Login Registrati Connettiti via Facebook



Non sei registrato o connesso al forum.
Effettua la registrazione gratuita o il login per poter sfruttare tutte le funzionalità del forum e rimuovere ogni forma di pubblicità invasiva.

Condividi:
Paris - Nice 2019
#1
Categoria World Tour 
10 - 17 marzo 2019

Paris - Nice 2019

[Immagine: f4d03]
Altimetrie

Startlist
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Jussi Veikkanen
#2
 
Rispondi
#3
Percorso presentato ed inviti annunciati.

Paris-Nice 2019 stages
Sunday, March 10th, stage 1: Saint-Germain-en-Laye > Saint-Germain-en-Laye, 138,5 km
Monday, March 11th, stage 2: Les Bréviaires > Bellegarde, 163,5 km
Tuesday, March 12th, stage 3: Cepoy > Moulins/Yzeure, 200 km
Wednesday, March 13th, stage 4: Vichy > Pélussin, 210,5 km
Thursday, March 14th, stage 5: Barbentane > Barbentane, 25,5 km (Time trial)
Friday, March 15th, stage 6: Peynier > Brignoles, 176,5 km
Saturday, March 16th, stage 7: Nice > Col de Turini La Bollène-Vésubie, 181,5 km
Sunday, March 17th, stage 8: Nice > Nice, 110 km
 
The 23 selected teams


AG2R LA MONDIALE 
ASTANA PRO TEAM
CCC TEAM
BORA – HANSGROHE 
EF EDUCATION FIRST
GROUPAMA – FDJ
LOTTO SOUDAL
MOVISTAR TEAM
MITCHELTON – SCOTT
TEAM DIMENSION DATA
TEAM KATUSHA ALPECIN
TEAM JUMBO-VISMA
TEAM SUNWEB
TREK-SEGAFREDO
UAE TEAM EMIRATES
BAHRAIN – MERIDA
DECEUNINCK – QUICK-STEP
TEAM SKY

Wildcards

TEAM ARKEA – SAMSIC
COFIDIS, SOLUTIONS CREDITS
DIRECT ENERGIE
DELKO MARSEILLE PROVENCE
VITAL CONCEPT – B&B HOTELS
 
Rispondi
#4
Che schifezza di percorso. Magari esce una corsa gradevole perchè siamo a inizio stagione, ma il percorso mi piace proprio poco
 
Rispondi
#5
[Immagine: 7febb]

Qui in dettaglio la salita finale della settima tappa, considerando che saremo ad inizio stagione potrebbero uscire ampi distacchi.
Per il resto percorso mediocre, la tappa finale è la solita, spesso esce anche qualcosa di carino, forse la quarta potrebbe muovere un po' il gruppo, non ho visto le altimetrie in dettaglio.
 
Rispondi
#6
Finalmente, dopo qualche stagione sottotono, la Parigi Nizza ritorna ad avere una startlist di livello. Sul percorso mi ero già espresso non troppo favorevolmente, ma ci sono i corridori per infiammare la corsa.
A partire dal favorito n°1 Simon Yates perchè il percorso della corsa verso il sole ben si confà alle sue fantastiche azioni che abbiamo imparato a conoscere nell'ultimo anno.

Poi parecchio intrigante la probabile sfida colombiana sul Col de Turini tra scalatori formidabili come MAL, Quintana e Bernal. Con tanti incomodi, tipo Bardet che nella corsa di casa farà di tutto per vincere.

Sorpresa? Io dico Teuns, anche se potrebbe avere delle difficoltà su quella salita così lunga. Però è in forma, sta migliorando costantemente, mai dire mai....
 
Rispondi
#7
Che tappa che sta facendo Quintana.
 
Rispondi
#8
Colombiani che oggi si son mossi benissimo in mezzo ai ventagli.
Aru s'è staccato immagino...
 
Rispondi
#9
Prima tappa della Parigi Nizza che spesso è pazza per via del meteo. Quintana abilissimo a muoversi nel vento, ma ancora di più un meraviglioso Bernal, con ottimi Kwiato e Rowe a supporto. Qualcuno dice che il campione polacco potrebbe far classifica, secondo me oggi ha corso il funzione del colombiano classe '97.

Groenewegen non poteva sbagliare con una Jumbo così numerosa a supporto e infatti non ha sbagliato, però Ewan non ci è andato troppo lontano, uscendo come al solito negli ultimissimi metri.
La volata oggettivamente troppo lunga di Colbrelli ha scompigliato tutti i treni, secondo me chi ne ha risentito di più è stato Jakobsen che è rimasto un pelo chiuso e poteva andare ancora più vicino alla vittoria.
 
Rispondi
#10
Alla fine i veri sconfitti di giornata sono gli Astana: Mal ha perso 1'04" e Izagirre quasi 3 minuti.

Yates, invece, è stato a lungo dietro, ma, alla fine, è riuscito a concludere con il gruppo di testa.
 
Rispondi
#11
Sta succedendo il solito finimondo, andate qua se volete seguire: https://racecenter.paris-nice.fr/#/stageprofile
 
Rispondi
#12
Bernal e Quintana continuano a dominare in mezzo al vento, allucinante.

Yates sta in un gruppo a 50" dalla testa insieme ad Aru e Bob Jungels.
 
Rispondi
#13
18 in testa con Bob Jungels che è rientrato sui primi.

Yates, invece, sta affondando.
 
Rispondi
#14
Groenewegen meraviglioso.

Bernal stupefacente, in pianura andava più di Jungels.

Quintana e Bardet sempre ottimi, anche se si sono persi l'ultimo ventaglio (però, alla fine, hanno lasciato sul piatto pochissimo).

Yates tragico.
 
Rispondi
#15
Bernal veramente ottimo. Bardet con tutti i compagni che aveva davanti sarebbe dovuto riuscire a prendere nelle prime posizioni la svolta a dx ai -6 dopo la quale si è formato il ventaglio
 
Rispondi
#16
Non ne fanno tanti come Bernal.

Lopez invece difetta nella comprensione della corsa (oltre che nella conduzione del mezzo) e non impara mai dagli errori.
Al quinto anno di professionismo, il periodo per lavorarci su è finito da un pezzo.

Lui non è uno sveglio, ma anche l'Astana ha le sue colpe.

Sosa ancora malissimo: ieri è uscito di strada da solo e oggi è arrivato terzultimo.
Ha dalla sua l'età ma le magagne sono veramente grosse e, opinione mia, non andranno mai via del tutto.
 
Rispondi
#17
Giustamente si parla di Bernal perchè ha fatto cose stupende, però ugualmente deve fare un monumento a Rowe per come l'ha aiutato ieri e oggi. Gregario perfetto, il gallese mi ha impressionato per come ha pedalato nel vento e aperto ventagli. Mio personale MVP di questa due giorni, non ci fosse un Groenewegen cannibale.

Abbiamo parlato tanto di Bernal e Quintana perchè fa sensazione vedere due colombiani cavarsela così, però due parole vanno spese anche per Bardet e Kelderman, che si sono difesi alla grande e adesso sono i favoriti per la Pa-Ni in coabitazione di Nairo e Egan.
Soprattutto bravo il corridore olandese, che spesso era dall'altra parte della barricata con cadute fin troppo frequenti. E se Bardet, Quintana e Bernal hanno avuto squadre perfette a disposizione (Kwiato, Rowe, Gallopin, Naesen, Erviti, Roelandts tutti tanta roba), Wilco ha dovuto sbrigarsela quasi da solo.
 
Rispondi
#18
Quello che balza agli occhi e' che tanti favoriti sono gia' fuori dai giochi tipo yates e lopez. Aru puo' vincere la maglia nera. Come outsider vedo bene Kelderman e Grossschartner.
 
Rispondi
#19
(12-03-2019, 12:49 PM)Onizuka999 Ha scritto: Quello che balza agli occhi e' che tanti favoriti sono gia' fuori dai giochi tipo yates e lopez. Aru puo' vincere la maglia nera. Come outsider vedo bene Kelderman e Grossschartner.
Aru si è ritirato
 
Rispondi


[+] A 1 utente piace il post di Tonio Cartonio
#20

Bennet interrompe il regno di Gronewegen.

Bernal assieme a Kwiato ha rosicchiato qualche secondo grazie agli abbunoni ai TV
 
Rispondi
  


Vai al forum:


Utente(i) che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)