Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
L'incredibile universo dei video in rete
#1
Oggi le enormi risorse di internet sono scontate, parte del quotidiano, eppure l'epoca precedente non è così lontana. 
Quando ero ragazzo e volevo sapere qualcosa in più di un determinato argomento attraversavo mezza Roma per andare alla biblioteca nazionale (e non sempre riuscivo a trovare delle buone risposte...). E se con un amico si chiacchierava di un film, o di una pubblicità, o di una scena in televisione, non c'era certamente la possibilità di rivederla così facilmente. 
Tutto o quasi alla portata di qualche clic... E' semplicemente incredibile. 
Non entro nel merito di pregi, difetti, complessità, sviluppi futuri. Mi limito a considerare l'enorme archivio offerto dalla rete. In questo ambito YouTube è qualcosa di straordinario. 
Un topic su questo universo mondo potrebbe risultare fruibile come troppo ampio e dispersivo. Tuttavia vorrei provare a proporlo, se poi si allargasse in modo dispersivo... Vedremo. 

Vi propongo un cortometraggio di animazione, oscar nella specifica categoria nel 2013. 





Non solo lo trovo bello (adoro l'animazione da sempre) ma si tratta anche di un esperimento tecnico importante. 
In questo sito  un interessante approfondimento sulla tecnica proposta.
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di OldGibi
#2
Tanta roba, ricordo che lo vidi al cinema e mi piacque molto, non sono un appassionato di cortometraggi ma quando un lavoro è fatto bene lo apprezzo.
 
Rispondi
#3
Per chiarire il senso del topic, semplicemente tutto ciò che può colpirci, incantarci, farci ridere, ecc. ecc. ecc. 
Alcuni esempi lontanissimi tra loro: 


Un Proietti d'annata






Ho giocato per qualche anno a tennis tavolo, più o meno come questi del filmato... 






Alle percussioni invece devo passare la mano... 



 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di OldGibi
#4
mamma mia, Gigi Proietti è indescrivibile. Ogni tanto riguardo qualche suo pezzo storico, come "Toto e la saùna" e ogni volta è come la prima volta.


Che poi anche in quel pezzo, con niente, un asciugamano, qualche gioco di parole, e ti tiene incollato per un quarto d'ora a guardarlo
 
Rispondi
#5
Per i meno esperti di Proietti, metto il video perché è un capolavoro:



 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Joe Falchetto
#6
Non sto guardando Adrian perché, innanzitutto, non guardo quasi mai la TV e poi perché me lo hanno sconsigliato. Ma qualche anno fa Celentano spaccava:



 
Rispondi


[+] A 2 utenti piace il post di Luciano Pagliarini
#7
Ultimamente sto guardando qualche video di magie con le carte e cose del genere.

Qui David Blaine da Jimmy Fallon, con la chicca della rana in bocca  Sick



 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Lambohbk
#8
In materia di prestigiatori, credo che questo sia... 





... Da OOOOhhhhh a ripetizione. Ma come...  Cooosa!?
 
Rispondi
#9
80 anni fa nasceva Giorgio Gaber... 
Collegandomi all'Adriano Celentano citato da Luke: 





Un Gaber già malato, purtroppo. Difficile apparire accanto a Celentano ed essere il grande della situazione... 





Qualcosa di più leggero ma piacevolissimo pezzo di bravura: 





Troppi sarebbero i link, se vi va...

Non male il ricordo di Repubblica
 
Rispondi
#10
Gaber stava avanti. Molto avanti.

Insieme a Rino Gaetano il top per quanto riguarda un tipo di musica che definirei "impegnata" (non direi di protesta perché mi sembra svilente per due artisti del genere).

Io se fossi Dio miglior brano nella storia della musica italiana.
 
Rispondi
#11
Sono un modesto onnivoro della musica, ne so poco, mi limito alle emozioni che mi dà o che mi ha dato. 
Vedo la tv poco e nulla e non sto seguendo Sanremo ma la concomitanza... Mi scusate per un pizzico di amarcord senza pretese? 

Non ci crederete ma il mio primo ricordo (non avevo ancora 4 anni) è del Festival del 1959. Quel "Ciao ciao bambina" era perfetto per restare nella memoria di un piccolo... 




Nel 1969, giovane pischello, mi piacque molto il ritmo della canzone di un giovane cantautore. Lucio non era ancora Lucio. Cantava in coppia con Wilson Pickett. 



Comprai anche il 45 giri, il retro era una canzoncina un po' cantilenante "Non è Francesca". A "Un'avventura" sono molto legato. 

Nel 1971 vi fu anche l'esordio di un grande come Lucio Dalla. Mi piacque molto "Che sarà" ma quando la sentii cantata da José Feliciano...



Voce che è già musica, come è ad esempio per Stevie Wonder. 

(continua...)
 
Rispondi
#12
Intanto questo Globetrotter (ovviamente senza difesa), segna 18 tiri consecutivi da 4 punti (distanza 30 piedi cioè 9,1 metri)



 
Rispondi
#13
Ludwig van Beethoven e una chitarra... 








 
Rispondi
#14
In vista della Liegi - Bastogne - Liegi di domenica, come non ricordare il grande regista Bruno Liegi Bastonliegi... 



 
Rispondi


[+] A 2 utenti piace il post di OldGibi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)