Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Nissan Superprestige Topsport Vlaanderen Trofee
#1
 
Rispondi
#2
100% Stybar, chi lo ferma? - Il ceco è ancora imbattuto
Come ormai consuetudine i prati di Ruddervoorde hanno ospitato la prova inagurale del Superprestige. Il percorso, come sempre molto vario e caratterizzato da una sequenza impegnativa di curve strette, scalinate e collinette, si è presentato completamente asciutto grazie ad un clima particolarmente favorevole con temperature oltre i 20 gradi.

A sorpresa si è presentato al via anche Niels Albert, protagonista di una rapida guarigione da una distorsione al ginocchio che in un primo momento appariva ben più grave (le prime informazioni parlavano di un rientro programmato per le prime gare di Novembre). Evidentemente Albert è un vero specialista di rientri-lampo, come avvenuto nell’inverno 2008-2009 con la vittoria iridata giunta due mesi dopo la grave caduta di Asper-Gavere che pareva aver messo fine alla sua stagione.

Con la presenza di Albert, il cast di partecipanti rappresentava in pieno l'élite del ciclocross mondiale. Per nulla intimorito dai rivali, il campione del mondo Stybar è scattato come una molla al via e ha messo in fila indiana gli avversari fin dalle prime pedalate. Una strettoia posta poche centinaia di metri dopo la partenza ha provocato una caduta e per Klaas Vantornout la lotta per la vittoria è terminata prematuramente.

L'andatura di Stybar ha ben presto provocato selezione nelle prime posizioni e solo Bart Aernouts è riuscito a restare in scia al ceco della Telenet-Fidea (veramente ottimo l'inizio di stagione di Aernouts, sempre nella top 4 nelle precedenti gare disputate). Dietro ai fuggitivi, Sven Nys capeggiava un gruppetto comprendente il corridore di casa Sven Vanthourenhout, l'altro portacolori della Sunweb Martin Zlamalik, Gerben De Knegt, Niels Albert, Francis Mourey e Tom Meeusen. Poco dietro, in rimonta dopo una partenza difficile, il francese Steve Chainel e la coppia Fidea formata da Bart Wellens e Kevin Pauwels. In testa Stybar manteneva un ritmo regolare (raramente Aernouts è andato in testa nei primi giri) che però ha permesso alla coppia di aumentare costantemente il margine sugli inseguitori (8 secondi al primo giro, 14 al secondo e 20 al terzo). Nonostante una prestazione grintosa e di gran lunga migliore rispetto alla disfatta di Namur, Sven Nys (penalizzato anche da un cambio bici obbligato a causa di un raggio rotto) non è mai apparso in grado di chiudere il buco con la testa della corsa, così come Sven Vanthourenhout, a caccia di un posto nelle otto caselle a disposizione della selezione belga per la prima gara di coppa del mondo in programma ad Aigle domenica prossima. Il gruppo inseguitore ha perso Zlamalik e Mourey, rimbalzati indietro, e ha accolto Wellens e Chainel, rientrati dalle retrovie. Nel quinto giro un incidente meccanico ha costretto al ritiro Gerben De Knegt. Una volta raggiunti i quaranta secondi, il distacco fra la coppia di testa e gli inseguitori si è stabilizzata. Come nei primi giri, Stybar si è sobbarcato la maggior parte del lavoro in testa mentre Aernouts, a volte a fatica, si limitava a stare in scia. Una volta rientrato nel gruppo inseguitore, Steve Chainel si è messo in caccia dei primi assieme a Nys e Wellens, mentre Albert (comprensibilmente non al top della condizione) e Vanthourenhout cedevano qualche metro, salvo poi ricongiungersi quando l'andatura di coloro che li precedevano calava. Alle spalle, Kevin Pauwels occupava in solitario l'ottava posizione, tallonato a breve distanza da un trenino di maglie BKCP-Powerplus comprendente Franzoi, Walsleben e D.Wanthourenhout con in scia Meeusen e Klaas Vantornout, protagonista di una grintosa rimonta dalla trentesima posizione.

A due giri dalla fine Aernouts ha tentato di approfittare di una indecisione di Stybar nel tratto in sabbia (tornato sul percorso dopo le polemiche regolamentari dello scorso anno) e ha guadagnato una decina di metri sul campione del mondo. Sono però bastate un paio di curve per permettere a Stybar di ricongiungersi ad Aernouts, proprio in concomitanza col suono della campanella dell’ultimo giro. Alla prima collinetta della tornata conclusiva, Stybar ha superato Aernouts, ponendo subito qualche metro fra se e l'avversario. Un lieve errore di Aernouts in una ripida discesa ha contribuito ad aumentare il gap dando modo a Stybar di amministrare il vantaggio badando solamente a non commettere errori.

Il successo di Ruddervoorde permette a Stybar di allungare la striscia di vittorie stagionali (siamo a 4 in altrettante gare disputate). Bart Aernouts si consola con una ottima prestazione e con il secondo posto. Sven Nys riesce a distanziare gli avversari di qualche metro nell’ultimo giro e chiude il podio, ai piedi del quale si ferma Steve Chainel. Quinto posto per Wellens e sesto per Vanthourenhout. Albert, Pauwels, Vantornout e Meeusen completano la top 10. Franzoi si è classificato 11°, compiendo una buona rimonta dopo una partenza difficile. Marco Bianco ha chiuso la prova al 23° posto.

La famiglia Aernouts ha festeggiato anche grazie a Jim Aernouts, cugino di Bart, che ha vinto la gara riservata agli under 23, precedendo in volata Vincent Bastaens, il campione del mondo Jouffroy, l’olandese Van Der Haar e il belga Adams. Mattia Rossi, unico italiano in gara, è giunto 49°.

Il belga Laurens Sweeck ha vinto la gara juniores, accompagnato sul podio dai connazionali Mickael Vanthourenhout e Daan Soete.

Il superprestige torna il 31 ottobre a Zonhoven.

Ordine d'arrivo
1 Zdenek Stybar (Cze) Telenet Fidea Cycling Team 0:59:38
2 Bart Aernouts (Bel) Rabo - Giant Offroad Team. 0:00:05
3 Sven Nys (Bel) Landbouwkrediet 0:00:47
4 Steve Chainel (Fra) Bbox Bouygues Telecom 0:00:48
5 Bart Wellens (Bel) Telenet Fidea Cycling Team 0:00:54
6 Sven Vanthourenhout (Bel) Sunweb Revor 0:00:59
7 Niels Albert (Bel) BKCP-Powerplus 0:01:02
8 Kevin Pauwels (Bel) Telenet Fidea Cycling Team 0:01:22
9 Klaas Vantornout (Bel) Sunweb Revor 0:01:27
10 Tom Meeusen (Bel) Telenet Fidea Cycling Team 0:01:36
11 Enrico Franzoi (Ita) BKCP-Powerplus 0:01:40
12 Philipp Walsleben (Ger) BKCP-Powerplus
13 Dieter Vanthourenhout (Bel) BKCP-Powerplus
14 Rob Peeters (Bel) Telenet Fidea Cycling Team
15 Jonathan Page (USA) Planet Bike
16 Martin Zlamalik (Cze) Sunweb Revor 0:01:57
17 Christian Heule (Swi) Team Zeitfahren La Brevine 0:02:13
18 Jan Verstraeten (Bel) KDL-Trans 0:02:23
19 Françis Mourey (Fra) Francaise des Jeux 0:02:34
20 Radomir Simunek (Cze) BKCP-Powerplus 0:02:55
21 Eddy van IJzendoorn (Ned) AA Drink Cycling Team 0:02:56
22 Tom Van den Bosch (Bel) AA Drink Cycling Team
23 Marco Bianco (Ita)
24 Marcel Wildhaber (Swi)
25 Mariusz Gil (Pol) Baboco - Revor Cycling Team
26 Patrick van Leeuwen (Ned) 0:03:10
27 Nicolas Bazin (Fra) 0:03:13
28 Ian Field (GBr) 0:03:22
29 Petr Dlask (Cze) Telenet Fidea Cycling Team
30 Ben Berden (Bel) Qin Cycling Team 0:03:27
31 Romain Villa (Fra)
32 Thijs van Amerongen (Ned) AA Drink Cycling Team 0:03:40
33 Kenneth Van Compernolle (Bel) Sunweb Revor 0:04:15
34 Kevin Cant (Bel) Van Goethem - Prorace - cycling team 0:04:27
35 Robert Gavenda (Svk) Telenet Fidea Cycling Team 0:04:31
36 Tom Vannoppen (Bel) Team Mooserwirt Ridley Bike's 0:04:35
37 Rudi van Houts (Ned) 0:04:42
38 Florian Le Corre (Fra) 0:05:05
39 Steven De Decker (Bel) Flemish Cycling Projects 0:05:35
40 Mitchell Huenders (Ned) AA Drink Cycling Team 0:05:38
41 Gianni Denolf (Bel) Baboco - Revor Cycling Team 0:05:42
42 Rikke Dijkxhoorn (Ned) 0:05:50
43 Björn Rondelez (Bel) Lingier Versluys Beachbikers Team Vzw 0:06:03
44 Tim Van Nuffel (Bel) Van Goethem - Prorace - cycling team 0:06:17
45 Sascha Weber (Ger) Stevens Racing Team 0:06:28
46 -2 laps Wilant van Gils (Ned)
47 -4 laps Bram Schmitz (Ned)
48 -6 laps Caballero Candelas (Spa)

Classifica
1 Zdenek Stybar (Cze) Telenet Fidea Cycling Team 15 pts
2 Bart Aernouts (Bel) Rabo - Giant Offroad Team. 14
3 Sven Nys (Bel) Landbouwkrediet 13
4 Steve Chainel (Fra) Bbox Bouygues Telecom 12
5 Bart Wellens (Bel) Telenet Fidea Cycling Team 11
6 Sven Vanthourenhout (Bel) Sunweb Revor 10
7 Niels Albert (Bel) BKCP-Powerplus 9
8 Kevin Pauwels (Bel) Telenet Fidea Cycling Team 8
9 Klaas Vantornout (Bel) Sunweb Revor 7
10 Tom Meeusen (Bel) Telenet Fidea Cycling Team 6
11 Enrico Franzoi (Ita) BKCP-Powerplus 5
12 Philipp Walsleben (Ger) BKCP-Powerplus 4
13 Dieter Vanthourenhout (Bel) BKCP-Powerplus 3
14 Rob Peeters (Bel) Telenet Fidea Cycling Team 2
15 Jonathan Page (USA) Planet Bike 1

cicloweb.it
 
Rispondi
#3
Zonhoven, ennesima prova di forza di Stybar
Torna sulla scena il Superprestige, questa volta a Zonhoven, nel Limburg. Al via 44 corridori, tra i quali ovviamente i migliori. Zdenek Stybar viene dalla prima sconfitta di questo inizio stagione: mercoledì ha ceduto il passo a Rodomir Simunek che è andato a vincere il Memorial dedicato all'omonimo padre. Sven Nys dal canto suo sembra motivato più del solito, e aveva dichiarato di puntare alto per questa gara. Albert dopo l'ottimo re-inserimento post-infortunio, sembra aver avuto un calo, probabilmente dovuto alla mancanza di lavoro durante la convalescenza.

Zonhoven, dunque: il percorso è situato nella zona Molenheide, una collina sul fianco destro della frazione di Termolen, nel Belgio nord-orientale. Il circuito è caratterizzato
da una forte presenza di sterrato, e dalla mancanza di asfalto, sostituito in alcune parti da un fondo molto battuto e duro. Dopo il rettilineo iniziale, formato da prato e sterrato compatto, iniziano i problemi: una curva ad angolo retto immette in una discesa sterrata di circa cinquanta metri, resa ancora più difficile dalle precedenti gare delle altre categorie. Al termine della discesa, tornante e fianco della collina da ripercorrere, questa volta in salita, senza altra possibilità oltre a quella di scendere di sella e caricarsi la bici sulla spalla, in classico stile ciclocross. Altro tratto in piano e la storia si ripete: discesa e salita su terreno sdrucciolevole, prima di tornare sul fondo duro dei sentieri del Molenheide. L'ultimo tratto è composto da fondo compatto misto a prato e strada stretta fra le transenne, prima di tornare sullo slargo di partenza.

Pronti via, il ceco iridato parte a razzo e sembra fare subito selezione: l'unico che sembra potergli stare addosso è il veterano campione belga Sven Nys. Dietro si forma il trenino composto da Pauwels, Aernout e Albert, che alternano l'azione per cercare di colmare il gap dai due. Nel secondo giro il gruppetto sembra ricompattarsi, per poi disgregarsi ancora, e una coppia prende il comando: Pauwels e Nys, si lasciano dietro Stybar, costretto da un problema meccanico al cambio della bicicletta.

Nella seconda metà del terzo giro si riforma il terzetto, mentre gli inseguitori rimangono staccati: l'azione combinata del campione del mondo assieme ad un Nys in grande giornata, sembra in grado di ammazzare la gara, ma dietro viene gestito bene il ritardo, che non lievita in maniera eccessiva.

Sembra accusare il colpo anche il terzo incomodo, Pauwels, che mostra molte difficoltà nello stare con il proprio capitano e il connazionale.
A metà gara, gli inseguitori si rifanno sotto: mantenendo un buon passo, riescono a rimanere a circa dieci secondi di ritardo dal gruppetto di testa, e un giro dopo l'altro, annullano il margine che li separava dalla testa.

Durante il settimo giro, infatti, il gruppetto di testa si ricompatta e sotto il traguardo passano in un sestetto compatto, che permette ai fuggitivi della prima ora di riposare un po', i nuovi arrivati, infatti, continuano l'azione: sia Albert che Aernouts si portano davanti a tirare.

Il riposo di Stybar, però, ha vita breve: il gruppetto appena riformato vede il campione del mondo scattare cercando di fare il vuoto.
Il ceco, comincia un'azione micidiale che spezza il fiato ad Albert e gli altri, il più danneggiato appare Nys che più stanco degli altri, piano piano cede il passo e si stacca, evidentemente provato dall'intenso lavoro iniziale.

Stybar sembra inarrestabile: appena le ruote passano sul terreno compatto, forza l'andatura, creando metri tra sè e il primo inseguitore, e quando i giri che mancano sono solo due, il ceco ha circa una cinquantina di metri di vantaggio.
Al suono della campanella che indica l'ultimo giro, l'iridato transita sotto il traguardo con dodici secondi di vantaggio sui tre inseguitori Nys, Aernout e Pauwels: Albert in evidente crisi non riesce a rimanere coi tre.

La gara è stata dura per tutti e anche il ceco cala un po' l'andatura, permettendo al compagno di squadra Pauwels di intravederlo, ma la sua azione non viene fermata neanche dal braccio di uno spettatore, che salutando la telecamera non si accorge del suo arrivo e colpisce il campione del mondo rischiando di farlo cadere.

Il ceco, come ormai è consuetudine si riallaccia la maglia iridata e festeggia l'ottava vittoria di questa stagione, davanti a Pauwels, Nys, Aernout e allo staccato Albert, giunto quinto.

Il Superprestige tornerà il 14 novembre ad Hamme-Zogge, sempre in Belgio.

Ordine d'arrivo:
1 Zdenek Štybar (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team in 1h02'34"
2 Kevin Pauwels (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team a 7"
3 Sven Nys (Bel) Landbouwkrediet a 14"
4 Bart Aernouts (Bel) Rabobank - Giant Offroad Team a 26"
5 Niels Albert (Bel) BKCP-Powerplus a 44"
6 Bart Wellens (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team a 1'26"
7 Tom Meeusen (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team a 1'58"
8 Philipp Walsleben (Ger) BKCP-Powerplus a 1'58"
9 Rob Peeters (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team a 2'30"
10 Enrico Franzoi (Ita) BKCP-Powerplus a 2'36"
11 Gerben De Knegt (Ned) Rabobank-Giant Off-Road Team 2'51"
12 Thijs van Amerongen (Ned) AA Drink Cycling Team 3'05"
13 Jan Verstraeten (Bel) KDL-Trans a 3'29"
14 Dieter Vanthourenhout (Bel) BKCP-Powerplus a 3'34"
15 Eddy van Ijzendoorn (Ned) AA Drink Cycling Team a 3'38"
16 Ian Field (GBr) Hargroves Cycles a 3'43"
17 Tom van den Bosch (Bel) AA Drink Cycling Team a 3'50"
18 Jan Denuwelaere (Bel) Rendement Hypo Cycling Team a 4'07"
19 Ben Berden (Bel) Qin Cycling Team a 4'20"
20 Kenneth van Compernolle (Bel) Sunweb Revor a 4'33"
21 Thijs Al (Ned) AA Drink Cycling Team a 4'56"
22 Marco Bianco (Ita) L'Arcobaleno Carraro Team a 4'56"
23 Petr Dlask (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team a 5'21"
24 Patrick van Leeuwen (Ned) TWC De Kempen a 1 giro
25 Robert Gavenda (Svk) Telenet-Fidea Cycling Team a 1 giro
26 Mariusz Gil (Pol) Baboco - Revor Cycling Team a 1 giro
27 Kevin Cant (Bel) AVB Cycling Team a 2 giri
28 Marek Cichosz (Pol) Legia - Felt a 2 giri
29 Stijn Huys (Bel) Palmans - Cras a 2 giri
30 Dries Pauwels (Bel) Empella Czech Team a 3 giri
31 Wilant van Gils (Ned) CX Nederland a 3 giri
32 Jo Pirotte (Bel) United Cycling Team a 3 giri

Classifica Generale Superprestige:
1 Zdenek Štybar (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team 30 punti
2 Bart Aernouts (Bel) Rabobank - Giant Offroad Team 26
3 Sven Nys (Bel) Landbouwkrediet 26
4 Kevin Pauwels (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 22
5 Bart Wellens (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 21
6 Niels Albert (Bel) BKCP-Powerplus 20
7 Tom Meeusen (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 15
8 Steve Chainel (Fra) Bbox Bouygues Telecom 15
9 Philipp Walsleben (Ger) BKCP-Powerplus 15
10 Enrico Franzoi (Ita) BKCP-Powerplus 11
11 Sven Vanthourenhout (Bel) Sunweb-Revor 10
12 Rob Peeters (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 9
13 Klaas Vantornout (Bel) Sunweb-Revor 7
14 Dieter Vanthourenhout (Bel) BKCP-Powerplus 7
15 Gerben De Knegt (Ned) Rabobank-Giant Off-Road Team 5
16 Thijs van Amerongen (Ned) AA Drink Cycling Team 4
17 Jan Verstraeten (Bel) KDL-Trans 3
18 Jonathan Page (USA) Planet Bike 1
19 Eddy van Ijzendoorn (Ned) AA Drink Cycling Team 1

Il Nuovo Ciclismo - Rozzu
 
Rispondi
#4
Hamme Zogge, il regno di Nys
Il Superprestige torna per la settima volta nel Belgio occidentale, tra i comuni di Hamme e Zogge, dove si svolge la terza prova del torneo. La corsa vede il ritorno di Zdenek Stybar, che per un problema fisico aveva saltato la prova infrasettinale di Niel: una delle Fidea Cyclocross Classics, vinta agevolmente da uno scatenato Sven Nys.

Circuito molto meno facile della scorsa edizione, che si è svolta sotto una leggera pioggia, che non ha causato grandi danni al fondo del tracciato. Quest'anno la pioggia caduta è stata maggiore, rendendo buona parte del percorso impossibile da percorrere sulle due ruote.

Al primo giro, appare chiaro che non sarà la classica gara di questo inizio stagione: Nys, Stybar, Albert e Pauwels devono lasciare il passo allo scatenato Klass Vantornout, che memore del terzo posto nella passata edizione, cerca di migliorarlo, imponendo un ottimo ritmo alla gara. Per i necessari cambi di bicicletta le posizioni alla testa della corsa di alternano, anche perchè il gruppetto che impone il ritmo è ancora compatto e formato da una dozzina di corridori.

Nel corso del terzo giro, Niels Albert, che non ha approfittato del cambio del mezzo, e Klaas Vantornout, sembrano in grado di fare il vuoto: riuscendo a lasciare una cinquantina di metri fra loro e i diretti inseguitori, Sven Nys e il Rabobank Aernouts, passati sotto il traguardo con 8 secondi di ritardo, mentre Stybar sembra ancora provato dall'infortunio al ginocchio e passa circa dieci secondi dopo dai due.

Il campione belga, fortissimo sul fondo fangoso, raggiunge la coppia di testa e a metà gara, il terzetto dispone di un vantaggio di circa 15 secondi sul campione del mondo, riuscito a raggiungere e superare Aernouts.

Nel corso del quinto giro Nys prende la testa della gara, seguito a ruota da Vantornout, mentre Albert si stacca di qualche metro, continuando comunque a vederli; dietro, intanto, si porta all'inseguimento un Bart Wellens che appare più in palla del proprio capitano Stybar, raggiunto anche dall'altro compagno di squadra Rob Peeters.

Sotto il traguardo dell'ultimo giro, passa un determinato Sven Nys, seguito a ruota da Albert e Vantornout che non sembrano intenzionati a lasciarlo scappare, mentre il capoclassifica Stybar, paga 42 secondi.

Il terzetto sembra compatto, quando a circa metà giro, Klaas Vantornout scatta in avanti portandosi dietro il campione belga e lasciando ad Albert il gradino più basso del podio. Nys impone un forte ritmo alla corsa, e riesce a guadagnare il terreno necessario per evitare il finale in volata che però si svolge, grazie alla tenacia del corridore della Sunweb, ma Nys ha guadagnato quei dieci metri di vantaggio che gli danno la sicurezza della quinta vittoria ad Hamme - Zogge. Stybar passa sotto il traguardo con circa un minuto, staccato anche da Rob Peeters, perdendo così il primato in classifica generale che passa al veterano campione belga. Il prossimo appuntamento del Superprestige si svolgerà ad Asper-Gavere, domenica 21 novembre.

Il Nuovo Ciclismo - Rozzu

Ordine d'arrivo:
1. Sven Nys (BEL) Landbouwkrediet in 59'58"
2. Klaas Vantornout (BEL) Sunweb-Revor a 4"
3. Niels Albert (BEL) BKCP-Powerplus a 40"
4. Bart Wellens (BEL) Telenet-Fidea Cycling Team a 1'10"
5. Rob Peeters (BEL) Telenet-Fidea Cycling Team a 1'26"
6. Zdenek Stybar (CZE) Telenet-Fidea Cycling Team a 1'37"
7. Kevin Pauwels (BEL) Telenet-Fidea Cycling Team a 1'48"
8. Gerben de Knegt (NED) Rabobank-Giant Off Road Team a 1'57"
9. Jan Denuwelaere (BEL) Rendement Hypo Cycling Team a 2'03"
10. Bart Aernouts (BEL) Rabobank-Giant Off Road Team a 2'07"
11. Sven Vanthourenhout (Bel) Sunweb-Revor a 2'48"
12. Kenneth Van Compernolle (Bel) Sunweb-Revor a 3'29"
13. Petr Dlask (CZE) Telenet-Fidea Cycling Team a 3'36"
14. Thijs van Amerongen (NED) AA Drink Cycling Team a 3'39"
15. Thijs Al (Ned) AA Drink Cycling Team a 3'50"
16. Tom Meeusen (BEL) Telenet-Fidea Cycling Team a 4'11"
17. Tom Van den Bosch (BEL) (AA Drink Cycling Team) 4'40"
18. Philipp Walsleben (GER) BKCP-Powerplus a 5'15"
19. Jonathan Page (USA) Planet Bike a 5'24"
20. Martin Zlamalik (CZE) Sunweb-Revor a 6'22"
21. Radomir Simunek (CZE) BKCP-Powerplus a 6'45"
22. Jan Verstraeten (BEL) KDL-Trans a 6'51"
23. Ben Berden (BEL) Qin Cycling Team a 7'55"
24. Eddy van Ijzendoorn (NED) AA Drink Cycling Team a 8'16"
25. Robert Gavenda (SVK) Telenet-Fidea Cycling Team a 1 giro
26. Mitchell Huenders (NED) BKCP-Powerplus
27. Bart Hofman (BEL) a 2 giri
28. Craig Richey (CAN) a 3 giri
29. Carlos Hernandez (SPA)
30. Jorge Cantalicio (SPA)
31. Bart Verschueren (BEL)
32. Roger Rodriguez (SPA) a 4 giri
33. Manuel Martin (SPA) a 5 giri

Classifica generale Superprestige:
1. Sven Nys (Bel) Landbouwkrediet 41 p.ti
2. Zdenek Stybar (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team 40
3. Bart Wellens (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 33
4. Niels Albert (Bel) BKCP-Powerplus 33
5. Bart Aernouts (Bel) Rabobank-Giant Off Road Team 32
6. Kevin Pauwels (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 31
7. Klaas Vantornout (Bel) Sunweb-Revor 21
8. Rob Peeters (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 20
9. Tom Meeusen (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 15
10. Sven Vanthourenhout (Bel) Sunweb-Revor 15
11. Gerben de Knegt (Ned) Rabobank-Giant Off Road Team 13
12. Philip Walsleben (Ger) BKCP-Powerplus 12
13. Steve Chainel (Fra) Bbox Bouygues Telecom. 12
14. Enrico Franzoi (Ita)BKCP-Powerplus 11
15. Jan Denuwelare (Bel) Rendement Hypo Cycling Team 7
16. Thijs Van Amerongen (Ned) AA Drink Cycling Team 6
17. Dieter Vanthourenhout (Bel) BKCP-Powerplus 5
18. Kenneth Van Compernolle (Bel) Sunweb-Revor 4
19. Petr Dlask (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team 3
20. Jan Verstraeten (Bel) KDL-Trans 3
21. Eddy Van Ijzendoorn (Ned) AA Drink Cycling Team 1
22. Thijs Al (Ned) AA Drink Cycling Team 1
23. Jonathan Page (USA) Planet Bike 1
 
Rispondi
#5
La gara completa:
















 
Rispondi
#6
Gavere, Nys s'impone al fotofinish
Il Superprestige ritorna in scena, questa volta a Gavere, cittadina delle Fiandre Orientali, e sotto il cielo bianco del pomeriggio belga, inizia la prova, a cui partecipa anche il campione nazionale statunitense Tim Johnson.
Circuito ancora privo di fango, e come spesso capita, gremito di gente. Pronti via, la prima azione importante è di Bart Wellens, che approfittando della partenza, si porta in testa e guadagna una trentina di metri.
L'azione dell'ex campione del mondo, però, appare esagerata, e lo porta ad esaurire velocemente le energie: già nel secondo giro appare in ritardo ed è l'unico che scende di sella per affrontare il tratto in salita.
Sotto il passaggio del terzo giro, si ritorva in testa il campione del mondo Zdnekek Stybar, che si ferma al box a cambiare il mezzo cedendo la testa della corsa a Niels Albert e lasciandosi alle spalle Sven Nys, che sul fondo duro ha qualche difficoltà maggiore che non sul fango. Albert appare in giornata, traendo beneficio dal poco lavoro svolto nella prova del GVA Trofée di ieri, in cui gli altri "big" hanno invece tirato tanto. Il gruppetto di testa è come spesso capita, composto da Stybar, Albert, Nys, Pauwels e Vantornout, che sembra non risentire dello spettacolare incidente che lo ha costretto al ritiro nella prova di Hasselt di ieri. Nella prima frazione del terzo giro, Nys si porta in testa e forza il ritmo, lasciandosi una trentina di metri di spazio fra lui e gli inseguitori, che transitano a circa sette secondi dal campione belga. Nel giro successivo, Albert e Pauwels si mettono all'inseguimento del connazionale che ha ormai dato una scossa decisiva alla gara, mentre Stybar sembra ormai tagliato fuori dalla vittoria, piegato dalle salite troppo dure poterle scalare sulle due ruote, e perde progressivamente terreno, mentre il compagno di squadra Pauwels sembra essere l'unico in grado di resistere alla straripante azione di Sven Nys, mentre Albert paga dazio, ma rimane comunque a una cinquantina di metri. Il campione belga cerca di forzare il ritmo, memore dell'ottima condizione di Pauwels, ma i giri aumentano e nel settimo giro, Albert sembra avvicinarsi ai due di testa. Sul terreno cominciano a vedersi dei solchi e soprattutto nelle parti in discesa, i corridori sono molto prudenti per evitare delle cadute che potrebbero compromettere le chance di vittoria. Dietro, intanto, Stybar assieme al compagno di squadra Wellens, si ricongiunge con Vantornout, che era a bagnomaria in quarta posizione.
Nell'ottavo giro, i due di testa cambiano il mezzo, e anche se Albert non sembra in grado di lottare per la vittoria, i due sembrano aspettarlo, continuando a voltarsi per cercare il giovane BKCP, mentre Stybar è in quarta posizione, avendo staccato Wellens e Vantornout, nella parte pianeggiante del tracciato.
Ultimo giro, i due di testa conservano un vantaggio di una decina di secondi su Albert, ormai tagliato fuori dalla vittoria che si giocheranno Pauwels e Nys, che come sempre è davanti a tirare la coppia, non favorito per niente dal furbo stare a ruota di Pauwels. Nonostante il veterano provi lo scatto ad ogni metro, il compagno di squadra di Stybar sembra tenere il colpo e riesce a stare a ruota. Volata doveva essere, e volata è stata: i due si affiancano nel rettilineo finale e il forte corridore della Landbouwkriedet si aggiudica la vittoria, con un vantaggio di mezza ruota sul secondo. Completa il podio Albert, rimasto in gara solo nei primi giri, con Wellens quarto e Stybar quinto. La prossima prova del Superprestige si svolgerà a Gieten, il 28 novembre prossimo.

Ordine d'arrivo:
1. Sven Nys (Bel) Landbouwkrediet in 58'48"
2. Kevin Pauwels (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team st
3. Niels Albert (Bel) BKCP-Powerplus a 22"
4. Bart Wellens (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team a 1'05"
5. Zdenek Štybar (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team a 1'24"
6. Klaas Vantornout (Bel) Sunweb-Revor a 1'44"
7. Tom Meeusen (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team a 1'49"
8. Bart Aernouts (Bel) Rabobank-Giant Off Road Team a 2'12"
9. Gerben De Knegt (Ned) Rabobank-Giant Off Road Team a 2'26"
10. Thijs van Amerongen (Ned) AA Drink Cycling Team a 2'45"
11. Kenneth van Compernolle (Bel) Sunweb-Revor a 2'48"
12. Timothy Johnson (USA) Cannondale-Cyclocrossworld.com a 2'51"
13. Rob Peeters (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team a 3'11"
14. Jonathan Page (USA) Planet Bike a 3'18"
15. Jan Denuwelaere (Bel) Rendement Hypo Cycling Team a 3'39"
16. John Gadret (Fra) Ag2R La Mondiale a 3'41"
17. Tom van den Bosch (Bel) AA Drink Cycling Team a 4'19"
18. Eddy van Ijzendoorn (Ned) AA Drink Cycling Team a 5'00"
19. Petr Dlask (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team a 5'07"
20. Mariusz Gil (Pol) Baboco - Revor Cycling Team a 5'21"
21. Jan Verstraeten (Bel) KDL-Trans a 5:40;
22. Radomir Simunek (Cze) BKCP-Powerplus a 5:49;
23. Thijs Al (Ned) AA Drink Cycling Team a 1 giro
24. Patrick van Leeuwen (Ned) TWC De Kempe a 2 giri
25. Mitchell Huenders (Ned) BKCP-Powerplus a 2 giri
26. Bjorn Rondelez (Bel) Lingier Versluys Teama 3 giri
27. Craig Richey (Can) Aviawest - Blue Competition Cycles a 4 giri
28. René Birkenfeld (Ger) Focus Mig Cross Team a 4 giri
29. Kristof Zegers Baboco - Revor Cycling Team a 5 giri
30. Jorge Cantalicio (Spa) a 5 giri
31. Shaun Adamson (Can) a 5 giri

Classifica generale Superprestige:
1. Sven Nys (Bel) Landbouwkrediet 56 punti
2. Zdenek Štybar (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team 51
3. Niels Albert (Bel) BKCP-Powerplus 46
4. Bart Wellens (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 45
5. Kevin Pauwels (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 45
6. Bart Aernouts (Bel) Rabobank-Giant Off Road Team 40
7. Klaas Vantornout (Bel) Sunweb-Revor 31
8. Tom Meeusen (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 24
9. Rob Peeters (Bel) Telenet-Fidea Cycling Team 23
10. Gerben De Knegt (Ned) Rabobank-Giant Off Road Team 20
11. Sven Vanthourenhout (Bel) Sunweb-Revor 15
12. Steve Chainel (Fra) Bbox Bouygues Telecom 12
13. Philipp Walsleben (Ger) BKCP-Powerplus 12
14. Thijs van Amerongen (Ned) AA Drink Cycling Team 12
15. Enrico Franzoi (Ita) BKCP-Powerplus 11
16. Kenneth van Compernolle (Bel) Sunweb-Revor 9
17. Jan Denuwelaere (Bel) Rendement Hypo Cycling Team 8
18. Dieter Vanthourenhout (Bel) BKCP-Powerplus 5
19. Timothy Johnson (USA) Cannondale-Cyclocrossworld.com 4
20. Jan Verstraeten (Bel) KDL-Trans 3
21. Petr Dlask (Cze) Telenet-Fidea Cycling Team 3
22. Jonathan Page (USA) Planet Bike 3
23. Eddy van Ijzendoorn (Ned) AA Drink Cycling Team 1
24. Thijs Al (Ned) AA Drink Cycling Team 1

Il Nuovo Ciclismo - Rozzu
 
Rispondi
#7
La gara completa di oggi:















 
Rispondi
#8
Pauwels è quello che corre anche su strada?
 
Rispondi
#9
(21-11-2010, 10:25 PM)i0i Ha scritto: Pauwels è quello che corre anche su strada?

Si, quest'anno ha vinto una tappa alla Fleche du Sud. Ma anche tutti gli altri hanno partecipato o partecipano anche alle gare su strada, solo che le squadre sono di livello decisamente inferiore, nelle graduatorie della strada, perciò partecipano a corse minori: per esempio, se guardi i nomi della Telenet Fidea in classifica, vedrai che erano tutti al Giro di Slovacchia di quest'anno.
 
Rispondi
#10
Credo che i0i si riferisse a Serge Pauwels, quello che corre per la Sky.
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)