Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Lampre - Merida 2013
#1
 
Rispondi
#2
Prende forma la rosa blu-fucsia 2013
Sono stati posizionati numerosi tasselli nel mosaico blu-fucsia della Lampre-ISD 2013, alcuni dei quali di massima qualità.
In quest’ottica, è da ricordare come siano già stati raggiunti gli accordi che consentiranno a Michele Scarponi, Adriano Malori e Diego Ulissi di correre anche per il prossimo anno nella squadra del general manager Saronni.

Lo scalatore marchigiano vivrà in blu-fucsia la sua terza stagione, essendosi unito alla compagine dei patron Galbusera nel 2011. Da allora, ha ottenuto una vittoria di tappa nel Giro di Sardegna 2011, un successo di tappa nella Tirreno-Adriatico 2011, conquistando il Giro del Trentino 2011 e, dopo assegnazione a tavolino, il Giro d’Italia 2011 e la Volta a Catalunya 2011 con anche una tappa. Nel 2012, Scarponi ha sfiorato il podio al Giro d’Italia, chiudendo al 4° posto.

Per Adriano Malori, la prossima sarà la quarta annata alla corte di Saronni: nel palmares da professionista, il titolo di campione italiano a cronometro 2011, la cronometro di Crevalcore nella Coppi e Bartali 2011 e un giorno in maglia rosa al Giro d’Italia 2012 (in foto, il brindisi con la squadra).

La rosa della Lampre-ISD per la stagione 2013 annovererà, oltre agli atleti sopra citati, i seguenti corridori già sotto contratto: Winner Anacona, Mattia Cattaneo, Davide Cimolai, Massimo Graziato, Matthew Lloyd, Daniele Pietropolli, Simone Stortoni e Davide Viganò.

Il general manager Saronni, impegnato in questi giorni nella definizione di altri importanti rinnovi, ha così puntualizzato: “Ulissi, Malori e Scarponi rappresentano importanti colonne per il futuro della squadra, sono elementi di valore per i nostri sponsor, per i tifosi e per tutto il ciclismo italiano: ritengo sia fondamentale per la nostra squadra poter già pianificare gli orientamenti futuri e sapere di poter contare su un nucleo coeso di validi atleti. Malori e Ulissi prepareranno i Campionati Italiani correndo il Giro di Slovenia, mentre per quanto riguarda Scarponi, avrò modo di incontrarlo nei primi giorni della prossima settimana per definire i programmi dell’immediato futuro”.

comunicato stampa Lampre-ISD
 
Rispondi
#3
Cambio di bicicletta per la Lampre: la triestina Wilier infatti non sarà più il fornitore per la squadra di Beppe Saronni, che ha strappato un accordo per il 2013 con la marca tailandese Mérida.

http://www.biciciclismo.com/cas/site/not...p?id=55514
 
Rispondi
#4
Nel 2013 la Merida non fornirà solo le biciclette alla Lampre: in un comunicato stampa infatti la nota marca tailandese ha confermato la presenza nel team di Saronni anche come sponsor secondario, cosa che ne modificherà la denominazione in Lampre-Merida.

L'azienda ha inoltre annunciato che i corridori blu-fucsia pedaleranno in sella alle Scultura SL.

[Immagine: 1329322653448-1xa0mi3s97qrp-670-75.jpg]
(bikeradar.com)

http://www.biciciclismo.com/cas/site/not...p?id=55854
 
Rispondi
#5
Team Lampre verso Darfo Boario Terme
Siamo ancora nel 2012, ma il Team Lampre si appresta a compiere la prima pedalata verso la prossima stagione.
La squadra del general manager Saronni, infatti, si radunerà dal 4 al 7 dicembre presso l’Hotel San Martino di Darfo Boario Terme (Brescia). Il collegiale sarà l’occasione per valutare i nuovi materiali tecnici e per gettare le basi della programmazione degli appuntamenti agonistici del 2013, oltre che per riunire l’organico degli atleti quasi al completo in importanti incontri informativi con la dirigenza.
Come solitamente accade, il raduno avrà notevole rilevanza anche sotto l’aspetto dell’instaurarsi del necessario spirito di gruppo tra atleti, elemento ancora più significativo in vista della prossima stagione dato che l’organico della squadra è stato arricchito da numerosi nuovi innesti.
I componenti del team del general manager Saronni avranno anche modo di incontrare i nuovi consulenti della squadra, Michele Bartoli (consulente tecnico per preparazione e programmazione agonistica) e Angelo Zomegnan (senior advisor).

Saranno quindi l’Amministrazione Comunale e l’Assessorato allo Sport di Darfo Boario Terme, l’Hotel San Martino e, in prima battuta, la generosità di Ezio Maffi a offrire ancora una volta ospitalità al Team World Tour: una favorevole tradizione che ha trovato ulteriore prolungamento proprio grazie al consueto impegno dell’AS Boario e del gruppo di sponsor riuniti da Ezio Maffi.
Per ringraziare questi insostituibili patrocinatori del raduno, il Team Lampre parteciperà con i suoi campioni a tre importanti appuntamenti:

- mercoledì 5 dicembre, ore 20,30, Pozzato, Cunego, Petacchi, oltre ai bresciani Palini e Ferrari, interverranno presso il Centro Congressi di Boario Terme alla serata “Natale con i campioni – Team Lampre”. Condotto da Alessandro Brambilla, l’evento darà la possibilità a tutti i giovani atleti delle scuole ciclistiche della Valcamonica e degli appassionati di ciclismo di incontrare alcune stelle del pedale.

- giovedì 6 dicembre, in mattinata Bono, Cunego e Ulissi faranno visita alle scuole medie inferiori Ungaretti di Darfo Boario Terme, per illustrare agli studenti gli aspetti più curiosi della vita di un ciclista professionista.

- giovedì 6 dicembre, presso l’Hotel San Martino, si terrà la cena sociale dell’AS Boario con l’intero Team Lampre in qualità di ospite d’onore e Alessandro Brambilla come presentatore della serata.

Per i giornalisti interessati, i corridori saranno a disposizione per interviste dalle ore 19 alle ore 20 di giovedì 6 dicembre: si prega di avvisare l’ufficio stampa del Team Lampre (Andrea Appiani e Carlo Saronni, email: team@teamlampreisd.com) per le richieste a tale riguardo.

Il raduno avrà un prologo nelle necessarie visite di idoneità sportiva, organizzate dallo staff sanitario del Team per il 3 e 4 dicembre presso il Campus Medicina dello Sport di Varese.
L’ambulatorio di medicina sportiva, diretto dal Professor Mario Carletti, supporterà il Team Lampre nell’attività finalizzata alla tutela della salute degli atleti, i quali verranno monitorati tramite test da sforzo e eco-cardiogrammi.

comunicato stampa Lampre
 
Rispondi
#6
Marzano e Righi: ancora Team Lampre, nuovi ruoli
Due bandiere blu-fucsia non saranno più in gruppo a partire dalla stagione 2013, ma avranno comunque modo di dare seguito al duraturo rapporto che li lega al team della famiglia Galbusera.
Daniele Righi (10 stagioni nel Team Lampre) e Marco Marzano (8 annate, più mezza stagione da stagista) svestiranno infatti i panni dei ciclisti professionisti per entrare a far parte dell’organico societario della formazione del general manager Saronni.

Il toscano Righi fungerà da tramite attivo tra lo Sport Service (punto di riferimento della squadra per la preparazione atletica e le valutazioni funzionali) e i corridori del Team Lampre, coadiuvando i tecnici e lo staff sanitario della formazione blu-fucsia nel monitoraggio dei lavori che verranno svolti presso il Centro di Lunata.
Marzano assumerà il ruolo di assistente dello staff tecnico, supportando i direttori sportivi nella pianificazione logistica delle competizioni, nella raccolta e gestione dei dati inerenti le prestazioni degli atleti, nello studio dei percorsi di gara e nell’assistenza alle corse.

“Righi e Marzano sono stati per molte stagioni due colonne solide dell’ossatura della squadra: due atleti che hanno anteposto il bene del gruppo alle proprie ambizioni, dando sempre un grande contributo in termini di generosità, impegno ed esperienza- ha spiegato Saronni - Sono sicuro sapranno essere per noi importanti risorse, perdere le loro qualità sarebbe stato un peccato”.

Daniele Righi, nato a Colle Val d’Elsa (Si) nel 1976, ha disputato 13 stagioni da professionista, assaporando il gusto della vittoria in due cronosquadre (a Rimini nella Coppi e Bartali 2003 e a Varsavia nel Giro di Polonia 2007): “Grazie al Team Lampre ho avuto la possibilità di realizzare tanti sogni ciclistici. Ora mi viene offerta l’opportunità di continuare a vivere nell’ambiente delle due ruote: svolgerò il mio nuovo lavoro con molto interesse e riconoscenza verso la famiglia Galbusera e Saronni”.

Marco Marzano, nato nel 1980 a Cuggiono (Mi), dopo aver vinto il Giro d’Italia 2004 tra i dilettanti, è diventato professionista l’anno seguente con il Team Lampre, formazione nella quale ha militato esclusivamente durante la sua carriera da fidato gregario: “Sono entusiasta per la nuova dimensione nella quale mi appresto a vivere il mondo del ciclismo. Lavorare al fianco dei tecnici e dei corridori è una prospettiva che mi soddisfa, spero di rispondere alle aspettative che la società ha riposto in me”.

comunicato stampa Lampre
 
Rispondi
#7
World Tour 2013: La Lampre rinnova per punti e progetti
Pozzato capofila dei nuovi arrivi

La Lampre archivia ben volentieri il 2012, anno in cui la squadra ha raccolto solo 7 vittorie e tutte in competizioni minori: precisamente, due tappe alla Coppi & Bartali con Ulissi, una tappa al Giro del Trentino con Cunego, tre tappe al Giro di Baviera con Petacchi e il GP di Carnago ancora con Ulissi. Un dato rilevante riguarda i piazzamenti nelle prime trenta posizioni delle cinque Classiche monumento: i ragazzi di Saronni raccolgono solo un 8° posto con Scarponi a Liegi, un 12° con Cunego e un 25° con Anacona al Lombardia, occupando quindi un misero 2% dei posti a disposizione.

Per ripartire con migliori aspettative, il management blu-fucsia ha ampiamente rinnovato la rosa, ingaggiando dodici nuovi corridori e lasciandone partire tredici. Il nuovo elemento dal nome più altisonante è Filippo Pozzato: il vicentino, dopo l'infortunio in Qatar, ha recuperato a tempo di record cogliendo ottimi piazzamenti in Primavera, andando ad un passo dalla vittoria al Fiandre. Tuttavia, dopo la vittoria al Gp di Larciano, la stagione si è rivelata negativa sotto tutti i punti di vista. Fa il suo stesso percorso lasciando la Farnese anche Elia Favilli, una delle novità più liete del ciclismo azzurro 2012; il livornese, pur non vincendo nessuna prova, ha destato un'ottima impressione dimostrandosi abile in prove differenti fra loro come la Ronde, l'Amstel, la Scheldeprijs e le Strade Bianche.

Dall'Androni di Gianni Savio provengono ben tre nuovi elementi, vale a dire Roberto Ferrari, José Serpa e Miguel Ubeto: l'italiano si è imposto d'autorità al Giro nella tappa di Montecatini e pare pronto a misurarsi costantemente con le ruote veloci che contano. I due venezuelani esordiscono nel World Tour rispettivamente a 33 (Serpa) e 36 (Ubeto) anni ma, se il primo potrà rendersi utile come gregario su molti terreni, il secondo è stato ingaggiato soprattutto )se non solamente) per i tanti punti che porta in dote. Dal Team Idea arrivano due giovani italiani di belle speranze che si sono fatti conoscere lungo tutto il calendario italiano: Andrea Palini è riuscito a vincere una tappa alla Coppi & Bartali ed ha chiuso la stagione con una lunga serie di piazzamenti tra i primi 10, mettendo i mostra un buono spunto veloce. Luca Dodi è piaciuto soprattutto nella stagione estiva dove è riuscito a farsi vedere in più occasioni. Un altro reduce da un ottimo 2012 è Maxi Richeze che ha alzato le braccia in ben dodici occasioni, seppur in gare di categoria .2; tuttavia, nelle occasioni in cui ha gareggiato in corse blasonate, si è ottimamente difeso, come testimoniano il 3° posto alla Coppa Bernocchi o il 5° al Gp Costa degli Etruschi. Vedremo ancora nel 2013 sia Mattia Cattaneo che Luca Wackermann, ottimi giovani che daranno soddisfazioni, se ben supportati. Chiudono l'importante campagna di rafforzamento i due giovani dell'ex Jugoslavia, il croato Kristian Durasek dall'Adria Mobil e lo sloveno Jan Polanc dalla Radenskwa, che farà parte della rosa da Agosto prossimo.

Le partenze sono numerose, tuttavia riguardano in maggior parte corridori di seconda fascia. Un'eccezione è quella di Grega Bole che, pur reduce da un 2012 anonimo, ha comunque delle buone capacità che saranno retribuite dall'anno prossimo dagli olandesi della Vacansoleil. Danilo Hondo lascia la squadra dopo tre stagioni per andare alla Radioshack dove svolgerà il ruolo di apripista per Giacomo Nizzolo. Detto del ritiro in corso d'anno di Leonardo Bertagnolli, altri tre atleti appendono la bici al chiodo: si tratta di Marco Marzano, di Daniele Righi e di Alessandro Spezialetti. I tre, che hanno sempre interpretato il ruolo del gregario nel senso più puro del termine (a parziale riprova, il numero di vittorie individuali raccolte si ferma al successo di Spezialetti in una tappa al Giro dell'Abruzzo 2001), chiudono la carriera restando, i primi due, nello staff Lampre per il 2013. Non è stato rinnovato il contratto con Morris Possoni che, a 28 anni compiuti, si ritrova a piedi e senza una dimensione ciclistica definita. Con l'addio del co-sponsor ucraino Isd, lasciano la formazione anche i sei corridori voluti dallo sponsor, vale a dire Vitali Buts, Denys Kostyuk, Dmyro Krivstov, Yuriy Krivstov, Aleksander Kvachuk e Aleksander Sheydyk. Brutto da dire ma la loro mancanza sarà più numerica che tecnica.

Esperti per tappe e gare in linea
Filippo Pozzato metterà in obiettivo ancora una volta le classiche di inizio anno nelle quali, nel 2012, si è ben disimpegnato arrivando vicino alla vittoria ad Oudenaarde (opinione personale: alla Ronde ne aveva di più di Boonen). Per provare l'acuto al Nord, tuttavia, la sua squadra è di gran lunga inferiore allo squadrone Omega Pharma; capiterà al sandricense di trovarsi solo contro Boonen e almeno altri due atleti di Lefévère. Daniele Pietropolli punterà a far bene in tappe di brevi corse a tappe e sarà al servizio dei capitani nei grandi giri. Matthew Llyod ha vissuto un 2012 anonimo, per cui le sue possibilità sono legate alle singole tappe di grandi giri. José Serpa, da buon tuttofare, cercherà di farsi vedere in azioni in appoggio ai vari capitani provando, fin quanto possibile, di ottenere dei piazzamenti personali.

Giovani per tappe e gare in linea
Diego Ulissi avrà un ruolo molto importante nel 2013 partendo quantomeno alla pari degli altri nelle classiche ardennesi. Il suo 2013 vedrà come obiettivo primario la partecipazione ai mondiali casalinghi in Toscana dove il percorso particolarmente adatto potrà farlo diventare un outsider per la conquista dell'iride. Andrea Palini è, a nostro avviso, un elemento su cui il ciclismo italiano potrà appoggiarsi in un futuro prossimo; le speranze per la stagione 2013 sono legate al debutto nelle classiche e, probabilmente, alla partecipazione al primo grande giro. Mattia Cattaneo potrà continuare lo sviluppo e l'inserimento tra i big avendo con relativa tranquillità, un po' come è successo per Ulissi a suo tempo. Luca Wackermann potrà avere qualche occasione personale, senza tralasciare il lavoro per i capitani. Discorso simile può essere fatto per Kristijan Durasek, promettente croato dotato di buon fondo e spunto veloce, Jan Polanc, classe 1992, raggiungerà la squadra dall'estate prossima e può già vantare nel suo palmares la vittoria del Piccolo Giro di Lombardia in solitaria, niente male.

Corridori da Gt
Michele Scarponi ha avuto un 2012 deludente contraddistinto dal 4° posto al Giro in cui non ha mai dimostrato di essere superiore ai suoi avversari; al Tour, a parte la buona prova a Bellegarde, la partecipazione è passata quasi innosservata. Il suo 2013 dipenderà dall'eventuale squalifica a seguito del procedimento avviato per le cattive frequentazioni; in caso di risoluzione a lui positiva è altamente probabile la sua partecipazione al Giro. Damiano Cunego continua sempre nell'amletico dubbio: essere (uomo da Gt) o non essere? Al Giro il suo ruolo di co-capitano è sembrato stargli stretto mentre la seconda parte di stagione è stata da dimenticare. Il Mondiale 2013 potrebbe essere sarà l'ultima possibilità in maglia azzurra per il cerrese e, anche per questa ragione, la sua stagione dovrebbe concentrarsi su classiche e Vuelta. Winner Anacona ha disputato una buona Vuelta 2012 e, ora che potrà correre per tutto l'anno, le possibilità di mostrare le sue capacità non mancheranno.

Esperti gregari
Przemyslaw Niemiec continuerà ad essere l'ultimo uomo per Scarponi nelle ascese sapendo che, in caso di debacle altrui, la sua corsa riesce sempre a farla, come dimostra il 15° posto alla Vuelta scorsa. Simone Stortoni è il compagno di allenamento dell'Aquila di Filottrano che, dopo la polemica esclusione dal Giro 2012, si augura di poter aiutare l'amico e capitano sulle vette alpine. Matteo Bono e Manuele Mori fanno parte del gruppo storico della Lampre quindi sono abituati al lavoro che li attenderà, potendo tuttavia provare le proprie carte in gare minori. Miguel Ubeto arriva tardi al circuito mondiale ma le sue presenze saranno limitate a poche occasioni. Davide Viganò, vincitore di recente del titolo europeo Derny, metterà le sue doti di passista come vagone del treno per i velocisti.

Giovani gregari
Luca Dodi ha mostrato al team Idea di essere anche un valente gregario, aiutando Palini nei numerosi piazzamenti conquistati; ora in Lampre il lavoro non varierà molto, dovendo servire più leaders e potendo ritagliarsi qualche piccolo spazio per i propri tentativi. Davide Cimolai e Massimo Graziato faranno molto lavoro durante l'anno, dovendo pilotare i diversi velocisti della squadra, abbandonando le velleità personali.

Esperti da volata
Alessandro Petacchi festeggia 39 anni il 3 Gennaio prossimo e, vien da sé, le cartucce da sparare sono sempre meno. Alejet, nel 2012, ha saltato il Giro per presentarsi al Tour dove ha ottenuto un solo podio parziale nella tappa di Rouen. Per il 2013 potrebbe ripetersi lo stesso calendario 2012 con la partecipazione alla settima Boucle. Roberto Ferrari è il velocista più simile allo spezzino nel panorama internazionale; non gli si può che augurare di ripetere la stessa carriera del neo compagno di squadra. Il Giro 2013 si concluderà nella sua Brescia, lui che è di Gavardo, e, data la sua possibile partecipazione, crediamo che stringerà i denti nelle tappe meno congeniali, augurandosi di poter vestire la maglia rossa finale. Maximiliano Richeze, il più forte dei quattro fratelli argentini, arriva dalla Nippo che lo ha rilanciato dopo alcuni passaggi a vuoto. Non sarà il velocista principale ma è indubbio che troverà il modo di sprintare e, perché no, di battere la concorrenza.

Giovani da volata
Mettere Elia Favilli in questa categoria è riduttivo perché lascia intravedere una poliedricità rara nel panorama azzurro, sapendo sprintare in arrivi di gruppo, sapendo farsi vedere sulle pietre del Nord e sapendo tenere il ritmo nelle cotes ardennesi. Nella squadra sponsorizzata dalla famiglia Galbusera potrà imparare ed affinare al meglio il talento di cui è fornito, in attesa di essere un uomo faro per il futuro.

Cronoman
La Lampre ha in organico solo Adriano Malori come specialista contro il tempo. Il ragazzo parmense si cimenterà nelle prove individuali, dovrà portare la croce nelle cronosquadre e farà parte del treno per le volate. E, come nel 2012, cercherà le fughe da lontano, sperando di bissare un traguardo significativo come la maglia rosa conquistata in quel di Porto Sant'Elpidio. Infine, dopo essere stato battuto da Cataldo nel 2012, cercherà di rifarsi tentando di riprendersi la maglia tricolore di campione a cronometro.

Alberto Vigonesi - cicloweb.it
 
Rispondi
#8
Named, fornitore di integratori per il Team Lampre nel 2013
E’ stato siglato l’accordo che consentirà al Team Lampre di avvalersi, per il 2013, della collaborazione dell’azienda Named.
A partire dall’1 gennaio 2013, Named diventerà fornitore ufficiale della formazione di Giuseppe Saronni per quanto riguarda l’approvvigionamento di integratori specifici per lo sport e di prodotti legati alla medicina naturale.
In più, l’azienda con sede a Lesmo (Mb) metterà a disposizione di corridori e personale della squadra zaini e borse personalizzate.

Fondata nel 1988, Named, acronimo di Natural Medicine, ha sempre riposto particolare attenzione all’elevata qualità dei prodotti legati alla medicina naturale e alla continua ricerca scientifica a supporto degli stessi, diventando negli anni un riferimento sempre più importante nel settore.

La mission “sportiva” aziendale è sintetizzata dallo slogan “La tua performance al top. 25 anni di innovazioni e affidabilità”. Named intende diffondere presso medici, preparatori atletici, fisioterapisti, tecnici, atleti e pubblico una sana e corretta cultura dell’ “integrazione.”

Le diverse esperienze maturate in ambito sportivo, campo in cui gli effetti di un’alimentazione e di un’integrazione incongrua si ripercuotono sulla performance, e le collaborazioni con medici sportivi e preparatori atletici di alto livello, hanno spronato Named alla creazione della Linea Sport, lanciata all’inizio del 2011 e curata nei minimi dettagli, con formulazioni realmente efficaci, tarate in modo da non essere dannose per l’organismo pur nel rispetto delle regolamentazioni.

Named Sport si conferma nel mondo del ciclismo professionistico come “Fornitore ufficiale” del Team Lampre.

L’attività fisica intensa del ciclista apporta stress “anomali” all’organismo, pertanto le esigenze ed i fabbisogni alimentari cambiano e la consueta alimentazione non è in grado di supplire a tali nuovi bisogni. L’integratore, quindi, altro non è che uno strumento, a disposizione dello sportivo, per contrastare efficacemente il decadimento energetico e prevenire le problematiche correlate ad un’intensa attività sportiva (radicali liberi, infiammazione, acido lattico).

Named si eleva qualitativamente nel mondo dell’integrazione sportiva, vantando un bagaglio di prodotti sostenuto da studi clinici e testato da sportivi di altissimo livello. Named Sport è una linea completa non solo per lo sportivo vero ma anche per coloro che frequentano una semplice palestra o fanno sport per restare in forma divertendosi e mantenere alto il proprio indice di vitalità e salute.

Il Dottor Fabio Canova, amministratore delegato di Named, ha così commentato il raggiunto accordo: “Sono molto orgoglioso di far parte di questa grande squadra, dando un importante contributo con la fornitura di integratori sportivi di altissima qualità che da anni ormai vengono usati da molte squadre professionistiche che mirano alla performance assoluta, garantendo la salute degli atleti con ingredienti naturali certificati”.

Soddisfazione anche da parte del Dottor Carlo Guardascione, responsabile medico del Team Lampre: “Il recente accordo siglato con Named per la fornitura in esclusiva dei loro prodotti darà allo staff sanitario e agli atleti della squadra un importante e valido supporto dal punto di vista dell’integrazione nutrizionale, della prevenzione delle problematiche legate all’intensa attività esercitata ed alla terapia medica, quando necessaria. Lo staff sanitario ringrazia Named anche per disponibilità e l’attenzione dimostrata nel mettere in pratica suggerimenti e consigli pervenuti direttamente dagli atleti per un’efficace ottimizzazione ed utilizzazione dei supporti nutrizionali in gara e fuori gara”.

Per maggiori informazioni sui prodotti Linea Sport, visitate il nuovo sito http://www.namedsport.it

comunicato stampa Lampre
 
Rispondi
#9
Team LAMPRE-MERIDA, un nuovo inizio

[Immagine: Lampre-Merida-Team-sfondo-nero-sito.jpg]

Primo gennaio duemila e tredici, prende il via la storia del Team LAMPRE-MERIDA. Una realtà che trae forza dalla solida base della tradizione blu-fucsia targata Lampre, sulla quale va a innestarsi la qualità dell’azienda Merida.

L’annata appena iniziata è la ventesima di sponsorizzazione ciclistica dell’azienda dei patron Galbusera, un lungo percorso nel mondo delle due ruote, una storia che ha scritto importanti pagine di ciclismo.
I numeri possono aiutare a percepire la portata dell’esperienza blu-fucsia: 179 i ciclisti che hanno corso con le maglie Lampre, 23 nazioni rappresentate, tutti e 5 i continenti ad aver contribuito alla storia della formazione del general manager Saronni.

Qualsiasi appassionato di corse ciclistiche, appena scorge l’accostamento di blu e fucsia, pensa a Lampre. Dal 2013, questi riconoscibili colori verranno affiancati dal verde di Merida, una tonalità che troverà riflesso su tutti gli spunti comunicazionali relativi alla squadra, a partire dalle grafiche di bici e divise, passando per le decorazioni degli automezzi, per giungere al sito internet ufficiale, che da oggi trova nuova collocazione all’indirizzo www.teamlampremerida.com, nel quale troverete già il calendario di gare 2013 della squadre e che presto sarà aggiornato con i profili completi dei membri del team.
Nuovo anche il logo del team, emblema che riunisce la forza storica di Lampre e la spinta all’eccellenza di Merida.

[Immagine: galeria58280-002.jpg]

comunicato stampa Lampre-Merida
 
Rispondi
#10
Brutto quel verde...
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)