Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Mondiali "Ponferrada 2014" - Juniores Donne, Prova in Linea
#11
Sofia Bertizzolo, argento azzurro nel Mondiale juniores. Vittoria in volata alla danese Dideriksen
Prima medaglia per l'Italia al Mondiale di Ponferrada, ed è d'argento: l'ha conquistata Sofia Bertizzolo nella prova in linea riservata alle juniores. L'azzurra ha chiuso al secondo posto nella volata ristretta che ha deciso la corsa in favore della favoritissima danese Amalie Dideriksen, già vincitrice lo scorso anno. Sull'ultima salita proprio la nazionale italiana, con la stessa Bertizzolo e con Sofia Beggin, aveva prodotto una selezione: la Dideriksen era stata la prima a rispondere, dopodiché sono rientrate a fine discesa, a 2 km dal traguardo, altre ragazze che poi sono andate a disputarsi lo sprint. Al terzo posto la polacca Agnieszka Skalnia, quindi la ceca Nikola Noskova e la tedesca Lisa Klein. [© CICLOWEB.IT]

ORDINE D'ARRIVO
1 Amalie DIDERIKSEN DEN 2:02:59
2 Sofia BERTIZZOLO ITA 0
3 Agnieszka SKALNIAK POL 0
4 Nikola NOSKOVA CZE 0
5 Lisa KLEIN GER 0
6 Greta RICHIOUD FRA 0
7 Jeanne KOREVAAR NED 0
8 Jelena ERIC SRB 0
9 Saartje VANDENBROUCKE BEL 0
10 Mathilde CARTAL FRA 0
11 Alexandra MANLY AUS 0
12 Daria PIKULIK POL 0
13 Kiyoka SAKAGUCHI JPN 0
14 Inga RODIECK GER 0
15 Sina FREI SUI 0
16 Lenny DRUYTS BEL 0
17 Janelle COLE USA 0
18 Yumi KAJIHARA JPN 0
19 Emeliah HARVIE CAN 3
20 Katia RAGUSA ITA 3
21 Svetlana RYABOVA KAZ 6
22 Faina POTAPOVA KAZ 11
23 Paula PATIÑO COL 11
24 Sofia BEGGIN ITA 13
25 Soline LAMBOLEY FRA 15
26 María CALDERÓN ESP 15
27 Pernille MATHIESEN DEN 15
28 Dafné THÉROUX-IZQUIERDO CAN 15
29 Angela ADELSBERGER AUT 15
30 Camila VALBUENA COL 15
31 Cristina MARTINEZ ESP 15
32 Nikola ZDRÁHALOVÁ CZE 15
33 Laurence DUMAIS CAN 15
34 Nikol PLOSAJ POL 15
35 Macey STEWART AUS 20
36 Emma WHITE USA 28
37 Melissa LOWTHER GBR 28
38 Yareli SALAZAR MEX 28
39 Jip VAN DEN BOS NED 30
40 Endija RUTULE LAT +1:32
41 Bethany HAYWARD GBR +1:42
42 Sara WACKERMANN ITA +2:18
43 Maria KANTSYBER RUS +2:19
44 Rocío GARCÍA ESP +2:19
45 Madeleine BOUTET USA +4:10
46 Hannah SWAN USA +4:10
47 Julia SCHEIDEGGER SUI +6:27
48 Eva Maria PALM BEL +7:40
49 Aline SEITZ SUI +7:49
50 Milda AUŽBIKAVICIUTE LTU +7:49
51 Megan BARKER GBR +7:49
52 Anna-Leeza HULL AUS +7:53
53 Ellinor HUUSKO SWE +9:43
54 Chanella STOUGJE NED +9:43
55 Wiebke RODIECK GER +9:43
56 Fanny ZAMBON FRA +9:43
57 Ema MANIKAITE LTU +9:43
58 Marta LACH POL +9:43
59 Katja JERETINA SLO +9:43
60 Brenda SANTOYO MEX +9:43
61 Viktoria POPOVA RUS +9:43
62 Karen FLORES MEX +9:43
63 Ernesta STRAINYTE LTU +9:43
64 Christina SCHWEINBERGER AUT +9:43
65 Anastasiia PLIASKINA RUS +9:43
66 Sara POIDEVIN CAN +9:43
67 Coral CASADO ESP +9:43
68 Jacqueline DIETRICH GER +9:43
69 Catherine COLYN RSA +9:43
70 Daria EGOROVA RUS +9:48
71 Kimberley LE COURT DE BILLOT MRI +10:22
72 Nicole NESTI ITA +10:37
73 Ebtesam ZAYED AHMED EGY +11:18
74 Aafke SOET NED +12:06
75 Ana Paula CASETTA BRA +14:16
76 Linda HALLERÖD SWE +15:03
77 Yekaterina YURAITIS KAZ +16:17
78 Nadezhda GENELEVA KAZ +16:21
79 Mari-Liis MOTTUS EST +16:21
80 Michelle BENSON RSA +16:21
81 Renata DA SILVA LOPES BRA +16:21
82 Marike TACHE ROU +16:21
83 Ayse CAKIR TUR +16:21
84 Ekaterina KNEBELEVA UZB +16:21
85 Monique GERBER RSA +16:21
DNF Grace GARNER GBR
DNF Menatalla ESSAM RAGAB EGY
DNF Gamze KIYAS TUR
DNF Julia KARLSSON SWE
DNF Josie KNIGHT IRL
DNF Fien DELBAERE BEL
DNF Zeynep Ezgi TEKINOGLU TUR
DNF Tereza MEDVEDOVA SVK
 
Rispondi
#12
Al primo e secondo posto le due più forti... Hanno fatto la differenza in salita e se non avessero dovuto aspettare la Beggin probabilmente sarebbero arrivate da solo. Encomiabile il lavoro delle Azzurre, veramente brave!

E' difficile fare un'analisi del percorso, perchè tra juniores donne e professionisti uomini c'è un mare di differenze, però direi che non è un percorso da grande selezione e soprattutto è difficile portar via un gruppetto sotto la decina di elementi. Ci sono due punti chiave: la prima discesa (che è pericolosa) e la seconda salita, ma questo a prescindere dal fatto che l'arrivo di una volata abbastanza numerosa è la cosa più probabile...

PS: divisa della Spagna veramente vomitevole Sick
 
Rispondi
#13
Peccato per Sofia Triste
 
Rispondi
#14
Dideriksen di un'altra categoria, bravissime tutte le italiane e c'è mancato poco, magari con una impostazione migliore della volata Bertizzolo si sarebbe trovata in una posizione migliore ma va bene così, corsa splendida delle ragazze azzurre.

Percorso semplicemente orrendo, domani mi auguro tutte per Bronzini altrimenti siamo dei fessi
 
Rispondi
#15
Bertizzolo: "Grazie a tutta la squadra azzurra"
Contenta per la medaglia d’argento, anche se c’è amarezza per la sconfitta. Sofia Bertizzolo in lacrime non nasconde il suo rammarico per aver mancato il prestigioso bersaglio. “In volata mi sono trovata nel punto giusto ma ero un tantino indietro. Forse è stato questo il mio errore, d’altra parte stavano risalendo altre avversarie e non potevo permettermi di perdere neppure un centimetro dalla danese. Avrei forse potuto rischiare di più, con i se e con i ma non si fa mai la storia”.
Hai dato all’Italia la prima medaglia di questi mondiali che effetto fa? “Una bella sensazione e una grande soddisfazione, per me e le mie compagne che oggi sono state eccezionali. Nicole, Sara, Sofia (Beggin) e Katia meritavano anche loro una medaglia per tutto il lavoro che hanno svolto in corsa”.
Chi ti senti di ringraziare per questo risultato? “La spedizione azzurra, dai dirigenti ai tecnici, dai massaggiatori ai meccanici e naturalmente le ragazze con le quali ho vissuto questa splendida avventura. Un grazie anche alla mia società appartenenza, il Breganze Millenium, che mi ha permesso di arrivare fino qui”.
Cosa farai dopo questa medaglia? “Torno in Italia, mi alleno sulle strade di casa, a Borso del Grappa vicino a Vicenza, domenica corro la Monza-Ghisallo e lunedì sarò a Montichiari per i campionati italiani su pista. Poi a testa in giù sui libri.

Beggin sfinita ma soddisfatta
Sofia Beggin sfinita ma soddisfatta: “In discesa sono letteralmente scoppiata. Ho dato tutto quello che avevo in corpo. In salita io e la Bertizzolo abbiamo cercato di allungare il gruppo, in parte ci siamo anche riuscite ma poi sono rientrare quasi tutte. E’ stato comunque un bel mondiale e l’Italia ha corso bene. Peccato per l’oro, ma questa medaglia è tanta roba”.

Ragusa, una che non molla mai
Ha trovato le energie per lanciare la volata a Bertizzolo. Brava e generosa Katia Ragusa fino all’ultimo centimetro di gara: “In tutti i modi ho cercato di aiutare le mie compagne perché ero sicura che una medaglia sarebbe arrivata. E’ stato un mondiale difficile da gestire, impegnativo e spettacolare. La volata? Ho tentato di allungare all’ultimo chilometro ma dietro non hanno mollato. Poi, ho gridato alla Bertizzolo di partire ed è arrivata una bellissima medaglia d’argento”.

Wackermann: "Ho dato tutto per la squadra"
Doveva correre per la squadra e così è stato. Grande mondiale di Sara Wackermann che ha seguito alla lettera gli ordini del ct Dino Salvoldi. “Ero in buone condizioni e ho cercato di scremare il gruppo ad ogni giro. Beggin e Bertizzolo dovevano spendere il meno possibile e risparmiarsi per la volata. Con Ragusa abbiamo fatto un gran lavoro e speso moltissime energie. All’ultimo giro in salita un po’ mi sono mancate le forza, ma a quel punto la corsa era ormai decisa”. Finisce qui la tua stagione? “No, correrò domenica la Monza-Ghisallo e poi penserò al futuro”. La squadra per il 2015? “Sono in trattativa ma niente di sicuro. Mi piacerebbe trovare una squadra all’estero”.

da Ponferrada, Danilo Viganò per tuttobiciweb.it
 
Rispondi
#16
(26-09-2014, 09:13 PM)BidoneJack Ha scritto: Dideriksen di un'altra categoria, bravissime tutte le italiane e c'è mancato poco, magari con una impostazione migliore della volata Bertizzolo si sarebbe trovata in una posizione migliore ma va bene così, corsa splendida delle ragazze azzurre.

Percorso semplicemente orrendo, domani mi auguro tutte per Bronzini altrimenti siamo dei fessi

Ma guarda, non lo so fino a che punto conviene: anche tra le junior la volata è arrivata solo per "colpa" della Beggin e della possibile superiorità numerica, altrimenti, se tiravan dritto, mi sa che arrivavano. E' un percorso un po' antipatico. Sese

Grande squadra comunque oggi, unica nazionale che ha saputo organizzarsi. Le altre correvano a sprazzi, con poca logica. Le nostre invece sempre organizzatissime, nonostante ne avessimo persa subito una al primo giro. Grande lavoro - come al solito - di Salvoldi, che per adesso - come al solito - sta salvando la baracca in ottica medagliere... Sese
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)