Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Giro d'Italia Internazionale Femminile 2014
#1
4-13 Luglio 2014
25a Giro d'Italia Internazionale Femminile

[Immagine: logo.png]
  • le tappe:


    • venerdi 4 luglio, prologo: Caserta (CE), 2.05 km - risultati






    • sabato 5 luglio, 1ª tappa: Santa Maria a Vico (CE), 95.2 km - risultati






    • domenica 6 luglio, 2ª tappa: Frattamaggiore (NA), 120 km - risultati






    • lunedi 7 luglio, 3ª tappa: Caserta (CE) - San Donato Val di Comino (FR), 125.3 km - risultati






    • martedi 8 luglio, 4ª tappa: Alba Adriatica (TE) - Jesi (AN), 118 km - risultati






    • mercoledi 9 luglio, 5ª tappa: Jesi (AN) - Cesenatico (FC), 118.3 km - risultati






    • giovedi 10 luglio, 6ª tappa: Gaiarine (TV) - San Fior (TV), 112 km - risultati






    • venerdi 11 luglio, 7ª tappa: Aprica (SO) - Chiavenna (SO), 91.8 km - risultati






    • sabato 12 luglio, 8ª tappa: Verbania (VCO) - San Domenico di Varzo (VCO), 91.3 km - risultati






    • domenica 13 luglio, 9ª tappa Trezzo sull'Adda (MI) - Madonna del Ghisallo (CO), 80.1 km - risultati





  • startlist



  • sito ufficiale

  • classifica finale


  • video

  • articoli
 
Rispondi
#2
Anticipazioni sul percorso della 25a edizione del Giro Donne, riportate da Marco Pastonesi sulla Gazzetta dello Sport di quest'oggi:

[Immagine: 0ae3b264c09b11e3b40e0002c9d76b66_8.jpg]
 
Rispondi
#3
Dal prologo di Caserta al gran finale sul Ghisallo, ufficializzate le dieci tappe del 25° Giro Rosa

Ufficializzate le tappe del 25° Giro Rosa, che si svolgerà dal 4 al 13 luglio prossimo. L'evento, di proprietà della Federazione Ciclistica Italiana, gli è stato affidato in gestione anche per il 2014. La società Quattro Erre è già al lavoro da mesi per allestire un'edizione speciale, ricca di emozioni e qualche bella sorpresa: «Il Giro Rosa mi è entrato nel cuore - precisa il patron Giuseppe Rivolta - sono entusiasta come lo ero per il primo mandato, anzi, forse ora di più. Il Giro d'Italia Internazionale Femminile è cresciuto molto, come sta crescendo il movimento femminile in Italia. Colgo l'occasione per ringraziare il Presidente della FCI, Renato Di Rocco, che mi ha concesso nuovamente la sua fiducia. Da quando la macchina organizzativa si è messa in moto non ci sta facendo mancare il suo supporto. Lo scorso anno si è chiuso nel miglior dei modi. Sicuramente è stato un gran successo mediatico e di pubblico. Le sfide ci piacciono e vogliamo andare oltre e fare ancora meglio. Stiamo lavorando su tutti i fronti per far sì che la 25a edizione sia eccezionale. Il Giro Rosa resta a pieno titolo la corsa a tappe più importante del ciclismo femminile a livello internazionale. Mancano solo gli ultimi dettagli: il tracciato è stato completato. I miei collaboratori ed io ci impegneremo al massimo per non deludere le attese delle atlete, dei Team e di tutti coloro che seguiranno la corsa rosa: dagli addetti ai lavori ai semplici e grandi appassionati».

La partenza il 4 luglio con il prologo a Caserta per concludere la gara a tappe femminile alla Madonna del Ghisallo, il 13 luglio. Qui nel dettaglio le dieci tappe.

4 luglio - Prologo: Caserta
5 luglio - 1a tappa: S. Maria a Vico - S. Maria a Vico
6 luglio - 2a tappa: Frattamaggiore - Frattamaggiore
7 luglio - 3a tappa: Caserta - San Donato Val di Comino
8 luglio - 4a tappa: Alba Adriatica - Jesi
9 luglio - 5a tappa: Jesi - Cesenatico
10 luglio - 6a tappa: Gaiarine - S. Fior
11 luglio - 7a tappa: Aprica - Chiavenna
12 luglio - 8a tappa: Verbania - San Domenico di Varzo
13 luglio - 9a tappa: Trezzo sull'Adda - Madonna del Ghisallo

cicloweb.it
 
Rispondi
#4
Al solito la Toscana manco cagata... Sweat
 
Rispondi
#5
In Campania quattro tappe :oo: Prr
 
Rispondi
#6
Giro Rosa, c''è tanta Caserta...
Il via dal cuore della Terra di Lavoro

E' coniugata prioritariamente al femminile, quest' anno, la grande tradizione ciclistica di Terra di Lavoro. Partirà difatti da Caserta, venerdì 4 luglio, la 25. edizione del Giro d' Italia Femminile, (dall' anno scorso denominato Giro Rosa) che si concluderà dopo nove giornate di gara, con un suggestivo finale in ascesa alla Madonna del Ghisallo.
L'evento, di propretà della Federazione Ciclistica Italiana, e ad essa molto caro, come sottolinea il presidente Renato Di Rocco - «è tuttora la più importante manifestazione a tappe del ciclismo femminile in campo mondiale...» -, sarà guidato anche per questa edizione da Giuseppe Rivolta, il patron brianzolo, con la società di gestione Quattro Erre, che curerà la logistica ed il marketing dell'avvenimento.
E si gioverà di un prezioso braccio destro operativo made in Campania, rappresentato dal promoter di Grumo Salvatore Belardo, da sempre artefice di un costruttivo impatto regionale del ciclismo 'en rose', e dal casertano, 'anzi maddalonese', Angelo Letizia, che sarà uno dei due direttori di corsa della gara.
Esordio a Caserta, dicevamo, con un inedito cronoprologo in notturna, su Corso Trieste, per aggiudicare la prima maglia rosa. E l' indomani andrà in scena la prima tappa, la Santa Maria a Vico - Santa Maria a Vico, in circuito cittadino, seguita, il giorno successivo, da una nuova tappa in circuito, la Frattamaggiore - Frattamaggiore.
Tre giorni interi, così, una full immersion di seduzione ciclistica per il gentil sesso, quello della iridata Vos e della Guderzo, della Longo Borghini e della vincitrice uscente Abbott, che saranno tutti diluiti nell' ambito casertano e della frontiera partenopea. Con una ri-partenza, ancora da Caserta, per la terza tappa in linea, lunedì 7, che porterà la carovana a San Donato Val di Comino, nel Frusinate.
E' una novità assoluta, come precisa Amedeo Marzaioli, preziosa
memoria storica del nostro ciclismo, la partenza del Giro Rosa da Caserta. Mentre, ancora nel segno del buon ricordo a due ruote, dal Belvedere di San Leucio, con la cronoscalata San Leucio - Casertavecchia, era iniziato il Giro d' Italia under 26, maschile ovviamente, nel 2006.
Di notte, con il favore dell' estate e delle stelle, dunque, il via da Caserta, per il suo primo Giro Rosa. Le donne al comando, e benvenute, con la leggiadria a tirare la volata a quella passione per le due ruote che da queste parti, come tiene a ribadire ancora il presidente Di Rocco, resta un amore che non conosce tradimento.

Gian Paolo PORRECA - da 'Il Mattino', ed. Caserta
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di SarriTheBest
#7
Rivolta: "Giro Rosa, 25 anni con un record"
Scritto da Carlo Gugliotta

Quest’anno festeggiamo i nostri 25 anni ed è un anniversario importante. Il Giro di quest’anno mi piace particolarmente - spiega Rivolta durante l’intervista - è il primo anno che la nostra corsa riesce a partire dal sud e ad arrivare al nord transitando per ben otto regioni. Partiremo da uno scenario favoloso come quello di Caserta, toccheremo tra le altre regioni anche la Romagna passando vicino al monumento di Marco Pantani. Non mancherà lo spettacolo sulle salite, in particolare con le tappe di l’Aprica, durante la quale non toccheremo però il Mortirolo, e le ultime due giornate saranno davvero difficilissime, soprattutto perché si arriverà dopo circa dieci giorni di corsa molto tirata. Le tappe sono tutte ricche di insidie, ma il finale sarà davvero molto impegnativo. Lo scorso anno abbiamo assistito ad una bellissima lotta tra Mara Abbott e Marianne Vos, credo che la rivedremo anche se le nostre azzurre cercheranno di mettersi in mostra. Ci saranno donne provenienti dai cinque continenti e questo per un organizzatore è un dato che porta grande soddisfazione”.

Rivolta aveva sognato di festeggiare i 25 anni del Giro Rosa con una partenza da un’isola: “Purtroppo per adesso rimane solo un sogno, però mai dire mai: ci sono diverse difficoltà legate soprattutto alle ristrettezze economiche, d’altra parte credo che una carovana di circa 500 persone abbia qualche costo e alla fine dobbiamo far quadrare i bilanci. In fondo è anche per questo motivo che abbiamo scelto alcune località piuttosto che altre. La cosa che mi fa più piacere è che alcune città estere si sono interessate alla nostra corsa e credo che piano piano il Giro Rosa possa diventare sempre più internazionale”.

Infine, il patron del Giro Rosa ha affermato di essere “molto felice che ci sia una kermesse riservata alle donne sui Campi Elisi in occasione dell’ultima tappa del Tour de France: le donne hanno bisogno di una vetrina importante e credo che questa corsa, insieme al Giro Rosa, possa dare la giusta visibilità al movimento femminile”.

cyclingtime.it
 
Rispondi
#8
Annunciate le squadre che parteciperanno alla 25a edizione del Giro Rosa:

RABO LIV WOMEN CYCLING TEAM
SPECIALIZED – LULULEMON
ORICA – AIS
HITEC PRODUCTS UCK
FORNO D'ASOLO - ASTUTE
BOELS DOLMANS CYCLING TEAM
RUSVELO
ASTANA BEPINK WOMEN TEAM
ALE' - CIPOLLINI
LOTTO BELISOL LADIES
WIGGLE HONDA
ESTADO DE MEXICO - FAREN
S.C. MICHELA FANINI – ROX
VAIANO FONDRIEST
BIZKAIA – DURANGO
TOP GIRLS FASSA BORTOLO
SERVETTO FOOTON
UNITEDHEALTHCARE PROFESSIONAL CYCLING TEAM
BTC CITY LJUBLJANA
GIANT - SHIMANO
 
Rispondi
#9
Il GiroRosa torna nel VCO: sabato 12 luglio tappa Verbania-San Domenico di Varzo

Dopo 12 mesi il Giro d'Italia Internazionale Femminile ritorna sulle strade del Verbano Cusio Ossola, l’appuntamento è per sabato 12 luglio, con una tappa tutta ‘giocata’ entro i confini della provincia piemontese tra ‘laghi e montagne’.
La bandiera a scacchi si abbasserà alle 12,30 a Verbania, anzi più precisamente sul lungolago di Pallanza, che in passato ha ospitato parecchie manifestazioni di ciclismo ad alti livelli (ndr si veda in appendice il puntuale ‘excursus’ del giornalista sportivo Gianluca Trentini).
Previsto attorno alle 15,00, l’arrivo sarà a San Domenico di Varzo, in Val Divedro, a poca distanza dal Passo del Sempione. Nel 2013, a tagliare per prima il traguardo fu la statunitense Mara Abbott, che - indossata la maglia rosa – ottenne poi il successo finale nella graduatoria generale succedendo nell’albo d’oro a Marianne Vos.

Tanta attesa dunque per l’esito di questa nona tappa che metterà le atlete in gara alla prova di un percorso di 90,300 km. Tra loro la ‘campionessa di casa’: Elisa Longo Borghini, di Ornavasso, dove sarà posto il traguardo volante e dove sorge il Santuario della Madonna del Boden, gemellato nella sua devozione del popolo ‘ciclista’ a quello del Ghisallo, epilogo di questo tour italiano al femminile.


Lasciato Ornavasso, nella bassa piana del Toce, la corsa proseguirà verso il capoluogo ossolano, Domodossola, con il suo centro storico rinascimentale ‘Borgo della Cultura’ e benedetta dall’alto dal Sacro Monte Calvario, riconosciuto tra i siti UNESCO. Con alle spalle Domodossola, inizierà l’ascesa attraverso la Valle Divedro per poi giungere – con un tratto impegnativo e decisivo di 13 chilometri tutti in salita – a San Domenico, apprezzata stazione di ‘Neveazzurra’, il comprensorio sciistico del Verbano Cusio Ossola.


«Ad organizzare questa nona e penultima tappa del GiroRosa 2014, decisiva per la classifica generale, è San Domenico Ski, operatore turistico della località divedrina, che ha ben compreso il valore del binomio sport e turismo, un aspetto sul quale come Amministrazione Provinciale lavoriamo con convinzione da tempo. Il Giro Rosa porterà inoltre con sé tutto il clima di festa, immancabile corollario di questi eventi sportivi. A Pallanza venerdì 11 luglio, già dal pomeriggio verranno proposte diverse iniziative di animazione che – con presentazioni radiofoniche, bancarelle e musica – proseguiranno fino alla tarda serata. La mattina seguente il ‘village’, con postazioni di sponsor e partner, ospiterà il palco firme sul quale saliranno le atlete, prima di prepararsi per lo start» fa sapere Guidina Dal Sasso, Assessore provinciale allo Sport e Turismo.


«Anche quest'anno abbiamo voluto riportare un grande evento sul territorio consapevoli che il successo di un progetto di rilancio turistico, come quello che stiamo portando avanti, non si basa esclusivamente sulla realizzazione di nuove infrastrutture ma anche su una valorizzazione dei luoghi attraverso l'organizzazione di eventi sportivi - afferma Simona Malagoni di San Domenico Ski.


E quale occasione migliore del GiroRosa, con la sua risonanza a livello nazionale e internazionale. La manifestazione farà da trampolino di lancio per tutti gli eventi che verranno proposti nel corso della stagione estiva a San Domenico come la Mozzafiato, gara ciclistica in salita aperta a tutti sul percorso Varzo-San Domenico in programma Domenica 13 luglio 2014, proprio a seguire la tappa del GiroRosa; il weeekend del Fitness a cavallo di ferragosto e la Rampigada, gara podistica sul percorso suggestivo San Domenico-Alpe Veglia-Alpe Ciamporino-San Domenico in programma Domenica 31 agosto 2014. Insomma una estate a tutto sport per esaltare il connubio natura-montagna-attività fisica. Un estate che vedrà poi sullo sfondo la realizzazione di importanti opere come il nuovo posteggio interrato multipiano nell'abitato di San Domenico e l'installazione della prima seggiovia esaposto girevole in Italia».

«Con San Domenico si mette in mostra tutta la Valle Divedro – afferma Alessio Lorenzi, Sindaco di Varzo e Presidente dell Unione dei Comuni Alta Ossola – e come Amministrazione Comunale ci complimentiamo con l operatore privato che ha ulteriormente voluto investire nello sviluppo turistico della nostra zona attraverso questa azione di promozione, agendo in perfetta sintonia con gli sforzi che da parte pubblica si sono compiuti, e si prosegue a mettere in campo, al fine del rilancio turistico di questa nostra valle al confine con il Canton Vallese e dal grande patrimonio naturalistico rappresentato dall Alpe Veglia, tra i luoghi di maggior pregio dell Ente Aree Protette dell Ossola».

«Siamo molto contenti di questo ritorno del Giro Rosa nel Verbano Cusio Ossola – rimarca il Presidente della Provincia Massimo Nobili – perché crediamo che le manifestazioni sportive di qualità siano uno straordinario veicolo d’immagine e promozione del nostro territorio. In più, questa volta, dopo la pausa forzata dello scorso anno per ragioni di convalescenza dovuta al brutto incidente accadutole sulle strade varesine nella gara del campionato italiano, saremo in tantissimi sul tracciato percorso da questo ‘tour’ per sostenere la nostra giovane campionessa, medaglia di bronzo ai mondiali 2012 e vincitrice della gara di Coppa del Mondo svoltasi a Cittiglio lo scorso anno».

«Sarà emozionante correre sulle strade di casa della stella Elisa Longo Borghini, quest'anno ancor più attesa, dopo la sfortuna che l'ha colpita lo scorso anno. Sarà un’altra tappa cruciale per chi vorrà conquistare la maglia rosa finale» chiosa patron Giuseppe Rivolta.

Il GiroRosa è la più grande corsa a tappe, a livello internazionale, per le professioniste del pedale. La 25° edizione – in scena dal 4 al 13 luglio – si snoderà in 10 tappe. Con il prologo da Caserta, la gara si spingerà verso Nord. Si attraverseranno 8 Regioni: dalla Campania, al Lazio, passando per L’Abruzzo, le Marche, l’Emilia Romagna, il Veneto, il Piemonte e la Lombardia. La competizione mantiene tutto il fascino di una corsa popolare fortemente radicata nella tradizione e nella cultura italiana e ogni anno registra un successo crescente di pubblico, sulle strade e in TV, grazie alla partnership con RAI (Rai Sport2 le dedica una finestra di 50 minuti ogni giorno, Rai Tre spazi quotidiani a traino del Tour De France maschile, trasmesso in chiaro). La popolarità del Giro Rosa è anche assicurata dal seguito stampa e dallo sviluppo di una capillare rete di social network.La stampa è coperta da 30 quotidiani sportivi nazionali e 100 testate locali. Sono 50 i siti web nazionali, stranieri e di settore che interagiscono con la corsa rosa.
Saranno quasi 1000 i km che verranno percorsi, 20 le squadre partecipanti e 160 le atlete al via.
Le 10 tappe di questo 25° GiroRosa sono:1a tappa:Vico (CE) - S. Maria a Vico (CE)2a tappa: Frattamaggiore (NA) – Frattamaggiore (NA)3a tappa: Caserta (CE) - San Donato Val di Comino (FR)4a tappa: Alba Adriatica (TE) - Jesi (AN)5a tappa: Jesi (AN) - Cesenatico (FC)6a tappa: Gaiarine (TV) - S. Fior (TV)7a tappa: Aprica (SO) - Chiavenna (SO)8a tappa: Verbania (VCO) - San Domenico di Varzo (VCO)9a tappa: Trezzo sull'Adda (MI) – Madonna del Ghisallo (CO)Prologo: Caserta 1a tappa: S. Maria a Il sito ufficiale dell’evento, dallo scorso anno organizzato da ‘Quattro Erre’, è HYPERLINK "http://www.girorosa.it" http://www.girorosa.it

Verbania sin dagli anni Cinquanta è stata cornice di importanti manifestazioni ciclistiche. Nel 1952, fu per il Giro d’Italia maschile arrivo della tappa con partenza a S. Vincent, vinta dall’elvetico Fritz Schaer e con Fausto Coppi in maglia rosa. Non si può poi non ricordare la tappa Grindelwald–Pallanza del Tour de Suisse 1956, vinta da Rolf Graf. In tempi più recenti, indimenticabile la conclusione della S. Vincent–Verbania del Giro 1992 con ‘Coppino’ Franco Chioccioli che, di fronte al Municipio di Pallanza, precedette Claudio Chiappucci, Massimiliano Lelli e la maglia rosa Miguel Indurain. In tutti e tre i casi chi vestì le insegne del primato sul lungolago pallanzese vinse poi quella edizione della corsa.
Verbania sin dagli anni Cinquanta è stata cornice di importanti manifestazioni ciclistiche. Nel 1952, fu per il Giro d’Italia maschile arrivo della tappa con partenza a S. Vincent, vinta dall’elvetico Fritz Schaer e con Fausto Coppi in maglia rosa. Non si può poi non ricordare la tappa Grindelwald–Pallanza del Tour de Suisse 1956, vinta da Rolf Graf. In tempi più recenti, indimenticabile la conclusione della S. Vincent–Verbania del Giro 1992 con ‘Coppino’ Franco Chioccioli che, di fronte al Municipio di Pallanza, precedette Claudio Chiappucci, Massimiliano Lelli e la maglia rosa Miguel Indurain. In tutti e tre i casi chi vestì le insegne del primato sul lungolago pallanzese vinse poi quella edizione della corsa.

provincia.verbania.it
 
Rispondi
#10
Giro Rosa Cycling Race 4 minuti fa ·
Presentato il 25° Giro Rosa...per scoprire tutti i dettagli e le novità, appuntamento su Rai Sport 2, questa sera alle 19.20 con Radio Corsa. Da non perdere, con interviste a Marianne Vos e Elisa Longo Borghini.
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)