Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Giro d'Italia 2016 | 21^ tappa: Cuneo - Torino
#1
Pianura 
La presentazione della 21^ tappa del Giro d'Italia 2016: percorso con altimetria e planimetria, i dettagli degli ultimi chilometri; risultati con ordine d'arrivo e classifiche; video televisivo e fotografie; commenti, pronostici e scommesse.


sabato 21 maggio 2016
Cuneo > Torino
21^ tappa - 163 km



Percorso
Presentazione

Partenza da Cuneo e passaggio in Borgo San Dalmazzo per rientrare in direzione di Torino con un percorso che costeggia Cuneo a sud-est. Si procede per strade statali larghe e rettilinee attraverso la pianura fino a Torino dove si entra nel circuito finale da ripetere 8 volte.Il circuito di Torino misura 7.5 km e si svolge quasi tutto sulla riva destra del Po. Passato il traguardo si gira attorno alla Chiesa della Gran Madre per affrontare l’unica breve salita della tappa, che porta alla Villa della Regina. Segue una veloce discesa fino al Corso Moncalieri che conduce poi dall’altro lato del Po. Qui la corsa passa sotto Ponte Balbis e entra nel parco del Valentino che attraversa fino all’ultimo km.

Negli ultimi 1000 m due curve prima e dopo del Ponte Umberto I e quindi rettilineo finale di 600 m in asfalto larghezza 8 m. Per la 41° volta nella Storia del Giro d'Italia, Torino sarà arrivo di tappa della Corsa Rosa.

Gran Premi della Montagna:
- - - -

Cronotabella: download
Libro di Corsa: download



Risultati
ORDINE D'ARRIVO
1. Nikias Arndt (Giant-Alpecin) 3h48'18''
2. Matteo Trentin (Etixx-Quick Step)
3. Sacha Modolo (Lampre-Merida)
4. Alexander Porsev (Katusha)
5. Sean De Bie (Lotto-Soudal)
6. Ivan Savitskiy (Gazprom)
7. Rick Zabel (BMC Racing Team)
8. Eduard Grosu (Nippo-Vini Fantini)
9. Jay McCarthy (Tinkoff)
10. Alberto Bettiol (Cannondale)

Ordine d'arrivo completo
CLASSIFICA GENERALE
1. Vincenzo Nibali (Astana) 86h32'49''
2. Esteban Chaves (Orica-GreenEdge) +52"
3. Alejandro Valverde (Movistar) +1'17"
4. Steven Kruijswijk (LottoNL-Jumbo) +1'50"
5. Rafal Majka (Tinkoff) +4'37"
6. Bob Jungels (Etixx-Quick Step) +8'31"
7. Rigoberto Urán (Cannondale) +11'47"
8. Andrey Amador (Movistar) +13'21"
9. Darwin Atapuma (BMC) +14'09"
10. Kanstantsin Siutsou (Dimension Data) +16'20"

Resoconto classifiche completo



Highlights






Link


Articoli correlati:





 
Rispondi
#2
Giro d'Italia, Torino prepara due giorni di festa in rosa. Show in piazza Vittorio
La corsa terminerà il 29 maggio sotto la Mole. Al Valentino il circuito conclusivo da ripetere otto volte

Due giorni di festa per il gran finale del Giro d’Italia con tanto di gran spettacolo conclusivo in piazza Vittorio la sera prima dell’arrivo. L’appuntamento per l’ultima passerella della “corsa rosa” è per domenica 29 maggio con l’arrivo della tappa Cuneo-Torino e gli otto giri del circuito dei viali del Parco del Valentino, il palcoscenico finale. Già sabato 28 maggio Torino sarà invasa dalla carovana che “occuperà” con il villaggio piazza Vittorio.

Non è la prima volta che sotto la Mole si tiene l’arrivo dell’ultima tappa del Giro, organizzato da Rcs Gazzetta della Sport. L’ultima volta che il Giro è terminato a Torino era il lontano 1982 con la vittoria della maglia rosa di Bernard Hinault. Lo scorso anno da Torino era partita l’ultima tappa diretta a Milano, mentre nel 2011, anno dei festeggiamenti dei 150 anni dell’Unità d’Italia, la Corsa aveva preso il là dalla prima capitale del Paese con la Reggia di Venaria come sfondo.

Lo scorso anno, in occasione di Torino 2015, il sindaco Piero Fassino e l’assessore allo Sport, Stefano Gallo, avevano promesso l’arrivo del tappone finale a Torino. Nell’ultima riunione di giunta di ieri il via libera alla convenzione con Rcs per sancire in maniera definitva l’accordo che ha un valore di 122 mila euro. Soldi che il Comune riconosce a Rcs per l’aggiudicazione dell’ultima tappa, la 21, e di tutti i servizi connessi.

«Questo gran finale non sarà un gran finale qualsiasi - sottolinea Paolo Bellino, direttore generale di Rcs Sport - per noi si tratta della novantanovesima edizione del Giro di Italia. A Torino si chiude una parte importante della corsa, vogliamo che tutta la città partecipi». L’idea è quella di uno spettacolo che Bellino definisce «molto particolare, musicale, di intrattenimento, ma lo stiamo definendo meglio».

Lo spazio scelto è piazza Vittorio, dove sabato 28 maggio arriverà la carovana del Giro: oltre 2 mila persone tra organizzazione, sponsor, personalità, media da tutto il mondo. «Il villaggio è un punto di attrazione - spiega Bellino - si organizzeranno attività per tutto il giorno ».

Domenica la gara da Cuneo a Torino e il circuito del Valentino, la passerella finale del Giro. «Un’occasione importante di ricaduta per la città - dice l’assessore allo Sport della giunta Fassino, Stefano Gallo - appuntamento figlio dell’attività di Torino Capitale Europea dello Sport». I numeri li dà il direttore di Rcs Sport: «540 mila telespettatori al giorno, per ogni tappa - sottolinea Bellino - e giornalisti inviati da circa 190 Paesi».

L’arrivo della tappa finale sarà in corso Casale, le ultime immagini saranno da cartolina, il Valentino, il Po, la Gran Madre, piazza Vittorio. E il palco per tutte le premiazioni finali sarà allestito sul ponte Vittorio Emanuele I con alle spalle dei premiati la sagoma della Mole.

Rcs considera la novantanovesima edizione un punto di passaggio importante della storia della Corsa Rosa e vuole coinvolgere tutta la città. L’obiettivo non è solo tingere Torino di rosa per due giorni, ma coinvolgere la gente, dagli appassionati del ciclismo ai più tepidi, e le associazioni dei negozianti, immaginando vetrine a tema bici e corsa. «L’organizzazione delle tappe a Torino ci ha dato soddisfazioni - dice Bellino - per la riuscita finale».

09 marzo 2016, di DIEGO LONGHIN per repubblica.it
http://torino.repubblica.it/cronaca/2016...135077760/
 
Rispondi
#3
Nizzolo NON vincerà. Sicuro come è sicuro che domani sorge il sole.
Probabile vittoria di ARNDT NIKIAS .
 
Rispondi
#4
Un Kung che se ne va di prepotenza Sese
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di SarriTheBest
#5
Oltre Kung mi piace Jungels, il circuito mi sembra adatto ed è uscito in formissima dal Giro. Anche Bak e Oss da tenere in considerazione. Mentre Hansen mai visto quest'anno
 
Rispondi
#6
Bobridge e Kung possono formare un buon tandem
 
Rispondi
#7
Caduti Chaves e Kruijswik
 
Rispondi
#8
e Pirazzi ha un "fun club"
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Italbici
#9
Ma come si fa a cadere oggi, in queste fasi per giunta..?!? Sgrat
 
Rispondi
#10
il babbo di nibali dice che è tornato alle pedivelle di 172.5 dopo Andalo..
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)