Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Giro dell'Emilia 2013
#1
Sabato 12 Ottobre 2013
Giro dell'Emilia




  • Planimetria:





  • Altimetria:





  • Partecipanti: QUI



  • Risultati



  • Sito web della corsa: www.gsemilia.it
 
Rispondi
#2
Il Giro dell'Emilia - Granarolo partirà da Modena
Il grande ciclismo torna a Modena e lo farà in occasione di una delle classiche per eccellenza che caratterizzano il finale di stagione. Il prossimo 12 ottobre, infatti, il Giro dell'Emilia – Granarolo in occasione della sua novantaseiesima edizione prenderà il via proprio dal centro della città della Ghirlandina.

Proprio in questi giorni lo staff del Gruppo Sportivo Emilia sta definendo tutti i dettagli tecnici dell'appuntamento che, come da tradizione, attraverserà i luoghi più caratteristici delle provincie di Modena e Bologna prima di concludersi nell'incantevole scenario del Santuario di San Luca, dove lo scorso anno ad imporsi fu il colombiano Nairo Quintana.

La presenza del Giro dell'Emilia – Granarolo a Modena assumerà un significato molto particolare in quanto la cittadina emiliana non si limiterà ad ospitare nella mattinata di sabato 12 ottobre la partenza della gara ma fin dalla giornata precedente accoglierà i partecipanti e tutto il seguito con una serie di iniziative collaterali che, ancora una volta, contribuiranno a far vivere a tutti gli appassionati due giornate all'insegna del grande ciclismo.

comunicato GS Emilia
 
Rispondi
#3
Lunedì l'Accademia di Modena terrà a battesimo il Giro dell'Emilia
Sarà la prestigiosa sede dell'Accademia Militare di Modena (Piazza Roma) a tenere a battesimo, lunedì 30 settembre (ore 10,30), il Giro dell'Emilia – Granarolo e il Gran Premio Bruno Beghelli 2013, ultimi due impegni organizzativi della stagione per il Gruppo Sportivo Emilia che andranno in scena il 12 e 13 ottobre.

Nel corso della presentazione saranno svelati al pubblico tutti i dettagli tecnici dei due appuntamenti che andranno a catalizzare l'attenzione di addetti ai lavori e non durante l'ultimo fine settimana di gare del calendario italiano del 2013.

Saranno tante le iniziative collaterali legate in modo particolare al Giro dell'Emilia – Granarolo, tra queste quella sostenuta da Gruppo Hera. Il vincitore più importante della corsa sarà, infatti, la sostenibilità. Per questo motivo Gruppo Sportivo Emilia e Gruppo Hera hanno deciso di individuare un tratto del percorso, compreso fra Sasso Marconi - inizio Val di Setta e l'inizio della salita di Badolo e delimitato dagli archi di “inizio rifornimento” e “fine rifornimento”, che costituirà l’unico segmento della corsa nel quale gli atleti saranno autorizzati a gettare a terra i rifiuti, favorendo così la raccolta degli stessa da parte di Hera. Integrata al regolamento di gara, questa iniziativa di Hera e GS Emilia intende qualificare la manifestazione a livello internazionale, facendone un’esperienza che coniuga valori dello sport, del civismo e del rispetto per l’ambiente e contribuendo alla promozione di una cultura positiva che dia segnali importanti alle nuove generazioni e al vasto pubblico che segue ogni anno il Giro dell’Emilia.

comunicato GS Emilia
 
Rispondi
#4
Presentato il Giro dell'Emilia - Granarolo
Se è vero che il buongiorno si vede dal mattino c'è da scommettere che il fine settimana del 12 e 13 ottobre sarà ricco di emozioni e di spettacolo.

Le due gare organizzate dal Gruppo Sportivo Emilia che faranno calare il sipario sulla stagione italiana sono state presentate questa mattina nella splendida cornice della prestigiosa sede dell'Accademia Militare di Modena.

A fare gli onori di casa sono stati il Colonnello Direttore di Reparto dell'Accademia Militare di Modena, Luca Appolloni, e l'Assessore allo Sport della città di Modena, Antonino Marino.

Alla presentazione, oltre ai rappresentanti delle località interessate dal passaggio del Giro dell'Emilia – Granarolo, sono intervenuti anche Miryam Finocchiaro della Granarolo S.p.a., Alessandro Gennari, Direttore Generale della Banca Interprovinciale, Giulia Caramaschi, relazioni esterne Hera, Corradino Marconi, Direttore Generale della Villani e Andrea Ibatici dell'Ibatici Group oltre ai rappresentanti delle forze dell'ordine e di Andrea Dondi, delegato provinciale del CONI.

Quest'anno sarà la centralissima piazza Roma di Modena ad ospitare tutte le operazioni preliminari che porteranno al via del Giro dell'Emilia – Granarolo.

Dopo la partenza gli atleti, lungo la Via Emilia, raggiungeranno Castelfranco per poi dirigersi verso San Giovanni in Persiceto, località da sempre legata da un rapporto molto profondo con la classica di fine stagione. Nel centro di San Giovanni è previsto il traguardo volante dell'amministrazione comunale e successivamente sempre sul territorio di San Giovanni il tv Agricola Caretti.

Imboccata la Persicetana la corsa si dirigerà verso Borgo Panigale e Zola Predosa, transitando davanti allo stabilimento della Felsineo. Saranno gli ultimi chilometri di relativa tranquillità, perchè poco dopo, il giro dell'Emilia - Granarolo, entrerà nelle sue fasi più importanti. La strada inizierà a salire fino a Rocca di Roffeno, teatro del passaggio della gara lo scorso anno.

Quest'anno però, proprio dopo il passaggio a Rocca di Roffeno, i corridori proseguiranno per altri 2,5 chilometri per raggiungere l'inedito valico di Santa Lucia dove è posto il primo gpm della giornata. Una salita molto impegnativa con pendenze del 10%. dopo lo scollinamento la veloce discesa porterà a Vergato prima di toccare Marzabotto e Sasso Marconi dove la strada inizierà a salire verso Badolo.

Sarà il preludio del gran finale.

I protagonisti del giro dell'Emilia - Granarolo entreranno nella città di bologna da via toscana per proseguire per Piazza di Porta Santo Stefano e il passaggio da porta Saragozza dove la strada si impennerà verso il traguardo di San Luca con il transito all'arco del Meloncello.

Circa due chilometri con pendenze massime del 18%. Una salita sarà affrontata complessivamente per cinque volte.

Lo spettacolo sarà il risultato di un mix eccezionale tra il gesto atletico al quale saranno chiamati i corridori e il grande affetto del pubblico a bordo strada. Un contesto che non ha eguali ci farà vivere una giornata indimenticabile che ci farà conoscere il nome del novantaseiesimo vincitore del giro dell'Emilia – Granarolo.

comunicato stampa GS Emilia
 
Rispondi
#5
Che tristezza di partecipazione! Alcune squadre sono pure in cinque tipo l'Astana (con Guardini Facepalm ). Purtroppo queste corse (Sabatini-Emilia-Beghelli) pagano lo spostamento del Lombardia e sono praticamente inutili con questo calendario. Spero che dall'anno prossimo l'Emilia prenda il posto del Gran Piemonte (se non ci sarà), anche se è difficile perchè le due corse della GS Emilia sono sempre andate in coppia...

Squadra di riferimento la Lampre con Cunego, Durasek, Scarponi e l'implacabile Ulissi. Io spero vinca un giovane come Rosa o Aru per continuare nel solco degli ultimi anni e che diventi una gara per futuri campioni!
 
Rispondi
#6
Anch'io tiferò Aru e Rosa, uno mio al Fanta, l'altro al Gdr...
 
Rispondi
#7
Aggiungo anche Villella e Bongiorno, cioè un giovane che abbia speranze per il futuro... Vedere vincere lo Zaugg di turno mi direbbe proprio poco per una corsa che fino a qualche anno fa aveva grandi startlist

Diretta su Raisport 2 dalla 14:55 alle 17
 
Rispondi
#8
Domani si corre il Giro dell'Emilia - Granarolo
Sarà la centralissima Piazza Roma di Modena ad ospitare domani mattina tutte le operazioni preliminari e la partenza della novantaseiesima edizione del Giro dell'Emilia – Granarolo, penultimo appuntamento stagionale per quanto riguarda l'attività organizzativa del Gruppo Sportivo Emilia.

Al via della gara, valida anche come prova della Challenge Lowell Orologi, ci saranno alcuni tra i corridori più in forma del momento, primo su tutti l'azzurro Diego Ulissi (Lampre – Merida) che sarà affiancato da compagni di squadra di primo piano quali Michele Scarponi e Damiano Cunego. Occhi puntati anche sull'Astana, la rappresentativa che schiererà alla partenza Fabio Aru, Frederik Kessiakoff e Jacob Fuglsang e sulla AG2R La Mondiale di Domenico Pozzovivo. Assolutamente da non sottovalutare sarà la presenza dell'ex tricolore Franco Pellizotti e di Diego Rosa (Androni Giocattoli – Venezuela) di Stefano Pirazzi e Francesco Bongiorno (Bardiani CSF – Inox), di Matteo Rabottini e Fabio Taborre (Vini Fantini – Selle Italia) fino ad arrivare al vice campione del mondo degli under 23, il sudafricano Louis Meintjes (Mtn – Qhubeka).

Dopo la partenza (11,45) gli atleti, lungo la Via Emilia, raggiungeranno Castelfranco per poi dirigersi verso San Giovanni in Persiceto, località da sempre legata da un rapporto molto profondo con la classica di fine stagione. Nel centro di San Giovanni è previsto il traguardo volante dell'amministrazione comunale e successivamente sempre sul territorio di San Giovanni il tv Agricola Caretti.

Imboccata la Persicetana la corsa si dirigerà verso Borgo Panigale e Zola Predosa, transitando davanti allo stabilimento della Felsineo. Saranno gli ultimi chilometri di relativa tranquillità, perchè poco dopo, il giro dell'Emilia - Granarolo, entrerà nelle sue fasi più importanti. La strada inizierà a salire fino a Rocca di Roffeno, teatro del passaggio della gara lo scorso anno.

Quest'anno però, proprio dopo il passaggio a Rocca di Roffeno, i corridori proseguiranno per altri 2,5 chilometri per raggiungere l'inedito valico di Santa Lucia dove è posto il primo gpm della giornata. Una salita molto impegnativa con pendenze del 10%. dopo lo scollinamento la veloce discesa porterà a Vergato prima di toccare Marzabotto e Sasso Marconi dove la strada inizierà a salire verso Badolo.

Sarà il preludio del gran finale.

I protagonisti del giro dell'Emilia - Granarolo entreranno nella città di bologna da via toscana per proseguire per Piazza di Porta Santo Stefano e il passaggio da porta Saragozza dove la strada si impennerà verso il traguardo di San Luca con il transito all'arco del Meloncello.

Circa due chilometri con pendenze massime del 18%. Una salita sarà affrontata complessivamente per cinque volte.

Rai Sport 2 trasmetterà un'ampia sintesi della gara nel pomeriggio di domani a partire dalle ore 17,30.

comunicato stampa
 
Rispondi
#9
anche pardilla può vincere, è uno dei pochi scalatori puri presenti domani...
 
Rispondi
#10
Il mitico Sergio Pardilla che quest'anno ha perso il giro del Portogallo essendo il più forte di tutti in salita...
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)