Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
La Rai al Giro d'Italia 2015
#1
La Rai al Giro d'Italia 2015
Ripartire dal progetto generale del 2014 per guardare in avanti e affidarsi sempre di più alle professionalità interne RAI

È per questo che a differenza dello scorso anno, la RAI affiderà tutte le riprese in movimento ai propri mezzi, capaci di offrire immagini di altissima qualità, le migliori sul mercato. Risultato, questo, del lavoro del laboratorio di ingegneria di Torino e dei Grandi Eventi Rai. HD e Ultra Slomo cattureranno ogni goccia di sudore dei corridori impegnati agli arrivi delle tappe decisive e ogni giorno una Ultra Slomo verrà montata su una moto ripresa e trasmetterà, novità assoluta, in diretta, su un mezzo in movimento. Sono previsti collegamenti radio tra ammiraglie e corridori in stile Formula Uno, microcamere e tutto quello che la più moderna tecnologia può offrire.

Questo sarà un Giro per tutti: giovani e meno giovani. RAI parlerà agli italiani con linguaggio semplice e diretto, dedicando molto dell’impegno al mondo dei bambini. Cartoni animati per le sigle, per la presentazione delle tappe e per la parte legata alla scoperta del territorio caratterizzeranno le trasmissioni. Le animazioni delle sigle e delle tappe sono state realizzate da colleghi del Tg3: Pasquale Martello e Riccardo Corbò. Ma il messaggio dovrà arrivare anche a chi cercherà dati storici e culturali: per questo Rai Cultura ha detto anche quest’anno “si” al progetto, confermando l’immenso lavoro del 2014. Il “Viaggio nell’Italia del Giro” sarà un tuffo nel passato e nel presente delle zone toccate dalla Corsa Rosa.
Ma la Rai è anche televisione di servizio, ed è per questo che non potrà non aggiornare gli italiani sulle aperture e sulle chiusure momentanee delle strade che saranno attraversate dalla corsa. Verrà coinvolta IsoRadio, la radio del traffico che diventerà, per l’occasione, una Radio Visione; saranno previsti collegamenti all’interno delle trasmissioni e della diretta della corsa. Ricopriranno un ruolo importante i social, con Facebook e Twitter. Aggiornamenti in tempo reali sul sito www.raisport.rai.it. Quest’anno poi ricade il centenario dall’entrata dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale: ogni giorno, quindi, verrà aperta una finestra sulla Grande Guerra con servizi ad hoc che racconteranno uomini o fatti legati al territorio della tappa.

Le reti del Giro saranno Rai Sport 1, Rai 3, Rai HD e quotidianamente le repliche verranno proposte su Rai Sport 2. La Rai sarà anche quest’anno Host Broadcaster dell’evento e sarà quindi la televisione di riferimento del Giro nel mondo. Un grande sforzo economico, di mezzi e di uomini.
Si partirà al mattino, con “Giro Mattina”, in onda su Rai 3 a orari fissi (dal lunedì al giovedì dalle 12.25 alle 12.45, il sabato dalle 11.40 alle 12.00, la domenica dalle 11.45 alle 12.00) e su Rai Sport 1, in base all’orario di partenza della tappa. Sarà una trasmissione ricca e lunga (circa un’ora e mezzo), verrà condotta da Tommaso Mecarozzi e Luca Di Bella. La trasmissione consterà di tre parti: una rivolta al grande pubblico, all’interno del Villaggio di partenza, l’altra rivolta ai desiderosi di cultura con il “Viaggio nell’Italia del Giro”, una terza parte più tecnica all’interno del foglio firma. I due conduttori potranno contare sull’apporto di Marino Bartoletti e Gigi Sgarbozza.
A seguire, intorno alle 14.00, “Anteprima Giro”, trasmissione aperta agli ospiti che farà da intro alla diretta della Tappa. Condurrà Alessandra De Stefano che verrà affiancata da Beppe Conti. La diretta della tappa potrà contare sull’esperienza di Francesco Pancani e Silvio Martinello e sulla vivacità in moto di Andrea De Luca e Massimiliano Lelli. Regia Internazionale di Nazareno Balani, regia dedicata italiana, esclusiva RaiSport, di Pietro Sollecchia. Tutto su Rai Sport 1, su Rai 3 e sul canale 501 del digitale terrestre, in HD.
Il “classico “Processo alla Tappa” sarà condotto anche quest’anno da Alessandra De Stefano. Si ripercorrerà ogni centimetro della tappa appena terminata e ci si tufferà nella frazione del giorno dopo. Verranno individuati 3 o 4 argomenti al massimo, trattati accuratamente e con precisione. Gli esperti saranno Stefano Garzelli e Beppe Conti. Alle 20.00, confermatissimo, il “TGiro”, il quale riassumerà la giornata delle trasmissioni Rai, dalla mattina al pomeriggio, con particolare attenzione alla sintesi della tappa. Condurrà Andrea de Luca con Massimiliano Lelli.
Leggero, fresco e dinamico, il “Giro Notte” concluderà la lunga giornata, per un ricco riassunto di quanto accaduto con particolare attenzione rivolta anche al giorno successivo. Non mancheranno, naturalmente, gli appuntamenti dei TG di Rai Sport e dei classici telegiornali.

comunicato stampa
 
Rispondi
#2
E non mancherà Dino Zandegù!!!
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di JRObike
#3
Bacarozzi e Di Bella che ci azzeccano col Ciclismo ? Sweat
Speriamo non si mettano a parlare della Pellegrini anche durante il Giggiro...
 
Rispondi
#4
(02-05-2015, 05:56 PM)SarriTheBest Ha scritto: sulla vivacità in moto di Massimiliano Lelli. 

Si Francesco, non ti sento molto bene bzzz bzzz *salta la comunicazione
 
Rispondi
#5
Secondo me Max Lelli emana un campo elettromagnetico che interferisce distruttivamente con quello delle trasmittenti rai
 
Rispondi


[+] A 2 utenti piace il post di lordkelvin
#6
Il piatto forte di Giro Mattina sarà questo....

https://www.youtube.com/watch?v=BC-Yg9be0IA
 
Rispondi
#7
(03-05-2015, 12:20 PM)ManuelDevolder Ha scritto: Bacarozzi e Di Bella che ci azzeccano col Ciclismo ? Sweat

Ma uno di 'sti due era il brizzolato che era in studio per - mi pare - la Liegi..?

Son curioso di vedere la terza parte più tecnica con Sgarbozza e nientepopodimeno che Bartoletti Sweat Ma di 'sto qui non ce ne libereremo mai, eh: meno male che Giro Mattina lo evito sempre Sese
 
Rispondi
#8
No quello era Franco Bortuzzo che di solito si occupa di F1, ma direi che non se l'è cavata male alla Liegi...

Mecarozzi è il telecronistia del nuoto (oddio, più che altro incensa la Pellegrini e basta), mentre Di Bella non so bene cosa faccia...
 
Rispondi
#9
Di Bella è quello che commentava l'atletica quando Bragagna non c'era?
 
Rispondi
#10
Forse sì, mi sembra di aver letto che si è occupato di atletica
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)