Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Marc Janssens
#1
Un grande talento dimenticato del ciclocross.

Dicono rallentato dal suo essere un po' naif e dall'avere poca voglia di fare la vita da atleta.

A 22 anni vince, nell'arco di una settimana, prima il Jaarmarkcross di Niel, prova inaugurale del GVA Trofee 1990-1991 e, poi, la tappa del GVA di Mechelen. Due successi che gli permettono di fare sua la classifica generale della challenge.

Dopo un stagione incolore, sul finire del 1992 torna ad alti livelli vincendo, tra le altre gare, l'Avondcross di Diegem e nuovamente il Jaarmarktcross di Niel.

Nel 1993-1994 è secondo, alle spalle di Pontoni, nel Superprestige e vince l'Azencross di Loenhout, in quell'annata tappa della neonata Coppa del Mondo. Nel '95 arriva il primo titolo nazionale belga, conquistato davanti a un giovane Erwin Vervecken.

Segue un'altra annata deludente, ma nel 1996-1997 vince per la terza volta il Jaarmarktcross di Niel e, successivamente, conquista l'ultima prova di Coppa del Mondo a Heerlen.

Nel gennaio del 1998 sforna quella che, probabilmente, è la sua prestazione più impressionante. Vince il titolo nazionale belga sul tracciato di Geraardsbergen rifilando 1'30" a Mario De Clercq ed Erwin Vervecken che si giocarono l'argento in volata.

La stagione seguente, il 1998-1999, è la migliore della carriera di Janssens. Vince l'Azencross di Loenhout, il suo secondo GVA Trofee e a Soumagne conquista il terzo Driekleur battendo De Clercq, Nys e Vervecken in volata (l'arrivo era praticamente in salita).

Benché, in quel momento lì, abbia solamente trent'anni, la sua carriera andrà rapidamente verso sud con l'inizio del nuovo millennio.
 
Rispondi


[+] A 2 utenti piace il post di Luciano Pagliarini
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)