Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
GP Industria & Commercio di Prato 2012
#1
Domenica 16 Settembre 2012
67a GP Industria & Commercio di Prato
 
Rispondi
#2
Gp Prato: Mercoledì la presentazione, Domenica 16 la gara
Fumata bianca. Il 67° Gran Premio Industria e Commercio di Prato si correrà domenica 16 settembre a sette giorni dal mondiale in Olanda e con la presenza di qualche azzurro, che martedì prossimo il c.t. Bettini farà conoscere. Sarà un’edizione sobria messa in cantiere con tanta sofferenza, con un impegno incredibile, dalla Ciclistica Pratese 1927 e dal suo presidente Mario Fabianelli che di fronte alle varie difficoltà incontrate non si è mai scoraggiato e fino
all’ultimo ha cercato di mantenere in calendario la gara. Alla fine è riuscito nell’impresa e questo lo si deve alla fiducia che le istituzioni gli hanno concesso, ma anche all’impegno della stessa provincia con il presidente Lamberto Gestri, il vice Ambra Giorgi l’assessore allo sport Antonio Napolitano, l’impegno del Comune con il sindaco Roberto Cenni, il vice Goffredo Borchi, l’assessore allo sport Matteo Grazzini. Uno sforzo collettivo delle istituzioni anche per avvicinare alcuni sponsor e soprattutto due Associazioni che tornano vicino al Gran Premio di Prato, come l’Unione Industriale e la Camera di Commercio. Alla fine dopo giorni senza respiro per gli organizzatori, tra contatti e riunioni, la decisione finale, quella che tutti si attendevano e così i gruppi sportivi avranno a disposizione questa gara internazionale. Un’edizione sobria, adeguata ai tempi difficili che stiamo attraversando, ed anche la sede scelta per la presentazione ufficiale del “Gran Premio” lo conferma. La cerimonia si svolgerà presso la sede storica della Ciclistica Pratese 1927 in via Garibaldi, mercoledì prossimo 12 settembre alle ore 18. Quanto agli aspetti tecnici, non cambia la logistica. Ritrovo e partenza ufficiosa da via Valentini (quella ufficiale dal Palaconsiag a Maliseti) ed arrivo presso il Palazzo
dell’Industria sempre in via Valentini. Tracciato consueto con i primi 40 Km in linea toccando anche
la periferia di Pistoia prima di salire per la prima volta da Seano a Carmignano e quindi La Serra, Comeana (variante), Poggio a Caiano, Poggetto, dove sarà posizionato il contagiri in quanto al primo passaggio sarà esposto il cartello che segnalerà 8 giri di Km 14,6 sempre con la salita verso Carmignano. Lasciato il circuito Mediceo, la zona del Macrolotto Uno e Due per il passaggio da via Valentini con i due brevi giri cittadini prima della conclusione.

ANTONIO MANNORI - tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#3
GP PRATO. Il tricolore Pellizotti guida la lista dei favoriti
Il numero uno sulla maglia nel 67° Gran Premio Industria e Commercio di domenica prossima a Prato, lo avrà il campione italiano Franco Pellizotti che apre con la Androni Giocattoli (team che lotta con la liquigas per la conquista della Coppa Italia) l’elenco degli iscritti alla gara organizzata dalla Ciclistica Pratese 1927, che comprende anche tre azzurri scelti per gli imminenti mondiali in Olanda. Sono dodici le
formazioni per 96 atleti e non mancano protagonisti dell’annata che volge al termine. Nella stessa Androni ricordiamo Rubiano Chavez, Sella, il toscano Chiarini e l’azzurro Fabio Felline vincitore del Giro dell’Appennino, convocato per i mondiali nel gruppo degli under 23. Per la Farnese Cecchi Logistica, squadra che possiamo considerare per lo sponsor un po’ pratese l’azzurro Oscar Gatto, recente vincitore del Giro del Veneto-Coppa Placci, Rabottini, il vincitore del “Matteotti” Pierpaolo De Negri e l’unico professionista pratese, Stefano Borchi di Seano. La Katusha avrà un altro azzurro scelto dal c.t. Bettini, Luca Paolini, oltre a Giampaolo Caruso; per la Colombia-Coldeportes il vincitore di Camaiore Rubio Chaves, Atapuma e Duarte Arevalo tutti protagonisti e vincenti. La Colnago CSF Inox si presenta con Pozzovivo (4 vittorie nel 2012), Battaglin, Modolo (primo nella Coppa Bernocchi) e Brambilla, mentre nel Team Idea i due atleti di riferimento sono Frapporti e Palini. Per la Meridiana Kamen, il 42enne David Rebellin ed Enrico Rossi che ha conseguito sei vittorie, mentre uno dei favoriti è sicuramente Carlos Alberto Betancur dell’Acqua & Sapone guidata dal tecnico pisano Franco Gini, che ha tra i suoi iscritti anche Danilo Di Luca e Fabio Taborre. Ci sono poi l’Amore & Vita, il Team Nippo guidato dal toscano Fabrizio Fabbri con l’umbro Fortunato Baliani autore di 5 vittorie ed i due Richeze, mentre tra le squadre più attese domenica a Prato la Movistar con l’ex tricolore Giovanni Visconti, Bruseghin, il vincitore del Giro di Spagna 2011, Josè Cobo, mentre chiude le iscrizioni l’Utensilnord Team con Maggiore, Bosisio ed i due toscani David Mucelli di Livorno, ed il pistoiese Matteo Fedi. La gara sul tradizionale tracciato di Km 178,6, con 9 passaggi dalla salita di Carmignano. Partenza a mezzogiorno ed ultimo vincitore Peter Sagan.

Antonio Mannori

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#4
Prato: Gatto e Paolini, due azzurri puntano al Gp
Presentato nella sede della Ciclistica Pratese 1927 il 67° Gran Premio Industria e Commercio di Prato che si correrà domenica 16 settembre a sette giorni dal mondiale che si disputerà in Olanda a Walkenburg. Tra gli azzurri ci saranno Luca Paolini (Katusha) e Oscar Gatto (Farnese Vini) come favoriti di questa edizione che vede anche la presenza di Giovanni Visconti e Marzio Bruseghin della Movistar.Tra gli altri ciclisti che possono senz’altro mettersi in luce ci saranno Pellizzotti, Pozzovivo e Modolo della Colnago, Sella dell’Androni, Caruso della Katusha e da seguire Fabio Felline che parteciperà ai mondiali olandesi nella squadra dilettanti oltre a Serpa Perez e Sella dell’Androni.
« Essere riusciti ad organizzare questa edizione è una grande soddisfazione e fare la presentazione nella nostra sede è stata una scelta di cuore – spiega Mario Fabianelli, presidente della Ciclistica Pratese – qui ci sono tutti i trofei e le foto di chi ha corso per questa gloriosa società. Per questo dobbiamo ripartire proprio da questo luogo per far tornare l’associazione ai fasti di un tempo».
«E’ stato un altro miracolo dopo quello dello scorso anno – spiega Matteo Grazzini, assessore allo sport del Comune di Prato – mi auspico che non si debba più arrivare a settembre con l’incognita se si correrà o meno la corsa. Bisogna partire con l’organizzazione molto prima per poter essere pronti almeno tre mesi in anticipo».
«Questa corsa è un’eccellenza dello sport pratese ed è inserita nel progetto 0574tempodisport della Provincia – dice l’assessore allo sport della provincia di Prato, Antonio Napolitano – e non poteva non esserci. Inoltre il prossimo anno avremo i Mondiali in Toscana e questa manifestazione anticiperà proprio questo evento che è meno importante solo dei Mondiali di calcio».
«La Ciclistica Pratese è la storia del ciclismo a Prato e il Gran premio parte ininterrottamente dal 1946 – ha detto Massimo Taiti presidente del Coni di Prato – anche se adesso le risorse sono veramente poche per organizzare eventi».
Inoltre erano presenti i vicepresidente della Federciclismo regionale Giacomo Bacci e Carlo Iannelli oltre a quello provinciale Marco Boretti. Tanti gli appassionati che si sono accalcati nella sede di via Garibaldi con la presentazione dei 9 Trofei ideati dalla famiglia Durgoni, titolari della Vetreria Durgoni Ologlass, che erano presenti nell’occasione che verranno consegnati ai vincitori. Oltre a loro ha fatto molto piacere la presenza di Massimo Logli della Glass System Tecnology che ha aiutato nell’occasione la manifestazione con il suo intervento. In palio per il 67° Gran premio Industria e Commercio ci sarà il 10° Trofeo Regione Toscana Massimo Bellandi, 10° Trofeo ASM Spa, 3° Trofeo L'Isola dei Tesori, 2° Trofeo Aldo Bini, 2° Trofeo Enzo Coppini, 2° Trofeo Banca Popolare di Vicenza , 1° Trofeo Logli Massimo - Glass System Technology, 1° Trofeo Nedo Logli '46, 1° Trofeo Paolo Taddei. Quanto agli aspetti tecnici, non cambia la logistica.
Ritrovo e partenza ufficiosa da via Valentini alle 11,45 (quella ufficiale alle 12 dal Palaconsiag a Maliseti) e arrivo presso il Palazzo dell’Industria sempre in via Valentini. Tracciato consueto con i primi 40 chilometri in linea toccando anche la periferia di Pistoia prima di salire per la prima volta da Seano a Carmignano e quindi La Serra, Comeana (variante), Poggio a Caiano, Poggetto, dove sarà posizionato il contagiri in quanto al primo passaggio sarà esposto il cartello che segnalerà otto giri di 14,6 chilometri sempre con la salita verso Carmignano. Lasciato il circuito Mediceo, la zona del Macrolotto Uno e Due per il passaggio da via Valentini con i due brevi giri cittadini prima della conclusione. Lo scorso anno a vincere è stato lo slovacco Peter Sagan ora primo attore di tutte le classiche del ciclismo mondiale ma non sarà da meno anche questa edizione perché ci saranno senz’altro nomi importanti che potranno scaldare i cuori dei tanti appassionati della provincia e non solo.

comunicato stampa
 
Rispondi
#5
SELLA!
Davanti a Paolini e Rebellin...
 
Rispondi
#6
Li ha battuti in volata?? O ha ritrovato la benzina giusta o bho,è finito il ciclismo
 
Rispondi
#7
Sì, ha vinto una volata a tre da quanto ho letto...
 
Rispondi
#8
non è che ha ricomnciato a sniffare le candele ? Asd
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Dan97
#9
Il cow-boy RockeggioAsd
 
Rispondi
#10
Prato, Emanuele Sella batte Paolini e Rebellin

Con un finale da grande finisseur Emanuele Sella (Androni Giocattoli - Venezuela) si aggiudica la 67° edizione del Gran Premio Industria e Commercio, superando sul traguardo di Prato l’azzurro Luca Paolini
(Katusha) e Davide Rebellin (Meridiana). L’atleta della Androni Giocattoli, seconda vittoria stagionale per lui, ha sbaragliato la concorrenza, mettendo il proprio sigillo sulla corsa organizzata dalla Ciclistica Pratese 1927 in collaborazione con la Regione Toscana, il Comune e la Provincia di Prato.
Una corsa che ha ricordato il primo vincitore Nedo Logli, Enzo Coppini scomparso due anni fa e Aldo Bini. Una gara vera con un finale da grande corsa. All’inizio della gara sono in 4 a cercare di staccarsi ma il gruppo li riprende subito poi al 15° km Stiven Fanelli (Utensilnord) e Maurizio Biondo (Meridiana) si staccano e si portano fino a un vantaggio di 4’50”. A questo punto è la Farnese Vini a guidare il gruppo per riavvicinare i due fuggitivi. Molto apprezzato il buffet offerto proprio dal direttore sportivo della Farnese, Luca Scinto, mentre i corridori al 45 km passavano davanti alla sua abitazione. Al 2° giro del Carmignano il vincitore del Memorial Pantani, Fabio Felline, ha un problema tecnico ma rientra subito nel gruppo. Sono sempre i due fuggitivi a fare la gara, la coppia Biondo e Fanelli, mantengono un distacco di circa 4’30” con adesso anche gli uomini della Katusha insieme a quelli della Farnese Vini ad alzarsi sui pedali. Poi via via il ritardo si accorcia prima a 2’42” poi al 100° km il gruppo assottiglia il vantaggio a 2’36” con la Farnese Vini Selle Italia e precisamente De Negri che cerca di spingere il gruppo per riprendere la testa della corsa. Ma il plotone anziché seguire l’atleta della Farnese rallenta e il vantaggio dei due outsider ritorna a 3’56” che dopo l’entrata in scena della Movistar scende prima a 3’26” e successivamente a 2’54” quando mancano tre giri al termine del circuito di Carmignano che diventa di 2’ a due giri dal termine che diminuisce a 1’25” con l’azzurro Luca Paolini che transita terzo al Gran Premio della Montagna. Dal gruppo escono al 128° km all’inseguimento Sella, Paolini, Taborre e Rebellin che si avvicinano prima a 40” dalla testa della corsa per poi avvicinarsi ulteriormente a 25”. Con il gruppo a 40” che vede gli uomini della Farnese Vini in testa. All’inizio del penultimo giro (km 131) di Carmignano i battistrada vengono riassorbiti dai 4 fuoriusciti dal gruppo. Prima si stacca Biondo e poi Fanelli e quindi rimangono in quattro in testa alla corsa con soli 9” di vantaggio. Fasi convulse al penultimo passaggio in cima al Carmignano dove passano Sella, Rebellin, Paolini e Taborre a 6” con il gruppo a 26”. Al km 140 c’è sempre Tenten Rebellin in testa insieme a Sella, Paolini e Taborre con il gruppo a 18”. Ultimo giro del Carmignano con sempre 4 uomini al comando a 34”. I battistrada entrano all’interno del circuito cittadino (da fare due volte) di Prato e mantengono il vantaggio sul gruppo. Al secondo giro si stacca Tamborre e arrivano in volata Paolini, Sella e Rebellin, tutti danno per vincitore Paolini, che si fa sorprendere da Sella con Rebellin che arriva terzo. «Sono contento perché sapevo di conquistare il podio e il ciclismo è strano – dice il vincitore – e sono partito per primo riscendo a conquistare la vittoria in questa prestigiosa gara con tanto pubblico».
Al termine sono stati consegnati ai vincitori i
seguenti premi: 10° Trofeo Regione Toscana Massimo Bellandi, 10° Trofeo ASM Spa, 3° Trofeo L'Isola dei Tesori, 2° Trofeo Aldo Bini, 2° Trofeo Enzo Coppini, 2° Trofeo Banca Popolare di Vicenza , 1° Trofeo Logli Massimo - Glass System Technology, 1° Trofeo Nedo Logli '46, 1° Trofeo Paolo Taddei. Per Sella è la seconda vittoria di stagione dopo la Coppa Agostoni. Mentre per i due azzurri Luca Paolini, protagonista a Prato e Oscar Gatto ci sarà l’appuntamento mondiale domenica 23 settembre.

Ordine d'Arrivo
1 Emanuele SELLA ITA AND 4:13:00
2 Luca PAOLINI ITA KAT
3 Davide REBELLIN ITA MKT
4 Fabio FELLINE ITA AND a 7"
5 Giovanni VISCONTI ITA MOV
6 Oscar GATTO ITA FAR
7 Angel VICIOSO ARCOS ESP KAT
8 Miguel Angel RUBIANO CHAVEZ COL AND
9 Andrea PALINI ITA IDE
10 Jonathan MONSALVE VEN AND
11 Enrico BATTAGLIN ITA COG
12 Daniel MORENO FERNANDEZ ESP KAT
13 Frederico ROCCHETTI ITA UNA
14 Luis Felipe LAVERDE JIMENEZ COL COL
15 Andrea MASCIARELLI ITA ASA
16 Riccardo CHIARINI ITA AND
17 Paolo BAILETTI ITA UNA
18 Danilo DI LUCA ITA ASA
19 Vladimir ISAICHEV RUS KAT
20 Pablo LASTRAS GARCIA ESP MOV
21 Vincenzo GAROFOLO ITA PPO
22 Darwin ATAPUMA HURTADO COL COL
23 Uri MARTINS MEX AMO
24 Fabio Andres DUARTE AREVALO COL COL
25 Carlos Alberto BETANCUR GOMEZ COL ASA
26 Alexandr KOLOBNEV RUS KAT
27 Franco PELLIZOTTI ITA AND
28 Yury TROFIMOV RUS KAT
29 Joaquin RODRIGUEZ OLIVER ESP KAT
30 Marco CANOLA ITA COG
31 Domenico POZZOVIVO ITA COG
32 Dalivier OSPINA NAVARRO COL COL
33 Jose Rodolfo SERPA PEREZ COL AND
34 Luca MAZZANTI ITA FAR
35 Luca DODI ITA IDE
36 Francesco FAILLI ITA FAR
37 Alessandro BISOLTI ITA IDE
38 Gianluca BRAMBILLA ITA COG
39 Matteo RABOTTINI ITA FAR a 45"
40 Giairo ERMETI ITA AND
41 Angelo PAGANI ITA COG a 1'15"
42 Gabriele BOSISIO ITA UNA
43 Giuseppe DE MARIA ITA IDE
44 Fabio TABORRE ITA ASA a 2'102
45 Sonny COLBRELLI ITA COG A 3'00"
46 Alexander ZDANOV RUS PPO a 5'05"
47 Enrique SANZ ESP MOV
48 Cristian COMINELLI ITA IDE
49 Davide MUCELLI ITA UNA
50 Maurizio BIONDO ITA MKT

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)