Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Parigi-Roubaix 2018
#1
Anche quest'anno probabilmente la corsa sarà asciutta Sick

[Immagine: paris-roubaix-2018.jpg]
 
Rispondi
#2
Ci sarà il solito sole da Maldive
 
Rispondi
#3
Almeno quello forse non dovrebbe esserci...più una giornata da luce piatta con nuvole alte;spero in un miracolo modellistico dell'ultim'ora...bisogna dire che alcuni tratti di pavè sono comunque rovinati,da vedere se fino a Domenica il terreno migliora ma questo tratto numero 20 prima della FORESTA è messo maluccio al momento.
[Immagine: DaAmGBLXkAAzVNZ.jpg]
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Italbici
#4
Siete sadici eh Eheh

Comunque sì, è da qualche anno che si ronza attorno alla possibilità di una volata piuttosto nutrita nel velodromo. Per me è più difficile un arrivo in solitaria qui rispetto al Fiandre.
 
Rispondi
#5
Dai, una volta ogni tanto una Roubaix un po' più fangosa ci vorrebbe, niente di esagerato ma solo per dare quel tocco di epicitá in più.
 
Rispondi
#6
è dal 2002 che questa corsa non risulta fangosa...16 anni sono troppi e purtroppo si allungherà la striscia.


 
Rispondi
#7
Il prossimo anno organizziamo un pullman e andiamo a innaffiare il pavè
 
Rispondi
#8
(05-04-2018, 01:00 PM)Italbici Ha scritto: Almeno quello forse non dovrebbe esserci...più una giornata da luce piatta con nuvole alte;spero in un miracolo modellistico dell'ultim'ora...bisogna dire che alcuni tratti di pavè sono comunque rovinati,da vedere se fino a Domenica il terreno migliora ma questo tratto numero 20 prima della FORESTA è messo maluccio al momento.

Sembra proprio che il fango non piaccia agli organizzatori della Roubaix.. :-/

https://www.quotidiano.net/sport/altri%2...-1.3835155

Solo il meteo ci può venire in aiuto: potrebbe anche piovere su alcuni tratti della corsa!

Riguardo alla Gara, penso che sarà una corsa molto incerta, non essendoci nessuno ampiamente superiore agli altri in questo momento. Tutti i bookmakers danno per favorito assoluto Peter Sagan; se devo essere sincero, tuttavia, il Campione del Mondo non mi ha mai dato l'impressione di essere "super competitivo" sulle pietre dell'Inferno del Nord: sempre prestazioni buone, ma mai veramente eccellenti; poi, magari, oggi stacca tutti a Camphin en Pèvèle o sul Carrefour de l'Arbre ed entra in solitaria al Velodromo; gli indizi, però, fin'ora raccolti (precedenti in questa corsa e condizione fisica attuale), non portano in questa direzione. Del resto, questa gara è la sua ultima possibilità per raddrizzare una Campagna del Nord, che, fino a questo punto, si è dimostrata per lui appena sufficiente. Ripeto, alla fine, questo mio pensiero si potrebbe anche risolvere in una "cosmica gufata militelliana".. e in quel caso ne sarei molto felice per Sagan! :) Occhiolino 

Tra gli altri favoriti, i soliti noti.. certo che battere i "quattro moschettieri" della QSF sarà veramente difficile!!

Sono proprio curioso di vedere la prova di Ryan Mullen, il giovane cronomen della Trek, considerato da Guercilena come il nuovo Cancellara: se non sbaglio l' Irlandese aveva rifiutato un contratto con la QSF, proprio per disputare, da "protagonista", questa gara..vedremo.

Riguardo a Cancellara, proprio oggi ho letto gravi accuse che gli ha lanciato Boonen..vere o false che siano, sono discorsi che fanno malissimo al ciclismo! Triste Triste
 
Rispondi
#9
Bravo Soler che tenta la fuga.

Con lui Bystrom, Wallays, Robeet, Dillier e Duquennoy
 
Rispondi
#10
I tre contrattaccanti Smukulis, Thompson e Soupe rientrano sul gruppo di testa.. il loro vantaggio a 195 km dal traguardo è di circa 5'30 ;il gruppo non si è ancora organizzato.
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)