Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Istrian Spring Trophy 2021
#1
Categoria 2.2 
11 - 14 marzo 2021

Istrian Spring Trophy 

[Immagine: istarsko-proljece-istrian-spring-trophy-...36aa9c.jpg][Immagine: istarsko-proljece-istrian-spring-trophy-...3e26bc.jpg][Immagine: istarsko-proljece-istrian-spring-trophy-...397a59.jpg][Immagine: istarsko-proljece-istrian-spring-trophy-...b95457.jpg]

Startlist
 
Rispondi
#2
Lars Boven vince il prologo: https://firstcycling.com/race.php?r=276&y=2021&e=00
 
Rispondi
#3

La sicurezza prima di tutto  Asd
 
Rispondi
#4
Pippo Fortin brucia tutti nella seconda tappa: https://firstcycling.com/race.php?r=276&y=2021&e=1
 
Rispondi
#5
Contento per Fortin, in queste corse da anni è sempre li ma gli manca sempre qualcosa, speriamo si sblocchi un po'
 
Rispondi
#6
D'altronde come si può pensare di competere con squadroni del calibro di Voralberg e WSA KTM?
 
Rispondi
#7
Beh c'è pure la Voster ATS e la Sprinter Nice Metropole a dare filo da torcere.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Jussi Veikkanen
#8
Ridi e scherza, ma la Voralberg, oltre a Fortin, ha Alexis Guérin, Thalmann, Stussi, Adria Moreno Sala e Schinnagel al via della gara.

Non mi pare che le professional italiane, Androni a parte, possano vantare una truppa di scalatori del genere (magari Eolo e Bardiani hanno un paio di individualità che, prese singolarmente, sono superiori).
 
Rispondi
#9
(12-03-2021, 11:37 PM)Luciano Pagliarini Ha scritto: Ridi e scherza, ma la Voralberg, oltre a Fortin, ha Alexis Guérin, Thalmann, Stussi, Adria Moreno Sala e Schinnagel al via della gara.

Non mi pare che le professional italiane, Androni a parte, possano vantare una truppa di scalatori del genere (magari Eolo e Bardiani hanno un paio di individualità che, prese singolarmente, sono superiori).

Ovviamente si scherza, la Voralberg secondo me si è sempre mossa bene sul mercato, ha sempre avuto qualcuno di interessante nel team. Apprezzo anche la Tirol, che però ha una filosofia diversa.

Comunque Paglia cosa ne pensi di Gazzoli, oggi DNF? Da junior prometteva molto (ma sappiamo quanto vadano presi con le pinze quei risultati), ha fatto benino da under ma a me pare n po' arenato, per come stanno le cose vedo difficile possa fare il salto di categoria a breve.
 
Rispondi
#10
Qualche sprazzo interessante (l'anno scorso, al Giro, fece un bel numero a Urbino), lo stop delle competizioni del 2020 lo ha rallentato parecchio dato che, col passaggio in Colpack, sembra aver cambiato marcia, indipendentemente da questo DNF.

Siamo all'ultimo anno da U23, dunque deve sbrigarsi. In Kometa, evidentemente, non si è trovato. Credo abbia anche lasciato definitivamente la pista, ove aveva vinto un titolo europeo, nell'eliminazione, da junior. Peccato, nel caso.

Per me, comunque, i mezzi per passare pro e fare un'ottima carriera li ha.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Luciano Pagliarini
#11
Gazzoli è in ospedale..
 
Rispondi
#12
Speriamo torni presto in sella


Oggi tappa regina, si arriva qui
[Immagine: istarsko-proljece-istrian-spring-trophy-...5d6b05.jpg]
 
Rispondi
#13
Vittoria del giovane (lui sì) Zana sul coetaneo Novikov e sul 2001 Fisher Black, quarto 2Pac Toupalik: https://firstcycling.com/race.php?r=276&y=2021&e=02

Nel gruppetto Rebellin è arrivato un altro giovanissimo, Karel Camrda, omonimo figlio del campione del mondo di cross tra i dilettanti a Hagendorf 1988 e argento elite a Leeds 1992.

Bell'ordine d'arrivo comunque, oltre ai professional presenti diversi corridori che al piano di sopra non sfigurerebbero.
 
Rispondi
#14
Contentissimo per Pippo, corridore che mi garbava molto da U23.
 
Rispondi
#15
Zana lo avevo draftato al GDR
 
Rispondi
#16
La Bardiani finalmente inizia a raccogliere qualcosa, speriamo riescano ad aprire un buon ciclo per i prossimi 2/3 anni 

Comunque mi ha stupito Toupalík, lo ricordo veloce e forte sugli strappi  ma oggi erano 5 km. Mi piacerebbe vederlo correre tra le professional, magari di nuovo in Alpecin.
 
Rispondi
#17
Zana è molto forte, anche se l'anno scorso non andava buttato nella mischia al Giro d'Italia, a mio avviso (imho gli conveniva addirittura farsi un altro anno da U23, ma, poi, è successo quello che è successo e, fondamentalmente, non gli sarebbe cambiato nulla a rimanere nella categoria).

Battere Savva Novikov e Fisher-Black non è una passeggiata di salute. Ma d'altronde parliamo di uno che ha vinto Capodarco piegando Colleoni, non è certo il primo che passa.

Molto bene anche Raúl García, anche lui classe 2001 come FFB. Già l'anno scorso aveva fatto vedere belle cose, tipo i podi alla Vuelta a Zamora e alla Vuelta a Valencia.

Si rivede Jaka Primozic, chissà se un giorno si farà un giro nel professionismo Rolleyes

Da junior non era promettente quanto Pogacar, ma non gli era lontano.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Luciano Pagliarini
#18
Zana nel 2022 al 99% passerà nel World Tour con la Bahrain
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di negmaron
#19



Solo terzo Mareczko. Occhio che la generale se la porta a casa Fisher-Black, deve ancora uscire la classifica completa.
 
Rispondi
#20
Confermata la vittoria di FFB: https://firstcycling.com/race.php?r=276&y=2021&e=3

Negmaron magari ci può dire come è andata visto che sembra ben informato, mi fa strano che una squadra più esperta come la Bardiani si sia fatta mettere nel sacco dai ragazzini della Jumbo devo.
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)