Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
G.P. Costa degli Etruschi 2016
#11
Domani si corre il Gran Premio Costa degli Etruschi
Come da tradizione sarà il Gran Premio Costa degli Etruschi ad aprire, domani (partenza da San Vincenzo alle ore 11,15), il calendario del grande ciclismo in Italia.

Alla gara organizzata dal Gruppo Sportivo Emilia prenderanno parte 137 corridori in rappresentanza di 18 squadre che si sfideranno lungo lo spettacolare e tecnico percorso di 190,6 chilometri al termine del quale (arrivo a Donoratico) saranno assegnati anche il Gran Premio Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci e il Trofeo Selle SMP.

Tra gli attesi protagonisti della ventunesima edizione della gara toscana spiccano sicuramente i nomi del portacolori della Southeast – Venezuela, Manuel Belletti, vincitore su questo traguardo nel 2015, e del suo compagno di squadra Filippo Pozzato, di Diego Ulissi (che correrà sulle strade che l’hanno visto crescere ciclisticamente), del velocista sloveno Grega Bole (Nippo - Vini Fantini) e tanti altri.

Di particolare interesse sarà anche la presenza della nazionale italiana, guidata da Davide Cassani e Marino Amadori, composta da Edoardo Affini, Davide Ballerini, Francesco Castegnaro, Simone Consonni, Filippo Ganna, Francesco Lamon, Davide Martinelli, Riccardo Minali ed Oliviero Troia.

La gara, organizzata con il prezioso apporto delle amministrazioni comunali di Castagneto Carducci e di San Vincenzo e con la collaborazione dell’ADS Costa degli Etruschi e dell’UC Donoratico, sarà proposta in tv da Rai Sport 1 domani pomeriggio a partire dalle ore 16,30.

comunicato stampa GS Emilia
 
Rispondi
#12
Il vento ha scoraggiato gli attacchi, tanto che la fuga di giornata è partita una volta arrivati sulla salita di Campiglia.

I tre all'attacco sono: Igor Boev (Gazprom Rusvleo), Alessandro Tonelli (Bardiani-CSF) e Genki Yamamoto (Nippo-Vini Fantini).

Al primo passaggio sul traguardo hanno oltre 8 minuti di vantaggio sul gruppo.
 
Rispondi
#13
Ha vinto bole
 
Rispondi
#14
Grega Rockeggio e podio per Ulissi Applausi
 
Rispondi
#15
A Grega Bole il Gran Premio Costa degli Etruschi
E' lo sloveno Grega Bole (Nippo Vini Fantini) il vincitore dell'edizione 2016 del Gran Premio Costa degli Etruschi. Lo sloveno, al tredicesimo centro in carriera, ha superato in uno sprint a ranghi ristretti la concorrenza di Francesco Gavazzi (Androni Giocattoli Sidermec) e Diego Ulissi (Lampre Merida), togliendo così ai due italiani, la gioia di mettere la propria firma, nella corsa che apre il calendario professionistico tricolore su strada.

CRONACA – La gara, organizzata dal GS Emilia con la collaborazione dell’ASD Costa degli Etruschi e l’apporto dei comuni di Castagneto Carducci e San Vincenzo, si accende dopo soli 26 chilometri. A rompere gli indugi sono in tre: Tonelli (Bardiani Csf), Boev (Gazprom Rusvelo) e Yamamoto (Nippo Vini Fantini). La loro azione, pur contrastata da un forte vento laterale che spazza la costa tirrenica, è subito d'impatto. I tre arrivano a guadagnare oltre 11' al chilometro 75. Sotto la spinta di Southeast Venezuela e Lampre Merida, il vantaggio comincia a scendere sensibilmente attorno al chilometro 100 di gara, fino a calare vertiginosamente a 50 dall'arrivo, dove il terzetto al comando si trasforma in un tandem, a causa della bandiera bianca alzata nel frattempo da Yamamoto. L'ultima ascesa verso Torre Segalari segna così l'esito della corsa, con un drappello di dodici uomini che prende il largo, per giocarsi poi la volata a ranghi ristretti. Qui, il più lesto è Grega Bole, superbo nell'affrontare il rettilineo conclusivo, piazzando la zampata vincente davanti a Gavazzi e Ulissi.

Ordine d'arrivo: 1) Grega Bole (Nippo Vini Fantini) in 4h30'36" alla media di 40,760 km/h, 2) Francesco Gavazzi (Androni Giocattoli Sidermec), 3) Diego Ulissi (Lampre Merida); 4) Andrea Fedi (Southeast Venezuela) 5) Giulio Ciccone (Bardiani-CSF), 6) Igor Boev (Gazprom), 7) Matteo Busato (Southeast Venezuela), 8) Edoardo Zardini (Bardiani-CSF), 9) Stefan Schumacher (Christina Watches), 10) Stephan Rabitsch (Felbermayr). Ordine di arrivo completo.

[Immagine: etruschi2016_arrivo.jpg]

comunicato stampa GS Emilia
 
Rispondi
#16
Nippo-Vini Fantini, debutto italiano vincente: Grega Bole firma il primo successo stagionale del team
Lo sloveno Grega Bole, tornato in forza al team NIPPO Vini Fantini proprio in questa stagione, firma il primo successo stagionale del team. Grande prestazione di tutta la squadra, oggi anche in fuga con Genki Yamamoto.

Donoratico, 7 febbraio 2016 - Debutto vincente sulle strade italiane per il team NIPPO Vini Fantini, che dopo le gare in Argentina e Australia inizia la stagione delle corse italiane con una vittoria, la prima della stagione. L’approccio e la determinazione #OrangeBlue sono emerse sin dalle prime battute con la lunga fuga di giornata diel giovane talento giapponese Genki Yamamoto, già in luce al Tour de San Luis in questo inizio di stagione con una fuga e una vittoria sfiorata.
La grande azione la mette a segno nel finale Grega Bole, rimasto al coperto per tutta la corsa, riesce a inserirsi nell’azione giusta. Nel finale con grande determinazione riesce a chiudere sui tentativi avversari imponendosi in una lunga volata di forza davanti a Gavazzi (Androni-Sidermec) e Ulissi (Lampre-Merida).

Stefano Giuliani, ha guidato il team in ammiraglia: “Sono davvero felice di come ha lavorato la squadra. Quel che ci siamo detti la mattina, abbiamo fatto in corsa. Un corridore come Grega ci mancava per completare il puzzle e rendere ancora più competitiva la squadra. In Argentina ci siamo rodati molto bene, qui a Donoratico, alla prima italiana abbiamo vinto. Grega Bole è un grande corridore e quando è in queste condizioni difficilmente sbaglia. Bellissimo tornare a gioire insieme a lui. Ci tengo anche a menzionare Genki Yamamoto protagonista di un’altra grande fuga dopo quella del Tour de San Luis. Il giovane e talentoso corridore giapponese è in forte crescita.”

Grega Bole: “Ringrazio tutta la squadra perché mi hanno portato esattamente dove dovevo essere nel momento decisivo. Prima mi hanno permesso di correre coperto senza espormi per poi inserirmi nell’azione giusta. Una volta dentro ho deciso di chiudere su tutti gli scatti fino all’ultimo km, a costo di valutare poi se avrei ancora avuto le gambe per fare la volata, ma era l’unico modo per provare a vincere. Gli ultimi 300 metri sono stati lunghi sono andato via di forza e sono davvero felice per la vittoria e per dare questa gioia alla squadra che più di tutte mi ha voluto, è stato un ritorno con grande felicità.”

Francesco Pelosi, commenta così la sua prima vittoria “italiana” da General Manager dopo gli 11 successi raccolti in Europa ed Asia nel 2015. “Siamo sicuri di aver accresciuto la compagine atletica per questa stagione, sopratutto grazie all’inserimento di un nuovo leader aggiunto come Grega Bole che in questo tipo di percorsi è tra i più forti e può sempre giocarsi la vittoria. Oggi poi è stato bravissimo ad avere sangue freddo nel finale e finalizzare al meglio il lavoro fatto da lui e da tutta la squadra durante la giornata.”

comunicato stampa Nippo-Vini Fantini
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)