Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Giro d'Italia 2015 | Le anticipazioni del percorso
#1
Information 
Tutte le anticipazioni sul percorso dell'edizione n° 98 del Giro d'Italia
 
#2
Giro d’Italia: chiesta una tappa sul Grappa a 100 anni dalla Grande Guerra
Una tappa del Giro d'Italia che parta da Vittorio Veneto e arrivi a Cima Grappa passando per il Montello, Bassano e Asiago: tutti i luoghi della Prima Guerra Mondiale celebrati nel 2015 a 100 anni dall'inizio della Grande Guerra.
La richiesta parte dal sindaco di Borso del Grappa, Igino Fabbian, che ha inviato la richiesta al direttore di Rcs-Gazzetta dello Sport che organizza il Giro d'Italia, Angelo Zomegnan.
«In questa occasione potrebbe essere valorizzata la ricorrenza del centenario della Grande Guerra - sottolinea il primo cittadino di Borso - che sul Monte Grappa ha visto l'epilogo degli eventi bellici, con l'indimenticato sacrificio di tanti giovani e valorosi soldati provenienti da tutta la penisola italica. Proprio il 24 maggio 1915 infatti - fa notare il sindaco Iginio Fabbian - le truppe del regio esercito italiano varcarono il vicino fiume Piave, sacro alla Patria, che poi costituì assieme al Monte Grappa l'ultimo baluardo fino alla vittoria definitiva del 4 novembre 1918 di cui oggi riccorre il 92º anniversario».
La prestigiosa manifestazione ciclistica avrebbe quindi un duplice riferimento sia sportivo che storico: «Tra il vicino fiume Piave ed il Monte Grappa la cui cima è condivisa da questo Comune - sottlinea il primo cittadino - con la data di domenica 24 maggio 2015, centenario dell'inizio della Grande Guerra. L'ossario situato sulla cima, che è monumento nazionale sotto l'egida del Ministero della Difesa Onoranze Sacrari Militari, ospita 23.000 soldati di cui 11.000 austro-ungarici, e lì riposa anche il maresciallo d'Italia generale Gaetano Giardino che diede nome alla strada del nostro versante costruita in tempo di guerra. Inoltre sulla cima del Grappa ogni prima domenica di agosto si ricorda la consacrazione delle genti venete alla Madonna ad opera del cardinale Giuseppe Sarto, poi divenuto papa San Pio X. La statua in bronzo lì posata per tale occasione il 4 agosto 1901, divenne poi materna sentinella delle migliaia di soldati caduti al fronte e lì sepolti. Posso quindi assicurarle sin d'ora - scrive Fabbian nella missiva indirizzata a Zomegnan - il massimo appoggio ed impegno di questa amministrazione comunale per qualsiasi forma di sostegno, promozione e collaborazione anche attraverso gli enti locali e le forze economiche del territorio».
Lo scorso anno il Giro d’Italia è già transitato sul Grappa scalando la salita degli Arditi ed è terminato a Casella di Asolo: primo Nibali.

ciclonews.it
 
#3
Le ambizioni del presidente Andrea Prati non si fermano però alla realizzazione della gara professionistica di inizio stagione, dopo avere ospitato per tre anni la partenza del Giro di Svizzera i dirigenti del Velo Club Lugano hanno infatti posto la loro candidatura per ospitare una tappa del Giro d'Italia 2015.

(tratto da comunicato stampa Velo Club Lugano)
 
#4
si sa già da dove partirà? Non mi viene in mente ora
 
#5
Palmi attende il Giro 2015 con la Varia dell’ Unesco.

http://www.palmesidentro.it/2014/02/25/p...ll-unesco/
 
#6
Torino si candida per la tappa finale del Giro 2015
 
#7
Giro d'Italia: Bibione si candida per il 2015
Manca ormai meno di un mese al via del Giro d'Italia ma c'è già chi guarda oltre a Belfast e Trieste, all'edizione 2015: tra questi c'è l'amministrazione comunale di Bibione (Ve) che ha presentato proprio in questi giorni la candidatura per divenire sede di tappa della prossima edizione della corsa rosa.

Ad annunciarlo è stato, ieri sera nel corso dell'incontro dedicato alle due ruote andato in scena proprio a Bibione, l'assessore allo sport di San Michele al Tagliamento Sandro Scodeller: "Abbiamo contattato RCS Sport per avanzare la nostra disponibilità ad ospitare una tappa del Giro d'Italia del prossimo anno" ha annunciato Scodeller che ha subito precisato "Sappiamo che ci sono molte città che vorrebbero il Giro sulle proprie strade e che, quindi, non sarà facile vincere la concorrenza. Ma per Bibione questa corsa potrebbe essere l'ennesima importante vetrina che ci permetterebbe di mostrare nuovamente al mondo la bellezza delle nostre spiagge e del nostro mare. Abbiamo una lunga tradizione ciclistica e faremo tutto il possibile per riuscire ad avere di nuovo qui il Giro".

Una candidatura eccellente, quella della località veneziana che ha dato i natali a Franco Pellizotti e che ha già ospitato quattro edizioni del Giro: nel 1971 (14^ Tappa da Chioggia a Bibione, vinta dal mago delle sei giorni Patrick Sercu), nel 1981 (con due semitappe: una tappa in linea di 100 km con partenza da Trieste vinta da Guido Bontempi e una cronometro a squadre che premiò la Hoonved), nel 1994 (vittoria allo sprint di Jan Svorada, in quell'occasione si partì da Marostica) e nel 2000 (cronometro individuale da Lignano Sabbiadoro con successo di Victor Hugo Pena).

A quindici anni di distanza, dunque, Bibione torna a bussare alla porta del Giro, forte del proprio fascino e del proprio legame con il mondo delle due ruote: ora non resta che attendere una risposta.

Ciclismoweb.net
 
#8
Il Giro 2015 nell' anno dell' Expo potrebbe fare un nuovo schiaffo a Milano.

Si parla di un finale in salita in stile Stelvio 1975.

E si parla di un via da Catania in onore di Candido Cannavò. L' attuale sindaco era amico di quello che è stato lo storico direttore della Gazzetta dello Sport per 19 anni.
 
#9
Torino sede finale giro 2015 http://www.lastampa.it/2014/05/22/sport/...agina.html

Grande partenza 2015 da Catania per omaggiare Candido Cannavò, storico direttore della Gazzetta dello Sport o da ?
 
#10
Giro d'Italia, Milano torna in corsa per l'arrivo nel 2015
Settimana prossima incontro con il sindaco Pisapia

Sono ancora aperti i giochi per ospitare la conclusione del Giro d'Italia 2015. Abbiamo incontrato questa mattina Mauro Vegni, direttore del Giro, che ci ha confermato: «Torino è molto interessata ad ospitare l'evento, anche perché il prossimo anno sarà Capitale Europea dello Sport. Nelle ultime ore si è però manifestato l'interesse anche di Milano, sulla scia dell'Expo: la settimana prossima avremo un incontro con il sindaco Pisapia per discutere di questa possibilità».
La possibilità di una conclusione a Milano rilancia le ambizioni della Valtellina, che sogna di ospitare la tappa decisiva riproponendo il Mortirolo e l'arrivo di tappa a L'Aprica. Ma anche l'alta valle e lo Stelvio si candidano per una nuova tappa storica. Il comitato organizzatore locale è al lavoro anche per portare un arrivo di tappa a Saint Moritz al Giro d'Italia 2016».

da Ponte di Legno, Pietro Illarietti per tuttobiciweb.it
 
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)