Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Il caso: un clandestino al Giro d'Italia
#1
Il caso: un clandestino al Giro d'Italia
È un corridore venezuelano privo del permesso di soggiorno

Un caso in rosa, una situazione di clandestinità al Giro d'Italia 2014. E' quanto emerso da un accertamento svolto dalla Polizia di Stato, rivelato oggi dal sito www.irpiniaoggi.it. La notizia era già trapelata al Giro d'Italia, partito dall'Irlanda del Nord, ma era sembrata talmente incredibile da non essere presa in considerazione. Ora è stato accertato che alle tappe di Belfast ha partecipato un corridore venezuelano, appartenente a squadra italiana, sprovvisto del visto di ingresso in Irlanda del Nord e del permesso di soggiorno per svolgere attività lavorativa in Italia. Al riguardo, oltre al procedimento penale, è possibile l'apertura di una inchiesta in proposito da parte della Federazione Ciclistica Italiana e dell'Uci.

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#2
Monsalve?
 
Rispondi
#3
Il problema passaporti riguardava soprattutto in Androni, tanto che un paio di loro corridori rimasero in bilico fino all'ultimo. Quindi o Jackson Rodriguez, o Godoy mi pare ci fosse... Mmm
 
Rispondi
#4
Ma no Facepalm
 
Rispondi
#5
E' uno per caso che ha fatto la traversata dell' oceano in pedalò ?
 
Rispondi
#6
Ma cavolo!
 
Rispondi
#7
A mio giudizio non hanno fatto nulla di illegale comunque, cioè andava a correre il Giro d'Italia mica andava a rubare...
 
Rispondi
#8
Un clandestino al Giro: ecco il documento
Monsalve e Gil non hanno il permesso di soggiorno

Nuova puntata del "Caso del clandestino al Giro". Irpinianews, che aveva dato per prima la notizia, pubblica oggi il documento che vi proponiamo.

[Immagine: showimg.php?cod=71053&resize=10&tp=n]

«Eravamo stati i primi a confermare una indiscrezione che circolava nei giorni in cui il Giro d’Italia era in Irlanda del Nord: la possibile presenza di corridori extracomunitari non in regola con visto di ingresso e permesso di soggiorno. Molta incredulità aveva suscitato la nostra anticipazione. Ecco il documento ufficiale:
“I signori Godoy Yonder Eduardo, Ochoa Carlos Josè e Rodriguez Ortiz Jackson Jesus sono in possesso di permesso di soggiorno, i signori Monsalve Pertsinidis Alejandro, Gil Martinez Tomas Aurelio non risultano, attualmente, in possesso di permesso di soggiorno”.».

tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#9
Lo sapevo che era monsalve. Cosa vinco?
 
Rispondi
#10
Fantastico, i Neri se ne son proprio sbattuti di regolarizzare la posizione dei loro extra... Sweat
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)