Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
La Flèche Wallonne 2018
#1
Categoria World Tour 
Percorso:
[Immagine: Freccia-1024x455.jpg]

Squadre:
 
Rispondi
#2
Passeranno sulla Redoute, la salita simbolo della Liegi.
 
Rispondi
#3
Perchè gli Yates non puntano su questa corsa?? Mi sembrano adatti ma già l'anno scorso l'avevano snobbata. E' vero che l'hanno già fatta entrambi (Adam nel 2016 e Simon nel 2015) senza grandi risultati ma mi sembrerebbe ora di riprovare...
 
Rispondi
#4
Purtroppo Adam, che stava volando, si è gravemente infortunato in Spagna il mese scorso. Chissà se quest'anno vedremo finalmente un attacco deciso sulla penultima cote. Indiziato numero uno, ovviamente, Wello.
 
Rispondi
#5
Curioso di vedere Roglic se si piazza nei primi 5.
 
Rispondi
#6
Curiosità: vedremo gesti tecnici che l'aborto di percorso della sesta monumento si sogna.
 
Rispondi
#7
(16-04-2018, 10:56 AM)Italbici Ha scritto: Curioso di vedere Roglic se si piazza nei primi 5.

Non c'è Roglic


Mi sa che domani non ci sarà un copione diverso da quelli degli anni scorsi. Tutti lo sanno che se porti Valverde ai piedi del muro lui ti batte ma non si può fare diversamente. Non che la Movistar sia una squadra forte ma è una corsa che si controlla da sola.
Anche perchè con quanto dovresti arrivare ai piedi di Huy per vincere? 1 minuto? A parte che secondo me nemmeno basta perchè il rischio di piantarsi è alto, ma comunque è difficilissimo prendere quel vantaggio in un percorso così, con solo 200 km e di conseguenza con gregari molto freschi.
L'unica squadra che potrebbe far casino è la Quick Step e nello specifico con Jungels e Gilbert, ma nessuno dei due mi pare nelle condizioni di poterlo fare.

Poi bisognerebbe aprire un dibattito "filosofico" sul percorso, io dico solo che mi sta benissimo così, soprattutto ora che hanno cambiato l'Amstel.
Mi dispiace solo che il Muro di Huy si sia ridotto a uno sprint negli ultimi 150m quando spiana, mi piacerebbe molto di più fosse possibile vedere attacchi lungo tutto l'ultimo km come accadeva fino a qualche anno fa.
 
Rispondi
#8
Otto uomini in fuga: Romain Hardy (Fortuneo-Samsic), Anthony Roux (Groupama-FDJ), Cesare Benedetti (Bora-Hansgrohe), Anthony Perez (Cofidis), Romain Combaud (Delko Marseille Provence), Patrick Müller (Vital Concept Cycling Club), Kevin Van Melsen (Wanty-Groupe Gobert) e Antoine Warnier (VB Aqua Protect Veranclassic)

Gruppo a 4' circa tirato, ovviamente, dalla Movistar. 120 km all'arrivo, sono prossimi alla Redoute.
 
Rispondi
#9
A 65 km dal traguardo vantaggio sceso sotto i 3'. Anche l'UAE a dar man forte alla movistar: ce la farà Martin, questa volta, a battere Valverde? :-) :-)
 
Rispondi
#10
Boh. Un conto è star davanti su qualche cotes per evitare di essere sorpresi da attacchi, un conto è tirare. A logica io non tireri manco un metro vista la presenza di Valverde; però classifiche, visibilità, cazzi e mazzi tiran fori pure certi comportamenti...
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)