Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Giro d'Italia 2016 | 2^ tappa: Arnhem - Nijmegen
#1
Pianura 
La presentazione della 2^ tappa del Giro d'Italia 2016: il percorso con altimetria e planimetria, i dettagli degli ultimi chilometri; le salite segnate come GPM che saranno affrontate dai corridori; la cronotabella con gli orari dei passaggi della corsa; i risultati con ordine d'arrivo e classifiche delle maglie; video televisivo con gli highlights e fotografie; commenti, pronostici e scommesse.


sabato 7 maggio 2016
Arnhem > Nijmegen
2^ tappa - 190 km



Percorso
Presentazione

Il percorso si svolge, sostanzialmente pianeggiante, nelle pianure attorno alle due città di estremità. Si incontrano saliscendi, villaggi, rotatorie e dossi lungo l’intero tracciato. Da segnalare un restringimento di carreggiata al km 90 dove si percorre un breve tratto di pista ciclabile. Nel finale si scala il primo GPM del Giro lungo 1.1 km con pendenze fino al 11%. Nel finale ci si immette nel circuito cittadino di Nijmegen, 8.6 km da ripetere due volte. Il vento è l’ulteriore difficoltà che caratterizza l’intero percorso. Circuito interamente cittadino di 8.6 km da percorrere due volte caratterizzato da viali ampi e rettilinei e rotatorie. Si attraversa il fiume Waal due volte su ponti con lievi pendenze in salita e discesa. Rettilineo di arrivo (350 m) in asfalto (larghezza 8 m). Ultimi chilometri dal tracciato arcuato senza vere curve.

Gran Premi della Montagna:
Km Salita cat. note
153,3 Berg en Dal 4^ 1,1 km (max. 12%)

Cronotabella: download
Libro di Corsa: download



Risultati
ORDINE D'ARRIVO
1. Marcel Kittel (Etixx-Quick Step) 4:38:31
2. Arnaud Démare (FDJ)
3. Sacha Modolo (Lampre-Merida)
4. Moreno Hofland (LottoNL-Jumbo)
5. Nicola Ruffoni (Bardiani)
6. Alexander Porsev (Katusha)
7. Caleb Ewan (Orica-GreenEdge)
8. Kristian Sbaragli (Dimension Data)
9. Andrey Amador (Movistar Team)
10. Giacomo Nizzolo (Trek-Segafredo)

Ordine d'arrivo completo
CLASSIFICA GENERALE
1. Tom Dumoulin (Giant-Alpecin) 4:49:34
2. Primoz Roglic (LottoNL-Jumbo)
3. Marcel Kittel (Etixx-Quick Step) +01''
4. Andrey Amador (Movistar Team) +06''
5. Tobias Ludvigsson (Giant-Alpecin) +08''
6. Moreno Moser (Cannondale) +12''
7. Bob Jungels (Etixx-Quick Step) +13''
8. Fabian Cancellara (Trek-Segafredo) +14''
9. Matthias Brandle (IAM Cycling) +14''
10. Silvan Dillier (BMC Racing Team) +16''

Resoconto classifiche completo



Highlights




Link


Articoli correlati:





 
Rispondi
#2
Ecco, domani l'argomento vento comincia ad essere davvero interessante Mmm

Etixx, Giant, LottoNL oggi si son fatte vedere tutte in ottima forma, e questi terreni per loro sono l'ideale Sese
 
Rispondi
#3
Chissà se domani qualche uomo di classifica rimarrà indietro.

Azzardo un nome.... Valverde?
 
Rispondi
#4
La Movistar è forte, però in un contesto del genere effettivamente potrebbe essere colpita. Anche se Valverde le sue esperienze al nord se le è fatte: quindi non dovrebbe essere così semplice sorprenderlo...

A me fa paura il "solito" Pozzovivo, piuttosto. La Ag2r poi non so quanto possa aiutarlo. Anche Chaves e Landa potrebbero trovarsi in difficoltà, Majka ha solo Tosatto come uomo forte in queste situazioni (mentre il Benna è a casa). Questi nomi, se dovessero partire i ventagli, a me fan più paura rispetto a Valverde... Sese
 
Rispondi
#5
In più non c'è Castroviejo che fa i suoi bisognini nei momenti chiave
 
Rispondi
#6
Non penso ci saranno problemi...vento debole o a tratti moderato,niente di che.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Italbici
#7
Berlato, Fraile e Tjallingii i primi fuggitivi di questo Giro
 
Rispondi
#8
Anche l'anno scorso Berlato era in fuga il primo giorno, mentre Tjallingii lo era 2 anni fa.
Fraile invece è stato il vincitore della classifica GPM della scorsa Vuelta España tra il menefreghismo generale.
Direi 3 ottimi atleti per giocarsi la prima maglia di miglior scalatore del Giro d'Italia numero 99 (che poi 99 è il numero del puzzone).
 
Rispondi
#9
Ma il 99 è Vegard Stake Laengen ... che ha fatto di male?
 
Rispondi
#10
Non si lava :-/
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)