Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
GRANDIOSA VOLTA A PORTUGAL 2021
#1
Categoria 2.1 
Le date: 04/08-15/08

LE TAPPE


[Immagine: 2021_197_0.jpg]

[Immagine: 2021_197_1.jpg]

[Immagine: 2021_197_2.jpg]

[Immagine: 2021_197_3.jpg]

[Immagine: 2021_197_4.jpg]

[Immagine: 2021_197_5.jpg]

[Immagine: 2021_197_6.jpg]

[Immagine: 2021_197_7.jpg]

[Immagine: 2021_197_8.jpg]

[Immagine: 2021_197_9.jpg]

[Immagine: 2021_197_10.jpg]

La startlisrt: https://firstcycling.com/race.php?r=197&y=2021&k=8#race
 
Rispondi


[+] A 2 utenti piace il post di Luciano Pagliarini
#2
Quest'anno percorso realmente durissimo.

I soliti noti ci faranno emozionare.

Sono curioso di vedere Leitao, anche se non avrà molte tappe per sé.

Spero che la Movistar porti Gonzalez Rivera.
 
Rispondi
#3
Il Barreiro con quei tratti in pavet è una salita bellissima Wub
 
Rispondi
#4
Iniziamo a discutere della corsa dell'anno. Questi i miei favoriti:

***** Joni Brandao
**** Joao Rodrigues, Amaro Antunes
*** Frederico Figueiredo, Gustavo Cesar Veloso, Antonio Carvalho
** Joao Benta, Vicente Garcia de Mateos, Joaquim Silva, Tiago Antunes
* Henrique Casimiro, Alejandro Marque, Goncalo Carvalho, Luis Fernandes, Abner Gonzalez Rivera
 
Rispondi
#5
Per quanto concerne gli equilibri tra le squadre: la W52, con l'arrivo di Brandao e il ritorno di Neves, è più forte che mai. Neves, quest'anno, ha vinto il titolo nazionale portoghese e il Gran Premio o Jogo e ha fatto secondo all'Alentejo, a Torres Vedras e al GP Douro Internacional. Considerando che Joao, Joni e Amaro sono per distacco i primi tre della pista, ci sono grosse chance che ne mettano quattro nei primi cinque. Peraltro, pure Ric Mestre e Vilela potrebbero arrivare nei dieci.

Anche quest'anno l'unica squadra che si avvicina al livello dei mostri in blu è l'Efapel. Brandao è passato al nemico in quello che possiamo definire il più grande tradimento nella storia dello sport da quando Figo lasciò il Barca per il Real. Al suo posto, però, è arrivato Frederico Figueiredo, l'anno scorso terzo alla Volta, che ha appena rivinto Torres Vedras e si preannuncia essere la cosa più vicina a un insidia per i Dragoes.

Al fianco del Quintana di Portogallo, ecco una squadra di gran qualità con Toni Carvalho come seconda punta e al loro supporto gente tosta come Rafa Reis, Mauricio Moreira e la sua garra charrua, il rientrante André Cardoso, un Javi Moreno al primo anno in Portogallo e il sempre granitico Luis Mendoça.

Sicuramente la squadra da seguire con più attenzione è la fu Miranda Mortagua, oggi nota come Tavfer - Measindot - Mortagua. Per anni dei figuranti, ma con l'arrivo dei nuovi sponsor non scherzano un cazzo. Joaquim Silva sta andando molto forte quest'anno ed è un candidato alla top-10, così come l'ex SEG Tiago Antunes, che hanno strappato, nello scorso mercato, all'Efapel. Iuri Leitao è un corridorone, peccato che il tracciato non gli offra grandi occasioni.

Formazione solidissima per il Boavista. C'è Joao Benta che è abbonato a una posizione dalla quinta alla settima. A suo supporto c'è il tridente composto da Gonçalo Carvalho, Luis Fernandes e Daniel Freitas. Tutta gente che in salita se la cava. Si sono presi pure la salma di Tiago Machado che, però, non sembra volersi ridestare.

Parlando di salme la Tavira ha rimesso insieme Gustavo Cesar Veloso e Alejandro Marque, ottant'anni in due. Purtroppo, senza più lo Sporting a supporto, la squadra si è ridimensionata e va bene che due campioni del genere non vanno mai sottovalutati, ma temo proprio che, quest'anno, non faranno miracoli.

Si è ridimensionato anche Vicente Garcia de Mateos, il quale ha lasciato il Louletano per andare all'Antarte-Fereinse. Attorno c'è pochino, Rafael e Bruno Silva possono essere due gregari discreti, ma la forbice tra loro e i team faro della gara è enorme anche se avvenisse quell'esplosione di Venceslau Fernandes, vincitore della Volta do Futuro nel 2018, che, al momento, non sembra essere nemmeno all'orizzonte. Peraltro Vicente stesso, ora come ora, sembra lontano dai fasti del biennio 2017-2018.

La Kelly-Simoldes-UD Oliveirense ha una squadra che si divide tra presente e futuro. Ci sono un paio di veterani come Cesar Fonte e, soprattutto, Henrique Casimiro, che può anche agguantare la top-10 finale. Poi abbiamo Luis Gomes, atleta nel pieno del prime che, l'anno scorso, ha vinto la classifica a punti. Infine, ecco i giovanissimi Helder Goncalves e Pedro Miguel Lopes.

Il Louletano ha portato in Portogallo il re delle ultime due edizioni della Vuelta al Tachira Roniel Campos, mentre la storica LA Alumínios ha una squadra molto giovane (il più interessante che hanno è il crossista Miguel Salgueiro) con nonno Sergio Paulinho che fa da chioccia ai ragazzini.
 
Rispondi


[+] A 3 utenti piace il post di Luciano Pagliarini
#6
Non ci sono anche Movistar e Zabù?
 
Rispondi
#7
Squadre di secondo piano in questo contesto.
 
Rispondi
#8
La W52 rinuncia a Neves Triste

Ci saranno, però, Abner e, soprattutto, BUSTAMANTE
 
Rispondi
#9
[Immagine: E7s4u5AWQAEt3Wh?format=jpg&name=large]
 
Rispondi
#10
[Immagine: E75OUKQXoAc_gHE?format=jpg&name=large]

[Immagine: E75OU0NWYAUyUoK?format=jpg&name=large]
 
Rispondi
#11
La Vini Zabù è stata esclusa perché una delle regole della federazione portoghese è quella di non ammettere squadre con due o più positività nei 24 mesi precedenti alla corsa.

Non ce la posso fare  :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D
 
Rispondi


[+] A 3 utenti piace il post di Albi
#12
Ahah

Muoro.
 
Rispondi
#13
Sul feed online di RTP vi risulta visibile o è geobloccata?

Dopo Burgos ancora non vi ho provato
 
Rispondi
#14
Qua lo streaming: https://www.rtp.pt/play/direto/rtpinternacional
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Luciano Pagliarini
#15
Grazie Grazie. Ti debbo un favore
 
Rispondi
#16
L'artiglio ha graffiato ma l'ultima parola è stata di Rafa Reis: https://firstcycling.com/race.php?r=197&y=2021&e=00
 
Rispondi
#17
Agustin al palo dato che in Uruguay non corrono più praticamente.
Ma Mauricio stagione abbastanza impressionante...
A crono sicuramente più simile lui al padre.
 
Rispondi


[+] A 2 utenti piace il post di faxnico
#18
Intanto il Busta, tomo tomo cacchio cacchio, si lascia dietro tutti gli altri colombiani.
 
Rispondi
#19
Il finale della tappa di domani è identico a quello in cui, quattro anni fa, sua maestà ci lasciò a bocca aperta.




PIU' FORTE DI MACISTE!
 
Rispondi


[+] A 3 utenti piace il post di Luciano Pagliarini
#20
Oggi bis di Rafa Reis.

Big dormienti Triste
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)