Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Geox-TMC, Menchov: "Posso vincere la Vuelta"
#1
Geox-TMC, Menchov: "Posso vincere la Vuelta"

Denis Menchov (Geox-TMC), è pronto ad affrontare la Vuelta a Espana 2011 con la voglia ripetere i successi ottenuti nel 2005 e 2007, senza alcun tipo di dualismo con il compagno Carlos Sastre.

Il russo, orfano del Tour de France che non ha invitato la sua squadra, ha chiuso soltanto all'ottavo posto il Giro d'Italia dimostrando una buona forma nell'ultima settimana ma senza essere mai in lotta per le prime posizioni. Il maggior problema del russo sono state una serie di allergie che lo hanno fatto stare male e non rendere al meglio.

"Sto abbastanza bene. Senza Tour ho potuto avere più riposo e prepararmi meglio per la Vuelta", ha detto l'ex Rabobank a MARCA.com.

"Ho fatto una preparazione accurata e, anche se sarà difficile, credo di poter vincere", ammette Menchov che ha recentemente partecipato al Giro d'Austria e alla Clasica San Sebastian. Per la conquista della grande corsa a tappe spagnola vede "Nibali o Anton" come maggiori rivali: "Ci sono molti candidati ma questi due sono forse i più pericolosi".

Nonostante il suo nome sia stato affiancato recentemente a quello della Katusha, Menchov si sente a suo agio nella squadra spagnola. Il rapporto con il direttore sportivo Joxean Fernández Matxin è ottimo: "E' un manager molto bravo e trovo molto gratificante lavorare con una persona così aperta e paziente", ha detto, mentre esclude qualsiasi tipo di screzio con l'altro leader della formazione: Carlos Sastre.

"Non ci sono gerarchie tra di noi. Non ce n'è bisogno. La cosa importante è il bene del gruppo. Tutti sanno cosa fare e tutti teniamo a rispondere nella maniera migliore sulla strada", dice infine il russo che si appresta ad iniziare un'avventura che, in caso di vittoria, porterebbe il suo bottino personale a quattro GT vinti in carriera, un palmarès che ben pochi altri corridori in attività e non potrebbero sfoggiare.

[Fonte Spaziociclismo.it]
 
Rispondi
#2
La vedo durissima per lui con quelle pendenze Sisi (anche se al Giro è andato bene solo sulle pendenze quasi...)
 
Rispondi
#3
Se è in forma le pendenze non contano. Anche Nibali in teoria dove ci sono pendenze elevatissime dovrebbe soffrire e perdere minuti da JRO tanto per fare un nome, invece l'anno scorso non è andata così. Bisogna vedere come ci arriva. La squadra è forte, peccato per lui che ci siano pochi chilometri a crono
 
Rispondi
#4
Pochi Km?!

Sono 40,tutti piatti,alla 10a tappa,nemmeno da fondisti proprio perchè non è alla fine

Riguardo le penenze sullo Zoncolan quest'anno vista la forma non è andato poi cosi male,secondo me ha buonissime possibilità
 
Rispondi
#5
Beh comunque c'è da guardare la concorrenza, quest'anno alla Vuelta i nomi non sono neanche piu' quelli dell'anno passato o di due anni fa secondo me... io intendevo che per i passisti come Menchov che si difendono in salita sono meglio le salite pedalabili, pero' vedi ad esempio Etna quest'anno Menchov ha fatto un "disastro" e si è rifatto sullo Zoncolan che è il contrario. Alla fine si', conta la forma, pero' conta anche il DNA del corridore Occhiolino
 
Rispondi
#6
Riguardo i nomi penso che quest'anno ci sia più abbondanza rispetto all'anno scorso,penso più sotto l'aspetto della competitività

Ad esempio

Alla fine Anton l'anno scorso non la finì quella Vuelta,ci sarà ancora Nibali,ci sarà uno Scarponi in più,JRO non viene dal Tour,e in più ci saranno diversi corridori che si giocheranno la Top10

E ci saranno squadre davvero ben attrezzate per la salita,mi viene in mente la Geox che potrà appoggiare Menchov con Sastre,Duarte,Cobo,Ardila,Blanco o ancora Valls.La Katusha con Di Luca,Moreno,Losada,Caruso,Gusev e Trofimov per JRO.La Lampre dovrebbe portare Niemec e Marzano per Scarponi,vedremo la Liquigas per Nibali,Salerno e Agnoli sono sicuri.Anton potrà contare sul fortissimo Nieve,potrà risultare decisiva in qualche alleanza la Movistar che non ha un uomo di punta,ma ha ottimi elementi come Pardilla,D.Lopez,Intxausti e altri.Altra squadra forte sarà la RadioShack che potrà disporre di Brajkovic,Zubeldia,Kloden e Machado,sulla carta sono fortissimi,dovremmo valutarne la forma comunque!Ci sarà il rientrante Van den Broek,anche lui da non sottovalutare.
Concludendo quest'analisi occhio a Dan Martin,appogiato da Le Mevel,Kruijswijk e il duo C.Sorensen-Geniez,che però è parso poco brillante nelle ultime uscite
 
Rispondi
#7
Ma alla fine non è vero che i passisti vanno meglio sulle salite pedalabili e soffrono su quelle dure; guarda Nibali ad esempio che è andato benissimo sia sullo Zoncolan che a La Bola Del Mundo...
 
Rispondi
#8
Appunto Luciano, io cerco ancora la dimostrazione a 'sta teoria dei passisti che soffrono le pendenze Sisi
 
Rispondi
#9
ripeto, uno come menchov è impossibile che sbaglia due GT in un anno, alla fine ha concluso sempre all'ottavo posto un duro giro d'italia non al massimo della condizione, quindi figuriamoci se alla vuelta sta bene, cosi come credo
 
Rispondi
#10
Menchov non è Contador, 2 GT in un anno li puo' sbagliare eccome.
Io dico che puo' ambire al podio, vincera' qualcun'altro...
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)