Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Liège-Bastogne-Liège 2020
#41
(04-10-2020, 05:40 PM)Luciano Pagliarini Ha scritto: Quel che è certo è che è meno talentuoso dei due sloveni, che corrono per vincere sia i grandi giri che le grandi classiche.

E, ripeto, come corridore a tutto tondo è inferiore anche a Hirschi.

Oggi è andata come voleva lui, non è successo nulla fino all'ultima salita, eppure ha trovato qualcuno che lo ha costretto a fare un paio di scatti di troppo ed è arrivato allo sprint con le gambe di marmo.

Tutto dipende dalla condizione del corridore , l'alaphilippe del 2019 non mi sembrava tanto inferiore forse solo nella gc di un grande giro , per il resto faceva quello che voleva. 
I due sloveni in questo momento sono al top così come Hirschi , però non tutte le annate sono uguali.
 
Rispondi
#42
Alaphilippe dell'anno scorso quello che alla Liegi è arrivato lontanissimo dai primi, che al Mondiale è saltato per aria e che ha perso l'Amstel in quel modo?

Alaphilippe ha una grandissima dote, per cui se le corse si mettono in un modo a lui favorevole, annata sì o annata no, contenerlo diventa difficile, vedi Mondiale.

Se, però, nelle gare gli viene richiesto di fare cose a lui non congeniali......................
 
Rispondi
#43
(04-10-2020, 06:18 PM)Luciano Pagliarini Ha scritto: Alaphilippe dell'anno scorso quello che alla Liegi è arrivato lontanissimo dai primi, che al Mondiale è saltato per aria e che ha perso l'Amstel in quel modo?

Alaphilippe ha una grandissima dote, per cui se le corse si mettono in un modo a lui favorevole, annata sì o annata no, contenerlo diventa difficile, vedi Mondiale.

Se, però, nelle gare gli viene richiesto di fare cose a lui non congeniali......................

No vabbè ... criticare l 'aphilippe del 2019 ??  Spero tu sia ironico ...
A questo punto basta dire che non ti piace come corridore e amen . 
Premetto che non sono un suo fan però da persona obiettiva quale sono, ritengo che per come ha corso nel 2019 sia stato favoloso . l'unico errore è stato l'amstel ma lì non aveva fatto i conti con mvdp in giornata super.
 
Rispondi
#44
Ti prego dimmi dov'è che l'ho criticato?

Spero tu sia ironico ...
 
Rispondi
#45
Dai che siete amici ! Beer
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Manuel The Volder
#46
Gva 3 costole rotte e problemi alla spina dorsale
 
Rispondi
#47
Volevo fare una battuta, ma mi sa che rischia di essere grave la situazione di GVA.

Com'è caduto? Me lo sono perso
 
Rispondi
#48
MacCarty ha preso uno spartitraffico e ha coinvolto anche GVA

 
Rispondi
#49
Uomo copertina Ala, ma dalla parte sbagliata... e pensare che fino agli ultimi 300m era stato perfetto e padrone della corsa, gamba leggermente imbolsita dalle fatiche del mondiale ma ci sta.
Poi un campionario di errori che non ti aspetti: addirittura reputo più sorprendente il fatto di esultare, cosa che non ti aspetti da uno esperto come lui, piuttosto che lo scarto che è un gesto istintivo (comunque giustissimo il declassamento).

Roglic e Pogacar da applausi. Roglic se lo merita tutto, direi che non ha subito la botta morale del Tour (anche se una controprova più seria ci sarà al prossimo GT), ora non deve più sottovalutare le classiche. Pogacar campione immenso, forse meno avvezzo alle classiche rispetto al connazionale però anche lui potrà togliersi parecchie soddisfazioni in questo campo.
Hirschi sempre bravissimo, è stato lui ad impedire la fuga di LouLou, altrimenti non so come sarebbe finita...

Buone notizie per Vdp oggi. Reputo più bella la sua prestazione al Lombardia che oggi, però il Lombardia lecchese ha capito di non poterlo vincere, la Liegi sì. Certo è stata una edizione molto Mathieu-friendly, in futuro ci saranno Liegi più battagliate ma anche lui ci arriverà più pronto e sarà ampiamente della contesa.
 
Rispondi
#50
(04-10-2020, 06:32 PM)kekko46 Ha scritto:
(04-10-2020, 06:18 PM)Luciano Pagliarini Ha scritto: Alaphilippe dell'anno scorso quello che alla Liegi è arrivato lontanissimo dai primi, che al Mondiale è saltato per aria e che ha perso l'Amstel in quel modo?

Alaphilippe ha una grandissima dote, per cui se le corse si mettono in un modo a lui favorevole, annata sì o annata no, contenerlo diventa difficile, vedi Mondiale.

Se, però, nelle gare gli viene richiesto di fare cose a lui non congeniali......................

No vabbè ... criticare l 'aphilippe del 2019 ??  Spero tu sia ironico ...
A questo punto basta dire che non ti piace come corridore e amen . 
Premetto che non sono un suo fan però da persona obiettiva quale sono, ritengo che per come ha corso nel 2019 sia stato favoloso . l'unico errore è stato l'amstel ma lì non aveva fatto i conti con mvdp in giornata super.

Paglia ha semplicemente controbattuto alla tua affermazione secondo cui Alaphilippe, nel 2019, non ti sembrava ''tanto inferiore forse solo nella gc di un grande giro , per il resto faceva quello che voleva'', portando a sostegno della sua tesi (sloveni superiori come talento) tre episodi in cui, in corse a cui puntava, non ha fatto quello che voleva, anzi.

Se per te questa è una critica a tutto il suo 2019, allora è impossibile capirsi.

Sei convinto della tua opinione? Benissimo!

Ma non travisare il significato di quanto scrive l'interlocutore per metterti, sicuramente in maniera involontaria, su un piano di superiorità (da persona obiettiva quale sono...).

Rispondi nel merito, spiega perché secondo te quei tre scivoloni hanno avuto un impatto minimo sulla stagione del francese, o elenca delle occasioni in cui anche gli sloveni sono mancati.

Dai, l'altro giorno abbiamo parlato senza problemi di Pidcock, pur restando ognuno della sua opinione, non si poteva fare lo stesso anche qui?
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Albi
#51
Provo a spiegarmi meglio anch'io, via.

Tutte le annate non sono uguali, ma ci sono dei valori standard e i corridori hanno punti di forza e punti deboli.

Preso per assodato che Alaphilippe nel 2019 andava un po' più forte che nel 2020, nelle gare in linea over 250 chilometri ha fatto molto meglio nel 2020 che nel 2019.

2019:
Sanremo: 1°
Liegi: disperso
Mondiale: disperso

2020
Sanremo: 2°
Liegi: 5°
Mondiale: 1°

Questo a cosa è dovuto? A quello che spiegavo negli altri due paragrafi del messaggio precedente.

Alaphilippe è un'eccellenza nel primo cambio di ritmo e nel fare i seguenti quindici/venti minuti a tutta.

Alla Freccia Vallone, dove vai regolare e devi fare uno scatto nel finale, vince di default. Alla Sanremo, dove si va regolari fino al Poggio e poi serve uno scatto e dieci minuti a tutta, ha tre podi nelle ultime quattro edizioni.

E questo lo fa indipendentemente da quanto buono sia il suo stato di forma (chiaro, deve essere un minimo decente). Se poi sta benissimo è capace, con uno svolgimento del genere, di arrivare a giocarsi la vittoria anche sul Tourmalet.

Al contrario, però, se fatto uscire dalla sua zona di comfort, Alaphilippe soffre indipendentemente dallo stato di forma. Soffre quando piove a dirotto, soffre quando è chiamato a prodursi in più scatti, soffre quando è chiamato a fare un effort prolungato oltre i trenta minuti.

E il confronto tra i risultati del 2019 e del 2020 lo dimostrano. Perché il buon Alaphilippe del 2020 che trova una Liegi e un Mondiale con sviluppi a lui favorevoli si gioca la vittoria in quei contesti. L'ottimo Alaphilippe del 2019 che becca una Liegi e Mondiale movimentati da lontano e tormentati dal maltempo, non si gioca neanche un posto nei dieci.
 
Rispondi


[+] A 5 utenti piace il post di Luciano Pagliarini
#52
Infatti mi stupisco che oggi gli avversari gli abbiano apparecchiato così la tavola ad Ala... ero pronto a criticarli, poi però la condizione non eccellente ai livelli 2019 ha fatto il resto.

In più aggiungiamoci che il francese ha una conduzione sempre nervosa del mezzo, non so a cosa sia dovuta. Anche oggi ai -800m circa ha fatto una sbandata strana per boh troppo nervosismo...
 
Rispondi
#53
Secondo me Alaphilippe già all'ultimo chilometro sapeva di non poter vincere, e vedendo che nessuno gli stava dando il cambio in quel preciso momento si è come innervosito e impanicato e ha fatto quella sbandata (peraltro, pericolosa pure quella).

Movimento precursore di quel cambio di traiettoria in volata a mio avviso.
 
Rispondi
#54
(04-10-2020, 10:09 PM)Luciano Pagliarini Ha scritto: Provo a spiegarmi meglio anch'io, via.

Tutte le annate non sono uguali, ma ci sono dei valori standard e i corridori hanno punti di forza e punti deboli.

Preso per assodato che Alaphilippe nel 2019 andava un po' più forte che nel 2020, nelle gare in linea over 250 chilometri ha fatto molto meglio nel 2020 che nel 2019.

2019:
Sanremo: 1°
Liegi: disperso
Mondiale: disperso

2020
Sanremo: 2°
Liegi: 5°
Mondiale: 1°

Questo a cosa è dovuto? A quello che spiegavo negli altri due paragrafi del messaggio precedente.

Alaphilippe è un'eccellenza nel primo cambio di ritmo e nel fare i seguenti quindici/venti minuti a tutta.

Alla Freccia Vallone, dove vai regolare e devi fare uno scatto nel finale, vince di default. Alla Sanremo, dove si va regolari fino al Poggio e poi serve uno scatto e dieci minuti a tutta, ha tre podi nelle ultime quattro edizioni.

E questo lo fa indipendentemente da quanto buono sia il suo stato di forma (chiaro, deve essere un minimo decente). Se poi sta benissimo è capace, con uno svolgimento del genere, di arrivare a giocarsi la vittoria anche sul Tourmalet.

Al contrario, però, se fatto uscire dalla sua zona di comfort, Alaphilippe soffre indipendentemente dallo stato di forma. Soffre quando piove a dirotto, soffre quando è chiamato a prodursi in più scatti, soffre quando è chiamato a fare un effort prolungato oltre i trenta minuti.

E il confronto tra i risultati del 2019 e del 2020 lo dimostrano. Perché il buon Alaphilippe del 2020 che trova una Liegi e un Mondiale con sviluppi a lui favorevoli si gioca la vittoria in quei contesti. L'ottimo Alaphilippe del 2019 che becca una Liegi e Mondiale movimentati da lontano e tormentati dal maltempo, non si gioca neanche un posto nei dieci.
Ecco Questa è una descrizione obiettiva di alaphilippe , il messaggio precedente mi sembrava solo una ricerca all'errore . 
Posso capire che ti stia antipatico o comunque provi una simpatia per altri corridori, per carità ognuno ha i suoi preferìti , non giudico questo. 
Comunque una grande differenza è rappresentata dal fatto che nel 2019 Alan era al top della condizione da gennaio a luglio . Stava sovvertendo un tour dove ha messo in difficoltà degli scalatori puri . 
Quest'anno tutto è racchiuso in 3 mesi se un corridore di talento è  al top può vincere un sacco di corse dato che sono ravvicinate (vedi van aert).  
Comunque ogni anno i valori cambiano . Magari l'anno prossimo vedremo dominare nuovamente i colombiani e avremo il fattore evenepoel .
 
Rispondi
#55
(04-10-2020, 10:25 PM)cigolains Ha scritto: Secondo me Alaphilippe già all'ultimo chilometro sapeva di non poter vincere, e vedendo che nessuno gli stava dando il cambio in quel preciso momento si è come innervosito e impanicato e ha fatto quella sbandata (peraltro, pericolosa pure quella).

Movimento precursore di quel cambio di traiettoria in volata a mio avviso.

Era nervoso perché il finale ricordava molto l'amstel del 2019 , giustamente non voleva farsi fregare nuovamente da vdp .
Quel movimento in volata non è la prima volta che lo fa , anche con Matthews l'anno scorso si era toccato in modo simile.
 
Rispondi
#56
Nota a margine.
È stata l'ultima corsa della carriera di Michael Albasini.
 
Rispondi


[+] A 2 utenti piace il post di Lambohbk
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)