Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Sondaggio: Who is the best?
Samuel Eto'o
Didier Drogba
George Weah
[Mostra risultato]
 
Note: questo è un sondaggio pubblico, gli altri utenti possono vedere cosa hai votato.
Condividi:
Il più forte giocatore africano di tutti i tempi: Drogba vs Eto'o vs Weah
#1
Con Manuel discutevamo su Whatsapp di Weah vs Eto'o, ma visto che c'ero ci ho messo dentro pure l'ivoriano visto che è stato ed è ancora un grandissimo attaccante. Lo so che tanto arriveranno i Chelsisti e gli interisti a votare solo in base al colore della maglia, ma 'sticazzi.





vs





vs





Dato che parliamo di tre attaccanti la prima cosa da guardare è la media goal, pensavo che quella di Eto'o fosse nettamente meglio rispetto a quella degli altri due dato che il camerunese ai tempi del Barca con Ronaldinho, Messi, Iniesta, Xavi, Deco ad innescarlo era il miglior finalizzatore al mondo, in realtà sono tutti più o meno là. Eto'o segna un goal ogni 2,09 partite, Weah ogni 2,1 e Drogba ogni 2.35.

Ora vado con la mia classifica.

Terzo posto per Drogba, l'ivoriano al top era un attaccante straordinario, tiro potentissimo, buon dribbling e colpo di testa. Il suo problema è sempre stata la continuità, a stagioni ottime(2003/2004, 2006/2007, 2009/2010 ed in parte il 2012) ne ha affiancate alcune piuttosto abuliche.

Eto'o come detto prima è stato per un lustro il miglior finalizzatore al mondo, o almeno uno dei primi tre. Un rapace d'area di rigore ma non solo, giocatore veloce di piedi e di testa, dotato di tiro potente e capace di giocare anche per la squadra. La sua stagione migliore però per me non è stata una di quelle al Barca, ma bensì la seconda all'Inter, nella sua prima stagione milanese Mou lo fece giocare "alla Weah" con Milito a fare "il Bierhoff", stagione fenomenale a livello di squadra, meno a livello individuale(16 goal in 48 partite, solo due in Champions). L'anno dopo con Benitez prima e Leonardo poi il camerunese tornò al suo ruolo, il nove duro e puro. Stagione meno buona per l'Inter, ma ottima per Eto'o che fu l'autentico trascinatore della squadra con 37 goal in 52 partite.

George Weah non ha mai avuto i picchi degli altri due in quanto a goal segnati, ma in realtà li ha spalmati meglio nel tempo, nei campionati nazionali Eto'o ha segnato 237 goal in 481 partite, Drogba 180 in 457, Weah 200 in 424; nelle Coppe Europee invece Eto'o ne ha messi 48 in 111 partite, Drogba 50 in 102 e Weah 35 in 63(piccola parentesi, ai tempi del liberiano la Champions non esisteva o era appena nata, la maggior parte dei goal li ha fatti sì in Coppa UEFA, ma all'epoca il livello era nettamente più alto considerando che ci giocavano la seconda, la terza e la quarta dei vari campionati quindi vi erano Real, Juve, Inter ecc..)

Detto questo pensavo appunto che dal punto di vista realizzativo King George fosse inferiore agli altri due, in realtà pur non avendo mai avuto stagioni da 30 goal nel complesso è sullo stesso livello.

Analizzando gli altri aspetti del gioco per me vince Weah(lui ha vinto Fifa World Player e Pallone d'Oro, gli altri due no, un caso?), giocatore assolutamente pazzesco, un precursore dei tempi, dal punto di vista fisico era irresistibile, velocissimo(faceva i 100 metri in undici secondi e mezzo), fortissimo fisicamente, elevazione pazzesca(probabilmente il miglior nel segnare di testa nella storia, o almeno tra gli attaccati, giusto Vieri può tenergli testa), ma anche MOLTO tecnico, ottimo dribbling, gran trattamento di palla ed assistman fenomenale(con Simone poi si trovava a meraviglia). Non era un centravanti puro(motivo per cui non ha mai fatto stagioni da più di 21/22 goal), gli piaceva spaziare su tutto il fronte d'attacco tant'è che si trovava bene anche a giocare con un'altra prima punta come Biehroff, tornava ad aiutare la squadra in difesa e sapeva risolvere le partite con autentici lampi di classe prendendo la palla anche a 30/40 metri dalla porta(vabbé una volta pure dalla sua aerea). La cosa bella di lui poi era che contro le grandi squadre la buttava sempre dentro: Juve, Roma, Lazio, Inter erano solitamente le sue vittime preferite. Un giocatore che nel calcio degli anni 10 forse avrebbe ancora più successo, ma già nel 95 era onnipotente(consiglio questo articolo: http://www.ultimouomo.com/weah-stella-solitaria/ ).
 
Rispondi
#2
Daccordissino su Weah. Un grande fisico unito ad una eleganza incredibile (esaltiamo tutti Neymar e Ronaldo per i dribbling ma lui non era da meno). In piu con una storia incredibile. Oltre aver vissuto la poverta in francia e stato anche gravemente malato, ma giocava comunque per guadagnare soldi da dare alla famiglia.
Unica cosa in qui non sono daccodo sono i colpi di testa, reputo Biehroff e Gullit i superiori in assoluto nella specialita.
 
Rispondi
#3
Ho votato Weah. Magari mi ha ingannato l'averlo visto da bambino, ad esempio il gol contro il Verona mi ha sempre colpito molto. In carriera non ha vinto molto, ma ho dovuto fare gavetta perchè per un giocatore africano a quei tempi non era facile emergere e poi si è trovato in un Milan con molte lacune. Non è durato tanto come gli altri due ma questo non è necessariamente un male.

Eto'o è pazzesco per quanto ha vinto e per come è riuscito ad essere centrale in squadre così forti e diverse. Come persona non mi è mai piaciuta e forse non l'ho votato solo per questo...
 
Rispondi
#4
Ero indeciso fra Weah e Drogba. Ho scelto il primo.
 
Rispondi
#5
Il periodo francese di Weah è comunque molto sottovalutato, all'epoca la Ligue 1 era un campionato di ottimo livello(solo Serie A e Liga erano superiori) con il Marsiglia degli invincibili come fiore all'occhiello.

Il liberiano vinse uno scudetto, tre Coppe di Francia ed una Coppa di Lega da assoluto protagonista, ma il meglio di sé lo diede nelle Coppe Europee: nel 92 col Monaco perse abbastanza sorprendentemente una Coppa delle Coppe in finale col Werder Brema, nel 93 col PSG invece arrivarono in semifinale di Coppa UEFA dopo aver battuto con una storica rimonta il Real Madrid, stavano per fare l'impresa anche contro la Juve, ma poi salì in cattedra l'uomo che ho nell'avatar. Nel complesso in queste due competizioni fece 11 goal in 18 partite.

Vi è poi la Coppa dei Campioni del 95 che merita un paragrafo a sé. In Ligue 1 quell'anno Weah brillò meno rispetto al biennio precedente, in Europa invece fu qualcosa di assolutamente devastante, 8 goal in 11 partite, alla prima apparizione nella principale competizione continentale fu capocannoniere e miglior giocatore. Nel girone il PSG le vinse tutte(ed era il girone di ferro in cui era presente anche il Bayern), ai quarti poi trovarono il Barca vice campione d'Europa e King George segnando pure al Camp Nou permise ai suoi di fare l'impresa. Il cammino perfetto si interruppe in semifinale contro il grande Milan di Capello a cui Weah era già stato venduto(a voler pensar male).

Nelle coppe europee non ha mai vinto, ma in realtà era quello il suo habitat naturale(non che poi in campionato facesse schifo, perché nel 96 fu l'assoluto trascinatore del Milan), là dove  i giocatori più talentuosi si esaltano.
 
Rispondi
#6
Si che nella Champions del 95 fu devastante lo sapevo anch'io, anche se ai tempi ero troppo piccolo per seguire.

Però direi che il campionato in cui ebbe il miglior impatto è il 99 (soprattutto nel girone di ritorno), non il 96...
 
Rispondi
#7
Guarda ti dico io ovviamente del 96 non ricordavo nulla(c'avevo due anni, manco seguivo) e pure del 99 in cui però già guardavo le partite su Tele+ bianco(penso di aver cominciato a "seguire" con Ronaldo, come nel ciclismo con Pantani, per quel che può seguire ovviamente un bimbo di 5 anni che guarda partite/tappe alla tv e salta sul divano), ovviamente ho recuperato tutto quanto, tra l'altro sul tubo si trovano documentari di oltre un'ora sui vari campionati.

Weah fu devastante entrambe le volte e soprattutto decisivo, gli preferisco di un pelo il 95/96 perché nel 98 /99 face un girone d'andata un po' sottotono, invece l'anno dell'ultimo scudetto di capello ebbe una continuità disarmante con la doppietta alla Roma ed il goal alla Lazio che per me furono fondamentali per vincere.

Però alla fine qua si può andare solo di preferenza personale perché furono due stagioni eccezionali per lui.
 
Rispondi
#8
Sono d'accordo con la classifica di Pagliarini:
1. Weah
2. Eto'o
3. Drogba

Weah tecnicamente era straordinario, il pallone lo accarezzava, forse (e dico forse) gli altri due fisicamente sono stati più devastanti ma non hanno avuto la stessa capacità di toccare il pallone, pur essendo due giocatori fortissimi.
 
Rispondi
#9
Roger Milla
 
Rispondi
#10
Auriga nerd calcistico che conosce Milla !!
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)