Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Giro d'Italia 2018 | 5^ Tappa: Agrigento - Santa Ninfa (Valle del Belice)
#1
Arrivo in salita 
Mercoledì 9 Maggio 2018

5a Tappa
Agrigento Santa Ninfa (Valle del Belice)
(153 km)




Planimetria

[Immagine: 2018_05plan.jpg]



Altimetria

[Immagine: 2018_05alt.jpg]
 
Rispondi
#2
Altimetria ultimi chilometri:

[Immagine: G18_T05_SantaNinfa_ukm_jpg.jpg]

Dal sito del Giro ( http://www.giroditalia.it/it/tappa/tappa-5-2018/ )

Tappa pianeggiante lungo la costa nella prima parte che si svolge lungo la statale 115 (a scorrimento veloce) salvo l’attraversamento cittadino piuttosto articolato di Sciacca. La seconda parte, interamente nella valle del Belice, è invece molto articolata e caratterizzata da alcune salite lunghe, ma di blanda pendenza classificate GPM. La seconda parte presenta tratti a carreggiata ristretta e talvolta con manto strade molto usurato. Ultimi km: finale in discesa leggera fino ai 2200 m dove svoltato a destra si percorre uno strappo di circa 1200 m con pendenze fino al 12%. Ultimo km dapprima in leggera discesa e in seguito sempre in leggera salita. Retta finale di 250 m su asfalto larga 7.5 m.
 
Rispondi
#3
Anche questa è una tappa non facile, anzi, gli ultimi 27 Km sono abbastanza complessi: la salita di Poggioreale Vecchia è lunga circa 4.7 km con una pendenza media più o meno del 5.8% e pendenza massima del 10%, poi segue una breve discesa, per poi riprendere a salire leggermente per qualche Km; scollinati, 7-8 km di discesa prima di giungere ai 2 km finali, di cui 700 metri molto impegnativi con pendenze anche del 12 %, altri 600 metri al 6% e ultimi 700 in leggero falsopiano.
Penso che la fuga sia molto gettonata, visto anche l'enorme dispendio di energie di oggi; credo, però, che qualcuno tra i Big più in forma, anche se non dovesse giocarsi la tappa, accenderà, cmq, la miccia negli ultimi chilometri, magari per approfittare di un momento non troppo felice di Froome e di MAL: il terreno per cercare di guadagnare qualche secondino c'è; anzi, dopo il "muretto" bisognerà pedalare per arrivare all'arrivo e se qualche pesce grosso dovesse prendere il buco, ci potrebbe lasciare ancora più secondi rispetto alla tappa di oggi. Tra gli indiziati, mi viene da pensare a Yates, Dumoulin, Pinot e Pozzovivo.
Una domanda: cosa farà Poels qualora Froome dovrebbe prendere il buco? Resterà al fianco del capitano, oppure farà la sua corsa, proprio come ha fatto oggi? vedremo..
 
Rispondi
#4
Considerando che c'è l'Etna il giorno dopo non mi sorprenderei se lasciassero andare la fuga e la facessero a spasso.

Però immagino che a Wellens e Woods possa interessare tenere la corsa chiusa.
 
Rispondi
#5
Sì, una fuga ci starebbe bene. Sese Però che ci sia dentro anche un attimo di qualità, o di specialisti: perché se ci sono i soliti Barbin, lIsrael di turno ecc si va davvero poco lontano...

Mi garba una zampata di LLS quando spiana la salita finale, sempre se non viene fatto un gran forcing.
 
Rispondi
#6
Anche questa tappa non è proprio delle più facili con un finale piuttosto nervoso, da vedere se la fuga finalmente riuscirà ad arrivare in fondo oppure sarà una lotta tra gli uomini più adatti a questo arrivo tipo Wellens, Woods, Stybar etc
Non penso ci saranno distacchi tra gli uomini di classifica anche se il rischio buco è sempre presente... per loro c'è l'Etna domani.
 
Rispondi
#7
Come dice bene Paglia potrebbero interpretarla con relativa calma, dipende molto da chi va in fuga, comunque la classifica non è lunghissima e i vari nomi buoni per una fuga sono ancora troppo vicini.

La Bmc sicuramente controllerà per tenere la rosa, ma mi immagino che altre squadre possano lavorare per il successo parziale, penso alla UAE ed alle due Lotto.
Tra l'altro Wellens ha la rosa a portata e potrebbe aver l'interesse a tener chiusa la corsa per gli abbuoni, se riesce a vincere ancora una volta  facendo un buco potrebbe anche vestirla.
 
Rispondi
#8
Vento contro...
 
Rispondi
#9
Oggi tappa perfetta per Sagan e Matthews...peccato non ci siano.

Le salite sono lunghette ma con pendenze pedalabili e il finale, dopo lo strappo, spiana per cui vedo davvero bene Battaglin che è più sprinter di Wellens e Yates ad esempio. Secondo me oggi Ulissi avrà il via libera e sarà in top-5.
 
Rispondi
#10
Fuga con nomi non irresistibili: Zhupa, Didier, Mullen e Vendrame.
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)