Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
I Ritirati 2015
#1
Information 
L'elenco dei corridori che hanno concluso la propria carriera agonostica con la stagione ciclistica 2015

I Ritirati 2015
nome età nazionalità squadra professionista
dal al
Anthony Geslin 35 Francia FDJ.fr 2002 2015
Kevin Hulsmans 37 Belgio Vastgoedservice 2000 2015
Daan Olivier 22 olanda Giant-Alpecin 2014 2015
Alessandro Petacchi 41 Italia Southeast Pro Cycling 1996 2015
Jérôme Pineau 35 Francia IAM Cycling 2002 2015
Oscar Pujol 32 spagna Team Ukyo 2008 2015
Fred Rodriguez 42 Stati Uniti d'America Jelly Belly p/b Maxxis 1996 2015
Sebastian Rosseler 34 Belgio VeranClassic 2002 2015
Kevin de Weert 33 Belgio LottoNL-Jumbo 2002 2015
Romain Zingle 28 Belgio Cofidis, Solutions Credits 2009 2015
 
Rispondi
#2
Pujol: «Ancora un anno in bici, poi farò il torero»
Oscar Pujol è un maestro di poliedricità: strada, ciclocross, mountain bike ma stavolta ha sorpreso tutti. Il ciclista catalano, che nel 2015 sarà ì in forza al team giapponese Ukyo, al termine della stagione si dedicherà alla carriera che sogna da sempre, vale a dire quella del torero.
«È un sogno che ho sin da bambino, poi le tradizioni familiari mi hanno portato verso il ciclismo. Ho provato ovviamente a toreare, ma adesso mi piacerebbe intraprendere questa carriera al cento per cento».

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#3
se è bravo come torero tanto quanto lo è come ciclista sarà contento il toro
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di BidoneJack
#4
Sottovalutato Sese A me quando era in Cervélo non dispiaceva poi tantissimo: qualcosa di buono lo aveva fatto intuire. Boh Non so poi cosa gli sia successo: non vorrei fosse venuta fuori qualche "situazione strana" che lo ha portato ad essere snobbato dal giro che conta... Sese
 
Rispondi
#5
LottoNL, Kevin de Weert si ritira
Nel giorno del suo trentatreesimo compleanno

Kevin De Weert ha deciso di chiudere la sua carriera ciclistica. Il trentatreenne scalatore belga ha scelto il giorno del suo compleanno per fermarsi, dopo aver disputato nel fine settimana la World Ports Classic.
«Dopo aver lavorato duramente per un anno e mezzo, sono giunto alla conclusione che non posso tornare al mio vecchio stato di forma perché non sono riuscito a risolvere evidentemente tutti i problemi fisici. Per questo motivo, ho parlato con la squadra e ho deciso di fermarmi da oggi. Non so ancora quale sarà il mio futuro, ma non vedo l'ora di affrontare nuove sfide sempre nel mondo del ciclismo».
Ricordiamo che alla Vuelta 2013 De Weert era stato vittima di un terribile incidente nel quale si era procurato la frattura della tibia, di una clavicola e la rottira del tendine rotuleo.

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#6
Il 22enne olandese Daan Olivier (Giant-Alpecin) lascia il ciclismo professionistico per concentrarsi sugli studi
Daan Olivier, 22enne ciclista olandese della Giant-Alpecin, ha deciso di lasciare il ciclismo professionistico per concentrarsi sugli studi per una carriera fuori dallo sport. Olivier era passato professionista con la Giant nel 2014 e aveva messo in mostra buone qualità ottenendo un buon 8° posto finale alla Vuelta Burgos: «Nel 2013 ho sofferto di sovrallenamento - ha spiegato l'ormai ex corridore - e da allora il ciclismo è diventato meno divertente. Ho iniziato a realizzare che nella vita c'è di più che lo sport professionistico. Molti sacrifici sono richiesti per vivere una vita da atleta, e questi sacrifici sono duri da affrontare se lo sport non ti regala più la stessa gioia. Ho provato ad ignorare questi sentimenti, purtroppo dopo la caduta di quest'anno alla Volta Catalunya ho capito che non potevo più continuare così. Mi sono iscritto ad un corso di laura in economia che inizierà a settembre e non vedo l'ora di affrontare questa nuova sfida. Continuerò a pedalare sulla mia bicicletta ma solo come un hobby». La rescissione del contratto diventerà formale a partire dal 1° luglio.

cicloweb.it
 
Rispondi
#7
Dopo Rosseler, un altro ex Quick Step e Radioshack mette termine alla propria carriera: si tratta di Kevin Hulsmans, attualmente in forza alla Vastgoedservice-Golden Palace, che a fine luglio appenderà la bici al chiodo dopo aver disputato il Critérium de Lommel (vinto nel 2006). Uno dei principali gregari di Boonen fino al 2010, ha corso anche in Italia per un paio di stagione con la Farnese Vini/Vini Fantini.

In palmares conta un successo al Giro delle Fiandre U23 nel 1999 e due vittorie tra i professionisti: la 9ª tappa della Niedersachsen-Rundfahrt (2000) e la 1ª tappa del Circuito Franco-Belga (2002). Da sottolineare anche due top 20 alla Parigi-Roubaix, una nel 2005 (15°) e l'altra nel 2012 (17°).
 
Rispondi
#8
Il francese Anthony Geslin (FDJ.fr) ha annunciato su Twitter che il prossimo campionato nazionale sarà l'ultimo della sua carriera, visto che a fine stagione appenderà la bicicletta al chiodo.

Da poco compiuti 35 anni, nella sua carriera ha corso in soli due "blocchi" storici del ciclismo francese: quello di Bonjour (2002) / Brioches La Boulangère (2003-2004) / Bouygues Telecom (2005-2008) agli ordini di Jean-René Bernaudeau e quello della Française des Jeux/FDJ (2009-2015) di Marc Madiot. Nel suo palmares spicca il bronzo iridato nel mondiale di Madrid (2005) alle spalle di due campioni come Boonen e Valverde; tra le sue vittorie si possono ricordare anche De Brabantse Pijl (2009), suo ultimo successo, il Tour du Doubs (2008) e la Paris Camembert (2006). Inoltre conta sei partecipazioni al Tour de France e tre alla Vuelta a España.
 
Rispondi
#9
Jérôme Pineau annuncia il ritiro dal ciclismo al termine di questa stagione
Il 35enne francese Jérôme Pineau ha annunciato che al termine di questa stagione metterà fine alla sua carriera di ciclista professionista. Pineau era approdato nella massima categoria nel 2002 e lascerà quindi il gruppo dopo 13 stagioni, le ultime due con la maglia della IAM Cycling: non molte le vittorie in carriera, ma si ricorda comunque un bel successo nella tappa di Novi Ligure al Giro d'Italia 2010 quando vestiva la maglia della Quick Step. Jérôme Pineau spera comunque di restare nell'ambiente anche dopo il suo ritiro dall'agonismo: già si parla della possibilità di un futuro come giornalista e opinionista, oppure come direttore sportivo e team manager di qualche squadra.

cicloweb.it
 
Rispondi
#10
Ciao Steegy

:°°°
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)