove partirà ufficialmente la gara.

Nelle fasi iniziali i corridori dovranno affrontare 38 chilometri pianeggianti che andranno a lambire le località di Fiorentino, Rio Torto, Bandinelle e Venturina. Siamo nel cuore del territorio di Piombino, che sarà interessata dal passaggio della carovana per una ventina di chilometri.

La prima salita della giornata porterà i pretendenti al successo nella località di Campiglia al termine di un’asperità di 4 km con pendenze medie del 5/6 %. Dopo la discesa si raggiungerà San Vincenzo e poi Donoratico per un primo passaggio sotto il traguardo, al km 58,5, dove la gara entrerà in una parte molto spettacolare caratterizzata da tre circuiti.

Il primo, quello di San Guido e Bolgheri, di 24,3 km con un breve strappo che gli atleti dovranno affrontare per tre volte, quindi il secondo di 10,3 km interamente pianeggiante da compiere due volte che farà da preludio al gran finale.

Gli ultimi 40 chilometri infatti si svilupperanno lungo le due tornate con salita di Torre Segalari: 2km e 900 metri con pendenza media del 9% e massima dell'11. Qui molto probabilmente si deciderà la gara e chi vorrà iniziare la stagione italiana con una vittoria di prestigio non potrà certo stare a guardare

La speciale classifica del Gran Premio della Montagna di Torre Segalari assegnerà il Trofeo Ornellaia.

DISPOSIZIONI ORGANIZZATIVE E PERCORSO: http://www.gsemilia.it/index.php?option=...&Itemid=99

SQUADRE E PRINCIPALI ISCRITTI*
SOUTHEAST: Petacchi, Ponzi, Belletti, Finetto, Favilli
NAZIONALE ITALIANA:
LAMPRE - MERIDA: Bonifazio, Conti, Serpa, Maximiliano Richeze
RUSVELO: Balykin
BARDIANI – CSF: Colbrelli, Zardini, Bongiorno
ANDRONI GIOCATTOLI: Gatto, Appollonio
NIPPO - VINI FANTINI: Cunego
COLOMBIA: Avila, Duarte
CULT ENERGY PRO CYCLING: F. Wegmann
ROTH – SKODA: Marguet, Vaccher, Teklehaymanot
MERIDIANA KAMEN: E. Kiserlovsky
AREAZERO PRO TEAM: Parrinello
UTENSILNORD: Der
AMORE & VITA – SELLE SMP: M. Gavazzi
TEAM IDEA: Viganò
MGKVIS – VEGA: Gaffurini, Scartezzini
GM CYCLING TEAM: Fortin
TEAM DUKLA PRAHA: V. Hacecky, Sisr
TEAM FELBERMAYR – SIMPLON: Kvasina
UNIEURO – WILIER: Gasparrini, Petilli
NAKANG – DYNATEK: Balloni, Mazzi
*la composizione delle squadre potrà variare fino alla vigilia della gara

comunicato stampa GS Emilia
 
Rispondi
#5
Donoratico: il ciclismo che fa economia
Il prossimo 8 febbraio il Gp Costa degli Etruschi compirà 20 anni. Due decenni che hanno cambiato il volto del ciclismo ma anche quello dell’Italia. Dalla fine degli anni ’90 ad oggi, l’apertura livornese nel bene e nel male ha lasciato il segno sia dal punto di vista promozionale e turistico sia da quello economico toscano.
Donoratico e la Costa degli Etruschi, per anni, hanno legato la propria fortuna invernale alle due ruote: clima ottimale, strade poco trafficate, variabilità di percorsi per allenarsi, bellezze storiche e paesaggistiche da lasciare senza fiato. In pochi anni gli alberghi si erano riempiti di squadre in ritiro: nel 2000, ad esempio, erano ben dodici le formazioni professionistiche che si allenavano in Toscana sostando negli alberghi di Cecina, Bibbona, Castagneto e San Vincenzo. Poi i dilettanti, gli juniores e, negli ultimi anni, gli amatori.

Un movimento che ha permesso agli alberghi di arrotondare anche nei mesi invernali arrivando a segnare anche 10.000 presenze nei mesi di gennaio e febbraio. Ma negli ultimi anni il trend è cambiato: nonostante resista il monte totale delle prenotazioni, va comunque annotato un segno meno per la Riviera degli Etruschi con la maggior parte di squadre professionistiche che si sono trasferite in Spagna, imitate ben presto anche dai dilettanti italiani. E dire che le squadre dilettantistiche sono esattamente le stesse che nel corso della stagione, poi, lamentano difficoltà economiche di ogni tipo.

In questo contesto, resiste, nonostante tutto, il Gp di Donoratico grazie alla tenacia di Gerardo Carpentieri che dal nulla ha creato questa corsa e con passione fa si che resista come apertura del calendario italiano.

Ne è passata di acqua sotto i ponti. Alla vigilia del suo 20° compleanno il Gran premio Costa degli etruschi è ancora lì pronto a regalare nuove emozioni, anche in periodi difficili come questi. Un esempio di grande lungimiranza delle amministrazioni comunali che si sono succedute e di un gruppo di persone che ha tenuto in piedi una corsa capace di lasciare un segno indelebile nella storia locale.

ciclismoweb.net
 
Rispondi
#6
Occhio Confuso

Maltempo, previste nevicate dal 6 all'8 febbraio
http://iltirreno.gelocal.it/livorno/cron...ef=fbftili
 
Rispondi
#7
Spero che la facciano, ma a parte questo, ritornando corsa di inizio stagione, io sarei tornato al percorso classico, magari tra gli sprinter riuscivano a raccogliere qualche nome più importante...
 
Rispondi
#8
Mah, non credo sarebbe cambiato un granché: purtroppo quasi tutti i velocisti italiani rimasti sono in squadre straniere, che hanno meno interessi nel partecipare alle corse italiane.

Comunque se dovessero esserci problemi di sicuro salterebbe la salita finale: strada troppo secondaria e mezza rotta, se ghiaccia diventerebbe quasi impraticabile (considerando poi che ci son tutti i mezzi al seguito). La cosa buona è che è abbastanza "areata": ci fosse stata tanta vegetazione, tanti alberi ecc allora sì che il rischio sarebbe stato alto... Sese
 
Rispondi
#9
Non lo so neanch'io, ma peggio di una squadra World Tour era difficile fare... Per come la penso io ci può stare di iniziare il calendario italiano con una corsa soft, ma a quanto pare tutti se non fanno l'arrivo in salita non sono contenti...
 
Rispondi
#10
Azzurri, i convocati per Donoratico
Ci sarà anche la nazionale italiana al via del Gp Costa degli Etruschi di Donoratico, il prossimo 8 febbraio. Una presenza a cui il mondo delle due ruote dovrà fare l'abitudine, almeno per quanto riguarda le gare del calendario professionistico nazionale, in questo 2015 destinato a divenire a tutti gli effetti la "stagione azzurra".

Il gruppo che si schiererà al via dell'apertura toscana sarà una formazione a metà tra strada e pista con un occhio di riguardo per gli under 23: queste, almeno, le intenzioni dei ct Marino Amadori e Marco Villa, coordinati dal supervisore Davide Cassani.

A Donoratico, infatti, vestiranno l'azzurro Alex Buttazzoni, Francesco Lamon, Simone Consonni, Davide Martinelli, Stefano Verona, Nicola Da Dalt, Giuseppe Sannino e Jacopo Mosca mentre chiamato nel ruolo di riserva ci sarà Francesco Castegnaro.

Vecchie conoscenze e nuove convocazioni del tutto inedite. Questa è l'Italia che, dando seguito alla trasferta al Tour de San Luis, "farà esperienza" anche sulle strade della Riviera degli Etruschi: chiamate che, però, non hanno mancato di sollevare qualche polemica. Passi, infatti, per i pistard che dal 18 al 22 febbraio dovranno affrontare i Campionati del Mondo in programma a Parigi, rimane tutta da valutare, invece, l'utilità di impegnare gli stradisti under 23 a otto mesi dai mondiali di Richmond e a due settimane dal debutto stagionale in una prova tecnicamente piuttosto modesta. La strada, anche quella azzurra, insomma, si annuncia lunga e lastricata di punti interrogativi...

ciclismoweb.net
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)