Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Homo Pedaliensis
#1
Non posso dire di conoscere bene il sito, sono tanti i meandri dove non mi sono ancora avventurato (i pronostici o i giochi, ad esempio). Tuttavia, ogni tanto zonzo tra i vari articoli, spesso apprezzando molto. Di recente ho scoperto la serie di articoli “Sulle orme del passato”: grande Er Paglia! Ave

Trovo molto piacevole la varietà delle chiacchiere e degli argomenti. Volendo contribuire a questa varietà non trovo molte frecce nella mia faretra. Molte cose le ho seguite per parte della mia vita, ma spesso non con continuità. Gli argomenti che seguo maggiormente per passione personale sono l’evoluzione umana e gli scacchi (senza essere un forte giocatore).

Non so quanto possa interessare ma vi propongo il primo, la lunga strada che dagli alberi che andavano svanendo nell’Africa centro – orientale ci ha condotto fino a qui. Se vi interessa, se qualche notizia sull’argomento vi incuriosisce, ne chiacchiererei volentieri.

Per l’occasione propongo una nuova specie, l’Homo Pedaliensis…  :D

I meccanismi evolutivi che conducono dall’Homo Sapiens al Pedaliensis non sono noti Mmm   ma ho una mia teoria. Siamo diventati prima uomini e poi Sapiens correndo e sudando nella savana. Non siamo veloci ma dotati di una notevole resistenza. Correvamo per inseguire le prede ma la corsa credo sia pian piano diventata un modo ulteriore di sentirsi vivi, di sfidare il mondo e l’orizzonte, il vento sulla faccia, il cuore che batte. Molti corrono ancora oggi, per diletto, molti altri, i Pedaliensis, sfidano il mondo con un nuovo strumento, figlio della nostra mente. A volte una montagna ci nasconde l’orizzonte, ma la scaliamo, fino a conquistare una visione più ampia di quanto ci circonda, il vento sulla faccia, il cuore che batte.
 
Rispondi
#2
Non ci ho capito tanto, ma sappi che sei uno dei miei utenti preferiti tra i nuovi.
 
Rispondi
#3
(30-03-2016, 04:09 PM)Dayer Pagliarini Ha scritto: Non ci ho capito tanto, ma sappi che sei uno dei miei utenti preferiti tra i nuovi.



Grazie!
“L’ideazione” di Homo Pedaliensis è un elogio ai ciclisti e agli appassionati di ciclismo.


Quando si scoprono fossili non attribuibili a specie già conosciute (o quando si scoprono animali o piante non attribuibili a quanto già classificato) si nomina una nuova specie, enumerandone caratteristiche e differenze rispetto ad altre specie simili. Si usano termini latineggianti, con il nome del genere (la categoria immediatamente superiore alla specie, nel nostro caso “Homo”) e il termine per la specie, che viene inventato in vari modi. L’uomo di Neanderthal deriva il suo nome dal luogo dove è stato scoperto per la prima volta un fossile attribuibile a tale nuovo “gruppo” (la valle, in tedesco thal, di Neander). Quindi il termine scientifico è Homo Neanderthaliensis (se specie a sé stante, cosa su cui i paleoantropologi non sono unanimi).


Come artificio, per dire che trovo il ciclismo profondamente legato alla nostra natura umana, sono partito dai pedali per denominare scherzosamente la “nuova specie” Homo Pedaliensis. L’immagine è quella dell’arrivo in cima a un passo, magari alpino, con lo sguardo che spazia, mentre il cuore batte per lo sforzo e si avverte la brezza sulla pelle. Un attimo che avverto profondamente legato al nostro essere uomini (come tanti altri diversi attimi o sensazioni, ovviamente).
 
Rispondi
#4
L'aver citato Indurain oggi in un altro post mi ha fatto venire in mente che c'è persino un legame tra Paleoantropologia e Ciclismo! 
Nel 1992, anno in cui Indurain fece la prima accoppiata Giro - Tour, venne scoperto ad Atapuerca, in Spagna, un famoso fossile, un cranio quasi completo insieme ad alcuni resti post craniali, attribuito alla specie Homo Heidelbergensis, che venne soprannominato Miguelòn in suo onore!
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di OldGiBi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)