Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Giro d'Italia 2016 | 13^ tappa: Palmanova - Cividale del Friuli
#1
Montagna 
La presentazione della 13^ tappa del Giro d'Italia 2016: il percorso con altimetria e planimetria, i dettagli degli ultimi chilometri; le salite segnate come GPM che saranno affrontate dai corridori; la cronotabella con gli orari dei passaggi della corsa; i risultati con ordine d'arrivo e classifiche delle maglie; video televisivo con gli highlights e fotografie; commenti, pronostici e scommesse.


venerdì 20 maggio 2016
Palmanova > Cividale del Friuli
13^ tappa - 170 km



Percorso
Presentazione

Tappa di montagna estremamente impegnativa. Si affrontano in sequenza 4 GPM con pochi tratti di recupero. Primi 45 km in falsopiano seguiti da tre salite caratteristiche delle Prealpi: strade a carreggiata ristretta, pendenze elevate, innumerevoli curve sia a salire che a scendere. Dopo un tratto pianeggiante che comprende il passaggio sul traguardo si scalano le ultime due salite di Porzùs e Valle anche qui con tracciati molto articolati e pendenze elevate in salita. Da segnalare alcuni tratti di attraversamento cittadino ristretti e le discese impegnative soprattutto quella del Passo San Martino al km 67.

Ultimi 5 km in falsopiano a scendere verso Cividale del Friuli. Alcune curve e semicurve negli ultimi 1000 m e rettilineo finale di circa 400 m su asfalto largo 7 m.

Gran Premi della Montagna:
Km Salita cat. note
57,5 Montemaggiore 1^ 8,3 km al 9,3% (max.15%)
105,1 Crai 2^ 8,8 km al 6,4% (max. 13%)
138,5 Cima Porzus 1^ 8,8 km al 8,2% (max. 16%)
156,1 Valle 2^ 6,2 km al 7,8% (max. 13%)

Cronotabella: download
Libro di Corsa: download



Risultati
ORDINE D'ARRIVO
1. Mikel Nieve (Team Sky) 4h31'49''
2. Giovanni Visconti (Movistar) +43''
3. Vincenzo Nibali (Astana) +1'17''
4. Alejandro Valverde (Movistar)
5. Rafal Majka (Tinkoff)
6. Stefan Denifl (IAM Cycling)
7. Steven Kruijswsijk (LottoNL-Jumbo)
8. Rigoberto Uran (Cannondale)
9. Matteo Montaguti (Ag2r La Mondiale)
10. Domenico Pozzovivo (Ag2r La Mondiale)

Ordine d'arrivo completo
CLASSIFICA GENERALE
1. Andrey Amador (Movistar) 54h05'50''
2. Bob Jungels (Etixx-Quick Step) +26''
3. Vincenzo Nibali (Astana) +41''
4. Alejandro Valverde (Movistar) +43''
5. Steven Kruijswsijk (LottoNL-Jumbo)
6. Rafal Majka (Tinkoff) + 1'37''
7. Ilnur Zakarin (Katusha) +2'01''
8. Esteban Chaves (Orica-GreenEdge) +2'19''
9. Rigoberto Uran (Cannondale) +2'48''
10. Jakob Fuglsang (Astana) +3'15''

Resoconto classifiche completo



Highlights






Link


Articoli correlati:





 
Rispondi
#2
Occhio a qualche acquazzone pomeridiano che potrebbe complicare le cose in discesa
 
Rispondi
#3
Attenzione alle fughe bidone Sese
 
Rispondi
#4
domani in tanti ci proveranno, ci vuole lottare per la maglia dei GPM domani e sabato non può mancare la fuga visti i tanti GPM, in ottica big non so chi potrebbe attaccare, forse chi è lontano in classifica, però bisogna contare che sabato c'è un'altra bella tappa piena di salite e di km, e domenica la cronoscalata, difficilmente il primo giorno di quando c'erano 3 tappe dure si è visto qualcosa, forse potrebbero provarci un Hesjedal, Firsanov, Pirazzi, forse Pozzovivo se riesce ad avere in fuga Kadri o Montaguti per aiutarlo nei tratti pianeggianti e discesa, potrebbero provarci da lontano un Henao o Anton per provare a risalire un pò in classifica o Roche
 
Rispondi
#5
Pozzovivo DEVE far qualcosa: è scivolato troppo indietro.
A Pirazzi forse converrebbe andare direttamente in fuga: se è quello dell'altro giorno, solo così si può salvare.

Uno Sky in fuga non può mancare. Più tutti i vari luogotenenti: anche se i big non fanno nulla, qualche uomo lo vorranno anticipare per sicurezza. Male che vada, può scapparci la vittoria di tappa.

E' una tappa molto bellina: perfetta se non ci fosse così tanta pianura tra i primi due e gli ultimi due GPM. Spero non vada "sprecata" pensando a quel che potrebbe accadere nel weekend: se devo essere sincero, non credo. E' un finale che stimola qualche attacco, anche di uomini di più alta classifica. Kruijs, l'altro giorno ad Asolo, è stato un po' snobbato, per dire. Vediamo anche come la Movistar vorrà giocarsi la carta Amador.
 
Rispondi
#6
Come ogni tappa alla vigilia di un grande weekend andrà inevitabilmente sprecata. A parte che poi l'ultima salita fa cagare, come del resto anche il giorno successivo.

Vediamo cosa succede ma sono sicuro che anche domani la Movistar svolgerà al 100% il suo ruolo di castra-spettacolo


Penso che Pirazzi, se va in fuga domani, dopodomani becca 45 minuti. E neanche Amador potrà essere gestito usandolo sempre all'attacco, mancano 9 tappe eh.
Pozzovivo domani si sta fermo, l'ultima discesa è difficile
 
Rispondi
#7
Se parte una fuga ben nutrita (come immagino che accadrà), si può spendere relativamente poco anche stando all'attacco. Il Pirazzi dell'altro giorno, se vuol far classifica, non può non anticipare: va troppo piano in salita. Anche nel caso la corsa fosse abbastanza tranquilla, rischia grosso.

A maggior ragione Pozzovivo deve anticipare: se anche non riuscisse ad arrivare al traguardo, quanto meno non rischia di perdere le ruote del gruppo in discesa. Certo, se dovesse piovere per lui sarebbe un casino a prescindere...

Amador bisognerebbe capire come se lo vogliono giocare: per adesso lo stanno usando a fondo. Lo han mandato in avanscoperta in due tappe "semplici" consecutive senza pensarci più di tanto.
 
Rispondi
#8
In fuga vedo bene David Lopez , Alessandro de Marchi, Stefano Pirazzi, Damiano Cunego e un russo random.

Non do per scontato un cambio di maglia
 
Rispondi
#9
Temo che sarà la classica tappa interlocutoria.

Sabato e domenica potrebbe decidersi una buona fetta di Giro, oggi verosimilmente se ne staranno boni.
 
Rispondi
#10
Ciao a tutti... credo che oggi sarà battaglia invece tra ZAKARIN a cui piacciono queste tappe (valutando la situazione fisica che però non è al 100%) e NIBALI poichè ci sono molte discese ripide lungo le quali scenderà molto velocemente cercando di recuperare qualche secondo prima del fine settimana. Idem per AMADOR che in discesa è una volpe ed è un buon scalatore. VALVERDE un pizzico giù di condizione può far si che Amador esca allo scoperto e prenda la maglia.
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)