Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Mario Cipollini
#21
Personalmente sarei anche curioso di rivederlo all'opera, o meglio sarei genericamente curioso di vedere un corridore della sua età cimentarsi in una competizione impegnativa come un grande giro. Tra l'altro sarebbe anche una scelta coraggiosa, visto che, con la sua carriera, da un ritorno alle gare -anche se in stile più 'dimesso', ossia non da prima punta- avrebbe solo da perdere (con le dovute proporzioni si potrebbe considerare Lippi ai mondiali in Sudafrica)...
Più che altro secondo me ha sbagliato i modi, nel senso che parlando di Guardini ha fatto riferimento preciso ad una squadra (la Farnese), che a quanto sembra (poi è tutto da vedere) è caduta un po' dalle nuvole (vedi reazione di Scinto)...
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Huck Finn
#22
(12-03-2012, 12:57 AM)Huck Finn Ha scritto: Tra l'altro sarebbe anche una scelta coraggiosa, visto che, con la sua carriera, da un ritorno alle gare -anche se in stile più 'dimesso', ossia non da prima punta- avrebbe solo da perdere

E' proprio quello il bello Occhiolino

Tra l'altro mi pare di ricordare che già quando nacque l'ISD s'era riproposto come corridore, visto che la squadra aveva alcuni problemi a reperire un secondo sponsor (e con lui nel roster l'appeal sarebbe certamente cresciuto). Poi non se ne fece più nulla perchè la cosa si risolse da se...
Probabilmente la Farnese è l'unica squadra che può concedergli una carta del genere, vuoi anche perchè il Cipo vi è legato per la fornitura di bici. L'unica alternativa sarebbe il team NetApp, ma lì si ritroverebbe a fa il velocista a tempo pieno mi sa...
 
Rispondi
#23
Ancora conferme sulla gazzetta di ieri: il Cipo starebbe seriamente istemando tutti la documentazione per l'antidoping da mandare all'UCI. E la gamba par esserci: sempre sulla rosa era stata pubblicata una foto del suo computerino dove veniva indicata una potenza sviluppata di 1700 watt (con 70 km/h di velocità massima mi pare).

E Guardini ha dichiarato che sarebbe ben felice di avercelo in squadra, e già in pista l'aveva visto bello tonico (tanto da non aver il coraggio di farci volata contro, perchè se l'avesse battuto... sai che figura... Asd ).
 
Rispondi
#24
Dalla Gazzetta, Scinto: «Cipollini? No grazie».
Cipollini? No, grazie. Re Leone, il campione del mondo 2002, il primatista di 42 tappe vinte al Giro forse tornerà alle corse, ma non con la Farnese Vini-Selle Italia. La squadra gestita da Angelo Citracca e diretta da Luca Scinto, e che corre su bici MCipollini, non accoglie la proposta, la sfida, il sogno di chi ancora oggi, a 7 anni dal ritiro (e a 4 dal primo ritorno con la Rock Racing), è considerato un emblema del ciclismo italiano. «Cipollini è stato un grande campione, un grande personaggio, una grande personalità, insomma un grande — spiega Scinto, che da gregario faceva parte della Nazionale con cui Cipollini vinse il Mondiale —. Ma la sua presenza sconvolgerebbe la filosofia di una formazione fondata su tre capitani — Pozzato, Gatto e Guardini — e rivoluzionerebbe la politica di un gruppo fondato sui giovani».

Equilibrio - Scinto ammette che «il ritorno di Cipollini è un progetto affascinante, un argomento di discussione popolare e una materia di approfondimento anche scientifico»; confessa che «della sua idea non sapevo nulla, l'ho appresa dalla Gazzetta, sarebbe stato meglio parlarne prima insieme»; e aggiunge che «l'ingresso di Mario spezzerebbe quell'equilibrio che sta alla base di una squadra, e che è la base dei successi. Ruoli, posizioni, compiti, anche conoscenza reciproca maturata in allenamenti, raduni e corse. Solo pensando al Giro, se avessimo Cipollini in squadra dovrei sostituire 2 o 3 uomini per modellare una nuova formazione con nuovi obiettivi. Non voglio». Scinto si è anche sentito offeso: «Cipollini sostiene che potrebbe insegnare o perfezionare il mestiere di velocista a Guardini. Come se io non fossi capace. Finora Andrea è cresciuto gradatamente nelle sue abilità».

Identità - Sulla stessa linea di pensiero è anche Citracca: «Alcuni nostri sponsor si sono mostrati interessati all'arrivo di Cipollini, altri contrari, comunque tutti si sono affidati a me per la scelta definitiva. E io sono contrario. Perché la Farnese ha già una sua identità e forza». Dal canto suo Valentino Sciotti, il signor Farnese, dice che «Cipollini è stato un fior d'atleta, però non so oggi in che condizioni è. Per fare il Giro vedo i tempi stretti, però magari per il futuro...». E per Federico Zecchetto, titolare della Diamant, proprietaria del marchio MCipollini, «la decisione finale spetta a chi dirige la squadra, ma io sarei felice se Cipollini tornasse a correre con noi. Sono anche convinto che possa dire ancora la sua. Insomma, riesco a vedere solo aspetti positivi».
Intanto Re Leone continua ad allenarsi sodo. E continua ad avere contatti con altre due squadre.

da «La Gazzetta dello Sport» del 21 marzo 2012 a firma a Marco Pastonesi
 
Rispondi
#25
Oppale!!!! Pozzato,Gatto,Guardini che leader carismatici !!! Non lo vogliono perchè sanno che loro sono delle pippe e hanno paura che un Rocchio qualunque gli rubi il posto da capitano!! e Scinto ha paura di prenderlo perchè metti caso che fa un piazzamento migliore rispetto al suo "tridente delle meraviglie" ci fa una figura di M.
 
Rispondi
#26
Aggiungici poi i non proprio ottimi rapporti tra i due, e i conti tornano. Il fatto che il Cipo abbia - fortunatamente, dal mio punto di vista - contatti con altre due squadre (azzardo NetApp e Saxo..?) dice un po' tutto insomma...
 
Rispondi
#27
Domenica, a Casciana Terme (PI), tra i 1200 partecipanti alla Granfondo Inkospor c'era anche Mario Cipollini, che vi ha preso parte proprio per testarsi in vista del suo (secondo) ritorno tra i pro'. Nel percorso lungo, nel quale ha visto trionfare un'altra vecchia conoscenza del circuito professionistico di nome Raimondas Rumsas, ha chiuso al 6° posto, a poco meno di 2 minuti dal vincitore.

Classifica maschile GF Inkospor Casciana Terme
1; Raimondas Rumsas (Gfdd Altopack Promotech); 03:12:37
2; Bruno Sanetti (Pol Cral Vigili Del Fuoco Genova Punto Sport); 03:13:25
3; Massimiliano Lelli (Asd Max Lelli); 03:13:25
4; Juri Gorini (Genetik Cycling Team Asd); 03:14:20
5; Jamie Burrow (Pol Cral Vigili Del Fuoco Genova Punto Sport); 03:14:20
6; Mario Cipollini (); 03:14:21
7; Vladislav Borisov (Team Guru Planet X); 03:16:01
8; Marco Morrone (Team Olimpia Bolis); 03:18:01
9; Marco Masetti (Asd Serravalle); 03:18:02
10; Emanuele Ristori (Team Guru Planet X); 03:18:04
 
Rispondi
#28
CIPOLLINI. Domenica correrà la Granfondo del Sale
Domenica 1° Aprile si alza il sipario sull’attesissima 16a Granfondo del Sale Selle Italia, che come promesso si presenterà con importanti novità ai quasi 4.000 iscritti fra cicloturisti e cicloamatori (per il primo anno gli organizzatori hanno preso la decisione di chiudere il numero delle iscrizioni a quota 3.700).
Fra gli ospiti dell’edizione 2012 ci sarà il grande campione Mario Cipollini, considerato uno dei migliori velocisti di tutti i tempi e detentore del record di ben 42 successi al Giro d'Italia, alla prima uscita ufficiale dopo la dichiarazione della volontà a tornare a correre a livello agonistico.
SuperMario sarà presente anche alla conferenza stampa di presentazione della granfondo in programma sabato alle ore 18.00 presso il Fantini Club di Cervia (Lungomare G.Deledda 182), insieme ad alcuni nomi illustri del ciclismo: Max Lelli, Alexandre Bajenov, Rafael Andriato e Gianluca Mirenda dal Team Farnese Vini di Selle Italia, e l’atleta Susanna Zorzi dal team femminile MCipollini Giambenini Gauss.
Tutti gli atleti si ritroveranno naturalmente in griglia di partenza della granfondo domenica alle ore 8,25 davanti al Fantini Club.

A 115 anni dalla nascita del marchio “Selle Italia”, la 16a Granfondo Selle Italia verrà dedicata ad Armando Zamprogna, spentosi lo scorso Maggio, amico del ciclismo e di Selle Italia, anima del mondo del ciclocross veneto e personaggio che molto ha lavorato a favore del ciclismo, amatoriale e non.
Fra le grandi novità 2012, il nuovo percorso di 150 km complessivi che si snoderà dalle pianure della Riviera alle colline dell'Appennino romagnolo, godendo del suggestivo scenario delle saline di Cervia, e l’eco-sostenibilità, con particolare attenzione al rispetto dell’ambiente e utilizzo di materiali di gara riciclabili o biodegradabili.
Per il settimo anno, la Granfondo del Sale sarà valida come Trofeo SAP Sport Ravenna e 3° Trofeo CESP, con una speciale classifica riservata a tutti gli appartenenti alle Forze dell’Ordine e Forze Armate.

Il programma Sportur Bicycle Show
Nella location d’eccezione ‘vista mare’ di 1 km di lungomare e su 1000 mq di tensostruttura allestita sulla spiaggia, si parte con il Bicycle Show Expò da venerdì 30 marzo a domenica 1 aprile. Sabato 31 marzo 7° Gara a cronometro individuale di 2 km Jet Man Sprint, valida anche per l’ingresso in griglia d’onore alla 16° Granfondo Internazionale di Ciclismo Selle Italia. Sempre sabato per i più piccoli la 10°Minigranfondo Sportur Young 2012. Una pedalata su un percorso di 11 km per tutti i ragazzi, gratuita e con gadget omaggio.
Domenica alla granfondo si affianca la Pedalata Cicloturistica Gourmet ‘Le Strade dei Sapori’: un percorso pianeggiante di 40 km attraverso i punti più suggestivi della costa e dell’entroterra cervese con soste ed assaggi di prodotti tipici del territorio. Aperta a tutti con qualsiasi tipo di bicicletta (iscrizione 10 euro).
Tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#29
Mario Cipollini pare abbia dimostrato un'ottima condizione anche alla Granfondo del Sale, pedalando con i migliori fino alle fasi conclusive, quando ha preferito farsi da parte e lasciar che la vittoria se la giocassero altri.

Su Youtube - per chi fosse interessato - ho trovato questo video riassuntivo della corsa:
http://www.youtube.com/watch?v=yP1fZXWypsE
 
Rispondi
#30
Dalla Gazzetta di Venerdì scorso:
"Però il progetto «ritorno in gruppo» di Mario Cipollini per il momento è accantonato. «Sicuramente è impossibile che corra il Giro» si limita a dichiarare, chiudendo con eleganza lo spazio ad ogni polemica. «Correre non è un'ossessione, io mi diverto a stare in sella anche con gli amici. Comunque vorrei fare un test in un centro specializzato, magari alla Mapei, per valutare le mie capacità atletiche attuali. Per adesso vi do appuntamento in crociera.» Infatti Re Leone, con Francesco Moser, sarà la star della vacanza Gazzetta dedicata ai cicloturisti che salperà da Venezia domenica 29."

Ora, magari il Cipo sul serio vuol tornare nel futuro più o meno prossimo; però, riavvolgendo tutto il nastro, pare che 'sto "sgoob" sia stato organizzato adesso ad arte per fare una bella campagna pubblicitaria a livello nazionale e mondiale di questa super Sick crociera ciclistica della Gazzetta.
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)