Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Giro di Lombardia 2014
#1
Domenica 5 Ottobre 2014
108a Giro di Lombardia

[Immagine: lombardia-logo.png]

  • Planimetria:




  • Altimetria:




  • Partecipanti:

    KAT TEAM KATUSHA RUS
    1 RODRIGUEZ OLIVER Joaquin ESP
    2 BRUTT Pavel RUS
    3 CARUSO Giampaolo ITA
    4 KOLOBNEV Alexandr RUS
    5 LOSADA ALGUACIL Alberto ESP
    6 MORENO FERNANDEZ Daniel ESP
    7 SILIN Egor RUS
    8 VORGANOV Eduard RUS
    D.S. AZEVEDO Jose

    ALM AG2R LA MONDIALE FRA
    11 BARDET Romain FRA
    12 BETANCUR GOMEZ Carlos A. COL
    13 CHEREL Mikael FRA
    14 DUPONT Hubert FRA
    15 MONTAGUTI Matteo ITA
    16 NOCENTINI Rinaldo ITA
    17 PERAUD Jean Christophe FRA
    18 VUILLERMOZ Alexis FRA
    D.S. LAVENU Vincent

    AND ANDRONI GIOCATTOLI - VENEZUELA ITA
    21 PELLIZOTTI Franco ITA
    22 DALL'ANTONIA Tiziano ITA
    23 GODOY Yonder VEN
    24 PARRINELLO Antonio ITA
    25 ROSA Diego ITA
    26 SELLA Emanuele ITA
    27 TALIANI Alessio ITA
    28 ZILIOLI Gianfranco ITA
    D.S. SAVIO Gianni

    AST ASTANA PRO TEAM KAZ
    31 ARU Fabio ITA
    32 GASPAROTTO Enrico ITA
    33 GAVAZZI Francesco ITA
    34 GRIVKO Andriy UKR
    35 KANGERT Tanel EST
    36 KESSIAKOFF Fredrik Carl W. SWE
    37 SCARPONI Michele ITA
    38 TIRALONGO Paolo ITA
    D.S. MARTINELLI Giuseppe

    BAR BARDIANI CSF ITA
    41 BARBIN Enrico ITA
    42 BATTAGLIN Enrico ITA
    43 BONGIORNO Francesco Manuel ITA
    44 LOCATELLI Stefano ITA
    45 PAGANI Angelo ITA
    46 PIECHELE Andrea ITA
    47 PIRAZZI Stefano ITA
    48 ZARDINI Edoardo ITA
    D.S. REVERBERI Roberto

    BEL BELKIN-PRO CYCLING TEAM NED
    51 KELDERMAN Wilco NED
    52 CLEMENT Stef NED
    53 KEIZER Martijn NED
    54 KRUIJSWIJK Steven NED
    55 MOLLEMA Bauke NED
    56 NORDHAUG Lars Petter NOR
    57 TANNER David AUS
    58 TEN DAM Laurens NED
    D.S. BOVEN Jan

    BMC BMC RACING TEAM USA
    61 GILBERT Philippe BEL
    62 EIJSSEN Yannick BEL
    63 EVANS Cadel AUS
    64 HERMANS Ben BEL
    65 MORABITO Steve SUI
    66 SANCHEZ GONZALEZ Samuel ESP
    67 VAN GARDEREN Tejay USA
    68 WARBASSE Lawrence USA
    D.S. BALDATO Fabio

    CJR CAJA RURAL - SEGUROS RGA ESP
    71 SANCHEZ GIL Luis Leon ESP
    72 ARROYO DURAN David ESP
    73 DOMAGALSKI Karol POL
    74 LASCA Francesco ITA
    75 MADRAZO RUIZ Angel ESP
    76 MAS BONET Luis ESP
    77 PIEDRA PEREZ Antonio ESP
    78 TXURRUKA Amets ESP
    D.S. GOICOECHEA Eugenio

    CAN CANNONDALE ITA
    81 BASSO Ivan ITA
    82 CARUSO Damiano ITA
    83 DE MARCHI Alessandro ITA
    84 FORMOLO Davide ITA
    85 LONGO BORGHINI Paolo ITA
    86 MARCATO Marco ITA
    87 MOSER Moreno ITA
    88 VILLELLA Davide ITA
    D.S. VOLPI Alberto

    COL COLOMBIA COL
    91 CHALAPUD GOMEZ Robinson Edua COL
    92 DIAZ CARDENAS Edward Fabian COL
    93 DUARTE AREVALO Fabio Andres COL
    94 PANTANO Jarlinson COL
    95 QUINTERO Carlos Julian COL
    96 RUBIANO CHAVEZ Miguel Angel COL
    97 TORRES AGUDELO Rodolfo A. COL
    98 VALENCIA Juan Pablo COL
    D.S. TEBALDI Valerio

    FDJ FDJ.FR FRA
    101 PINOT Thibaut FRA
    102 COURTEILLE Arnaud FRA
    103 ELISSONDE Kenny FRA
    104 FISCHER Murilo Antonio BRA
    105 GENIEZ Alexandre FRA
    106 LECUISINIER Pierre Henri FRA
    107 ROY Jérémy FRA
    108 VEIKKANEN Jussi FIN
    D.S. GAYANT Martial

    GRS GARMIN SHARP USA
    111 HESJEDAL Ryder CAN
    112 ACEVEDO COLLE Javier Alexis COL
    113 CARDOSO Andre Fernando S.M. POR
    114 HAAS Nathan AUS
    115 MARTIN Daniel IRL
    116 MORTON Lachlan David AUS
    117 SLAGTER Tom Jelte NED
    118 TALANSKY Andrew USA
    D.S. WEGELIUS Charly

    IAM IAM CYCLING SUI
    121 BRANDLE Matthias AUT
    122 FRANK Mathias SUI
    123 FUMEAUX Jonathan SUI
    124 LÖVKVIST Thomas SWE
    125 PINEAU Jérome FRA
    126 REICHENBACH Sébastien SUI
    127 SCHELLING Patrick SUI
    128 TSCHOPP Johann SUI
    D.S. CARLSTROM Kjell

    LAM LAMPRE - MERIDA ITA
    131 FARIA DA COSTA Rui Alberto POR
    132 BONO Matteo ITA
    133 CONTI Valerio ITA
    134 DURASEK Kristijan CRO
    135 NIEMIEC Przemyslaw POL
    136 OLIVEIRA Nelson POR
    137 POLANC Jan SLO
    138 VALLS FERRI Rafael ESP
    D.S. MAINI Orlando

    LTB LOTTO BELISOL BEL
    141 GALLOPIN Tony FRA
    142 DE CLERCQ Bart BEL
    143 LIGTHART Pim NED
    144 MONFORT Maxime BEL
    145 VANENDERT Dennis BEL
    146 VANENDERT Jelle BEL
    147 VERVAEKE Louis BEL
    148 WELLENS Tim BEL
    D.S. LEYSEN Bart

    MOV MOVISTAR TEAM ESP
    151 VALVERDE BELMONTE Alejandro ESP
    152 CAPECCHI Eros ITA
    153 HERRADA LOPEZ Jesus ESP
    154 INTXAUSTI ELORRIAGA Benat ESP
    155 IZAGUIRRE INSAUSTI Jon ESP
    156 QUINTANA ROJAS Dayer Uberney COL
    157 SÜTTERLIN Jasha GER
    158 VISCONTI Giovanni ITA
    D.S. GARCIA ACOSTA José Vincente

    NRI NERI SOTTOLI ITA
    161 ANDRIATO Rafael BRA
    162 CECCHINEL Giorgio ITA
    163 FAILLI Francesco ITA
    164 FEDI Andrea ITA 224
    165 FINETTO Mauro ITA 225
    166 MONSALVE Jonathan VEN
    167 PONZI Simone ITA
    168 TABORRE Fabio ITA
    D.S. SCINTO Luca

    OPQ OMEGA PHARMA - QUICK-STEP BEL
    171 KWIATKOWSKI Michal POL
    172 ALAPHILIPPE Julian FRA
    173 BRAMBILLA Gianluca ITA
    174 GOLAS Michal POL
    175 POELS Wouter NED
    176 SERRY Pieter BEL
    177 URAN URAN Rigoberto COL
    178 VERONA QUINTANILLA Carlos ESP
    D.S. BRAMATI Davide D

    OGE ORICA GREENEDGE AUS
    181 ALBASINI Michael SUI
    182 CLARKE Simon AUS
    183 IMPEY Daryl RSA
    184 MEIER Christian CAN
    185 SANTAROMITA Ivan SUI
    186 WEENING Pieter NED
    187 YATES Adam GBR
    188 YATES Simon GBR
    D.S. WHITE Matthew

    EUC TEAM EUROPCAR FRA
    191 GAUTIER Cyril FRA
    192 BERHANE Natnael ERI
    193 COUSIN Jerome FRA
    194 JEANDESBOZ Fabrice FRA
    195 JEROME Vincent FRA
    196 KERN Christophe FRA
    197 MEDEREL Maxime FRA
    198 SICARD Romain FRA
    D.S. FLICKINGER Andy

    GIA TEAM GIANT - SHIMANO NED
    201 BARGUIL Warren FRA
    202 CRADDOCK Lawson USA
    203 DEVENYNS Dries BEL
    204 DUMOULIN Tom NED
    205 GESCHKE Simon GER
    206 LUDVIGSSON Tobias SWE
    207 OLIVIER Daan NED
    208 PREIDLER Georg AUT
    D.S. ENGELS Addy

    TNE TEAM NETAPP - ENDURA GER
    211 BENEDETTI Cesare ITA
    212 DE LA CRUZ MELGAREJO David ESP
    213 HUZARSKI Bartosz POL
    214 KONIG Leopold CZE
    215 MACHADO Tiago POR
    216 MATZKA Ralf GER
    217 PIMENTA COSTA MENDES José J. POR
    218 VOSS Paul GER
    D.S. POMER Christian

    SKY TEAM SKY GBR
    221 CATALDO Dario ITA
    222 HENAO GOMEZ Sebastian COL
    223 KIRYIENKA Vasil BLR
    224 KNEES Christian GER
    225 LOPEZ GARCIA David ESP
    26 PUCCIO Salvatore ITA
    227 SIUTSOU Kanstantsin BLR
    28 SWIFT Ben GBR
    D.S. CIONI Dario

    TCS TINKOFF SAXO RUS
    231 CONTADOR VELASCO Alberto ESP
    232 HERNANDEZ BLAZQUEZ Jesus ESP
    233 KREUZIGER Roman CZE
    234 MOREIRA PAULINHO Sergio M. POR
    235 POLJANSKI Pawel POL
    236 SÖRENSEN Chris Anker DEN
    237 SÖRENSEN Nicki DEN
    238 ZAUGG Oliver SUI
    D.S. GUIDI Fabrizio

    TFR TREK FACTORY RACING USA
    241 ALAFACI Eugenio ITA
    242 ARREDONDO MORENO Julian Davi COL
    243 DIDIER Laurent LUX
    244 FELLINE Fabio ITA
    245 POPOVYCH Yaroslav UKR
    246 SCHLECK Frank LUX
    247 WATSON Calvin AUS
    248 ZOIDL Riccardo AUT
    D.S. ANDERSEN Kim



  • Risultati: -



  • Sito web della corsa: http://www.gazzetta.it/Speciali/GiroLombardia
 
Rispondi
#2
Le Wildcard del Lombardia saranno, oltre alla Bardiani, l'Androni, la Caja Rural, Colombia, IAM, Netapp e Yellowfluo.
 
Rispondi
#3
Il problema non sono le wild card ma il percorso
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Giugurta
#4
LOMBARDIA. Si pedalerà da Como a Bergamo. GALLERY
Su il sipario sulla 108° edizione

PROFESSIONISTI | A Bergamo, presso il Palazzo Biblioteca Caversazzi, è stata presentata questa mattina la 108° edizione de Il Lombardia. La classica delle foglie morte si correrà il prossimo 5 ottobre da Como a Bergamo, per un totale di 254 km.
Ad illustrare le novità dell'edizione 2014 il grande Felice Gimondi, Stefano Allocchio, responsabile della gestione sportiva di Rcs Sport, l'Assessore allo Sport di Bergamo Loredana Poli e Giovanni Bettineschi di Promoeventi, che dal 2004 collabora con RCS Sport per la realizzazione dell'evento.
Tante le personalità del mondo delle due ruote presenti, come potete vedere dalla nostra fotogallery, interessanti le loro riflessioni sul tracciato su cui si deciderà l’ultima classica della stagione.
«Sarà un Lombardia più light che in passato. In molti volevano la Valcava ma abbiamo preferito disegnare un percorso impegnativo ma non proibitivo per la collocazione nel calendario della corsa, dopo il Campionato del Mondo e al termine di una lunga stagione» ha affermato Allocchio svelando il percorso che prevede 3.800 mt di dislivello.
Gimondi, che in carriera ha vinto due Giri di Lombardia, avrebbe preferito un tracciato ancora più duro di quello in programma che presenta le scalate di Ghisallo, Galbiate, Colle dei Pasta, Colle Gallo, Ganda (al posto del Selvino, per il grande successo di pubblico riscosso al Giro d'Italia), Bracca, Berbenno e come ultimo strappo la Boccola prima della picchiata finale che porterà all'arrivo in città alta.
I relatori hanno ringraziato sponsor del calibro di Santini, Vittoria, Italcementi, che anche quest'anno non hanno fatto mancare il loro fondamentale supporto alla manifestazione, e annunciato un vero e proprio giorno di festa per le due ruote con l'arrivo al mattino della classica giovanile "Eco di Bergamo", che terminerà sul traguardo de Il Lombardia.
Per le prossime edizioni, infine, una indiscrezione confermata dallo stesso Allocchio: è possibile che ci sarà un'alternanza tra Como e Bergamo come sedi di partenza e arrivo.

---

Partenza da Como per affrontare una prima parte classica che culmina (dopo Cantù, Erba, Asso e Onno) con la scalata del Ghisallo da Bellagio al km 58. Si tratta di un passaggio tradizionale, con pendenze al 14%.

Si prosegue superando Asso, Pusiano, Oggiono, Galbiate e Pescate (rifornimento fisso) attraverso l’Alta Brianza e il Meratese fino a entrare in Provincia di Bergamo a Calusco d’Adda.

Dopo un primo passaggio su Bergamo la corsa effettua un ampio anello costellato di difficoltà altimetriche che decideranno l’esito della corsa. Si superano in sequenza: il Colle dei Pasta (413 m), il Colle Gallo (763 m) e, dopo il secondo rifornimento fisso a Cene, il Passo di Ganda (1060 m) già affrontato di recente nella 18° tappa del Giro 2011.

Discesa veloce attraverso Selvino e Rigosa verso il fondovalle, dove la strada si impenna per superare lo strappo di Bracca (600 m) e la discesa tecnica che segue fino a Zogno e Brembilla dove è prevista la scalata (classica) di Berbenno (695 m) a 26 km dall’arrivo.

Discesa veloce fino a Almenno San Salvatore e ingresso nell’abitato di Bergamo da Almè per affrontare il finale che, attraverso il passaggio in Città Alta, porta al traguardo del Sentierone.

Ultimi chilometri attraverso Bergamo Alta, salendo da Porta Garibaldi e affrontando la salita della Boccola (con 200 m in acciottolato) verso Largo Colle Aperto. Nella prima parte le pendenze sono sempre sopra il 10% (max 12%). In discesa la carreggiata è larga su fondo liscio.

Ai 1800 m dall’arrivo svolta secca con breve strettoia per il superamento di Porta Sant’Agostino. Dopo l’ultimo chilometro svolta a sinistra e ai 250 m ultima curva verso destra che conduce all’arrivo.

25 formazioni al via (18 UCI ProTeams e 7 Wild Card) composte da 8 corridori ciascuna:

AG2R LA MONDIALE (FRA)

ANDRONI GIOCATTOLI - VENEZUELA (ITA)

ASTANA PRO TEAM (KAZ)

BARDIANI CSF (ITA)

BELKIN-PRO CYCLING TEAM (NED)

BMC RACING TEAM (USA)

CAJA RURAL - SEGUROS RGA (ESP)

CANNONDALE (ITA)

COLOMBIA (COL)

FDJ.fr (FRA)

GARMIN SHARP (USA)

IAM CYCLING (SUI)

LAMPRE-MERIDA (ITA)

LOTTO BELISOL (BEL)

MOVISTAR TEAM (ESP)

NERI SOTTOLI (ITA)

OMEGA PHARMA - QUICK-STEP CYCLING TEAM (BEL)

ORICA GreenEDGE (AUS)

TEAM EUROPCAR (FRA)

TEAM GIANT-SHIMANO (NED)

TEAM KATUSHA (RUS)

TEAM NETAPP - ENDURA (GER)

TEAM SKY (GBR)

TINKOFF-SAXO (RUS)

TREK FACTORY RACING (USA)

ALBO D’ORO RECENTE – ULTIME 10 EDIZIONI

2004 – Damiano Cunego (ITA)

2005 – Paolo Bettini (ITA)

2006 – Paolo Bettini (ITA)

2007 – Damiano Cunego (ITA)

2008 – Damiano Cunego (ITA)

2009 – Philippe Gilbert (BEL)

2010 – Philippe Gilbert (BEL)

2011 – Oliver Zaugg (SUI)

2012 – Joaquim Rodriguez (ESP)

2013 – Joaquim Rodriguez (ESP)

LE DICHIARAZIONI

Stefano Allocchio, Gestione Area Sportiva RCS Sport: RCS Sport e La Gazzetta dello Sport sono lieti della collaborazione con gli organizzatori locali. Con 3800 metri di dislivello siamo certi di avere un Lombardia molto duro. Il Ghisallo, presente in questa edizione all’inizio della corsa, rimane il simbolo del Lombardia. Il percorso è diverso da quello del 2003, c’è una salita inedita: il Ganda al Giro 2013 è stato un successo di pubblico e i tifosi avranno il tempo di raggiungere Bergamo per il gran finale. L’arrivo del Lombardia vedrà protagonisti anche i giovani impegnati nel trofeo L’Eco di Bergamo, con oltre 200 ragazzini in uno scenario unico, un giorno di festa per lo sport.

Felice Gimondi, Vincitore del Lombardia 1966 e 1973 in maglia iridata: Il Lombardia è una corsa molto tecnica e questo percorso non fa altro che confermarlo. È duro ma non proibitivo, mi aspetto l’arrivo di un gruppetto con i migliori. Dopo aver toccato le valli bergamasche, il finale con Città Alta e la Boccola mostrerà le bellezze di Bergamo al mondo.

Loredana Poli, Assessore allo Sport - Comune di Bergamo: Siamo orgogliosi che il Lombardia ritorni a Bergamo, dopo i due anni in cui è stata sede di partenza, quale arrivo della corsa. Siamo certi che, grazie alla collaborazione di tutte le istituzioni, Bergamo sarà come sempre all’altezza di una grande Manifestazione sportiva. Un grazie particolare a Felice Gimondi, simbolo del ciclismo della nostra città.

Giovanni Bettineschi, Promoeventi Sport: Il comitato locale ringrazia RCS Sport e tutte le istituzioni per aver creduto nel progetto. Un grazie particolare al comune di Como, sede di partenza di quest’edizione, con il quale abbiamo iniziato a sviluppare una collaborazione per il futuro.

Maurizio Ghioldi, Assessorato allo Sport - Comune di Como: siamo molto contenti di ospitare la partenza del Lombardia e siamo convinti che la collaborazione con Bergamo per l’evento sarà un successo.

comunicato stampa


tuttobiciweb.it


planimetria e altimetria nel primo post
 
Rispondi
#5
Non mi convince in pieno. Più ho meno ha il difetto del percorso lecchese, il predecessore, penso ci sia troppa pianura tra l'ultima salita e lo strappo finale di Bergamo Alta e quindi mi aspetto una corsa abbastanza chiusa fino agli ultimissimi km.
Complessivamente mi sembra un pelino più semplice, anche perchè la Boccola è un po' più facile di Villa Vergano, anche se più vicina al traguardo. In generale non mi aspetto un arrivo in solitaria.

Scenograficamente, sì, sarà una bella corsa Sisi
 
Rispondi
#6
Non conosco le salite della zona, però sì: a difficoltà "pura" di pendenze credo sia più difficile il Lombarida dello scorso anno rispetto a questo. Però gli ultimi 100 km sono molto bellini, nervosissimi: con pochissimo respiro tra una salita, uno strappetto, e l'altra. Se interpretato nella giusta maniera, può diventare davvero divertente... Sese
 
Rispondi
#7
20 km tra salita finale e strappo finale....troppi se si cercava lo spettacolo.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Danilo M.
#8
Vincenzo Nibali salta Il Lombardia. Dopo il Mondiale volerà in Kazakistan per correre il Tour of Almaty
Quando il Kazakistan chiama, Vincenzo Nibali risponde. E così lo Squalo dello Stretto, che nello scorso luglio s'è aggiudicato per la prima volta il Tour de France, dopo il Mondiale di Ponferrada del 28 settembre, non correrà Il Lombardia. L'ultima classica monumento è in programma esattamente una settimana dopo la prova iridata, domenica 5 ottobre. Stesso giorno in cui si disputerà il Tour of Almaty, corsa in linea kazaka di categoria 1.1. Nibali sarà ad omaggiare i datori di lavoro, saltando sia Il Lombardia che la presentazione del Giro d'Italia 2015, come conferma Giuseppe Martinelli in un'intervista a Tuttobici: «Vincenzo non sarà presente né a Il Lombardia né alla presentazione del Giro d'Italia 2015. In quei giorni sarà impegnato in Kazakistan al Tour of Almaty. È una corsa nuova che entra per la prima volta nel calendario Uci, una corsa alla quale i responsabili della Federazione kazaka e dell'Astana tengono in modo particolare».

cicloweb.it
 
Rispondi
#9
Il campione italiano signori.......
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Danilo M.
#10
Piuttosto che fare una corsa assurda come il Lombardia di quest'anni meglio guadagnare un po' di soldi.
Poi la maglia di campione Italiano l'ha già onorata abbastanza...
 
Rispondi
#11
Ma poi è meglio che la tenga nascosta quella maglia, visto quanto è brutta. Meno male che non c'è. Asd E un motivo in più per tifarlo al mondiale... Sese
 
Rispondi
#12
Per colpa di sti belin di kazaki deve correre con una maglia di merda e gli fanno pure saltare il Giro di Lombardia per il Tour of Almaty? Ma che andassero a correrla Vinokurov e Kashechkin se la trovano tanto importante. Bah...

Chiunque vincerà il Lombardia lo vincerà solo perchè non c'è Nibali, comunque.
 
Rispondi
#13
Il prossimo Giro di Lombardia vedrà il ritorno a tempo di record di Domenico Pozzovivo dalla frattura di tibia e perone, ma non solo: l'AG2R La Mondiale infatti metterà in gioco una squadra molto aggressiva comprendente anche Carlos Betancur, Romain Bardet, Mikael Cherel, Matteo Montaguti, Rinaldo Nocentini, Jean Christophe Peraud e Alexis Vuillermoz.
 
Rispondi
#14
Contento per Pozzovivo, dubito che possa essere competitivo ma in questo modo potrà affrontare la preparazione invernale con più tranquillità. Bardet da top 5
 
Rispondi
#15
(04-09-2014, 03:41 AM)SarriTheBest Ha scritto: Non conosco le salite della zona, però sì: a difficoltà "pura" di pendenze credo sia più difficile il Lombarida dello scorso anno rispetto a questo. Però gli ultimi 100 km sono molto bellini, nervosissimi: con pochissimo respiro tra una salita, uno strappetto, e l'altra. Se interpretato nella giusta maniera, può diventare davvero divertente... Sese

la penultima salita è mooolto facile (ha solo 500 metri al 7%) dopodichè ci sono 20 km di discesa e pianura. Insomma dai -40 ai -5 è una corsa insulsa!!!

Lo strappo di Bergamo Alta è selettivo? Non me lo ricordo...
 
Rispondi
#16
Se in un ciclismo in cui non si fa più selezione continuiamo con questi percorsi ridicoli è davvero finita....
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Danilo M.
#17
Rui Costa guiderà la Lampre-Merida sulle strade lombarde
La Lampre-Merida si affida a una selezione internazionale per provare a onorare al meglio Il Lombardia (domenica 5 ottobre), corsa particolarmente importante per la formazione blu-fucsia-verde vista l’attinenza geografica con il team.

Sei nazioni (Croazia, Italia, Polonia, Portogallo,Slovenia e Spagna), un obiettivo: correre da protagonisti il penultimo appuntamento del calendario World Tour.
Proveranno a centrare il bersaglio i seguenti corridori: Matteo Bono, Valerio Conti, Kristijan Durasek, Przemyslaw Niemiec, Nelson Oliveira, Jan Polanc, Rui Costa e Rafael Valls.
In ammiraglia ci sarà il ds Maini, il quale riceverà il supporto dei meccanici Possoni, Romanò e Viganò, dei massaggiatori Capelli, Della Torre e Redaelli, del dottor Beltemacchi e dell’autista Bozzolo.

Il Lombardia 2014 si correrà sulla distanza di 254 km, con partenza a Como e arrivo a Bergamo. Queste le asperità del percorso: Madonna del Ghisallo, Colle dei Pasta, Colle Gallo, Ganda, Bracca, Berbenno e Bergamo Alta.

Il percorso presente un finale particolarmente interessante è maggiormente aperto rispetto a quello delle passate edizioni – ha sottolineato il ds Maini – Il dislivello della parte conclusiva della corsa è importante, ma le salite sono intervallate da tratti che consentono di rifiatare.
Tenendo in considerazione queste caratteristiche, la corsa potrebbe risolversi con un attacco di un gruppetto di atleti: per questo motivo, sarà per noi importante poter giungere nel finale con il maggior numero di corridori in forze.
Tutti i nostri atleti hanno le qualità per essere nel vivo della corsa nei momenti cruciali, quindi partiremo con la consapevolezza di poter realizzare una bella prestazione
“.

Per studiare il nuovo percorso de Il Lombardia, nella mattinata di venerdì 3 ottobre Maini guiderà Rui Costa, Oliveira, Niemiec, Conti e Bono in una ricognizione che partirà dall’imbocco del Ganda e terminerà a Bergamo, per un totale di circa 80 km di allenamento al termine del quale i corridori blu-fucsia-verdi si trasferiranno al Relais la California di Nibionno (www.relaislacalifornia.it).

comunicato stampa Lampre-Merida
 
Rispondi
#18
La FDJ.fr affronterà il Lombardia al servizio del suo uomo di maggior prestigio, quel Thibaut Pinot arrivato pochi mesi fa sul podio del Tour de France. Lo scalatore transalpino sarà sostenuto da Arnaud Courteille, Kenny Elissonde, Murilo Fischer, Alexandre Geniez, Pierre-Henri Lecuisinier, Jérémy Roy e Jussi Veikkanen.
 
Rispondi
#19
Lombardia, Kwiatkowski: "Del mio meglio per onorare la corsa e la Maglia"
Il Team Omega Pharma Quick Step ha annunciato la formazione che prenderà parte a Il Lombardia, che si correrà il prossimo 5 ottobre.

Alla Classica delle Foglie Morte, ultima corsa-monumento del 2014, prenderanno parte Julian Alaphilippe (FRA), Gianluca Brambilla (ITA), Michal Golas (POL), Wout Poels (NED), Pieter Serry (BEL), Rigoberto Uran Uran (COL), Carlos Verona (ESP) e il Campione del Mondo Michal Kwiatkowski (POL) che sulle strade lombarde vestirà per la prima volta la Maglia Iridata conquistata a Ponferrada (Spagna).

"Gli ultimi giorni sono stati molto pieni," ha commentato Kwiatkowski. "Sono arrivato a casa dopo un grande benvenuto all'aeroporto di Varsavia. La mia famiglia e la mia fidanzata erano là, insieme a molti giornalisti e tifosi. E' stato molto bello incontrare tutta quella gente e vedere quanto grande è diventato il ciclismo in Polonia. Per essere onesti, in quel momento ho realizzato quello che avevo fatto. Ancora adesso sono stto schock. Dopo l'arrivo della prova ero veramente confuso perché era tutto così incredibile. E' come quando sogni qualcosa la notte e poi si avvera. E' un qualcosa che sto ancora elaborando. Gli ultimi giorni della mia vita sono stati completamente differenti da come era prima. A proposito de Il Lombardia, non sono mai riuscito a finirlo. L'anno scorso mi ero ammalato la notte prima del via. Adesso con questa maglia addosso dovrò fare meglio rispetto al passato (ride). Per me è fantastico indossare per la prima volta in una Classica Monumento. Vedremo cosa si riuscirà a fare, considerando anche le grandi emozioni di questi ultimi giorni anche se, certamente, farò di tutto per onorare la corsa e questa maglia."

Ciclismoweb.net
 
Rispondi
#20
Non è male il percorso per lui
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 2 Ospite(i)