Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Giornalismo fuori controllo
#1
Vi faccio un piccolo esempio di come il giornalismo italiano, specialmente per quanto riguarda le "news" sia totalmente fuori controllo, affidato a persone senza il minimo senso etico e professionale. Ieri sul sito del Corriere Adriatico è apparsa questa news: 

[fon‌t=arial, verdana, sans-serif]MACERATA - Stava camminando in centro quando è stata avvicinata da una automobile: uno guidava, l'altro le ha strappato via la borsetta. Scippo in pieno giorno poco fa a Macerata. Nel mirino, come di consueto, una anziana che ha visto allontanarsi una Punto di colore verde.[/font]


[fon‌t=arial, verdana, sans-serif]Sono due righe eppure ci sono 3 errori, lo so perché conosco la persona scippata. Il centro non è centro, è un quartiere ai margini di Macerata. Lei è la madre di un mio coetaneo, ha 53 anni, quindi non sarà giovane ma di sicuro non è un'anziana. Poco fa significa 2 giorni fa. Ovviamente questi sono errori stupidi, senza secondi fini o altro, però dimostrano in che modo approssimativo venga costruito un sito di news. [/font]
[fon‌t=arial, verdana, sans-serif]Sempre ieri è girata su alcuni giornali nazionali la notizia di un immigrato che avrebbe aggredito per noia due coppie di anziani gridando "Sono clandestino, faccio quello che voglio". Poi "girata" non è il termine giusto visto che in realtà è stata copiata e incollata con le stesse identiche parole sui siti di Messaggero, Mattino, Gazzettino e sicuramente altri che non erano nella prima pagina della ricerca di Google. Andando a ritroso, la notizia "originale" è proprio sul Corriere Adriatico (accanto alle foto hot dell'Isola dei Famosi, che poi non sono neanche hot in realtà). La frase da comizio lì ovviamente non c'è e vedendo come hanno gestito la prima notizia ho il dubbio legittimo su questa. [/font]
[fon‌t=arial, verdana, sans-serif]Siamo totalmente fuori controllo, internet doveva rendere pura l'informazione ma l'ha resa sterminata e troppo difficile da giudicare e il lettore non ha alcuna voglia di andare a fondo (e spesso neanche i mezzi). Il giornalista non ha nessuno scopo a parte le visite al suo articolo, quindi punta solo sul titolo, scrivendo esattamente ciò che il lettore vuole cliccare. Sono i soliti difetti di base dell'umanità: egoismo, avidità, stupidità. Stiamo andando incontro a qualcosa di molto grave, ancora una volta[/font]
 
Rispondi
#2
Il giornalismo è specchio del popolo per me. Quindi ci rispecchia benissimo. Penso spesso le stesse cose quando vedo condivise su fb delle bufale di fattura clamorosa, che sono talmente grosse come minchiate che a volte parto a rispondere sul perché sia tutto sbagliato ma poi mi passa la voglia. Internet è un mezzo potentissimo, ma proprio per questo bisogna saperlo usare, bisogna insegnare a farlo, soprattutto persone alle persone più anziane che lo gestiscono (parlo di internet ma nello specifico anche di social) in modo pessimo. Spero che questo fenomeno con gli anni decresca considerando che perlomeno fra la maggior parte dei miei coetanei ha la coscienza per usarlo.

Tutto ciò per dire che il giornalismo è fatto non più per informare ma per intrattenere. E se ora per intrattenere serve mentire non si fanno né faranno scrupoli. Bisogna fare più attenzione a chi scrive, ma anche a chi condivide.
 
Rispondi
#3
Almeno la Punto era verde? :D

Penso che se ha uno ha un po' di senso critico riesce ancora a saper distinguere quali sono le minchiate e quali no. Certo, per le cose importanti dove ci sono varie opinioni, non per uno scippo a Macerata...
 
Rispondi
#4
Non esiste senso critico, opinioni assurde hanno migliaia di condivisioni su facebook e ovviamente nella vita "reale". Poco tempo fa girava una foto di una ragazza curda con una specie di fucile e sopra c'era scritto che era una delle due ragazze rapite. L'aveva creata un idiota per noia ma l'hanno condivisa decine di migliaia di persone. Va tutto troppo veloce, le smentite, quando arrivano, arrivano all'1% delle persone che hanno letto la notizia originale. 
Poi su internet più o meno è sempre stato così, ma ora tutta questa superficialità sta straripando nella realtà. Io quando torno a casa ho l'impressione di tornare indietro di 100 anni. Ma dico sul serio, non è un modo di dire. A Macerata lo smartphone è il fine ultimo della vita, ti ritrovi in conversazioni con gente che mentre tiene in mano due telefoni da 500 euro fa la rassegna di tutte le banalità dei nostri tempi, dai 35 euro agli immigrati ai politico che "lo più pulito c'ha la rogna", è una costante.
Tornando ai giornalisti fuori di testa, l'altro giorno c'è stato il funerale di un bambino, il giorno dopo esce la notizia "Centinaia di multe fuori dal Duomo durante il funerale", pioggia di critiche e insulti al sindaco e ai vigili, dopo un po' la rettifica "Le multe sono 6 e sono state fatte un'ora dopo la fine della funzione". In pratica uno di quelli che hanno preso la multa ha scritto a un giornale online locale inventandosi la notizia e loro l'hanno subito messa in prima pagina senza fare verifiche o altro
 
Rispondi
#5
Per completezza di informazione io non mi informo su internet. (Rivolto a chi su WA a volte assiste ai miei comizi deliranti Asd )
 
Rispondi
#6
Il problema sta alla base. Io posso anche parlare con gente che crede, condivide, scrive certe cose e già lo faccio, ma il problema ripeto è che ci scrive cerca popolarità, e per averla ricorre alla menzogna, chi legge vuole lo scandalo e soprattutto non vuol essere contraddetto e sbugiardato, a costo di difendere falsità. Manca l'educazione per certe cose
 
Rispondi
#7
Ho capito che sei convintissimo di quello che fai, ma dubito che mettersi la camicia e imparare a memoria il codice civile salverà il mondo. Per quanto con la camicia giusta (mai bianca) sarebbe già un mondo migliore. 

(Ti prendo in giro, non insultarmi pesantemente, ti prego)
 
Rispondi
#8
Il giornalismo a sensazione è una piaga che ci coinvolge da anni e anni. Purtroppo tocca al lettore avere senso critico per credere o prendere le distanze dalla notizia. Dico purtroppo perchè l'informazione dovrebbe, come dice la parola, informare la gente di fatti veri e realmente accaduti o che accadranno realmente.
Ricordo che quest'estate sono uscite fuori 2 bufale assurde come "educazione fisica tolta dai programmi scolastici" e "tra qualche anno si scriverà in verticale".
 
Rispondi
#9
Il giornalismo è una delle cose più false che caratterizzano la società odierna
 
Rispondi
#10
Un mondo di pecore..............bèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèè
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)